Come Piantare gli Alberi di Noce

Sebbene ci siano diverse specie di alberi di noce, soprattutto il noce nero e quello bianco (o da frutto), le istruzioni di base per piantarli e prendersene cura sono sostanzialmente analoghe. Eppure, proprio per l'esistenza di centinaia di varietà che si sono adattate a climi diversi e hanno diverse resistenze alle malattie, è preferibile piantare dei noci di una varietà autoctona. Gli alberi di noce possono produrre dei frutti saporiti e durevoli, ma anche un legname pregiato, tuttavia i giardinieri principianti devono sapere che spesso uccidono le piante che si trovano nei paraggi! Puoi piantare i noci direttamente dai frutti, che puoi trovare e raccogliere facilmente sotto gli alberi, ma che sono piuttosto noiosi da preparare, oppure dalle piantine, che in genere devi acquistare, ma che solitamente hanno maggiori possibilità di successo.

Parte 1 di 3:
Preparare le Noci per la Semina

  1. 1
    Sii consapevole dello sforzo che richiede questo lavoro e dei rischi per il tuo giardino. Preparare i semi di noce per interrarli può richiedere mesi di attesa e il tasso di successo è ridotto. Se preferisci, puoi scegliere di acquistare una piantina, in questo caso passa all'ultima sezione. Prima di mettere in atto entrambi i metodi, devi sapere che gli alberi di noce, in particolare la varietà del noce nero, rilasciano nel suolo delle sostanze chimiche che possono uccidere molte piante delle vicinanze, come i pini, i meli, i pomodori e altri[1]. Questo aspetto, oltre alla loro notevole dimensione e, talvolta, all’aggressiva diffusione di nuove piante che sorgono spontanee, può renderli impopolari in città e nei quartieri[2] .
  2. 2
    Raccogli le noci cadute dagli alberi. In autunno, puoi prelevare alcuni frutti che sono caduti dagli alberi, oppure puoi colpire delicatamente i rami con un tubo in PVC per fare cadere le noci mature[3]. Anche quando è matura e a terra, la maggior parte delle noci è ancora racchiusa in una spessa buccia verde o marrone (mallo) che avvolge il guscio.
    • Attenzione: il mallo può macchiare gli indumenti e irritare la pelle. Dovresti mettere dei guanti impermeabili per raccoglierli.
  3. 3
    In alternativa, puoi acquistare le noci. Se pensi di avviare un frutteto allo scopo di raccogliere le noci o il legno, chiedi a un esperto botanico o alle guardie forestali, oppure fai una ricerca online per conoscere le specie e le varietà più adatte al tuo clima e all’ambiente in cui vivi[4]. La cosa migliore è acquistare i semi di noce dagli alberi presenti nel raggio di 160 km da dove prevedi di piantarli, in quanto si adattano sicuramente meglio alle condizioni climatiche del luogo. I noci in genere crescono bene nelle zone dove le temperature minime vanno dai -30 °C a -1 °C, ma alcune varietà resistono meglio di altre al freddo[5] .
    • Il noce nero è molto costoso ed è considerato un legno pregiato, mentre il noce bianco (chiamato anche noce persiano) viene coltivato sia per i frutti che il legname. Esistono molte varietà di ciascuno, oltre ad altre specie meno diffuse[6].
    • Le noci che trovi nei negozi difficilmente contengono l'umidità necessaria per germinare. Anche se dovessero riuscirci, probabilmente derivano da un albero ibrido o da una varietà più indicata a un clima diverso e non sarai in grado di coltivarle con successo nella tua zona.
  4. 4
    Rimuovi il mallo (facoltativo). Le noci possono crescere anche senza bisogno di togliere il mallo, ma molte persone lo eliminano per assicurarsi che i frutti interni siano integri e per facilitare la coltivazione. Per togliere il mallo, immergi le noci in un secchio d'acqua finché lo strato polposo non diventa morbido al tatto; puoi anche aspettare fino a tre giorni per le noci più difficili. Rompi e stacca con le mani il mallo che si è ammorbidito[7].
    • Se lasci asciugare il mallo, può diventare quasi impossibile toglierlo. Prova a passarci sopra con l’auto.
    • Se devi preparare una grande quantità di noci, falle passare attraverso un macinino per il mais o falle girare in una betoniera con ghiaia e acqua per 30 minuti[8].
  5. 5
    Mantieni le noci umide durante l'inverno per 90-120 giorni. Le noci, come molti altri semi, hanno necessità di stare in un ambiente freddo e umido prima che la pianta si risvegli dalla sua fase dormiente e germogli dal guscio. Possono essere necessari anche 3-4 mesi, a seconda della varietà, durante i quali i frutti devono essere mantenuti umidi. Questo processo è chiamato “stratificazione” e per le noci può essere fatto in uno dei seguenti modi:
    • Se hai una piccola quantità di noci mettila nel muschio di torba inumidito o nella sabbia umida, all’interno di sacchetti di plastica e conservati in frigorifero o in un altro luogo tra i 2-5 ºC[9].
    • Se hai una grande quantità di noci, scava una buca in un terreno con un buon drenaggio, a 30-60 cm di profondità. Riempi la buca alternando singoli strati di noci con strati da 5 cm di sabbia, foglie o pacciame. Copri la buca con una rete per tenere lontani i roditori[10][11].
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Piantare le Noci

  1. 1
    Interrompi il processo di stratificazione a freddo una settimana prima della germinazione prevista, ma mantieni i semi umidi. Quando il terreno si è scongelato e sono trascorsi almeno 90 giorni, puoi rimuovere i semi dal loro ambiente freddo. Dovresti notare un piccolo ricciolo che emerge. Conservali ancora in un ambiente umido per una settimana prima di piantarli[12].
  2. 2
    Scegli un punto adatto dove piantarli. Tutte le specie di noce richiedono un terreno di buona qualità, questo aspetto è ancora più importante se hai intenzione di avviare un frutteto. Scegli una posizione con un terreno argilloso ben drenante con almeno 90 cm di profondità. Evita i pendii ripidi, le cime delle colline o i terreni rocciosi e troppo ricchi di argilla[13][14]. Le zone più basse dei versanti nord vanno bene se sono collinari o montagnosi (o esposti a sud, se ti trovi nell'emisfero australe).
    • Per quanto riguarda il pH del terreno, il noce è piuttosto adattabile. I suoli migliori hanno un pH tra 6,0 e 6,5, ma anche dal 5 all'8 vanno abbastanza bene[15].
  3. 3
    Ripulisci l’area. Rimuovi la vegetazione esistente dal sito che hai individuato prima di piantare i noci, in quanto entrerebbe in concorrenza per gli stessi nutrienti con gli altri alberi. Se vuoi piantare un grande frutteto, devi aerare il terreno prima di pensare alla coltivazione[16].
  4. 4
    Pianta le noci in piccoli fori. Scava delle buche di circa 5-7,5 cm di profondità e inserisci le noci appoggiate di lato, poi riempile con del terriccio[17]. Se vuoi piantare più alberi, distanzia le buche a 3,0-3,7 m le une dalle altre seguendo uno schema a griglia[18].
    • In alternativa, puoi piantare due o più noci in ogni buca a 20 cm l'una dall'altra. Quando le piantine sono cresciute per un anno o due, lascia quella più sana in ogni punto e rimuovi tutte le altre[19].
    • Leggi la sezione dei “Consigli” per conoscere un metodo alternativo di piantare i semi proteggendoli dagli scoiattoli e da altri piccoli animali.
  5. 5
    Prenditi cura delle piantine che stanno crescendo. Leggi la prossima sezione per avere informazioni su come curare le piantine e gli alberi che stanno crescendo. Salta i passaggi che descrivono come interrarle.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Piantare gli Alberi di Noce e Prendersene Cura

  1. 1
    Scegli le piantine (se non vuoi coltivarle dalle noci). Misura il diametro delle piantine a circa 2,5 cm sopra la corona radicale, nel punto in cui le radici incontrano il tronco. Scegli quelle con un diametro minimo in questo punto di 0,6 cm o ancora più grande, se possibile. Questa è la misura più importante per prevedere la qualità[20].
    • Le piantine a radice nuda, vendute senza terriccio, dovrebbero essere piantate in primavera, prima della crescita delle gemme e subito dopo l’acquisto.
    • Le piantine che prendi nei contenitori possono anche essere piantate più tardi, in periodi e terreni asciutti, ma in genere sono molto più costose[21].
  2. 2
    Interra le piantine in primavera. Scegli un terreno argilloso ben drenante ed evita i pendii ripidi e collinari. Metti le piantine in buche dalle dimensioni almeno doppie rispetto al diametro delle radici e abbastanza profonde da sotterrare completamente l’apparato radicale. Per ottenere i migliori risultati, riempi le buche con una parte di compost per ogni tre parti di suolo normale[22]. Premi accuratamente il terriccio e innaffia abbondantemente.
    • Tieni le piantine a una distanza di 3,0-3,7 m una dall’altra per permettere loro di crescere bene.
  3. 3
    Innaffia di tanto in tanto. Almeno durante i primi due anni dopo la semina, sia che tu abbia piantato le noci o le piantine, questa pianta richiede di essere bagnata con una certa frequenza, soprattutto durante la stagione secca e calda. Innaffiala abbondantemente, ma non prima che il terreno sia nuovamente asciutto. Se la bagni troppo può nuocere alla sua crescita[23].
    • Dopo due o tre anni, gli alberi devono essere innaffiati solo durante i mesi più caldi o durante un periodo di siccità, circa una o tre volte al mese[24].
  4. 4
    Affronta le erbacce infestanti. Prenditi cura delle piantine mantenendo la zona circostante pulita da zolle ed erbacce, in quanto entrano in concorrenza con i piccoli noci per gli elementi nutritivi del terreno. Rimuovile a mano o installa una barriera in tessuto. Alla base delle piantine più grandi puoi applicare della pacciamatura per tenere a bada le erbacce, mettendone uno strato di circa 5-7,5 cm sopra le zone radicali[25].
    • Non mettere il pacciame sulle piante che non sono ancora spuntate dal suolo, perché potrebbe bloccare la crescita del germoglio. Aspetta che la piantina diventi un po’ legnosa e abbia sviluppato le radici.
  5. 5
    Impara come potare i noci. Se stai coltivando queste piante per il legname, è importante iniziare a potarle presto per garantire un tronco diritto, lasciando un ramo "principale" nella parte superiore dell'albero e conferire una direzione sempre rettilinea nelle due stagioni di crescita successive[26]. Le piantine coltivate come albero da frutto non hanno bisogno di cure particolari fino a dopo il diradamento, ma successivamente è consigliato potarle se si tratta di noci neri, dato che di solito, alla fine, questi vengono venduti anche per il legname, oltre che per la varietà di noci[27][28].
    • Se non hai mai potato gli alberi prima, soprattutto quelli ancora piccoli, dovresti trovare un giardiniere esperto che possa aiutarti a individuare i rami principali e quelli più importanti.
    • Se la parte superiore dell’albero si presenta con due grossi rami principali, piega quello migliore in posizione verticale e legalo ad altri rami che lo supportino, quindi taglia la punta dei rami di sostegno per prevenirne la crescita[29].
  6. 6
    Dirada gli alberi per selezionare i migliori esemplari. La maggior parte dei frutteti inizia con più piante di quelle che la zona può sostenere. Quando gli alberi diventano abbastanza grandi e i rami cominciano a intersecarsi uno nell'altro, devi scegliere gli alberi sani che presentano le caratteristiche migliori, solitamente un tronco diritto e una rapida crescita. Togli gli altri, ma non lasciare troppo spazio vuoto perché potrebbero crescere erbacce o addirittura altri alberi che entrerebbero in competizione per i nutrienti[30] .
    • Puoi usare questi consigli su come diradare gli alberi; in ogni caso internet offre molti altri suggerimenti.
  7. 7
    Applica il fertilizzante solo quando l'albero è cresciuto di dimensione e non è più una fragile piantina. Concimare i noci è ancora un argomento piuttosto controverso, almeno per quelli neri, perché può agevolare lo sviluppo delle erbacce concorrenti ancora più di quello degli alberi stessi, soprattutto se il terreno è già ricco di sostanze nutritive. Attendi che il tronco abbia raggiunto le dimensioni di un "palo" o che abbia almeno un diametro di 10 cm a 1,4 m di altezza[31][32]. La cosa migliore da fare sarebbe inviare un campione di terreno o di foglie presso un laboratorio di analisi per individuare le esatte carenze nutrizionali. Se questo non è possibile, applica in tarda primavera per ogni albero un concime contenente 1,5 kg di azoto, 2,5 kg di triplo superfosfato e 4 kg di cloruro di potassio. Lascia qualche albero senza fertilizzante per confrontare l'effetto e, se positivo, riapplica ogni 3-5 anni[33].
  8. 8
    Controlla la presenza di parassiti o altri animali infestanti. È molto facile vedere gli scoiattoli nei noceti e possono distruggere un intero raccolto di frutta a guscio, se non vengono tenuti sotto controllo. Copri i tronchi con una plastica protettiva per evitare che possano salire e recidi i rami a meno di 1,8 m dal suolo, se sei in grado di farlo senza creare dei nodi che potrebbero diminuire il valore del legname[34]. Altri parassiti come i bruchi, gli afidi e le mosche variano in base alla zona geografica e potrebbero non danneggiare gli alberi se sono attivi in ritardo rispetto alla stagione di crescita[35]. Consulta una guardia forestale della zona o un coltivatore di noci esperto per avere informazioni specifiche per la tua regione.
    • Tieni il bestiame lontano dagli alberi di qualsiasi dimensione, in quanto i danni che provocherebbero potrebbero rendere vano tutto il tuo lavoro di coltivazione e annienterebbero il valore del legno[36].
    Pubblicità

Consigli

  • Per proteggere le piantine dai piccoli animali, interrale in lattine. Per prima cosa brucia il metallo così nel giro di pochi anni si disintegrerà. Togli un’estremità e crea un'apertura a forma di X nell'altra estremità usando uno scalpello. Metti 2,5-5 cm di terreno all’interno della lattina e sotterra la piantina all’interno del barattolo. A questo punto interra la lattina con il lato "X" nella parte superiore a 2,5 cm sotto il livello del suolo. Il noce sarà protetto e germoglierà attraverso la parte superiore della lattina[37].
Pubblicità

Avvertenze

  • Se le noci raccolte si asciugano troppo o vengono rimosse prima che il processo di stratificazione sia completo, può essere necessario un intero anno in più prima che inizino a crescere o potrebbero non riuscire a svilupparsi completamente.
  • Le foglie di noce possono diffondere nell’aria delle sostanze chimiche che uccidono altre piante. Raccoglile e fanne del compost finché non si degradano completamente, per renderle sicure se vuoi usarle come pacciamatura[38].
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Noci o piantine di noce nero
  • Sacchetto di plastica
  • Paletta da giardiniere

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio
  1. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/seed-handling.pdf
  2. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/
  3. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/direct-seeding.pdf
  4. http://www.motherearthnews.com/organic-gardening/black-walnut-trees-zmaz81mazraw.aspx?PageId=2# ArticleContent
  5. http://www.uidaho.edu/~/media/Files/Extension/Forestry/Forest%20Products/Alternative%20Products/Carpathian%20walnut.ashx
  6. http://www.nrs.fs.fed.us/pubs/wn/wn_2_01.pdf
  7. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/direct-seeding.pdf
  8. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/direct-seeding.pdf
  9. http://www.motherearthnews.com/organic-gardening/black-walnut-trees-zmaz81mazraw.aspx?PageId=4# axzz3DAW7z6Yb
  10. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/direct-seeding.pdf
  11. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/
  12. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/
  13. http://extension.usu.edu/files/publications/publication/hg_homeorchard_2011-02pr.pdf
  14. http://extension.usu.edu/files/publications/publication/hg_homeorchard_2011-02pr.pdf
  15. http://extension.usu.edu/files/publications/publication/hg_homeorchard_2011-02pr.pdf
  16. http://extension.usu.edu/files/publications/publication/hg_homeorchard_2011-02pr.pdf
  17. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/corrective-pruning.pdf
  18. http://www.motherearthnews.com/organic-gardening/black-walnut-trees-zmaz81mazraw.aspx?PageId=5#ArticleContent
  19. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/
  20. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/#pruning
  21. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/thinning.pdf
  22. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/fertilization.pdf
  23. http://www.wvfa.org/pdf/sfi/Glossaryofforestryterms.pdf
  24. http://www.walnutcouncil.org/resources/growing-hardwoods/fertilization.pdf
  25. https://www.rhs.org.uk/advice/profile?PID=546
  26. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/#pest-environment
  27. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/
  28. http://www.extension.umn.edu/garden/yard-garden/trees-shrubs/growing-black-walnut/
  29. http://extension.usu.edu/files/publications/publication/hg_homeorchard_2011-02pr.pdf

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità