Come Rendere la Casa a Prova di Allergie

Scritto in collaborazione con: Luba Lee, FNP-BC

Gli allergeni possono rendere sgradevoli gli ambienti interni, ma la cosa positiva è che esistono molti modi per rendere la casa a prova di allergie. Inizia impostando una routine settimanale di pulizie che preveda il lavaggio di tutta la biancheria da letto e delle tende in acqua molto calda e detersivo ipoallergenico; per una maggiore sicurezza usa solo prodotti naturali. Tieni in ordine la casa per minimizzare la polvere ed elimina possibilmente la moquette e i tappeti; inoltre, installa dei filtri per l'aria nelle stanze per garantirti tutta l'aria fresca di cui hai bisogno.

Metodo 1 di 3:
Lavare e Pulire Regolarmente

  1. 1
    Usa solo detergenti naturali. Scegli esclusivamente prodotti biologici, che non contengano candeggina e composti di ammonio quaternario; queste sostanze chimiche sono note per scatenare reazioni allergiche. In alternativa, puoi preparare tu stesso una soluzione casalinga mescolando acqua e aceto bianco distillato in parti uguali da versare in una bottiglietta spray.[1]
    • Alcune associazioni ambientaliste esaminano e pubblicano un elenco di alcuni prodotti naturali e biologici nel loro sito web; controlla tale lista per sapere se uno specifico prodotto è anallergico o se contiene sostanze potenzialmente dannose.[2]
    • Puoi anche prepararne uno tu stesso usando bicarbonato di sodio, succo di limone, aceto bianco e altri prodotti casalinghi. Per esempio, puoi preparare un prodotto per lavare i vetri unendo 1 parte di aceto e 1 d'acqua; se desideri un semplice detergente multiuso in polvere unisci in parti uguali bicarbonato di sodio e detersivo per lavatrice in polvere - basta semplicemente spruzzare la miscela con un po' di aceto bianco.[3]
  2. 2
    Rispetta una routine di pulizia settimanale. Fai in modo di usare l'aspirapolvere e lavare i pavimenti lo stesso giorno ogni settimana. Usa un panno in microfibra o un piumino da spolvero su tutte le superfici. Non dimenticarti di guardare anche in alto; i ventilatori a soffitto, le modanature a corona e i ripiani superiori delle librerie sono punti in cui gli allergeni possono depositarsi.[4]
    • Se possibile, gli individui allergici dovrebbero lasciare le faccende domestiche ad altre persone; se invece non possono fare diversamente, dovrebbero indossare una mascherina monouso per la polvere, soprattutto mentre usano l'aspirapolvere.
  3. 3
    Procurati un aspirapolvere con filtro HEPA. Si tratta di un elettrodomestico designato specificamente per rimuovere e intrappolare le microparticelle, anche quelle dalle dimensioni inferiori a 0,3 micron; controlla che sia certificato come antiallergico dall'European Centre for Allergy Research Foundation (o altre organizzazioni simili del tuo Paese). Diffida degli apparecchi che vengono pubblicizzati come in grado di rimuovere gli allergeni pur non avendo un filtro HEPA.[5]
    • Elimina e spazza via i residui rimasti nell'aspirapolvere dopo ogni uso, in modo che gli allergeni non tornino a contaminare la casa.
  4. 4
    Metti delle coperture su cuscini e materassi. Acquista dei prodotti tessili la cui porosità sia inferiore a 6 micron; questo significa che la maglia del tessuto è troppo piccola per permettere ad acari e altri allergeni di passare. Per una maggiore protezione dovrebbero essere coperture chiudibili con la cerniera e lavabili. Acquistane in quantità sufficiente per rivestire la rete, il materasso, i guanciali e i cuscini del divano.[6]
    • Le coperture in tessuto non tessuto hanno una durata inferiore ed è più probabile che accumulino allergeni nelle aree in cui si formano le pieghe.[7]
  5. 5
    Lava tutta la biancheria da letto almeno una volta a settimana. Recupera tutte le lenzuola, federe, biancheria e mettile in lavatrice impostando la temperatura più alta possibile. L'acqua dovrebbe raggiungere almeno i 60 °C per uccidere tutti gli allergeni; per garantire un livello di igiene ancora maggiore, puoi asciugare i panni in asciugatrice ad alta temperatura.[8]
    • Se le istruzioni per il lavaggio delle lenzuola raccomandano di non usare temperature troppo elevate, attieniti alle indicazioni e scegli un ciclo di lavaggio con acqua più fredda; se la biancheria è particolarmente sporca, valuta di portarla presso un lavasecco.
    • Non dimenticare di lavare gli animaletti di peluche dei bambini. Togli le parti che puoi staccare, mettili in un sacchetto a rete per lavatrice e inseriscili in asciugatrice facendo mezzo ciclo (circa 20 minuti) alla temperatura più alta per uccidere gli acari della polvere.[9]
  6. 6
    Lava o togli i tessuti delle finestre. Scegli dei tendaggi lavabili in lavatrice e procedi con una pulizia mensile come minimo; puoi anche utilizzare l'aspirapolvere ogni settimana inserendo l'accessorio a spazzola. Una soluzione ancora migliore è sostituire i tendaggi di tessuto con persiane in legno o veneziane.[10]
  7. 7
    Prenditi cura del bagno. Ogni due anni circa rimuovi il vecchio silicone attorno al lavandino e alla vasca e applicane uno nuovo; nello stesso momento togli e sostituisci eventuali piastrelle crepate o danneggiate. Pulisci la stanza scrupolosamente ogni settimana per tenere a bada anche l'umidità; usa una soluzione di aceto bianco distillato e acqua in parti uguali.[11]
    • Durante la pulizia settimanale strofina tutte le superfici delle piastrelle, gli specchi, i pomoli e i rubinetti; non dimenticarti di passare velocemente il mocio o lo straccio sul pavimento.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Minimizzare l'Accumulo di Allergeni

  1. 1
    Aggiungi degli zerbini a tutte le porte d'ingresso. Mettine uno all'esterno e all'interno di ogni ingresso per bloccare e intrappolare la maggior parte degli irritanti, in modo da tenere la casa pulita; ricorda di scuoterli spesso. Potresti anche decidere di togliere le scarpe all'interno della casa e chiedere agli ospiti di fare altrettanto.[12]
    • Se opti per quest'ultima scelta, metti un cestino o uno scaffale vicino a ogni porta d'ingresso in cui riporre le scarpe.
  2. 2
    Elimina o riponi tutti gli oggetti che creano confusione. Vai in ogni stanza e raduna qualsiasi elemento che può riempirsi di polvere o che deve essere gettato; ricicla o butta via tutti i giornali e le riviste in eccesso; presta attenzione alle piccole cianfrusaglie che puoi mettere in qualche cestino di plastica e riporle correttamente.[13]
    • Non dimenticare di ispezionare la stanza dei bambini; tutti i giocattoli o gli animaletti di peluche in più possono essere donati o conservati in bidoni.
  3. 3
    Cambia la pavimentazione passando al parquet o alle piastrelle. La moquette assorbe la maggior parte di ogni tipo di allergene, come la forfora degli animali e la polvere; togliendola, soprattutto in camera da letto e in bagno, riduci notevolmente il livello di allergeni in casa. Se però non puoi farne a meno, scegline una a pelo raso e lavala spesso.[14]
    • Se sei preoccupato che il pavimento diventi troppo freddo, copri alcune zone con dei tappeti lavabili.[15]
  4. 4
    Scegli mobili facili da pulire. Cerca comò, sedie, comodini e altri componenti d'arredo realizzati in materiale meno allergenico, come plastica, metallo o pelle; vanno bene anche alcuni tipi di legno trattato o naturale purché siano senza scanalature in cui possa annidarsi facilmente la polvere. Evita i mobili tappezzati se possibile, perché è impossibile riuscire a lavarli perfettamente.[16]
    • Sebbene i mobili d'epoca in legno o quelli dipinti siano esteticamente gradevoli, possono rilasciare allergeni problematici, come i vapori o il piombo della vernice.[17]
  5. 5
    Sottoponi gli animali domestici a una buona toelettatura. Fai loro il bagno e spazzola il pelo con la maggiore frequenza possibile; si tratta di un dettaglio particolarmente importante durante il cambio di stagione, quando il pelo si disperde più facilmente e la forfora raggiunge il picco massimo di produzione. Definisci un'area di casa "libera da animali domestici", solitamente la camera da letto, in cui l'aria sia pressoché senza forfora.[18]
    • Le persone che tengono i propri cani o gatti fuori dalla stanza da letto hanno meno probabilità di sviluppare allergie agli animali quando diventano adulte.[19]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Mantenere una Buona Qualità dell'Aria

  1. 1
    Elimina tutti i diffusori elettrici di deodoranti per ambiente. Quei bei deodoranti o candele usati per rinfrescare l'aria di casa possono rilasciare i composti organici volatici (COV), causando o anche aggravando possibili problemi respiratori, oltre al fatto che possono scatenare forti cefalee o emicranie.[20]
  2. 2
    Apri le finestre. Entra in ogni stanza di casa e lascia socchiusa almeno una finestra ogni settimana. Il picco massimo di concentrazione del polline si verifica tra le 10:00 e le 15:00, è meglio quindi arieggiare le stanze il mattino presto o verso sera; anche tenere le finestre aperte per soli 10 minuti permette di rinfrescare l'aria di casa.[21]
    • Installando delle zanzariere e mantenendo attivo il condizionatore puoi ridurre il numero di allergeni e parassiti in casa.[22]
  3. 3
    Prenditi cura delle piante da appartamento. Alcune, come l'edera comune, sono in grado di assorbire le tossine volatili e mantengono la casa libera dagli allergeni; tuttavia, possono rilasciare spore di muffa quando vengono innaffiate troppo o non vengono potate. Scegli piante di cui riesci a prenderti cura e vedrai come risultato un'aria di casa più pura.[23]
  4. 4
    Installa delle vere ventole di scarico. La cappa della cucina e la ventola del bagno dovrebbero inviare l'aria direttamente all'esterno; tuttavia, corri il rischio di "sparare" questo flusso contaminato di umidità direttamente ai piani alti della casa e da lì a tutta l'abitazione. Osserva il percorso degli scarichi e installa delle ventole nuove se necessario.[24]
  5. 5
    Utilizza un igrometro. Acquista questo strumento di misura in ferramenta e controlla il tasso di umidità di ogni stanza; segui le istruzioni riportate sulla confezione. Se in qualche ambiente ottieni dei valori che superano il 60%, devi installare un deumidificatore nel locale incriminato; l'umidità in eccesso favorisce lo sviluppo della muffa.[25]
    • Anche le temperature elevate permettono alla muffa di prendere il sopravvento; fai in modo che quella domestica sia compresa tra 20 e 22 °C.[26]
  6. 6
    Esegui un test della qualità dell'aria. Acquista un kit online o presso una ferramenta; segui scrupolosamente le indicazioni riportate sulla confezione e raccogli i campioni come richiesto. Una volta inviato il materiale al laboratorio di analisi, entro qualche giorno ricevi i risultati con un elenco dei livelli di allergeni presenti nell'abitazione, come gli acari della polvere. In questo modo, puoi trattare in maniera più mirata eventuali aree problematiche.[27]
  7. 7
    Fatti visitare da un allergologo. Questi può sottoporti a una serie di test per individuare con precisione le sostanze a cui sei sensibile; può inoltre offrirti dei consigli per minimizzare la presenza di allergeni in casa. Alcuni professionisti sono perfino disposti a fare una "visita a domicilio" per valutare le condizioni dell'abitazione e indicarti le modifiche da apportare.[28]
  8. 8
    Cambia i filtri dell'aria. Leggi il manuale di istruzioni dell'impianto dell'aria condizionata e cambiane i filtri rispettando la frequenza indicata. Acquista dei ricambi che rispettino le nuove direttive europee per quanto riguarda l'efficienza minima. Per garantire la massima protezione, aggiungi anche dei filtri portatili che intrappolano gli allergeni e che richiedono una pulizia e/o sostituzione frequente.[29]
    • Assicurati che i filtri portatili non sfruttino l'ozono per purificare l'aria, dato che è un comune irritante per i soggetti allergici.[30]
    Pubblicità

Consigli

  • Non devi preoccuparti solamente della casa per risolvere il problema delle allergie; dovresti prenderti cura del tuo sistema immunitario, ad esempio rispettando questi semplici suggerimenti:
    • Mantieni una buona idratazione; bevi molta acqua e bevande analcoliche senza caffeina durante tutto il giorno.
    • Svolgi attività fisica; impegnati per allenarti moderatamente 30 minuti al giorno.
    • Dormi a sufficienza; mediamente, un individuo adulto ha bisogno di riposare 7-9 ore ogni notte.
    • Assumi la vitamina C; questo prezioso nutriente rafforza il sistema immunitario e una sua carenza indebolisce le difese dell'organismo.[31]
    • Prova a usare degli spray nasali salini. I trattamenti come il neti lota permettono di lavare i seni nasali dagli allergeni, ripristinare la corretta idratazione delle mucose e ridurre l'infiammazione. Usandoli regolarmente ti sbarazzi dei batteri e minimizzi la produzione di muco.
    • Fai la doccia prima di coricarti. Potrebbe sembrare un'azione semplice e infatti la è; lavandoti prima di andare a letto pulisci la pelle dal polline o altre sostanze che si sono accumulate su corpo e capelli durante il giorno.
  • Sbarazzati rapidamente dell'immondizia domestica, in modo da tenere a bada parassiti e roditori.[32]
Pubblicità

Avvertenze

  • Non fumare in casa.[33]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Luba Lee, FNP-BC. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006.
Categorie: Pulizia | Allergie
  1. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/7
  2. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/8
  3. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/4
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/allergies/in-depth/allergy/art-20049365
  5. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/3
  6. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/allergies/in-depth/allergy/art-20049365
  7. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/allergies/in-depth/allergy/art-20049365
  8. http://www.familycircle.com/home/green-living/clean-living-how-to-allergy-proof-your-home/?page=2
  9. http://www.yummymummyclub.ca/blogs/alexandria-durrell-irritated-by-allergies/20131017/winters-a-comin
  10. http://www.health.com/health/gallery/0,,20900096,00.html/view-all#declare-a-pet-free-zone
  11. http://www.health.com/health/gallery/0,,20900096,00.html/view-all#toss-the-plug-in-room-air-freshener
  12. https://www.houzz.com/ideabooks/10186599/list/18-ways-to-allergy-proof-your-home
  13. http://www.cnn.com/2009/HEALTH/08/20/allergy.proof.home/
  14. http://www.health.com/health/gallery/0,,20900096,00.html/view-all#don-t-overwater-your-plants-0
  15. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/10
  16. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/11
  17. http://www.health.com/health/gallery/0,,20900096,00.html/view-all#check-your-temp-0
  18. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/12
  19. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/1
  20. http://www.health.com/health/gallery/0,,20900096,00.html/view-all#use-a-filter-for-forced-air-systems-0
  21. https://www.thisoldhouse.com/ideas/13-ways-to-allergy-proof-your-home/page/13
  22. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19263912
  23. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/allergies/in-depth/allergy/art-20049365
  24. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/allergies/in-depth/allergy/art-20049365?pg=2

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità