Come Realizzare un Video

Se vuoi realizzare il video di una festa, un evento o un concerto, è meglio prima avere le idee chiare. Dove girerai il video? Per quanto tempo? Che cosa ne farai dopo? Fai in modo che le tue riprese non rimangano chiuse all’interno della videocamera; impara a montarle in maniera professionale e condividile con i tuoi amici. Leggi questo articolo per imparare a realizzare un bel video.

Metodo 1 di 2:
Girare il Video

  1. 1
    Recupera una videocamera. A seconda dei motivi per cui vuoi girare un video, potresti voler investire in una videocamera di alta qualità per realizzare un progetto che risulti professionale, oppure utilizzare qualsiasi cosa ti capiti sotto mano per risparmiare soldi. Qualunque sia il caso, recuperare una videocamera per girare il video dev’essere la prima cosa da fare.
    • La fotocamera di uno smartphone è molto semplice da usare. Tuttavia l’inquadratura può risultare un po’ instabile e la qualità del suono solitamente non è il massimo, ma se vuoi fare un video velocemente e in maniera semplice, utilizzare il telefono può essere una buona idea.
    • Le fotocamere digitali di solito hanno anche l’opzione video, inoltre alcune sono piuttosto economiche e di qualità abbastanza alta. Le videocamere con memoria SD sono user-friendly e ormai si possono trovare ovunque.
    • I prezzi delle videocamere HD hanno un range piuttosto ampio, da centinaia a migliaia di euro, e garantiscono una qualità audio-video decisamente professionale. Molti film low-budget hollywoodiani sono stati girati con delle videocamere HD non troppo costose che puoi trovare anche nei più comuni negozi d’elettronica (Saturn, MediaWorld ecc.).[1]
  2. 2
    Trova le angolazioni migliori. Che tu riprenda una festa di compleanno, un concerto, un matrimonio o un altro tipo di evento, arriva presto alla location e cerca di capire quali sono le angolazioni migliori per girare il video. Trova un paio di punti comodi e gira da angoli diversi per avere vario materiale da montare e finalizzare in un bel prodotto.
    • Se hai un assistente, potete girare contemporaneamente da diverse angolazioni per poter scegliere fra i diversi tagli durante la fase di editing. Il prodotto finale avrà sicuramente un aspetto più professionale e curato.
    • Cerca di non essere d’intralcio alle persone, soprattutto se c’è una folla considerevole. Il tuo intento è quello di girare un bel video dall’angolazione giusta, ma tieni conto che ci saranno altre persone intorno a te. Assicurati che tutti abbiano la visuale libera, e gira da una distanza ragionevole.[2]
  3. 3
    Continua a riprendere. Per riuscire a cogliere momenti spontanei, continua a girare! Scegli il momento giusto per iniziare e lascia che la videocamera si scaldi in attesa dell’azione che vuoi catturare. Se, ad esempio, accendi la videocamera solo quando vedi che tuo figlio sta per andare a rete, probabilmente non farai in tempo a riprendere quel bel momento. Se invece inizi a girare da prima, sarai pronto.
    • Non cercare di montare il video in tempo reale. È meglio evitare molti stop e riavvii durante le riprese, perché potresti dimenticarti quando una determinata sequenza è stata girata, problema che non sussiste se invece fai un filmato unico. In fase di montaggio puoi invece eliminare le scene superflue; le videocamere dispongono solitamente di molto spazio libero, quindi approfittane.
  4. 4
    Rimani il più possibile immobile. Se usi la videocamera sul tuo telefono, o comunque una videocamera che non è fissata su un cavalletto, cerca di tenerla il più ferma possibile. Tremore e sfocature dovute a una mano poco ferma possono vanificare tutto il lavoro. Siediti mentre effettui le riprese e, se necessario, appoggia le braccia sulle ginocchia, oppure acquista un cavalletto.
    • Un errore comune sulle videocamere dell’iPhone consiste nel tenere il telefono verticalmente, anziché orizzontalmente. Quando poi carichi il video sul tuo PC per montarlo, noterai la presenza di due fastidiose barre laterali sullo schermo. Gira invece in modalità “Paesaggio” e tieni il telefono orizzontale. Qui lo vedrai di traverso, ma sul PC ti accorgerai che il risultato sarà migliore.
  5. 5
    Avvicinati il più possibile al soggetto della ripresa se vuoi catturare anche il suono. Se usi solo il microfono presente all’interno della videocamera, avrai qualche difficoltà a registrare il sonoro, a meno che tu non sia particolarmente vicino al soggetto.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Montare il Video

  1. 1
    Carica tutto il girato sul computer. Dopo aver ripreso l’intero filmato, caricalo sul PC e montalo. La maggior parte delle videocamere possono essere collegate al PC via USB o tramite la memoria SD estraibile dalla stessa videocamera. Segui le istruzioni riportate all’interno del manuale della videocamera che avrai utilizzato.
    • Salva a parte il filmato grezzo, così in fase di montaggio avrai modo di effettuare tutte le modifiche del caso, avendo sempre la possibilità di tornare al file originale. Potrai sempre ripartire da capo.
  2. 2
    Scarica un software di editing video. A meno che tu non abbia effettuato delle riprese perfette e vuoi dunque tenere il video così com’è, conviene che ti procuri un intuitivo software di editing che ti permetta di tagliare, aggiungere musica e sistemare regolazioni di vario tipo. Se vuoi aggiungere didascalie o migliorare l’audio, avrai necessariamente bisogno di un software di questo tipo.
    • Fra i software di editing gratuiti più diffusi ci sono:
      • iMovie.
      • Windows Movie Maker.
      • Avidemux.
    • Altri software di editing, più professionali:
      • Apple Final Cut Pro.
      • Corel VideoStudio Pro.
      • Adobe Premiere Elements.
  3. 3
    Taglia le parti superflue. Una volta caricato l’intero filmato nel software, inizia a tagliare ogni cosa che preferisci non faccia parte del risultato finale. Taglia le sequenze che tendono a ripetersi, e raccogli solo le riprese migliori. A seconda del video che hai intenzione di realizzare, potresti decidere fra un risultato informale e “vacillante”, o orientarti su un prodotto più preciso e professionale. Fai le cose secondo il criterio che hai in mente.
  4. 4
    Non aver paura di riorganizzare le scene. Sposta le sequenze in qualsiasi maniera che ritieni possa migliorare il video finale. Se riprendi una festa o un altro evento di questo tipo, non preoccuparti di raccontare troppo fedelmente la realtà, e realizza il prodotto finale nel miglior modo possibile. Racconta una storia.
  5. 5
    Aggiungi delle transizioni per migliorare il prodotto finale. La maggior parte dei software di editing include molte opzioni che ti permettono di aggiungere una transizione fra una scena e un’altra, rendendo semplice lo spostamento delle varie sequenze. Evita tagli netti, a meno che non si tratti di un effetto che desideri inserire per qualche motivo.
    • iMovie e altri tipi di software dispongono di molte particolari dissolvenze e transizioni che puoi utilizzare, ma fallo con moderazione. Se ti fai prendere troppo, l’elevato numero di effetti potrebbe distrarre dalla visione del video. Rimani fedele al contenuto e ricorda che la cosa principale è il video stesso, non le fantasiose transizioni che hai appena imparato a inserire.
  6. 6
    Aggiungi effetti sonori o musica. Se si intona al video che hai intenzione di realizzare, aggiungi della musica che hai sul PC e usala come colonna sonora per sottolineare alcuni passaggi del video, oppure togli l’intero sonoro presente nel video e sostituiscilo con una canzone. Può essere un buon modo per bypassare i problemi legati alle riprese audio di scarsa qualità fatte con un telefono.
  7. 7
    Concludi il progetto. Quando hai finito, concludi il progetto esportando il file del video finale, come un .avi o un .mov. Apri con un software di riproduzione come Windows Media Player o Quicktime e dai uno sguardo al tuo lavoro.
  8. 8
    Condividi il video. Dopo aver esportato il file, prendi in considerazione di condividere il tuo lavoro con gli altri. Potresti masterizzare il video su un DVD e dare delle copie fisiche alle persone. È un’opzione interessante soprattutto se hai ripreso un matrimonio o qualche altro evento privato a cui hanno partecipato poche persone che possono essere interessate ad avere una copia del filmato.
    • Se pensi che il video possa avere un maggiore appeal, caricalo su YouTube. Se non dura troppo, puoi creare un account YouTube e caricarlo relativamente in fretta. Sarà online in pochissimo tempo e potrai condividerlo con chiunque tu voglia.
    • Se vuoi caricare il video online, ma preferiresti che rimanga privato, puoi caricarlo su Vimeo. Potrai proteggere il video con una password, così da renderlo visibile solo alle persone a cui la vorrai fornire.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Non usare musica protetta da copyright in alcun video. Caricare materiale protetto da copyright su YouTube potrebbe comportare la rimozione del video, se non addirittura la cancellazione dell’account.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Idee
  • Oggetti di scena
  • Videocamera
  • Attori e attrici

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Software | Film Making
Sommario dell'Articolo

Per fare un video, inizia scaricando un programma gratuito di montaggio, come iMovie o Windows Movie Maker. Poi, carica il filmato sul computer e taglia le scene ripetitive o che non desideri utilizzare. Inoltre, puoi modificare l'ordine delle scene per migliorare il video o per raccontare la storia come desideri. Se necessario, usa gli effetti di transizione del programma per passare in modo scorrevole da una scena alla seguente. Infine, aggiungi la musica e gli effetti sonori prima di esportare il video in un formato adatto, come .avi o .mov.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità