Come Preparare un Caffellatte

Un caffè espresso forte è una tradizione a cui pochi italiani sanno rinunciare e che ormai è diffusa in tutto il mondo. La più classica delle bevande a base di caffè espresso è il caffellatte che prevede, appunto, l’aggiunta di latte montato e schiumoso. Se lo bevi ogni mattina al bar, presto ti accorgerai che è un’abitudine piuttosto costosa; vale la pena quindi imparare a prepararlo a casa. Se sei davvero un amante di questa bevanda, valuta di comprare una macchina per il caffè espresso, ma anche una semplice moka è in grado di farti rivivere l’esperienza, ma nell’intimità della tua cucina.

Metodo 1 di 2:
Con una Macchina per Espresso

  1. 1
    Macina il caffè. Per ogni tazza di espresso hai bisogno di circa 8 grammi di macinato. Se i chicchi sono stati appena macinati, il sapore sarà migliore.
    • Se vuoi un caffellatte doppio molto forte, usa una razione doppia di espresso. Se preferisci un sapore più delicato, allora attieniti a una tazzina di caffè.
    • Usa un macinacaffè a macine coniche, perché ti consente di controllare la grana del macinato e otterrai una polvere più omogenea.
  2. 2
    Scalda la tazza (facoltativo). Se vuoi che il caffellatte resti caldo a lungo, dovresti preriscaldare la tazza mettendola in acqua quasi bollente mentre monti il latte.
  3. 3
    Versa il latte. Riempi una brocca di metallo con circa 150 ml di latte molto freddo. Se vuoi ottenere un risultato ancora migliore, usa una brocca che hai raffreddato in frigorifero perché in questo modo il latte si scalda lentamente e non rischi di bruciarlo.
    • Se prevedi di aggiungere degli aromi o degli sciroppi, riduci la quantità di latte.
    • Il latte scremato è più semplice da montare, ma non ha un sapore tanto ricco come quello intero.
    • Il latte parzialmente scremato produce una bella schiuma e ti garantisce una bevanda cremosa.
    • Il latte intero crea qualche difficoltà nella preparazione perché non si monta molto bene, ma il suo sapore è davvero incomparabile.
  4. 4
    Monta il latte con il vapore. Metti la parte terminale della lancia all’interno del latte, apri l’erogazione del vapore e lascia che lo scaldi.
    • Inserisci la lancia con un'inclinazione diagonale così che la punta resti appena sotto la superficie. Questo ti permette di generare la schiuma necessaria per un buon caffellatte perché incorpori aria alla bevanda.
    • Durante questa operazione, crea un flusso rotatorio all’interno della brocca, come un piccolo vortice di latte. Quando hai raggiunto la quantità di schiuma che desideri, solleva la brocca in modo da scaldare ancora il latte senza montarlo.
    • Controlla la temperatura, il latte deve arrivare tra i 65°C e i 68°C. Stai molto attento a non superare i 76°C, altrimenti il latte si brucia.
    • Se non hai un termometro, appoggia la mano sul fondo della brocca. Quando diventa troppo calda per mantenere il contatto, togli la lancia del vapore dal latte.
    • Dovresti cercare di ottenere una microschiuma, composta da piccole bollicine, e non uno strato di “bolle di sapone”. Deve essere leggera senza però perdere in consistenza.
  5. 5
    Pressa il caffè. Premi il macinato nel portafiltro usando un tamper.
    • Preriscalda il portafiltro mettendolo sotto l’acqua corrente molto calda, se la tua macchina non lo scalda in automatico.
    • Pressalo con un movimento rotatorio. Cerca di applicare una pressione di 7-12 kg. Per avere idea di quanta forza devi imprimere per ottenere questo livello di pressione, fai delle prove con la bilancia da cucina.
  6. 6
    Estrai una tazzina di espresso. Blocca il portafiltro nel suo alloggiamento e avvia immediatamente il processo di estrazione.
    • Un caffè espresso ha un cuore fluido, un corpo ridotto al minimo e uno strato sottile di crema sulla superficie.
    • Per estrarre la quantità perfetta di espresso, devi azionare la macchina per 22 secondi, anche se questo valore varia in base al modello in tuo possesso. Per trovare i giusti tempi di estrazione dovrai fare qualche tentativo e qualche errore.
    • Se estrai un espresso troppo a lungo, la bevanda sarà troppo amara; se non aspetti a sufficienza, rischi di perdere parte dell’aroma.
    • Per avere degli ottimi risultati, fai cadere l’espresso direttamente nella tazza del caffellatte. Non lasciarlo nella tazza per più di 10 secondi senza latte, altrimenti la crema perde la sua stabilità.
    • Se vuoi aggiungere uno sciroppo, fallo subito prima o subito dopo avere versato il caffè. Successivamente mescola i due ingredienti prima di aggiungere il latte montato.
  7. 7
    Versa il latte sopra il caffè. La schiuma dovrebbe scorrere liscia e mescolarsi con la crema dell’espresso.
    • In questa fase, aiutati con un cucchiaio per controllare il flusso di schiuma. Accertati che questa non ricada nella tazza fino a quando non l’avrai riempita almeno fino a 6 mm dal bordo. Poi, potrai togliere il cucchiaio. Il risultato dovrebbe essere una bella schiuma marrone chiaro con al centro un cuore bianco.
    • Ora è il momento di decorare la superficie del caffellatte, se ti senti avventuroso. Si tratta comunque di un passaggio facoltativo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Senza la Macchina per l’Espresso

  1. 1
    Prepara un caffè forte. Acquista una miscela per espresso e preparalo.
    • Una moka è la caffettiera più adatta per ottenere una bevanda molto simile all’espresso.
    • Puoi anche utilizzare un altro tipo di caffettiera, come quella francese.
    • Se non hai nessuno di questi strumenti, puoi usare un filtro per caffè americano cercando di ottenere la bevanda più forte che puoi. Tuttavia sarà ben diverso da un espresso.
  2. 2
    Monta il latte. Puoi farlo sia sul fornello che nel microonde.
    • Nel primo caso, scalda circa 240 ml di latte in un pentolino a fuoco medio.
    • Mescola il latte con una frusta o con un frullino per creare la schiuma.
    • In alternativa travasa il latte in un barattolo, riempiendolo per metà. Chiudilo ermeticamente e agita il latte finché si forma la schiuma. Togli il coperchio e scalda il latte nel microonde finché raggiunge la temperatura ottimale.
  3. 3
    Versa il caffè nella tazza. Ricorda di lasciare spazio per il latte.
  4. 4
    Versa il latte con delicatezza. Fai in modo che la schiuma resti nella pentola o nel barattolo aiutandoti con un cucchiaio. Quando la maggior parte del latte è stata travasata nella tazza, lascia cadere la schiuma.
    Pubblicità

Consigli

  • Prima di iniziare, se ne hai il tempo, metti la brocca in metallo in frigorifero, o nel congelatore, e lasciala raffreddare. Una brocca fredda rende la formazione della schiuma più semplice.
  • Se lo desideri, cospargi lo strato di caffè espresso con un po’ di cannella o noce moscata.
  • Se ami i sapori nocciolati, metti una piccola quantità di estratto di vaniglia.
  • Per preparare un caffellatte freddo, segui gli stessi passaggi sopra descritti, ma versa il caffè sopra dei cubetti di ghiaccio (in teoria dovresti prima raffreddarlo) e poi aggiungi il latte freddo.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 43 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Drinks

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità