Come Reidratare il Tabacco Secco

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Se sei un fumatore di pipa, ti sarà capitato una volta o l'altra di ritrovarti con del tabacco secco. A volte puoi comprarlo in negozio dove non è stato conservato ben sigillato o dove è rimasto esposto troppo a lungo. Alcuni fumatori in verità apprezzano il tabacco più "croccante", ma in questo tutorial troverai alcuni consigli per reidratarlo e tornare a creare nuvole di fumo.

Metodo 1 di 3:
Reidratare il Tabacco con il Calore

  1. 1
    Usa una teiera. Procurati un modello che abbia un cestello sulla parte superiore in cui in genere si depositano le foglie di tè. Aggiungi acqua bollente, avendo cura che questa non tocchi la base del cestello, altrimenti rovineresti il tabacco. Metti quest'ultimo nel cestello, copri la teiera e lascia riposare il tutto per 30 minuti.
    • Controllalo per verificare che sia abbastanza umido. Se così non fosse, lascialo nella teiera per un altro po' di tempo.[1]
  2. 2
    Idrata il tabacco con il vapore del ferro da stiro. Preriscalda l'elettrodomestico alla massima temperatura. Appoggia un giornale su una superficie resistente al calore e cospargi il tabacco su di esso. Usa uno spruzzino per inumidire una o due volte il tabacco con acqua.
    • Tieni il ferro da stiro sopra il giornale e lascia che emetta il vapore per 10 secondi.
    • Fai molta attenzione a non toccare il tabacco con l'elettrodomestico.
  3. 3
    Riscalda un barattolo ermetico. Metti il tabacco all'interno di una ciotola in acciaio inox pulita. Inumidiscilo usando una bottiglia a spruzzo vaporizzandolo 3-4 volte. In seguito mescola il tabacco con un cucchiaio o una spatola e trasferiscilo in un grande barattolo con chiusura ermetica dotato di guarnizione in gomma e tappo a vite.
    • Scalda il barattolo in forno a una temperatura di circa 100 °C per 20 minuti o finché non diventa molto caldo al tocco. Infine lascialo riposare per 10 minuti.
    • Togli il contenitore dal forno e aspetta che si raffreddi per tutta la notte, in un luogo fresco e asciutto. Non aprirlo fino alla mattina successiva.
    • Ricorda di compattare bene il tabacco e di sigillare ermeticamente il barattolo.[2]

Metodo 2 di 3:
Idratare il Tabacco con Prodotti Alimentari

  1. 1
    Inumidiscilo con la buccia di arancia. Metti il tabacco in un sacchetto di plastica o un barattolo con chiusura ermetica. Aggiungi un quarto di buccia di arancia e sigilla il contenitore. Lascia riposare il tutto per una notte.[3]
    • Il mattino successivo la buccia avrà idratato il tabacco che a questo punto sarà piuttosto umido.
  2. 2
    Usa una patata. Metti il tabacco in un sacchetto di plastica e aggiungi un pezzo di patata cruda. Controlla il contenuto ogni una o due ore, dato che questo metodo consente una reidratazione molto rapida.[4]
  3. 3
    Prova il pane. Metti tutto il tabacco in un sacchetto di plastica con chiusura ermetica. Aggiungi un panino intero (oppure metà, se hai poco tabacco) e sigilla il sacchetto. Controlla il contenuto ogni poche ore, finché il tabacco non avrà raggiunto il giusto grado di idratazione.
    • Se aspetti per tutta una notte, il tabacco diventerà molto umido.

Metodo 3 di 3:
Inumidire il Tabacco con Prodotti Bagnati

  1. 1
    Usa un sacchetto sigillabile. Cospargi circa metà del tabacco in modo uniforme su un tovagliolo di carta. Inumidiscilo leggermente con una bottiglia a spruzzo riempita di acqua. Muovi il composto con le dita per renderlo soffice. Ripeti il procedimento finché il tabacco non sarà leggermente bagnato. Trasferiscilo in un sacchetto di plastica sigillabile in cui avevi già riposto l'altra metà di tabacco ancora secco.[5]
    • Agita il contenitore per mescolare uniformemente il contenuto.
    • Aspetta circa mezz'ora per consentire all'umidità di diffondersi.
  2. 2
    Copri il tabacco con un panno. Trasferiscilo in una ciotola (meglio se molto ampia per garantire una maggiore superficie di contatto con l'aria) e copri quest'ultima con un panno pulito, umido ma non troppo bagnato. Il tessuto non deve toccare il tabacco, quindi puoi fissarlo con un elastico lungo il bordo del contenitore.
    • Controlla il tabacco ogni poche ore.
    • Grazie a questo metodo riduci le probabilità di compromettere l'integrità del prodotto.[6]
  3. 3
    Inumidiscilo con una spugna. Procurati una spugna di gommapiuma nuova e mai usata e ritagliane un angolo. Inumidisci questa porzione con dell'acqua e poi strizzala in maniera che non goccioli. Riponi il pezzo di spugna umida in un contenitore ermetico con il tabacco affinché agisca come un umidificatore.[7]

Consigli

  • Se decidi di reidratare il tabacco nel corso della notte, allora dovresti mettere da parte una piccola quantità di prodotto secco da aggiungere nel caso la miscela fosse troppo umida.
  • La reidratazione è un processo che porta a risultati migliori se eseguita lentamente. Il tabacco non dovrebbe restare bagnato a lungo, altrimenti potrebbe marcire o ammuffire.

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Hobby & Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No