Come Prendersi Cura di un Cane con i Punti di Sutura

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Quando un cane si ferisce o viene sottoposto a un intervento chirurgico, è molto probabile che il veterinario gli applichi i punti di sutura. Durante la convalescenza è importante prendersi cura della lesione, in modo che l'animale possa guarire correttamente. Un aspetto importante per garantire un recupero senza imprevisti è sapere cosa può o non può fare il cane e riconoscere i segni di complicazioni, in modo da poter contattare il veterinario. Una ferita o un'incisione chirurgica impiega generalmente 10-14 giorni per cicatrizzarsi completamente; devi quindi essere particolarmente attento durante la fase di guarigione o finché il medico non riconoscerà il recupero totale.

Parte 1 di 2:
Medicare i Punti di Sutura

  1. 1
    Evita che il cane mordicchi o lecchi i punti. Quando svanisce l'effetto degli antidolorifici e dell'anestesia, l'animale potrebbe iniziare a rosicchiarli o leccarli. Questo però non solo crea danni alla pelle, ma può anche provocare delle infezioni. Fai in modo di impedirglielo. Puoi cercare di sgridarlo, se inizia a stuzzicare i punti; potrebbe anche essere necessario mettergli una museruola.[1]
    • Se ne hai uno, puoi eventualmente fargli indossare il collare elisabettiano, per impedirgli di infastidire i punti finché la ferita non sarà guarita. Assicurati di lasciarglielo per tutto il tempo della convalescenza. Se cominci a metterlo e toglierlo, il cane probabilmente inizierà a ribellarsi quando cercherai di farglielo indossare ancora.[2] Dovresti lasciarglielo fino a due settimane.
    • Puoi anche mettergli un collare rigido, dato che impedisce al cane di girare la testa. Questo può essere una buona soluzione, se quello elisabettiano è di intralcio.
  2. 2
    Fai in modo che l'animale non si gratti i punti di sutura. Quando la ferita inizia a guarire, diventa pruriginosa e il cane tende a grattarsi. Se questo è il tuo caso, devi evitare che lo faccia. A volte è di aiuto il collare elisabettiano, ma se non l'hai, devi coprire i punti con una garza o un cerotto. Controlla attentamente il tuo amico peloso, per evitare che non si gratti.[3]
    • Puoi anche scegliere di mettergli delle calzature specifiche per cani o avvolgergli le zampe, per impedirgli di urtare la ferita e aggravare la situazione.
    • Grattandosi, può strappare i punti e riaprire la lesione, senza contare che la sporcizia e i batteri presenti nelle sue unghie possono infettare il taglio.
    • Inoltre, se si gratta e strofina il graffio, può provocare gonfiore e quando si gonfia troppo, i punti possono rompersi.
  3. 3
    Assicurati che l'area sia pulita. Fai attenzione che il cane non si sporchi di fango e che l'incisione non si contamini, perché potrebbe svilupparsi un'infezione o altre complicazioni. Questo significa impedirgli di uscire all'aperto da solo o lasciarlo girovagare in ambienti fangosi o boschivi.[4]
    • Non applicare pomate, creme, disinfettanti o altre sostanze, senza prima avere ottenuto il consenso del veterinario. Non usare neppure l'acqua ossigenata o l'alcol, perché possono rallentare il processo di guarigione.
    • Cambia la medicazione seguendo le istruzioni del veterinario.
    • Verifica che la cuccia del cane sia pulita. Metti ogni sera un telo o asciugamano pulito nella sua cuccia e sostituiscilo quando inizia a sporcarsi un po'.
  4. 4
    Mantieni la ferita e i punti di sutura asciutti. Non fare il bagno all'animale durante il periodo di convalescenza, dato che la zona non deve bagnarsi. L'umidità può infatti favorire la prolificazione batterica e provocare un'infezione. Inoltre, la pelle umida è anche più molle e quindi una barriera meno efficace contro le infezioni.
    • Per tenere i punti e la fasciatura asciutti quando il cane esce all'aperto, metti un sacchetto di plastica o la pellicola trasparente attorno alla ferita. Quando l'animale rientra in casa, togli la protezione il prima possibile.[5]
  5. 5
    Controlla i punti. Se non c'è alcuna fasciatura, dovresti esaminarli un paio di volte al giorno, per verificare eventuali alterazioni o infezioni. Si tratta di un passaggio molto importante per garantire una corretta guarigione al tuo amico a quattro zampe.[6] Una ferita in via di guarigione dovrebbe essere pulita con i bordi aderenti tra loro. Potresti vedere qualche livido attorno alla zona dell'incisione e questa potrebbe essere leggermente più rossa rispetto alla pelle circostante.[7]
    • Il taglio potrebbe apparire leggermente gonfio o rialzato. Potresti anche notare degli essudati minori, come qualche goccia di liquido chiaro o un fluido con tracce di sangue. Tuttavia, se la ferita appare insolitamente gonfia, trasuda liquidi densi o secrezioni verdi-giallastre, devi contattare il veterinario.
    • Presta attenzione a ogni tipo di gonfiore, pelle calda al tatto, odore, fuoriuscita di essudati, irritazioni o nuovi danni.[8]
  6. 6
    Copri il taglio. Se non riesci a impedire al cane di leccare o grattare i punti di sutura, devi coprirli. Se la ferita è sul torace, mettigli una maglietta. Assicurati che sia di cotone, in modo che la pelle respiri. Verifica che calzi correttamente sul corpo dell'animale e che non sia troppo grande o troppo stretta. Puoi anche annodarla, per impedire che si muova sul torace.[9]
    • Si tratta di un accorgimento particolarmente utile, se hai più cani e non puoi tenerli separati.
    • Dovresti inoltre coprire i punti con un cerotto; questo può rendersi necessario quando la ferita è su una zampa.
    • Se l'animale si gratta l'incisione con la zampa posteriore, fagli indossare dei calzini aderenti, in modo che le unghie non possano strappare i punti.[10]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Monitorare il Comportamento del Cane

  1. 1
    Fissa l'appuntamento per l'intervento chirurgico in una data in cui puoi restare a casa. A meno che non si tratti di una procedura di emergenza, dovresti fissare l'operazione in un momento in cui puoi restare a casa con il cane. Devi monitorarlo alla ricerca di qualunque sintomo insolito che possa manifestarsi, assicurarti che riposi e che non si affatichi troppo, oltre a essere semplicemente a sua disposizione per prendertene cura.
    • In questo periodo non dovresti avere molti ospiti in casa. Cerca di creare un ambiente tranquillo, in modo che il cane possa riposare.
  2. 2
    Evitagli l'eccesso di attività. Quando ha i punti di sutura, non dovrebbe fare molta attività fisica. L'uso o l'allungamento eccessivo della zona interessata dall'intervento potrebbe causare gonfiore. Evita che corra su e giù per le scale, che salti al petto delle persone o si dedichi ad altre attività troppo impegnative. Potrebbe forzare l'area ferita, provocando infiammazione che a sua volta causa gonfiore, dolore e disagio.[11]
    • Tieni il cane al guinzaglio per una o due settimane dopo la lesione o la chirurgia, così eviti che possa muoversi troppo e gli impedisci di entrare in contatto con qualche elemento che possa infettare la ferita.[12]
    • Potrebbe essere difficile tenerlo legato in casa. Se non riesci a tenerlo calmo, dovrai metterlo in un trasportino per ridurre il suo livello di attività.
    • Metti delle barriere per impedirgli di salire le scale. Se lo lasci da solo, devi disporre qualche ostacolo, in modo che non possa correre o saltare sugli oggetti.
  3. 3
    Tienilo lontano dagli altri cani. Gli altri animali possono rappresentare un pericolo per il tuo amico peloso quando ha dei punti di sutura, perché potrebbero leccargli la ferita; devi pertanto evitare che entri in contatto con altri esemplari durante il periodo di convalescenza. Questo vale anche per gli altri cani che hai in casa.[13]
    • Potrebbe essere necessario tenerlo in un trasportino per proteggerlo dagli altri animali.
  4. 4
    Contatta il veterinario se hai dei dubbi. La salute del tuo amico a quattro zampe deve essere la tua prima preoccupazione. Se vedi una perdita eccessiva di sangue, un gonfiore anomalo o delle secrezioni che fuoriescono dalla ferita, devi chiamare il medico. Devi rivolgerti al veterinario anche quando il cane inizia ad avere febbre, mostra segni di malessere, vomita o manifesta altri segni di cattiva salute.
    • Se hai qualunque dubbio, chiama il veterinario o mandagli una foto per email, in modo che possa stabilire se il cane sta guarendo normalmente.[14]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.
Categorie: Cani

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità