Come Reagire quando Qualcuno ti Prende in Giro

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

Per un motivo o per un altro, prima o poi è capitato a tutti di essere scherniti. Qualcuno prende in giro la persona per cui ha una cotta, ma spesso le derisioni sono provocate da una vera antipatia. Anche chi ha avuto la fortuna di non essere mai stato preso in giro prima o poi potrebbe affrontare questa forma di sopruso fastidiosa e umiliante. Se ti è successo e non sai che cosa fare, è possibile rimediare al problema controllando innanzitutto il modo in cui reagisci.

Metodo 1 di 3:
Cambiare Atteggiamento

  1. 1
    Cambia prospettiva. Spesso è possibile intuire il modo in cui una persona reagirebbe a una presa in giro osservando come si comporta quando è sotto pressione. Se consideri le derisioni nella stessa ottica dei bulli, ovvero come un qualcosa di snervante, allora è possibile che qualcuno ti prenda di mira. Se però sei indifferente, un bullo probabilmente penserà che stuzzicarti non sarà divertente, quindi ti lascerà in pace [1].
  2. 2
    Rispondi con una battuta alle prese in giro. Invece di raccogliere la provocazione di un bullo e prenderlo in giro a tua volta, aspetta che finisca di schernirti. A questo punto, prima che se ne vada, fai una battuta,[2] dopodiché fai spallucce, girati e allontanati con calma. Ciò dimostra che non ti scomponi per così poco, quindi saresti un bersaglio noioso. Puoi provare a dire una delle seguenti frasi:
    • “Grazie per avermelo detto”.
    • “Oh, questa non me l’aspettavo proprio!”.
    • “E quindi, dove vuoi arrivare?”.
    • Cerca di avere un tono di voce sincero, anziché sarcastico o arrabbiato, altrimenti rischi di sembrare irritato e alimentare le prese in giro.
  3. 3
    Cerca di avere una voce decisa. Se ti esprimi con sicurezza, dimostri di non essere disposto a cedere di fronte agli sbeffeggiamenti. Non dare la sensazione di essere sul punto di piangere, non sembrare arrabbiato o agitato e non lamentarti. Invece, alza la voce (anche se sei timido), in modo che l’altra persona possa sentirti. Usa un tono di voce forte e uniforme.
    • Una voce tremolante può dare l’impressione che la presa in giro abbia avuto effetto su di te.
  4. 4
    Cerca di avere una postura assertiva. È importante trasmettere decisione anche esteriormente. Puoi dimostrare la tua autostima (o dare la sensazione che tu creda in te stesso, anche se così non fosse) usando il linguaggio del corpo a tuo vantaggio. Gesticolare quando parli e avere una buona postura ti aiuta a occupare più spazio, facendoti sentire effettivamente più sicuro [3].
    • Assicurati di esprimere assertività. Tieni i piedi ben piantati sul pavimento, le braccia lungo i fianchi e le mani rilassate. Guarda negli occhi il bullo e tieni il viso rilassato. Puoi anche sorridere leggermente per dimostrare una maggiore assertività [4].
    • Per trasmettere una maggiore sicurezza, prova ad assumere una posizione decisa, che può farti sentire più vigoroso e sicuro per un breve intervallo di tempo.[5] Per esempio, puoi imitare la posizione di un supereroe, con le mani sui fianchi, le gambe divaricate alla stessa ampiezza delle spalle, il petto in fuori e il mento alto. Mantieni questa posizione per un paio di minuti.
  5. 5
    Reagisci in maniera distaccata. I bulli spesso si sentono spronati a dare il peggio di sé quando la propria vittima si arrabbia, quindi è bene rispondere in un modo calmo e distaccato. Invece di scoppiare a piangere o gridare con rabbia, cerca di avere una reazione minima. Dimostrerai al bullo che non hai paura di lui o di quello che ti dice.
    • Non rispondere direttamente. Invece, prova a dimostrargli una totale mancanza di interesse o preoccupazione. Per esempio, potresti dire: “Hai finito di parlare? Non ti stavo nemmeno ascoltando”, o “Se sei sempre così interessato alla mia vita, la tua deve essere veramente triste”.[6]
    • Cerca di non instaurare un circolo vizioso. Potresti avere la tentazione di ripagare il bullo con la stessa moneta, ma generalmente è controproducente perché gli dimostrerai di essere irritato dal suo comportamento. Reagire emotivamente alle prese in giro di solito sprona un bullo a dare il peggio di sé.
  6. 6
    Lascia che ti prenda in giro. Fai un esperimento. Per una settimana, recati negli ambienti in cui vieni preso in giro dimostrando di avere un nuovo atteggiamento (se non vieni deriso regolarmente, tieniti pronto a comportarti in questo modo all’occorrenza). Lascia che il bullo ti derida per tutto il tempo che vuole senza reagire. Se dopo una settimana non avrà cambiato bersaglio, non usare più questa strategia [7].
    • Quando ti prendono in giro, il modo più efficace per sembrare calmo è autoconvincerti di non essere infastidito dalla derisione. In questo modo, se rispondi a una domanda diretta o fai una battuta, la tua voce sarà forte e sincera, anziché arrabbiata o sarcastica.
    • Ripeti a te stesso: “Non è un problema essere preso in giro perché questo non mi infastidisce per niente”. Scegli di credere in questo mantra e ciò trasparirà anche all’esterno.
  7. 7
    Consideralo un complimento. È possibile che qualcuno ti abbia preso di mira non perché ti detesti, ma perché si sente attratto da te e non sa come parlarti, se non rivolgendoti attenzioni negative. Se invece una persona dovesse schernirti perché non le stai simpatico, persuaditi del fatto che essere stato scelto è un complimento: in questo modo sarà più facile evitare di arrabbiarti.
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Ignorare le Derisioni

  1. 1
    Fingi di non aver sentito. Per affrontare una derisione, è utile fingere di non aver sentito il bullo, in modo da allentare la tensione. Se questa persona ti importuna e cerca di obbligarti a rispondere, avvicina la mano all’orecchio e scuoti la testa. Un atteggiamento del genere può alleggerire la situazione, specialmente se muovi le labbra senza emettere suoni e magari fingi di essere in una scatola o dietro un muro.
    • L’umorismo può calmare le situazioni tese. Se dimostri al bullo che il suo atteggiamento ti fa sorridere anziché ferirti, potresti convincerlo a lasciarti in pace [8].
  2. 2
    Allontanati senza dire una parola. Puoi provare una tattica classica, ovvero snobbarlo, anche se questo comportamento può trasmettere una reazione emotiva. Se ti allontani con le spalle incurvate, sembrerà che tu abbia subito una sconfitta. Se ti volti con le lacrime agli occhi o il viso arrossato, il bullo penserà di averti punto sul vivo. Cerca di andare via con la testa alta, come se questa persona valesse meno di zero per te.
    • Comportati come se comunque avessi l’intenzione di andartene.
  3. 3
    Invece di arrabbiarti, sbadiglia. Anche fingerti annoiato può dimostrare indifferenza. Quando ti importuna, puoi incrociare le braccia e battere i piedi per far capire che la tua pazienza ha un limite, ma puoi anche guardare l’orologio per indicare che non hai tempo per queste sciocchezze. Se sembri annoiato, non apparirai infastidito, e prima o poi il bullo dovrebbe arrendersi.
  4. 4
    Rispondi parlando di altro. Se qualcuno prova a prenderti in giro e non vuoi stimolarlo a proseguire, rispondi con un commento o una domanda che non ha niente a che vedere con lo sbeffeggiamento. Ignorare una presa in giro in questo modo dimostra che non hai la benché minima intenzione di dargli corda.
    • Rispondi con una barzelletta, come “Qual è il gioco preferito dal veterinario? Il gioco dell’oca!”.[9]
    • Fai un’osservazione su altro, come un evento o il clima.
  5. 5
    Rivolgiti a un adulto o a un’altra figura che abbia autorità. Se nessuna di queste tattiche dovesse funzionare e il bullo non sembra intenzionato a fermarsi, puoi dirlo a un insegnante, a un altro adulto o a una figura che abbia autorità (come il capo, se succedesse sul posto di lavoro). In ogni caso, la prima volta che ti rivolgi un adulto, chiedigli un consiglio, non una soluzione.
    • Se non risolvi questa situazione da solo, rischi di peggiorarla. Chiedere a qualcuno di confrontarsi con un bullo al posto tuo può dimostrare che il suo atteggiamento ti ha toccato. Una reazione del genere non è tanto diversa dallo scoppiare in lacrime o arrabbiarsi quando ti deride.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Capire il Motivo delle Prese in Giro

  1. 1
    Cerca di capire che è un gioco. Ogni bullo decide di prendere di mira qualcuno per un motivo diverso, ma tutti i bulli decidono di schernire una persona perché pensano che sia un gioco. Quando la vittima reagisce, il bullo vince. Se non reagisce, vince la vittima. Perdere non è affatto divertente, quindi è per questo che contenere la propria reazione solitamente scoraggia un bullo [10].
    • Se qualcuno ti prende in giro perché gli piaci, è comunque un gioco, ma evitare di reagire non lo fermerà. Potrebbe invece spronarlo a dichiararsi e a essere onesto.
  2. 2
    Cerca di capire che per i bulli provocare è spassoso. La considerano una forma di divertimento che li aiuta a stare bene con se stessi e a dimenticare le proprie emozioni negative. Non è detto che prendano di mira gli altri perché provano un’antipatia o si sono fatti un’opinione negativa. Quando ti renderai conto che non sempre succede per motivi personali, sarà più facile scrollarti di dosso le provocazioni [11].
    • Informati sulla vita della persona che ti ha preso di mira e cerca di capire se ha delle difficoltà. Anche essere solidale con un bullo ti aiuta a prendere con filosofia gli sbeffeggiamenti.
  3. 3
    Ricorda che tutto dipende dalla tua reazione. È bene capire una cosa: se non reagisci, il gioco finisce e vinci tu. Morale della favola: il modo migliore per reagire di fronte a una presa in giro è non reagire.
    Advertisement

Consigli

  • Se non riesci proprio a risolvere questo problema da solo, dillo a un insegnante, ai tuoi genitori o a un’altra figura che abbia autorità. Può essere necessario il loro intervento per fermare la persona che ti ha preso di mira.
  • Se senti di avere le lacrime agli occhi anche quando cerchi di non reagire, fingi comunque che sia tutto OK.
  • Questi suggerimenti sono validi per qualsiasi situazione, che sia a scuola, al parco giochi, su internet o a casa.
Advertisement

Avvertenze

  • Se reagisci con indifferenza e un bullo ti minaccia di picchiarti, rivolgiti immediatamente a qualcuno.
  • Non lasciarti maltrattare da nessuno. Se questi suggerimenti non dovessero funzionare, rivolgiti sempre a qualcuno. Non preoccuparti qualora non riuscissi a risolvere questo problema da solo, soprattutto dopo averci provato senza risultato.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Laurea Magistrale in Assistente Sociale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.
Categorie: Interazioni Sociali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement