Come Prevenire la Leucemia nei Bambini

La leucemia è un cancro delle cellule del sangue che parte dal midollo osseo. Le statistiche dimostrano che ogni anno 2000-3000 bambini vengono colpiti dalla leucemia. È il tipo di cancro infantile più comune negli Stati Uniti.[1] Secondo l'American Cancer Society, al momento non esiste un modo per prevenire la maggior parte dei tumori dell'infanzia. Poiché la maggior parte degli adulti e dei bambini con leucemia non presentano alcun fattore di rischio conosciuto, non c'è nulla di certo per quanto riguarda la prevenzione dello sviluppo della leucemia; però puoi provare i seguenti metodi.

Parte 1 di 4:
Evitare i Potenziali Fattori di Rischio

  1. 1
    Tieni il tuo bambino lontano dalle radiazioni ad alta frequenza. Alcuni studi dimostrano che le persone esposte a radiazioni sono a rischio di sviluppare la leucemia. Un classico esempio sono i sopravvissuti alla bomba di Hiroshima. La loro esposizione alle radiazioni della bomba atomica ha fatto aumentare drasticamente le loro probabilità di sviluppare la leucemia.
    • Anche le radiazioni a basse frequenze presenti nei raggi X, nella TAC o nella radioterapia aumentano le possibilità di sviluppare la leucemia. Quindi, dovresti evitare il più possibile l'esposizione ripetuta a questi esami o terapie.
    • I medici e gli operatori sanitari devono essere responsabili nell'evitare che i pazienti siano esposti a radiazioni non necessarie.
  2. 2
    Evita di esporre il tuo bambino al benzene. Il benzene è una base chimica per la produzione di altre sostanze come benzina, lubrificanti, e pesticidi. Ha un odore dolce che, una volta inalato, può essere assorbito facilmente. Può anche penetrare la pelle. Il tasso di leucemia, e soprattutto di leucemia mieloide acuta, è più alto nelle persone esposte a benzene.
    • L'esposizione cronica fa sì che quantità sufficienti di benzene creino danni all'interno del corpo. Evita di lavorare in posti che richiedono un'esposizione ripetuta al benzene, come i benzinai e le fabbriche di sigarette.
    • Nuove regole per la sicurezza hanno stabilito una diminuzione del contenuto di benzene in prodotti come la benzina. Comunque, è meglio ridurre la frequentazione di stazioni di benzina e di stabilimenti di petrolio greggio.
  3. 3
    Evita di fumare o usare tabacco vicino al tuo bambino. Il fumo provoca esposizione al benzene, poiché questa sostanza è emessa nel fumo di sigaretta. Ci sono anche altre sostanze chimiche radioattive che si trovano nelle sigarette.
    • Anche il fumo passivo espone una persona al benzene.
    • Il miglior consiglio per i fumatori è di smettere subito di fumare e salvare così anche le vite degli altri. Per i non fumatori, il consiglio è quello di evitare il fumo di sigaretta a tutti i costi.
  4. 4
    Sii consapevole dei rischi legati a certi tipi di chemioterapia. I bambini trattati con chemioterapia per altri tipi di cancro hanno un rischio maggiore di sviluppare un cancro secondario come la leucemia mieloide acuta, che si sviluppa entro 5-10 anni dalla terapia.
    • Gli agenti alchilanti sono i maggiori responsabili del cancro secondario causato dalla chemioterapia. Questo farmaco si attacca a un gruppo alchilico negativo che danneggia il DNA delle cellule.
    • Con questo gruppo di farmaci si registra una maggiore incidenza di leucemia.
    • È consigliabile discutere a fondo il programma di cure con un medico quando ci si deve sottoporre a chemioterapia.
  5. 5
    Non bere alcol durante la gravidanza. Alcuni studi hanno rilevato che i bambini nati da madri che hanno fatto uso di alcol durante la gravidanza hanno un rischio più elevato di sviluppare la leucemia.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Mantenere Sano il Tuo Bambino

  1. 1
    Fai seguire al tuo bambino un'alimentazione sana. Incoraggiare i bambini a fare scelte più sane renderà i loro corpi più forti e ridurrà le loro probabilità di sviluppare il cancro. Secondo l'MD Anderson Cancer Center puoi provare le seguenti opzioni per aiutare i tuoi figli a mangiare in modo sano.
    • Aggiungi frutta e verdure varie ai pasti del tuo bambino.
    • Prepara frutta e verdure pronte da mangiare come snack.
    • Frulla le verdure creando una purea e aggiungila come condimento sulla pasta.
  2. 2
    Incoraggia il tuo bambino ad essere più attivo. L'attività fisica mantiene il corpo in forma e migliora il sistema immunitario in generale. Assicurati che i tuoi figli svolgano almeno un'ora di attività fisica.
    • Limita TV e videogames.
    • Incoraggia tuo figlio ad andare in bicicletta o a camminare la mattina presto.
    • Iscrivi i tuoi figli a qualche corso sportivo, come basket o danza.
  3. 3
    Assicurati che il tuo bambino riposi adeguatamente. Il corpo recupera meglio durante il sonno. È proprio in questo momento che comincia la riparazione delle cellule danneggiate per ripristinare una buona salute.
    • Un sonno adeguato garantisce un corpo sano e un sistema immunitario solido, cosa che è fondamentale per combattere le malattie.
    • In generale, i bambini hanno bisogno di molto riposo. I bambini dagli uno ai tre anni necessitano dalle 12 alle 14 ore di sonno, quelli dai quattro ai sei anni hanno bisogno di dormire dalle 10 alle 12 ore, i bambini dai sette ai dodici anni necessitano dalle 10 alle 11 ore di sonno e gli adolescenti hanno bisogno di 8 o 9 ore di sonno.[2]
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Riconoscere i Sintomi Precocemente

  1. 1
    Fai attenzione ai segni di stanchezza. La stanchezza è il sintomo più comune. Essa può essere accompagnata da pallore del viso e della pelle e da difficoltà di respirazione a fronte di un piccolo sforzo. Questi sintomi indicano che i globuli rossi non portano quantità sufficienti di ossigeno al resto del corpo. I polmoni, altri organi vitali, e i muscoli compensano la mancanza di ossigeno lavorando più alacremente. Questo è un processo molto faticoso da sostenere e causa un senso generale di spossatezza.
  2. 2
    Stai attento alla febbre persistente. La febbre protegge il corpo dai processi dannosi che avvengono al suo interno. La lotta costante del corpo contro le cellule della leucemia scatena una febbre persistente.
  3. 3
    Chiedi al tuo bambino se avverte dolore alle ossa. Il midollo osseo è un tessuto molle che si trova al centro delle ossa. Il dolore alle ossa deriva dal fatto che i midolli ossei sono saturi di cellule leucemiche.
  4. 4
    Fai attenzione alla facilità con cui il tuo bambino sanguina o riporta lividi. La facile comparsa di ecchimosi, il sanguinamento frequente di gengive e naso, la presenza di puntini rossi sulla pelle sono tutti sintomi che indicano un basso livello di piastrine nel sangue.
  5. 5
    Cerca la presenza di piccole masse morbide sotto la pelle. Queste piccole masse si possono trovare in qualunque parte del corpo; sono gli effetti secondari dell'infiltrazione delle cellule leucemiche sotto l'area colpita.
  6. 6
    Osserva se vi è mancanza di appetito. La milza è la tomba delle cellule sanguigne morte. La leucemia fa aumentare il tasso di mortalità delle cellule del sangue, congestionando così la milza, che di conseguenza s'ingrossa. La vicinanza della milza allo stomaco gioca un ruolo importante nel provocare la mancanza di appetito. La milza ingrossata preme infatti sullo stomaco, dando così un senso di pienezza. Questo spiega la perdita di appetito.
  7. 7
    Tieni traccia di eventuali perdite di peso. La lotta cronica del corpo contro la leucemia scatena una cascata di cellule infiammatorie. Una cellula infiammatoria è chiamata fattore di necrosi tumorale (cachectina). La cachectina è responsabile della perdita di peso.
  8. 8
    Osserva se il tuo bambino ha forti sudorazioni notturne. La febbre è una risposta del corpo contro le cellule leucemiche dannose. La febbre cronica altera la capacità del cervello di regolare la temperatura corporea. Il processo regolatore del cervello, ora compromesso, percepisce la normale temperatura corporea come troppo calda e utilizza il sudore notturno come mezzo per rilasciare calore.
  9. 9
    Guarda se ci sono masse all'inguine, sotto le ascelle e nel collo. La presenza di escrescenze indica che le ghiandole linfatiche sono gonfie. Le ghiandole linfatiche sono i poliziotti del corpo: arrestano i batteri nocivi, i virus e le sostanze estranee come le cellule tumorali e le preparano per la loro rimozione. In questo caso, le ghiandole linfatiche intrappolano le cellule leucemiche e cercano di eliminarle.
  10. 10
    Identifica possibili dolori al lato sinistro dell'addome. La milza diventa così grossa e tesa da provocare dolore. Di solito questo dolore viene avvertito nella parte sinistra dell'addome, dove appunto si trova la milza.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Curare la Leucemia

  1. 1
    Sottoponi il tuo bambino a chemioterapia. Secondo l'American Cancer Society, la cura principale per la leucemia infantile è la chemioterapia. I bambini che sono ad alto rischio di leucemia vengono sottoposti a chemioterapia insieme al trapianto di cellule staminali.
    • La chemioterapia può curare potenzialmente solo i casi di leucemia linfoblastica acuta e leucemia mieloide acuta. La chemioterapia ottiene i migliori risultati con la leucemia linfoblastica acuta, dove il 50% dei casi viene curato. La leucemia mieloide cronica e la leucemia linfatica cronica non rispondono bene ai farmaci chemioterapici.
    • Il principale lato negativo dei farmaci usati nella chemioterapia è che uccidono sia le cellule cancerose che quelle sane. Possono anche esserci delle ricadute quando le cellule cancerose tornano a formarsi nonostante la cura. I principali farmaci usati nella chemioterapia sono la citarabina e le antracicline.
    • La funzione della citarabina è quella di ostacolare la sintesi del DNA delle cellule sane e cancerose. Quindi, la produzione di nuove cellule viene fermata. Le antracicline danneggiano le proteine del DNA e disturbano la sintesi del DNA delle cellule sane e di quelle leucemiche.
  2. 2
    Fai mettere in lista il tuo bambino per un trapianto di cellule staminali. Le cellule staminali di un donatore sano possono essere trapiantate in un paziente affetto da leucemia tramite il midollo osseo. In questo modo, le nuove e potenti cellule staminali stimolano la crescita di nuove cellule sanguigne sane.
    • Il midollo osseo è l'unica possibilità di trapianto di cellule staminali senza controversie. Riguardo alle altre possibili fonti di cellule staminali (come ad esempio gli embrioni), ci sono pareri contrastanti in campo medico.
  3. 3
    Fai seguire al tuo bambino una dieta per pazienti neutropenici. È un tipo di dieta particolare che mira a proteggere il paziente da cibi che contengono batteri e che potenzialmente possono causare un'infezione. Le cellule sanguigne dei pazienti non sono attrezzate sufficientemente bene per combattere efficacemente un'infezione. Alcuni consigli basilari da seguire per un'alimentazione neutropenica sono:
    • Evitare la frutta fresca e la verdura cruda. Possono essere presenti batteri nella buccia e nelle foglie. Si può consumare la frutta che può essere sbucciata, come la banana, l'uva, e le arance. Le verdure cotte, la frutta e la verdura in scatola e i succhi possono essere consumati.
    • Cuocere sempre bene sia la carne che il pesce. Questo assicura che nessuna minaccia, come la salmonella, possa infettare un paziente.
    • Consumare solo prodotti caseari pastorizzati. La pastorizzazione è l'asso nella manica per eliminare le sostanze dannose nei prodotti caseari.
    • Evitare i buffet di verdure, le macellerie e il sashimi. È meglio scegliere sempre il cibo cotto.
    • Assicurati di bere buona acqua. È consigliabile bere acqua distillata, bollita o filtrata.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità