Come Preparare lo Stufato di Pollo

Lo stufato di pollo è un piatto robusto e sostanzioso. Dato che è possibile prepararlo con svariati tipi di ingredienti, è possibile personalizzarlo in innumerevoli modi. Fortunatamente, la maggior parte degli stufati prevede l'utilizzo di dosi e procedure simili, quindi questa pietanza può essere personalizzata senza che sia necessario seguire una ricetta.

Parte 1 di 3:
Preparare gli Ingredienti

  1. 1
    Scopri quali sono le giuste proporzioni. Lo stufato di pollo può essere preparato senza ricetta: basta rispettare le dosi indicate qui in basso.
    • Se vuoi preparare uno stufato per circa 4 persone, ti servirà: 125 g di pollo cotto, 150 g di ortaggi o verdure, 130-260 g di amido e 350 ml di legante. Se vuoi usare una guarnizione, preparane circa 1 tazza [1].
    • Queste dosi possono essere raddoppiate per preparare uno stufato per 8 persone.
    • Bisogna anche usare la pirofila giusta. Se vuoi preparare uno stufato per 4 persone, utilizza una pirofila quadrata di 20 x 20 cm o da 2 l. Per preparare uno stufato più grande, opta per una teglia di 23 x 33 cm.
  2. 2
    Seleziona gli ingredienti. Il pollo è il protagonista indiscusso dello stufato, ma occorre scegliere anche gli ortaggi, le verdure, l'amido, il legante e la guarnizione.
    • La scelta delle verdure e degli ortaggi dipende dal profilo aromatico che si intende ottenere. In genere si usano carote, mais, piselli, funghi, sedano, broccoli, cipolla, fagiolini e peperoni. È possibile utilizzare anche verdure e ortaggi misti.
    • Solitamente, per quanto riguarda l'amido si opta per pasta, patate e riso. Il pollo può anche essere farcito.
    • Per quanto concerne il legante, viene solitamente usata una salsa bianca ottenuta da un misto di ingredienti. Si consigliano generalmente preparati già pronti come la crema di pollo o funghi. Diluiscila con dell'acqua o del latte qualora fosse particolarmente densa.
    • Le guarnizioni sono facoltative. In genere si usa pangrattato, fiocchi di cereali tritati, formaggio e cracker sbriciolati.
  3. 3
    Usa delle erbe essiccate. Rispetto a quelle fresche, mantengono meglio il sapore quando vengono esposte a fonti di calore intenso o prolungato. Dal momento che la cottura dello stufato richiede almeno 30 minuti per ottenere un buon risultato, è preferibile solitamente utilizzare delle erbe essiccate.
    • Se vuoi usare delle erbe fresche, sminuzzale e cospargile sullo stufato negli ultimi 5 o 10 minuti di cottura. In questo modo potranno mantenere intatto il gusto nonostante il calore.
  4. 4
    Cuoci il pollo prima di preparare lo stufato. Lascialo raffreddare leggermente a cottura ultimata, quindi taglialo in bocconcini.
    • Puoi bollirlo, cuocerlo al forno, rosolarlo o grigliarlo. Puoi lasciarlo scondito o usare condimenti che consentano di arricchire il sapore dello stufato.
    • Per risparmiare tempo, puoi usare del pollo confezionato precotto o comprarne uno intero in rosticceria e tagliarlo.
    • Considera che 600 g di petto di pollo crudo consentono di ottenere circa 400 g di pollo cotto. Puoi anche tagliare un pollo intero di circa 1,5 kg per ottenere questa quantità.
  5. 5
    Cuoci solo parzialmente l'amido e gli ortaggi da radice [2].
    • Dal momento che questi ingredienti richiedono tempi di cottura più lunghi rispetto ad altri, cuocerli parzialmente prima di incorporarli nello stufato aiuta a sincronizzare la preparazione.
    • Per cuocere la pasta o il riso, segui le istruzioni riportate sulla confezione, ma interrompi la cottura 2 o 4 minuti prima rispetto a quella indicata, in modo da non farli scuocere.
    • Gli ortaggi da radice, come carote e cipolle, possono essere cotti al vapore, bolliti o arrostiti. Se hai intenzione di usare patate o ignami come fonte di amido, puoi impiegare lo stesso metodo. Ricorda però di dimezzare i tempi di cottura o di non farli cuocere per più di tre quarti.
  6. 6
    Prima di comporre lo stufato, scongela gli ingredienti che non vanno cotti, come verdure surgelate o pollo precotto congelato, e aspetta che giungano a temperatura ambiente.
    • Usare ingredienti surgelati allunga i tempi di cottura. Quelli di piccole dimensioni, come piselli o mais congelato, non dovrebbero incidere, ma i cibi più grossi sono un problema. Infatti, a mano a mano che gli ingredienti surgelati raggiungono la temperatura giusta, quelli tiepidi o aggiunti a temperatura ambiente possono scuocersi, con il rischio di seccare lo stufato o surriscaldare determinati punti della pirofila.
  7. 7
    Rimuovi l'acqua in eccesso. Dal momento che alcuni ortaggi e verdure possono trattenere troppa acqua, lo stufato può assumere una consistenza acquosa e risultare poco invitante. Scola il più possibile gli ingredienti che intendi usare prima di adagiarli nella pirofila.
    • Scola con cura le verdure e gli ortaggi cotti, specialmente se la cottura è avvenuta in acqua. Lasciali riposare per qualche minuto in un colino, in modo da scolare il più possibile il liquido.
    • Versa le verdure e gli ortaggi surgelati in un colino. A mano a mano che si scongelano, l'acqua in eccesso dovrebbe scorrere via.
    • Strizza con le mani le verdure scongelate, come gli spinaci, per rimuovere l'acqua in eccesso.
    • Se hai intenzione di usare funghi freschi o in scatola, cuocili in anticipo. Dato che la maggior parte dei funghi contiene elevate quantità di acqua, il calore è l'unico metodo efficace per rimuovere gli eccessi di liquido.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Comporre lo Stufato

  1. 1
    Preriscalda il forno a 190 °C. Prepara la pirofila che hai scelto ungendola con dello spray antiaderente da cucina.
    • Per facilitare la pulizia, puoi anche rivestirla con un foglio di carta stagnola antiaderente. Questo metodo è particolarmente indicato per chi desidera congelare e riscaldare lo stufato in un secondo momento.
  2. 2
    In una ciotola capiente, mescola omogeneamente gli ingredienti che hai preparato, ovvero pollo cotto, ortaggi, verdure, amido e legante. Versali poi sulla pirofila unta.
    • Se hai intenzione di usare erbe essiccate o altri condimenti, mescolali separatamente con il legante. Analogamente, se il legante è composto da vari elementi (per esempio, crema e latte), amalgamali prima di aggiungere gli ingredienti solidi.
    • Mescolati i condimenti e il legante, puoi incorporare il pollo, gli ortaggi, le verdure e l'amido.
  3. 3
    Volendo, è possibile aggiungere una guarnizione. Non è necessaria, ma può arricchire il sapore dello stufato e migliorarne la presentazione.
    • Cospargi la guarnizione che preferisci sullo stufato. Evita di abbondare: se crei uno strato denso di formaggio o altri cibi, per il calore sarà difficile penetrare la superficie e raggiungere gli ingredienti interni.
  4. 4
    Inforna lo stufato e lascialo cuocere. Se hai usato una pirofila quadrata di 20 x 20 cm, calcola circa 30 minuti. Se hai usato una teglia di 23 x 33 cm, calcola 5 o 10 minuti in più.
    • I tempi di cottura vanno modificati in base alle dimensioni della teglia. Se è profonda, aumentali del 25%. Se è poco profonda, diminuiscili del 25%.
    • Se hai aggiunto una guarnizione, tieni lo stufato coperto per quasi tutto il tempo di cottura. Rimuovi la carta stagnola negli ultimi 5 o 10 minuti per farlo dorare. Se non hai usato alcuna guarnizione, puoi lasciare lo stufato scoperto per tutto il tempo di cottura, in modo da renderlo croccante in superficie.
    • Inserisci uno spiedo di legno o un coltello al centro dello stufato per controllare se è pronto. Tocca l'utensile subito dopo averlo rimosso: se la cottura è giunta al termine, dovrebbe essere bollente al tatto.
  5. 5
    A cottura ultimata, sforna lo stufato e lascialo riposare per almeno 5 minuti prima di tagliarlo e servirlo. Durante il tempo di posa i vari sapori si amalgameranno meglio, intensificando il gusto.
    • A questo punto, taglia lo stufato e impiattalo. Buon appetito!
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Congelare lo Stufato (Facoltativo)

  1. 1
    Lo stufato va congelato in diverse fasi. Preparalo usando una teglia rivestita con un foglio di alluminio. Sul bordo, lascia abbastanza carta stagnola da permetterti di coprire e chiudere bene la teglia. Mettila nel congelatore e aspetta che lo stufato assuma una consistenza solida [3].
    • Una volta che si sarà trasformato in un blocco solido, avvolgi la carta stagnola intorno allo stufato e sollevalo dalla teglia, che potrai lavare e riutilizzare come desideri.
    • Metti lo stufato in un sacchetto di plastica o un contenitore capiente adatto al congelatore. Puoi tenerlo in frigo fino a 3 o 4 mesi.
  2. 2
    Se vuoi scongelarlo, mettilo nel frigorifero per 24 o 48 ore. Quando mancano circa 30 o 60 minuti alla cottura, toglilo dal frigo e aspetta che giunga a temperatura ambiente.
    • Se metti a cuocere uno stufato parzialmente surgelato e allunghi i tempi di cottura, non otterrai un buon risultato. Infatti, alcuni ingredienti possono scuocersi, mentre altri rimanere congelati. Inoltre, i bordi potrebbero bruciarsi e la parte centrale rimanere fredda.
  3. 3
    Scongelato lo stufato, infornalo a 190 °C per 30 o 40 minuti, oppure fino a quando il calore non si sarà distribuito in maniera uniforme.
    • Lascialo riposare per 5 minuti prima di servirlo.
  4. 4
    Buon appetito!
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pirofila quadrata di 20 x 20 cm, teglia da 2 l o di 23 x 33 cm
  • Carta stagnola
  • Spray antiaderente da cucina
  • Ciotola
  • Cucchiaio
  • Coltello
  • Colino
  • Tagliere
  • Forno
  • Spatola
  • Piatti

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Carne

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità