Come Preparare i Fagiolini

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

I fagiolini sono ricchi di nutrienti e squisiti, senza contare che possono essere gustati in svariati modi. È possibile mangiarli crudi per fare uno spuntino, accompagnarli con una salsina o aggiungerli a un'insalata. Esistono anche numerosi modi per cucinarli, fra cui saltarli per preparare un contorno gustoso o incorporarli in zuppe e timballi. La preparazione dei fagiolini è piuttosto semplice. Tutto quello che devi fare è lavarli e rimuovere i piccioli.

Metodo 1 di 4:
Pulire e Tagliare i Fagiolini

  1. 1
    Lava i fagiolini. Mettili in un colino e lavali sotto l'acqua corrente. Mentre l'acqua scorre puoi strofinarli con le dita per rimuovere impurità e altre particelle. Chiudi il rubinetto e agita il colino per scolare l'acqua in eccesso [1]. Trasferiscili su uno strofinaccio pulito e tamponali per asciugarli.
  2. 2
    Rimuovi i piccioli a mano o con un coltello. Se devi cucinarne una piccola quantità, puoi togliere i piccoli con le mani. Pizzica con decisione la sommità del fagiolino collocando pollice e indice appena sotto il picciolo. In questo modo potrai staccarlo. Puoi lasciare intatta l'altra estremità del baccello, che ha una forma incurvata [2].
    • Usa un coltello per tagliare una quantità maggiore di fagiolini. Dividili in diversi mazzetti di dimensioni maneggevoli. Sistema un gruppo alla volta su un tagliere con tutti i piccioli allineati. Mantenendo i baccelli fermi, taglia con cura tutti i piccioli in una volta sola con un grande coltello da cucina.
  3. 3
    Non tagliare i baccelli per preparare un contorno. I fagiolini possono essere cotti in svariati modi; per esempio è possibile friggerli al salto, rosolarli, cuocerli al vapore e via dicendo. Quando hai intenzione di cucinarli per preparare un contorno o uno snack, puoi lasciarli interi per preservare meglio il loro sapore naturalmente dolce e la loro consistenza croccante [3].
  4. 4
    Taglia i fagiolini per aggiungerli ad altre pietanze. Se hai deciso di incorporarli in altri piatti, come zuppe, insalate o timballi, è preferibile tagliarli in bocconcini prima di aggiungerli. Allinea una manciata di fagiolini su un tagliere e tagliali in pezzi dalla lunghezza di circa 3 cm [4].
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Sbollentare i Fagiolini

  1. 1
    Prepara un bagno di ghiaccio. Versa del ghiaccio in una ciotola grande riempiendola a metà. Riempi l'altra metà con acqua [5]. Mettila accanto ai fornelli, in modo da tenerla a portata di mano quando avrai finito di bollire i fagiolini.
    • La sbollentatura è un procedimento che si effettua bollendo le verdure per un breve intervallo di tempo, per poi interrompere il processo di cottura immergendole subito nell'acqua gelata. È un buon metodo per mantenere intatto il colore, il gusto e la consistenza delle verdure prima di conservarle, specialmente se si ha intenzione di congelarle.
  2. 2
    Porta l'acqua a ebollizione. Riempi di acqua una casseruola grande e metti il coperchio. Portala a ebollizione a fiamma medio-alta. Puoi aggiungere anche 1 cucchiaio di sale qualora volessi condire leggermente i fagiolini [6].
  3. 3
    Fai bollire i fagiolini fino a un massimo di 4 minuti. Cala i baccelli nell'acqua bollente. Porta nuovamente l'acqua a ebollizione senza coperchio. Una volta che avrà cominciato a bollire di nuovo, continua a cuocere i fagiolini fino a farli diventare leggermente morbidi, mantenendoli però croccanti [7]. I baccelli piccoli richiedono circa 2 minuti, quelli medi 3 e quelli grandi 4 [8].
  4. 4
    Sposta i fagiolini cotti nell'acqua ghiacciata. Togli la casseruola dal fuoco. Preleva i baccelli dall'acqua bollente aiutandoti con una schiumarola. Fai scolare l'acqua in eccesso dai fagiolini prima di metterli nell'acqua gelata. Lasciali raffreddare dai 2 ai 4 minuti o per lo stesso intervallo di tempo in cui li hai fatti bollire [9].
    • Immergere i fagiolini nell'acqua gelata interromperà immediatamente il processo di cottura.
  5. 5
    Scola i fagiolini. Una volta freddi, spostali in un colino. Lasciali al suo interno dai 5 ai 10 minuti per farli sgocciolare bene e asciugare all'aria.
    • Scolati i fagiolini, saranno pronti per essere mangiati, cotti con il metodo che si preferisce oppure conservati nel frigorifero o nel congelatore.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Cuocere i Fagiolini in Diversi Modi

  1. 1
    Saltali in padella per preparare un contorno fresco e croccante. In una padella grande metti 450 g di fagiolini sbollentati che non siano stati tagliati e che abbiano ancora il picciolo. Aggiungi 3 cucchiai di burro e cuocili a fiamma medio-bassa per circa 2 minuti allo scopo di riscaldarli. Incorpora 3 spicchi di aglio tritato, sale e pepe quanto basta. Cuocili per altri 3 o 4 minuti [10].
  2. 2
    Cuocili al vapore per renderli più morbidi. Riempi il cestello per la cottura al vapore calcolando 125 g di fagiolini per persona. Riempi il serbatoio di acqua fino al livello minimo. Accendi la vaporiera e cuoci i fagiolini per circa 7 minuti o fino a quando non si saranno ammorbiditi rimanendo comunque croccanti [11].
    • I fagiolini cotti al vapore possono essere conditi con sale, pepe, pepe al limone, aglio in polvere o altre erbe aromatiche e spezie di tuo gradimento.
    • Puoi anche cuocerli al vapore usando un cestello di metallo e una pentola normale.
  3. 3
    Cuoci i fagiolini nel forno a microonde per prepararli più velocemente. Metti 125 g di fagiolini interi in una ciotola adatta al microonde. Aggiungi 2 cucchiai di acqua e copri il recipiente con un coperchio o un foglio di pellicola alimentare. Apri leggermente il coperchio o stacca la pellicola su un angolo per far uscire il vapore. Cuoci i fagiolini alla massima potenza dai 3 ai 4 minuti, fino a renderli morbidi [12].
  4. 4
    Arrostisci i fagiolini per preparare un contorno croccante e gustoso. Distribuisci i fagiolini su una teglia rivestita con carta stagnola, carta da forno o un tappetino in silicone. Versaci 1 cucchiaio di olio d'oliva e condisci a piacere con sale, pepe e aglio in polvere. Metti a cuocere per 15 minuti in un forno preriscaldato a 220 °C. Girali una volta sola durante il processo di cottura.
    • Per completare la preparazione puoi cospargerli con una manciata di formaggio tagliato a listarelle, come mozzarella, parmigiano o cheddar [13].
    • Puoi anche sostituire l'olio d'oliva con quello di canola o vinaccioli [14].
  5. 5
    Aggiungili a un timballo. Esistono numerosi tipi di timballi che puoi realizzare e puoi aggiungere 125 g di fagiolini sminuzzati a uno qualsiasi di essi. Ecco alcune ricette molto diffuse che si sposano bene con i fagiolini:
    • Timballi di verdure;
    • Timballi di riso;
    • Pasta al forno;
    • Timballo di patate.
  6. 6
    Aggiungili a zuppe, minestre o vellutate. Svariate ricette di zuppe di carne, stufati e zuppe di verdure fatte in casa possono essere personalizzate aggiungendo i fagiolini sminuzzati. Incorporane 125 g in qualsiasi zuppa o crema di tuo gradimento, come:
    • Zuppa di broccoli;
    • Vellutata di pollo;
    • Minestrone;
    • Zuppa con orzo e carne;
    • Vellutata di asparagi;
    • Stufato ai funghi.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Conservare i Fagiolini

  1. 1
    Conserva i fagiolini freschi nel frigorifero fino a una settimana. I fagiolini freschi possono essere conservati con il picciolo, ma prima puoi anche lavarli e tagliarli. Spostali in un sacchetto di plastica e piega per una volta sola la parte superiore della busta. Mettila nel cassetto di frutta e verdura del frigo. I fagiolini possono essere conservati dai 5 ai 7 giorni [15].
    • Se li hai lavati e tagliati, avvolgili con un foglio di carta da cucina prima di metterli nella busta. In questo modo verrà assorbita l'acqua in eccesso ed eviterai che i fagiolini vadano a male [16].
    • La sbollentatura ha diversi vantaggi; per esempio aiuta a far durare più a lungo i fagiolini, in parte perché consente di eliminare i germi. I fagiolini sbollentati possono essere conservati in frigo per diversi giorni in più rispetto a quelli che non sono stati trattati con questo metodo.
  2. 2
    Congela i fagiolini sbollentati fino a un massimo di 10 mesi. Dopo averli lavati, tagliati, sbollentati e scolati, trasferiscili in un sacchetto per il congelatore a chiusura ermetica o in un altro contenitore idoneo. Chiudi la busta o metti il coperchio sul recipiente e sistema i fagiolini nel congelatore. Dureranno dagli 8 ai 10 mesi [17].
    • È meglio sbollentare i fagiolini prima di congelarli, perché questo aiuta a preservarne il colore, il gusto e la consistenza.
  3. 3
    Conserva i fagiolini cotti nel frigorifero fino a 5 giorni. Gli avanzi di fagiolini rosolati, fritti al salto, arrostiti o altrimenti cotti possono essere conservati e mangiati in un secondo momento. Mettili in un contenitore a chiusura ermetica e riponili in frigo per mantenerli freschi [18].
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Frutta & Verdura

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità