Come Prevenire la Formazione dei Brufoli

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

Sembra che i brufoli sappiano qual è il momento peggiore per comparire! Anche se a volte è lo stress a causarli, il miglior modo per prevenire che si formino resta quello di prendersi cura della pelle in modo quotidiano. Se i brufoli sono per te un problema ricorrente, il medico potrebbe aiutarti prescrivendoti una cura specifica.

Metodo 1 di 2:
Contenere un Singolo Brufolo

  1. 1
    Non provare a schiacciarlo. Se vedi che si sta formando un brufolo, trattieniti dal toccarlo o schiacciarlo. Cercando di fare uscire il pus rischierai di spingerlo ancora più a fondo nella pelle, rendendolo ancora più rosso, evidente e infiammato. Inoltre potrebbe formarsi sulla tua pelle una cicatrice permanente.[1]
  2. 2
    Applica una compressa calda sull'area infiammata prima che il brufolo si manifesti. Non appena avverti la sensazione che si stia formando un brufolo, applica una compressa calda e umida sull'area per purificare i pori. Basta un semplice fazzoletto pulito imbevuto di acqua calda. Ci sono buone probabilità che il brufolo faccia retromarcia o guarisca più in fretta.
  3. 3
    Lavati il viso con un detergente delicato che contiene acido salicilico.[2] Libererà la pelle dalle cellule morte e dal sebo in eccesso, riducendo la criticità del brufolo. Se la pelle è unta e i pori sono ostruiti, le condizioni dei brufoli peggiorano automaticamente, quindi lavati il viso 2 volte al giorno per risolvere il problema nel minor tempo possibile.
    • È importante evitare di strofinare la pelle con troppa forza, in particolare nelle aree in cui è infiammata; non faresti che peggiorare la situazione.
  4. 4
    Non truccare la pelle infiammata fino a quando non è strettamente necessario per mascherare il brufolo. Applicando uno spesso strato di trucco sul brufolo per nasconderlo intrappolerai i batteri, le cellule morte e il sebo all'interno dei pori. Mantieni la pelle pulita e segui il tuo regime di prevenzione abituale finché è possibile e usa il trucco solo nel momento in cui è veramente necessario.
    • Nota che, se hai la pelle acneica, anche i prodotti non comedogeni possono occludere i pori e causare la formazione di brufoli e punti neri.
    • Verifica come si comporta la tua pelle quando ti trucchi e sostituisci i prodotti che occludono i pori.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Prevenire gli Sfoghi dell'Acne

  1. 1
    Lavati il viso ogni giorno. Tieni presente che è meglio non lavarlo più di due volte al giorno per non irritare la pelle e per non sottrarle una quantità eccessiva dei suoi oli naturali, condizione che può causare uno sfogo.[3] È sufficiente lavare il viso una volta al mattino e una alla sera, usando un detergente delicato, per prevenire la formazione dei brufoli.
  2. 2
    Scegli un detergente che contenga acido salicilico o perossido di benzoile. Sono due ingredienti attivi che possono aiutarti a prevenire i brufoli.[4] Entrambi hanno la capacità di seccare il sebo in eccesso presente sulla pelle, quindi le probabilità che si formino i brufoli diminuiscono in modo concreto.
    • Tieni presente che questi prodotti sono molto più efficaci se vengono usati regolarmente.[5]
  3. 3
    Non toccarti il viso. Puoi limitare gli sfoghi dell'acne se eviti di toccarti la pelle spandendo gli oli e la sporcizia. Lavati bene le mani prima di detergere il viso.[6]
    • In particolare non toccare la pelle quando è irritata. È meglio tenere le mani lontane dal viso e utilizzare altre strategie preventive per contenere lo sfogo.
  4. 4
    Fai la doccia dopo aver fatto attività fisica.[7] Dovresti lavarti immediatamente dopo aver sudato facendo esercizio fisico. Il sudore e l'umidità aumentano le probabilità che si formino i brufoli, quindi è importante risciacquare la pelle il più velocemente possibile.
    • Si tratta di un'eccezione alla regola che dice di non lavare il viso più di due volte al giorno. È ammissibile lavarlo al mattino, alla sera e subito dopo aver fatto attività fisica.
    • Allenati indossando abiti comodi. Il sudore e l'umidità tendono ad accumularsi nelle aree coperte da indumenti stretti e attillati (per esempio sotto ai reggiseni sportivi o alle magliette aderenti) e in quei punti possono comparire degli sfoghi.
  5. 5
    Truccati con prodotti non comedogeni.[8] È meglio usare trucchi a base acquosa che non contengano oli. Verifica sull'etichetta che appartengano alla categoria dei prodotti non comedogeni, ovvero che non occludono i pori della pelle. Inoltre cerca di usare il trucco solo nelle occasioni speciali perché qualunque prodotto, anche quelli classificati come non comedogeni, mettono la pelle in una condizione peggiore rispetto a quando è pulita.
    • Anche nelle occasioni speciali, struccati non appena arrivi a casa.
    • Non andare a letto senza aver rimosso il trucco dal viso per dare modo ai pori di depurarsi durante la notte.[9]
  6. 6
    Riduci il consumo di latticini. Secondo gli esperti un elevato consumo di latte, formaggi, yogurt e via dicendo può intensificare gli sfoghi dell'acne. Esistono valide alternative che possono aiutarti a ridurre il consumo quotidiano di latticini: è il caso per esempio del latte di mandorle e di quello di soia. Tieni sotto controllo l'acne per vedere se le tue nuove abitudini alimentari hanno un effetto positivo.
  7. 7
    Ricorri ai farmaci solo se tutti gli altri metodi non hanno funzionato.[10] Se nonostante le cure e le accortezze adottate la situazione dell'acne non migliora, rivolgiti al tuo medico curante per sapere quali sono le opzioni offerte dalla medicina. I trattamenti più utilizzati in caso di acne persistente o ricorrente includono:
    • L'uso di creme da applicare localmente. Generalmente hanno come ingrediente attivo l'acido salicilico o il perossido di benzoile e le formulazioni che richiedono la ricetta medica sono più potenti ed efficaci rispetto a quelli che puoi acquistare liberamente in profumeria o farmacia.
    • L'uso di un antibiotico da assumere per via orale. Dato che esiste una connessione tra l'acne e i batteri presenti sulla pelle, l'assunzione di un antibiotico, per esempio la minociclina, può aiutarti a contenere gli sfoghi.
    • L'uso della pillola anticoncezionale. Se sei una donna, gli ormoni contenuti nella pillola contraccettiva (vale a dire la carica di estrogeni) possono aiutarti a prevenire gli sfoghi dell'acne. La ragione è che l'acne è alimentata dagli ormoni androgeni, come il testosterone, quindi un aumento del livello di quelli femminili può contrastare l'effetto del testosterone che è presente in tutti noi (uomini e donne hanno entrambi il testosterone, i primi semplicemente ne hanno di più).
    • L'uso della isotretinoina. Si tratta di un principio attivo potente che generalmente viene prescritto solo se l'acne è grave, dato che tra gli effetti collaterali più frequenti ce ne sono alcuni molto seri. Consulta il tuo medico o il dermatologo se pensi che questo farmaco ti potrebbe aiutare. Tieni presente che l'isotretinoina è controindicata nelle donne in gravidanza perché può causare gravi danni al nascituro.
    Pubblicità

Consigli

  • Prendi appuntamento con un dermatologo se, nonostante le cure quotidiane, l'acne non migliora.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.
Categorie: Cura della Pelle

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità