Come Pulire le Monete Antiche

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Sapere come pulire le monete è utile tanto per i collezionisti esperti quanto per i neofiti. Pulire le monete può rendere più chiare le immagini su entrambe le facce e rimuovere lo sporco e le macchie accumulatisi negli anni o nei decenni. Tuttavia, se lo fai nel modo sbagliato, rischi di danneggiarle e svalutarle irrimediabilmente, tanto che in molti casi è meglio non pulirle affatto o limitarsi a usare un sapone delicato.

Metodo 1 di 3:
Prendersi Cura delle Monete di Valore

  1. 1
    Lascia le monete antiche così come sono. Anche se può sembrare un controsenso, la cosa migliore da fare nel caso di una moneta sporca è semplicemente lasciarla stare. Se una moneta è in buone condizioni con solo qualche macchia o imperfezione sulle facce, per un collezionista varrà di più così che se la pulisci.[1]
    • Quasi tutti i tipi di detergente ridurranno sostanzialmente il valore delle monete, specialmente se una o entrambe le facce si danneggiano durante l'operazione.
  2. 2
    Fai analizzare le monete antiche da un esperto. Se non sei pratico, ma ti chiedi se le tue monete antiche valgano qualcosa, portale da un esperto prima di pulirle, così ti potrà confermare se è il caso di sottoporle a pulizia; se sono rare o di valore è molto probabile che ti dirà di non pulirle.[2]
    • Un numismatico, ossia un esperto di monete (e banconote), ti potrà anche dare una stima del valore della tua moneta: più vale, meno motivi hai per pulirla.
  3. 3
    Pulisci solo le monete di scarso valore o davvero molto sporche. Se hai monete che valgono poco e non hai intenzione di collezionarle o venderle a un collezionista, puoi pulirle per ragioni puramente estetiche. Inoltre, spetta a te decidere se pulire o no le monete particolarmente sporche: se una moneta è talmente annerita o macchiata da non lasciare intravedere le immagini, puoi valutare se correre il rischio di pulirla.[3]
    • Se sei in dubbio sul valore di una moneta, se deve essere pulita o se devi conservarla in una collezione, portala sempre da un esperto prima di provare a pulirla: sarebbe un peccato scoprire di aver dimezzato il valore di una moneta rara per averla pulita.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Praticare una Pulizia Non Distruttiva

  1. 1
    Non pulire mai le monete con sostanze abrasive o acide. Anche se i prodotti abrasivi sono spesso pubblicizzati in TV o nei negozi come efficaci sulla pulizia delle monete, in realtà non è il caso di usarli, perché le componenti acide di determinati detergenti rimuovono parte del materiale che ricopre la superficie della moneta durante la pulizia. Anche se la moneta sembrerà più pulita e brillante, si danneggerà e perderà il proprio valore.
    • Allo stesso modo, non dovresti mai strofinare o raschiare le monete per rimuovere le macchie o le parti annerite: prodotti come lana di acciaio o spazzole metalliche le danneggeranno in maniera irreversibile facendo loro perdere il valore.
  2. 2
    Pulisci le monete antiche con l'acqua. L'acqua è l'unica sostanza che permette di pulire le monete senza rischiare di danneggiarne la superficie e svalutarle. Prendi la moneta dai lati e fai scorrere su di essa un getto leggero di acqua distillata tiepida. Gira la moneta su se stessa per bagnare anche l'altra faccia, dopodiché tamponala delicatamente con un panno morbido di cotone: in questo modo rimuoverai lo sporco in superficie senza danneggiarla.[4]
    • Se abiti in città è molto probabile che l'acqua del rubinetto sia trattata con il cloro. Il cloro è un elemento chimico che provoca lo scolorimento delle monete: per evitare tale inconveniente, ti conviene acquistare acqua distillata in un supermercato oppure usare quella del depuratore per pulire le tue monete.
  3. 3
    Pulisci le monete antiche in una leggera soluzione saponata. Se l'acqua distillata si dimostra poco efficace nel pulire adeguatamente la superficie di una moneta sporca o incrostata, l'unica opzione non dannosa a disposizione è ricorrere a una soluzione blanda di acqua e sapone. Versa una piccola quantità di sapone liquido delicato in una ciotola ampia, quindi riempila di acqua distillata tiepida, prendi la moneta dai lati e agitala un po' nella soluzione saponata; dopodiché sciacquala sotto l'acqua distillata e tampona con un panno pulito per asciugarla.
    • Non usare il detergente per i piatti per pulire le monete, è troppo potente e abrasivo; usa invece un detergente leggero e delicato come il comune sapone per le mani.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Pulire Esemplari Particolari di Monete Antiche

  1. 1
    Scrosta i penny vecchi con il ketchup. Per pulire un penny di rame, spremi una piccola quantità di ketchup su entrambe le facce della moneta; tenendola ben ferma dai lati, strofina delicatamente le superfici piatte con uno spazzolino pulito:[5] il sale e l'aceto contenuti nel ketchup rimuoveranno le ossidazioni dal penny. Fatto ciò, sciacqua la moneta pulita sotto l'acqua distillata e asciugala tamponando con un panno pulito.[6]
    • I risultati migliori con questo metodo si ottengono sui penny coniati prima del 1982, perché si usava il rame autentico; i penny coniati dopo il 1982, invece, contengono zinco, che non si può pulire con il ketchup.
    • Sappi che il ketchup è leggermente acido, quindi potrebbe diminuire il valore del penny.
  2. 2
    Pulisci le monete antiche d'argento con il bicarbonato. Inizia sciacquando la moneta con acqua distillata, quindi tienila ben salda dai lati; applica una piccola quantità di bicarbonato su entrambe le facce usando le dita o aiutandoti con uno spazzolino da denti pulito e strofina delicatamente: il bicarbonato rimuoverà le macchie e le parti annerite dalla superficie della moneta.[7] Sciacquala nuovamente con l'acqua distillata e asciugala tamponando con un panno pulito.
    • Tale procedura è efficace soprattutto sulle monete d'argento molto antiche, mentre darà risultati meno soddisfacenti su quelle più moderne, che contengono meno argento autentico (o non ne contengono affatto).
  3. 3
    Pulisci le monete antiche con l'aceto. L'aceto di vino bianco è un agente pulente comune che in molti usano per pulire i metalli, compresi i gioielli. Per pulire una moneta antica con l'aceto, versane 250 ml in un bicchiere o in una ciotola, quindi immergi delicatamente la moneta e lasciala a bagno sul fondo per qualche minuto; in seguito prendila dai lati, tirala fuori dall'aceto e sciacquala con acqua distillata.
    • Se la moneta è ancora macchiata o sporca, prova a spazzolarla delicatamente con uno spazzolino da denti morbido, facendo però attenzione a non graffiarne la superficie.
    • Se, trascorsi un po' di minuti, la moneta non appare più pulita, rimettila nell'aceto e lasciala per qualche ora. Potrebbe essere necessario lasciare le monete antiche molto sporche a bagno nell'aceto anche per tutta la notte.
    Pubblicità

Consigli

  • Per evitare che il grasso o lo sporco si accumulino sulla superficie delle tue monete, prendile sempre dai lati, evitando di mettere le dita direttamente sul fronte o sul retro.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Hobby & Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità