Come Preparare l'Orzata

Con il termine orzata, in Italia, si indica un insieme di bibite analcoliche e rinfrescanti che si ottengono dalla pigiatura di noci, tuberi o cereali. Tuttavia, può essere utilizzato anche per designare l’horchata, o orxata, una bevanda dolce molto famosa in America Latina, Spagna e in alcune zone dell’Africa. Nell’America Meridionale si prepara con il riso, ma in Spagna e in Africa si utilizza lo zigolo dolce. La ricetta tradizionale prevede cannella e acqua, anche se esistono centinaia di varianti. Prova a realizzarne diversi tipi seguendo le ricette di questo tutorial, poi scatena la tua fantasia utilizzando altri tipi di latte vegetale e aromi, come la scorza di lime!

Ingredienti

Ricetta a base di riso:

  • 190 g di riso bianco a chicco lungo e crudo
  • 1,2 l di acqua (720 ml di acqua calda e 480 ml fredda)
  • 1 stecca di cannella
  • 130 g di zucchero bianco
  • Cannella in polvere o bastoncino per guarnire

Ricetta a base di zigolo dolce:

  • 100 g di zigolo dolce
  • 960 ml di acqua molto calda, ma non bollente
  • 50 g di zucchero semolato più altri 15 g a parte
  • Un pizzico di sale
  • 1 stecca di cannella

Metodo 1 di 3:
Orzata di Riso

  1. 1
    Riunisci tutti gli ingredienti. La ricetta originale prevede del riso bianco a chicco lungo. Puoi preparare la bevanda anche con altri tipi di riso; sappi solo che il sapore sarà leggermente diverso in base alla varietà della materia prima.
    • Il riso basmati è bianco e a chicco lungo. La tua orzata avrà un retrogusto più intenso di "riso", quindi dovresti aumentare leggermente la quantità di cannella per bilanciare il sapore.[1]
    • Il riso integrale a chicco lungo ha un sapore nocciolato. La tua orzata non avrà il gusto tradizionale, ma potrebbe essere un'interessante variante della bevanda classica.[2]
    • Se riesci a procurarti della cannella messicana (canela), allora otterrai il sapore autentico dell’horchata. Quella messicana è leggermente più delicata della cannella americana.[3]
  2. 2
    Polverizza il riso. Per questa operazione puoi avvalerti del frullatore, di un macina caffè o di un macinino per cereali. Dovresti ottenere una consistenza leggermente più grossolana rispetto alla farina per polenta. Così facendo consenti al riso di assorbire meglio l’acqua e la cannella.[4]
    • Puoi anche provare a triturare il riso con un robot da cucina, ma è molto probabile che continuerà a ruotare nell’elettrodomestico senza rompersi.[5]
    • Puoi anche avvalerti di un metate, la pietra tradizionale su cui si macina il mais.[6]
    • Se non riesci a macinare il riso finemente, cerca di spezzarlo comunque il più possibile.[7]
  3. 3
    Trasferisci il riso macinato, la stecca di cannella e 720 ml di acqua calda in una ciotola. Copri la miscela e aspetta che arrivi a temperatura ambiente.[8]
  4. 4
    Il composto deve riposare per almeno tre ore, meglio se tutta la notte. Maggiore è il tempo di ammollo e migliore sarà il sapore finale. Se ti è possibile, la cosa migliore sarebbe aspettare 24 ore.[9]
    • Non riporlo in frigorifero, lascialo a temperatura ambiente.[10]
  5. 5
    Versa il composto in un frullatore e aggiungi i 480 ml di acqua fredda. Se non possiedi il frullatore o un robot da cucina, allora dovrai lasciare il riso in ammollo per due giorni, finché l’acqua non diventa lattiginosa. L’orzata avrà una consistenza granulosa in questo caso, quindi dovrai filtrarla e mescolarla prima di berla.[11]
    • Se possiedi un frullatore a immersione, puoi lavorare l’horchata direttamente nella ciotola.
  6. 6
    Frulla il composto finché non sarà liscio e omogeneo. Saranno necessari da 1 a 4 minuti, in base al tuo elettrodomestico. Cerca di lavorare la miscela per renderla setosa.[12]
  7. 7
    Filtra la bevanda attraverso un setaccio foderato con tre strati di garza (o stamigna), in alternativa usa un colino a maglia molto fine. Versa poco composto per volta, usando un cucchiaio o una spatola per mescolarlo, così da forzarlo attraverso il setaccio.[13]
    • Se hai delle difficoltà in questa fase perché si accumulano dei grumi di riso, ricordati di gettare questa poltiglia man mano che procedi.[14]
    • Afferra la garza alle estremità, chiudila in un fagotto e torcila per estrarre il liquido rimanente.
  8. 8
    Aggiungi lo zucchero, mescolando, finché non si è completamente sciolto. Puoi usare anche altri dolcificanti come uno sciroppo, il miele o l’agave.
  9. 9
    Trasferisci l’orzata in una brocca e conservala in frigorifero.
  10. 10
    Servila con ghiaccio e cannella macinata oppure con una stecca intera di cannella come guarnizione.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Orzata di Zigolo Dolce

  1. 1
    Riunisci gli ingredienti. Non è facile trovare lo zigolo dolce, potrebbe essere necessario rivolgersi ai rivenditori online. Puoi comunque fare un tentativo nei negozi di alimenti etnici o africani.[15]
  2. 2
    Metti i tuberi di zigolo dolce e la cannella in una ciotola e ricopri il tutto con acqua. I tuberi dovrebbero essere sommersi per almeno 5 cm.[16]
  3. 3
    Lascia lo zigolo dolce in ammollo per 24 ore a temperatura ambiente. L’obiettivo è quello di reidratarlo; dato che è un prodotto piuttosto raro, potrebbe essere abbastanza vecchio, quindi è necessario parecchio tempo prima che torni a essere utilizzabile.[17]
  4. 4
    Trasferisci lo zigolo dolce, la cannella e l’acqua di ammollo in un frullatore.
  5. 5
    Aggiungi 960 ml di acqua molto calda e frulla il tutto fino a otterrai un composto liscio. Saranno necessari un paio di minuti, in base al modello del tuo elettrodomestico.[18]
  6. 6
    Filtra la miscela attraverso un setaccio foderato con uno strato di garza per formaggi; in alternativa usa un colino a maglia molto fine. Usa un cucchiaio o una spatola per mescolare la miscela mentre passa attraverso il tessuto.[19]
    • Afferra i lembi superiori della garza, chiudili a fagotto e strizza la garza per fare uscire il liquido restante.[20]
  7. 7
    Travasa la bevanda in una brocca e aggiungi lo zucchero e il sale. Usa un cucchiaio grande o una frusta per mescolare l’horchata finché gli ingredienti non si sono sciolti completamente.
    • Puoi sostituire lo zucchero con il miele, lo sciroppo, l’agave o un altro dolcificante.
  8. 8
    Riponi la bevanda in frigorifero finché sarà fredda.
  9. 9
    Servila con ghiaccio e un pizzico di cannella in polvere oppure aggiungi una stecca di cannella come guarnizione.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Varianti

  1. 1
    Aggiungi la scorza di lime al composto. Si tratta di un ingrediente che ben si sposa con i sapori di questa bevanda. Ricordati di usare solo la parte verde della buccia, quella bianca è amara e sgradevole.[21]
  2. 2
    Aggiungi 240 ml di latte (vaccino, di mandorle o di riso) per ottenere una consistenza più cremosa. Prima di frullare il composto aggiungi solo 240 ml di acqua e poi altrettanto latte di tua scelta.[22]
  3. 3
    Incorpora mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia, se ti piace questo aroma.
  4. 4
    Prova a preparare un’orzata con il latte di mandorla. Usa 60 g di riso oltre a 100 g di mandorle spelate e sbianchite. Macina il riso a parte e poi aggiungi le mandorle, la cannella e 720 ml di acqua molto calda. Lascia riposare la miscela per tutta la notte. Procedi a frullare il composto e a filtrarlo come al solito.[23]
    Pubblicità

Consigli

  • Non comprare mai i preparati in polvere per l’orzata! Lasciano un pessimo retrogusto e non hanno nulla a che fare con la bevanda originale. Goditi il vero drink fatto in casa, avrai bisogno solo di un po' di pazienza per prepararla ma ne varrà la pena!
  • Puoi lasciare il riso in ammollo anche per più tempo.
  • Ricordati di non aggiungere più di un cucchiaio di estratto di vaniglia.
  • Puoi cuocere la stecca di vaniglia con il riso.
  • Aggiungi altra cannella, se ami i sapori più intensi.
  • Le noci sono facoltative.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Frullatore
  • Brocca
  • Colino a maglia fine, garza o stamigna
  • Tazze
  • Ciotola

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 71 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Drinks

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità