Come Recuperare il Riso Troppo Cotto

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Se a fine cottura il riso risulta molliccio, stracotto o appiccicoso, non disperare: potrebbe esserci ancora una speranza di riuscire a salvarlo. Prova a fare evaporare l'umidità in eccesso per vedere se il problema si risolve. Se la consistenza non migliora, puoi conservarlo e usarlo per preparare una ricetta diversa. Sfortunatamente in certi casi l'unica soluzione possibile è quella di rifare il riso da capo, ma con pochi semplici accorgimenti puoi evitare di sbagliare di nuovo.

Metodo 1 di 3:
Salvare il Riso

  1. 1
    Se c'è dell'acqua sul fondo della pentola, lasciala evaporare. Togli il coperchio per lasciar fuoriuscire il vapore. Regola la fiamma al minimo e continua a scaldare il riso per 4-5 minuti. In questo lasso di tempo l'acqua dovrebbe evaporare.[1]
  2. 2
    Scola il riso dall'acqua residua usando un colino a maglia fine. Se c'è ancora dell'acqua sul fondo della pentola, metti un colino nel lavandino e versaci dentro il riso. Lascialo scolare per un minuto; puoi muovere delicatamente il colino per farlo sgocciolare.[2]
    • A questo punto il riso dovrebbe essere salvo. Non devi fare nient'altro, se il problema è risolto.
  3. 3
    Sciacqua il riso con l'acqua fredda se i chicchi sono appiccicati gli uni agli altri. Se il riso forma un unico blocco appiccicoso, significa che l'hai cotto per troppo tempo. Dopo averlo scolato dall'acqua in eccesso, mettilo sotto un getto non troppo forte d'acqua fredda senza toglierlo dal colino. Separa delicatamente i chicchi con le dita.[3]
  4. 4
    Scalda il riso nel forno per eliminare l'acqua di troppo. Se è ancora umido o molliccio, puoi metterlo nel forno per 5 minuti per fare evaporare l'acqua in eccesso. Imposta il forno alla temperatura di 175 °C e spargi il riso su un'ampia teglia mentre attendi che si scaldi. Metti il riso nel forno caldo per 5 minuti.[4]
  5. 5
    Prepara di nuovo il riso. In certi casi il problema non può essere risolto. Se hai abbastanza tempo, prepara nuovamente il riso da zero. Non buttare via quello che hai cercato inutilmente di salvare, ma trasferiscilo in un contenitore a chiusura ermetica e conservalo nel frigorifero o nel congelatore. Potrai utilizzarlo in seguito per preparare altre ricette deliziose.[5]
    • Il riso cotto si conserverà per 4-6 giorni nel frigorifero o anche fino a 6 mesi nel congelatore.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Riutilizzare il Riso

  1. 1
    Il riso molliccio può diventare dell'ottimo riso fritto. Scalda dell'olio in padella e metti a soffriggere un trito di aglio, cipolla e zenzero. In seguito aggiungi delle verdure a tua scelta, per esempio carote o piselli, e un cucchiaio di salsa di soia se ti piacciono i sapori esotici. Metti in padella il riso, un cucchiaio alla volta, quindi mescolalo frequentemente finché le verdure non sono cotte e il riso non è diventato asciutto e croccante.[6]
  2. 2
    Prepara il budino di riso. Scalda il riso in padella a fiamma bassa. Aggiungi 750 ml di latte intero, 250 ml di panna, 100 g di zucchero e un baccello di vaniglia. Alza la fiamma e lascia cuocere gli ingredienti a calore medio per circa 35 minuti, mescolandoli spesso. Rimuovi il baccello di vaniglia e raffredda il budino prima di mangiarlo.[7]
    • Prima di aggiungere il baccello di vaniglia, taglialo a metà perpendicolarmente e raschia le pareti interne con il coltello per estrarne i semi. Versali nella pentola insieme alle due metà del baccello. In questo modo il sapore di vaniglia risulterà molto più spiccato.
  3. 3
    Trasforma il riso in deliziosi cracker. Stendilo su una teglia in uno strato molto sottile e poi mettilo in forno per 2 ore a 100 °C. Una volta sfornato, rompilo a piccoli pezzi, quindi friggili nell'olio bollente. Quando i cracker salgono in superficie, scolali dall'olio con la schiumarola o un mestolo forato. Tamponali delicatamente con la carta assorbente prima di mangiarli.[8]
  4. 4
    Utilizza il riso per preparare degli hamburger vegetali. Frulla 175 g di riso con 200 g di fagioli cotti, 175 g di mais, 3 spicchi d'aglio, 20 g di pomodori secchi, una manciata di basilico, mezzo cucchiaino di cumino e un cucchiaino di sale. Quando hai ottenuto una purea uniforme, modellala con le mani per formare degli hamburger, quindi rosolali in padella a fiamma vivace per 6 minuti su ciascun lato.[9]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Cuocere il Riso alla Perfezione

  1. 1
    Lava il riso con l'acqua fredda prima di cuocerlo. Mettilo in un colino e sciacqualo sotto l'acqua corrente fredda per eliminare parte dell'amido. Questo passaggio serve a prevenire che cuocendo diventi appiccicoso e molliccio.[10]
    • Se vuoi, puoi lavare il riso direttamente nella pentola. In questo caso, coprilo con l'acqua e muovilo finché non diventa torbida. A quel punto gettala via e riempi nuovamente la pentola con acqua pulita. Ripeti l'operazione due o tre volte prima di cuocere il riso.
    • Se preferisci usare un colino, scuotilo con delicatezza per rimuovere più acqua possibile dal riso.
  2. 2
    Utilizza la quantità d'acqua appropriata. La dose consigliata è di 350-400 ml ogni 200 g di riso. Per quello a grano corto ne serve leggermente di meno, mentre quello integrale ha bisogno di un po' più di acqua. Comunque sia è meglio evitare di aggiungerne troppa, altrimenti il riso risulterà inevitabilmente molliccio.[11]
  3. 3
    Cuoci il riso a calore medio. Non alzare la fiamma nel tentativo di farlo cuocere più velocemente, altrimenti non potrai garantire ai chicchi una cottura uniforme. Cuocendolo a fiamma alta, il riso potrebbe anche bruciare. Attendi con pazienza che l'acqua si scaldi e inizi a bollire.[12]
  4. 4
    Metti un canovaccio da cucina tra la pentola e il coperchio. Una volta raggiunta l'ebollizione, il livello dell'acqua dovrebbe essere leggermente inferiore a quello del riso. A quel punto, sistema un canovaccio tra la pentola e il coperchio per evitare che la condensa si accumuli all'interno. Troppa umidità potrebbe rendere il riso molliccio.[13]
    • Fai attenzione a non lasciar penzolare il canovaccio fuori dalla pentola perché potrebbe incendiarsi. Ripiega le estremità sopra al coperchio.
  5. 5
    Spegni la fiamma dopo 15 minuti di cottura. Allontana la pentola dal fornello caldo, ma non togliere il coperchio. Lascia riposare il riso nella pentola chiusa per 5 minuti, dopodiché solleva il coperchio e muovi il riso con la forchetta per separarne i grani. Ora è pronto per essere servito in tavola.[14]
    • Lasciare riposare il riso nella pentola serve a prevenire che i grani sul fondo risultino mollicci mentre quelli nella parte superiore troppo asciutti.
  6. 6
    Acquista una pentola cuociriso. Usando una risottiera elettrica avrai la certezza che il riso sia sempre cotto alla perfezione – a patto di utilizzare la giusta quantità d'acqua. Puoi acquistare una pentola cuociriso online o nei negozi di articoli da cucina a un prezzo contenuto.[15]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Non lasciare la pentola incustodita mentre il riso cuoce. Rimani in cucina finché i fornelli sono accesi.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Cucina

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità