Come Potare un Albero di Fico

Per quanto riguarda la potatura, di solito è facile prendersi cura degli alberi di fico. Durante il primo o il secondo anno, un albero di fico ha bisogno di essere potato in modo importante per indirizzare il suo modello di crescita negli anni successivi. In seguito, tuttavia, può sopravvivere con una potatura leggera o anche con una molto elaborata, e dovrebbe proseguire così anno dopo anno con qualche semplice mantenimento di base.

Metodo 1 di 2:
Parte 1: Gli Stadi Iniziali

  1. 1
    Stabilisci quando fare la prima potatura. Alcuni esperti consigliano di potare l'albero subito dopo averlo trapiantato. Altri sostengono che si dovrebbe aspettare fino alla fine della prima stagione di dormienza.
    • Potare l'albero subito dopo il suo trapianto impedisce che abbia un inizio precoce. Essenzialmente stai addestrando l'albero fin dall'inizio a concentrare la propria energia in modo da assumere una forma più raccolta, piuttosto che a distribuirla con uniformità. Come risultato, alla fine del periodo della crescita, l'albero sarà probabilmente più forte e meglio assestato.
    • D'altra parte, c'è qualche rischio di creare shock all'albero se lo poti troppo subito dopo averlo trapiantato. La maggior parte degli alberi di fico è resistente e non subirà danni, ma se una piantina è già alquanto debole, potare così presto dopo il trapianto può rivelarsi controproducente e causare l’arresto della crescita, e l’albero può anche iniziare ad appassire.
    • Come regola, se ti fidi della provenienza e del modo con cui l'albero è stato conservato, puoi potare immediatamente. Se non sei certo dell'integrità dell'albero, puoi decidere di aspettare fino alla prima stagione di dormienza prima di potarlo.
  2. 2
    Accorcia l'albero per metà. Durante la prima potatura, è necessario eliminare una grande porzione di legno. Questo è un aspetto importante della potatura di addestramento.[1] Tagliando in modo così radicale, solleciti il fico a concentrarsi sullo sviluppo di forti radici.
    • Di conseguenza, l'albero si assesterà meglio e sarà più resistente nel lungo periodo.
    • Potando così puoi anche incoraggiare l'albero a sviluppare rami orizzontalmente, creando una conformazione più folta, piuttosto che una sottile e allungata.
  3. 3
    Pota per ottenere legno fruttifero l’inverno seguente. All'inizio della seconda stagione di dormienza dopo il trapianto, scegli 4-6 rami di legno robusto e nuovo, e recidi il resto.[2] Questo processo favorisce la crescita di frutti più in salute e limita l'altezza dell'albero.
    • All'inizio della vita dell'albero, una volta che hai trapiantato, la maggior parte dei frutti cresce sul legno vecchio, o su rami che hanno già prodotto frutti in passato. Questi rami hanno meno forza ora, quindi è necessario promuovere la crescita di nuovo legno fruttifero potando via quello vecchio.
    • Scegli 4-6 rami dei più robusti, ma assicurati anche che siano distanziati a intervalli abbastanza regolari sul tronco principale. Questi rami dovrebbero essere distanziati abbastanza da poter crescere alla fine con un diametro da 7,5 a 10 cm senza toccarsi tra loro.
    • Nota che i rami fruttiferi che crescono troppo vicini non saranno in grado di raggiungere un adeguato spessore, e di conseguenza, non potranno sostenere rami secondari o un raccolto in salute. Questi rami tendono anche a spaccarsi sotto stress o durante le intemperie.
    • Rimuovi completamente tutti gli altri germogli o rami nuovi.
    Steve Masley
    Steve Masley
    Specialista in Orti di Verdura Biologica

    La potatura è essenziale per gli alberi da frutto. Secondo l'opinione di Steve Masley e Pat Browne di Grow It Organically, “spesso un albero da frutto non potato sviluppa i rami verso il basso. Non sarà in grado di produrre buoni frutti, perché nella pianta gli ormoni vanno verso l'alto. Inoltre, potando crei una migliore circolazione dell'aria, che può aiutare a far diminuire le malattie della pianta".

    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Parte 2: Negli Anni Seguenti

  1. 1
    Fai la maggior parte della potatura durante l'inverno.[3] Una volta che il tuo albero di fico raggiunge la sua terza stagione di dormienza, o il terzo inverno, la maggior parte della potatura dovrebbe avvenire alla fine, perché l'albero non cresce attivamente durante questo periodo di tempo. Tuttavia, aspetta fino a dopo che è passata la parte più fredda della stagione.
    • La potatura durante l'inverno riduce il rischio di creare shock all’albero o di danneggiarlo durante la fase iniziale di crescita, ma rende anche il processo più facile perché la mancanza di foglie renderà i rami più visibili.
    • Potresti aspettare per fare questa potatura fino all'inizio della primavera, se vuoi, ma dovresti comunque farla prima che l'albero di fico mostri i segni della nuova crescita.
  2. 2
    Rimuovi i polloni che crescono alla base dell'albero. Un pollone è un ramo che comincia a svilupparsi dalla base o dalle radici del fico. Può sembrare simile alla struttura stessa dell’albero, ma può essere riconosciuto facilmente perché non si dirama dal tronco o dal ramo principale.
    • I polloni nascono a seguito del tentativo dell’albero di sviluppare più rami, ma se l'albero è sotto stress oppure spaccato, può dare vita a polloni anziché a rami sani dal tronco principale.
    • I polloni devono essere rimossi. Se non poti questi rami, assorbiranno l'energia dall'albero principale, e di conseguenza il fico tenderà gradualmente a indebolirsi e a produrre una resa minore.
    • Analogamente, i rami laterali secondari dovrebbero essere anch’essi rimossi, se crescono vicino al suolo. Queste piante non sono in grado di sostenere in modo adeguato frutti o fogliame, così sarebbero solo un salasso per le risorse dell'albero se le lasci, come succede per la maggior parte dei polloni.
  3. 3
    Taglia via il legno morto e malato. Se parte del tuo fico mostra segni di malattia, devi rimuovere le parti malate per impedire la diffusione del morbo sul resto dell'albero. Analogamente, è necessario tagliare il legno morto o morente. Il legno morto è sgradevole da vedersi, ma soprattutto può favorire la malattia quando si decompone.
    • Nota che se uno dei tuoi principali rami fruttiferi è danneggiato, dovresti rimuoverlo e scegliere un nuovo pollone o ramo alla fine dell’inverno come nuovo ramo fruttifero per il tuo albero.
  4. 4
    Rimuovi i rami che non si diramano dal legno fruttifero. La nuova crescita che non si dirama dal legno fruttifero che hai scelto durante la stagione vegetativa precedente dovrebbe essere tagliata via, se vuoi continuare a indirizzare l'energia del fico sui frutti prodotti su quei rami.
  5. 5
    Pota i rami secondari.[4] I rami secondari sono quelli che crescono fuori dai principali rami di legno fruttifero. Non rimuovere tutti questi rami, tuttavia. Piuttosto, è necessario tagliare via quelli che crescono con un angolo minore di 45 gradi dai rami principali.
    • I rami secondari che crescono poco angolati rispetto al ramo principale possono alla fine crescere troppo vicini a questo. Ciò può causare problemi, e questi rami producono solitamente frutti deboli, anche se assorbono risorse ed energie dall'albero.
    • Nota che i rami secondari che hanno iniziato a incrociarsi o a intrecciarsi devono essere rimossi per ragioni simili.
  6. 6
    Considera di accorciare i rami principali considerevolmente. Solitamente, accorcerai i rami fruttiferi principali da circa un terzo a un quarto rispetto alla loro lunghezza. In questo modo mantieni l'albero piccolo e ti assicuri che le sue risorse siano più concentrate.
    • Il risultato finale sarà che i frutti prodotti dal tuo albero durante la stagione successiva di crescita saranno più robusti, più grandi e più dolci.
    • Per quanto non sia consigliabile potare eccessivamente l'albero, la maggior parte degli alberi di fico è resistente alla potatura, e può diventare più forte e più sana che mai dopo una potatura importante.
    • Se hai a che fare con un grande albero di fico che non è stato potato da diversi anni, puoi anche recidere i rami principali per due terzi senza danneggiare o creare shock all'albero.
    • Se non sei sicuro su quanto accorciare questi rami principali, chiediti quale altezza è necessaria perché tu possa raccogliere i frutti senza problemi. Non riuscirai a stabilire un'altezza precisa con questa stima, ma per lo meno questa rappresenta un buon punto di partenza per capire l'altezza giusta per il tuo albero.
  7. 7
    Pota la nuova crescita durante l'estate. Fai crescere cinque o sei foglie sui nuovi rami durante il picco dei mesi estivi. Dopo che queste foglie si sono stabilizzate, usa le dita per eliminare le foglie in più quando spuntano.
    • Se non hai un albero di fico che produce frutti commestibili, quest'ultimo passaggio non è particolarmente importante. Lo scopo principale di quest’azione è indirizzare l'energia minima necessaria alle foglie dell'albero. Rimuovendo le foglie extra, eviti che l'albero indirizzi la sua energia su di loro. Con meno energia indirizzata alle foglie, potrà esserne dedicata di più alla produzione di frutti.
  8. 8
    Rimuovi i frutti potenzialmente nocivi in autunno. Esamina il raccolto del tuo fico durante i mesi autunnali. Se individui fichi di grandi dimensioni che non riescono a iniziare il processo di maturazione, dovresti rimuoverli e liberartene.
    • Nota che è possibile lasciare frutti delle dimensioni di un pisello, tuttavia. Questi frutti sono in una fase embrionale e non assorbiranno risorse inutilmente.
    • La maggior parte degli alberi di fico fruttifica dall'inizio alla fine dell'estate. Di conseguenza, i frutti che non sono giunti a maturazione entro l'autunno è probabile che non maturino affatto.
    • Come per molti altri tipi di potatura, lo scopo di rimuovere i frutti di fico che non giungeranno a maturare è semplicemente quello di reindirizzare le risorse ad altre aree dell'albero che possono trarne maggiore beneficio. Ciò è importante in autunno, perché in questo periodo l'albero immagazzina energia e si prepara ad andare in dormienza. La rimozione di frutti che assorbiranno energia senza nessun beneficio può consentire all'albero di preservarne di più, rafforzandosi in tal modo per il periodo invernale.
    Pubblicità

Consigli

  • Taglia sempre fino a un germoglio o a un ramo. Se lasci un troncone nudo dopo la potatura del fico, organismi e malattie del legno marcescente possono attaccare più facilmente l'albero in questi punti. Taglia fino al germoglio o al ramo per evitare che questo accada.
  • Utilizza potatori a mano affilati e puliti per i rami più piccoli, e grandi cesoie o seghe per quelli più spessi. Accertati che gli utensili che usi siano sterilizzati, perché quelli infetti possono diffondere le malattie quando li utilizzi per la potatura.
Pubblicità

Avvertenze

  • Indossa guanti spessi e altre protezioni per la pelle quando poti un albero di fico. La linfa di questi alberi e i loro frutti causano irritazioni della pelle.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Potatori a mano affilati
  • Sega

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità