Come Riconoscere e Trattare l'Intossicazione da Alcool

Scritto in collaborazione con: Anthony Stark, EMR

A molti piace bere uno o più drink, di tanto in tanto, ma abusare con le quantità in un periodo di tempo limitato può causare un'intossicazione da alcool,[1] ostacolando il corretto funzionamento dell'organismo e provocando, nei casi più estremi, anche la morte.[2] Imparando a bere in modo responsabile e a riconoscere e trattare l'intossicazione da alcool puoi salvaguardare la tua salute e quella degli altri.

Parte 1 di 3:
Riconoscere i Sintomi dell'Intossicazione da Alcool

  1. 1
    Diventa consapevole dei rischi che corri bevendo. Spesso l'intossicazione da alcool è una conseguenza del "binge drinking", ovvero dell'assumere molte bevande alcoliche in un arco di tempo limitato (in genere, almeno quattro drink per le donne e cinque per gli uomini nell'arco di due ore).[3] Ci sono tuttavia diversi altri elementi che possono aumentare il rischio di insorgenza di questa patologia, tra i quali per esempio:[4]
    • La costituzione fisica, il peso e lo stato di salute generale;
    • L'essere a digiuno da qualche ora;
    • L'uso di droghe o farmaci;
    • Il grado alcolico dei drink assunti;
    • La qualità e la frequenza a cui vengono assunti i drink;
    • Il livello di tolleranza personale all'alcool, che può abbassarsi notevolmente in caso di temperatura elevata, disidratazione o affaticamento fisico.
  2. 2
    Vigila sulle quantità. Fai del tuo meglio per tenere sotto controllo il numero di drink assunti non solo da te, ma anche da chi ti sta vicino. Farlo ti consentirà di riconoscere più facilmente gli eventuali segnali che indicano un'intossicazione da alcool e di informare correttamente il personale medico in caso di necessità. Inoltre, potrai cercare di minimizzare il rischio di insorgenza del problema. Ricorda che un "drink" equivale a:
    • 350 ml di birra comune, con un grado alcolico pari a circa il 5%;
    • 240-265 ml di qualunque bevanda con un grado alcolico pari a circa il 7%;
    • 150 ml di vino, con un grado alcolico pari a circa il 12%;
    • 45 ml di un qualunque superalcolico, ovvero di qualunque bevanda che contiene una quantità di alcol superiore al 21%.[5] Esempi di superalcolici includono gin, rum, tequila, whisky e vodka.[6]
  3. 3
    Analizza i sintomi fisici. Spesso l'intossicazione da alcool presenta specifici disturbi fisici ai quali è bene fare attenzione. Nota che non è affatto necessario che si presentino tutti insieme per poter determinare uno stato di intossicazione. Tali sintomi includono:[7]
    • Vomito;
    • Convulsioni;
    • Respirazione lenta (meno di 8 respiri al minuto);
    • Respirazione irregolare (assenza di respiri per più di 10 secondi);
    • Pelle pallida o bluastra;
    • Ipotermia o temperatura corporea bassa;
    • Perdita di coscienza.
  4. 4
    Rileva i sintomi cognitivi. Oltre ai sintomi fisici, l'intossicazione da alcool può causare anche alcune alterazioni delle funzioni cognitive. In particolare, nota se tu o qualcun altro accusate i seguenti disturbi:[8]
    • Confusione mentale;
    • Mancata reazione agli stimoli;
    • Coma o incoscienza;
    • Incapacità di svegliarsi;
    • Perdita dell'orientamento o dell'equilibrio.
  5. 5
    Cerca immediatamente aiuto. L'intossicazione da alcool è una vera e propria emergenza sanitaria che può avere delle conseguenza anche gravi, inclusa la morte. Se hai il sospetto che una persona abbia assunto una dose eccessiva di alcool, fermalo tempestivamente e chiama subito il servizio di emergenza.[9] Il fatto di sottovalutare i sintomi potrebbe avere delle conseguenze anche tragiche, per esempio:[10]
    • Morte per soffocamento durante il vomito;
    • Respiro intermittente o assente;
    • Aritmia cardiaca (irregolarità del battito del cuore);
    • Assenza di battito cardiaco;
    • Ipotermia o temperatura corporea bassa;
    • Ipoglicemia (rapido abbassamento del livello di zuccheri nel sangue, che può provocare convulsioni);
    • Disidratazione grave dovuta al vomito, le cui conseguenze possono essere convulsioni, danni cerebrali permanenti e anche la morte;
    • Pancreatite acuta;
    • Morte.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trattare l'Intossicazione da Alcool

  1. 1
    Chiama subito il servizio d'emergenza. Chiama un'ambulanza o porta subito la persona al pronto soccorso più vicino, se sospetti che possa avere un'intossicazione da alcool, anche se non presenta i comuni sintomi della patologia.[11] Solo così sarai certo che riceva tutte le cure necessarie per cercare di evitare che si manifestino dei disturbi più gravi o che sopraggiunga la morte.
    • Non metterti al volante se hai assunto delle bevande alcoliche. Chiama il 118 o un taxi per essere trasportato urgentemente all'ospedale.
    • Fornisci tutte le informazioni necessarie al personale medico, in modo che possa curare al meglio la persona che sta male. Le indicazioni più importanti includono la quantità e la tipologia di alcool assunto, nonché le tempistiche di assunzione.[12]
    • Se hai paura di chiamare il servizio di emergenza perché tu o un tuo amico avete assunto delle bevande alcoliche pur essendo minorenni, metti da parte i dubbi e cerca immediatamente aiuto. Anche se hai paura di poter finire nei guai con le forze dell'ordine o con i tuoi genitori perché non hai l'età consentita per bere alcolici, comprendi che le conseguenze di un mancato soccorso potrebbero essere notevolmente più gravi, inclusa la morte.[13]
  2. 2
    Monitora le condizioni della persona fino all'arrivo del personale medico. Mentre aspetti che arrivi l'ambulanza o di raggiungere l'ospedale, tieni sotto controllo la persona, se sospetti che possa avere un'intossicazione da alcool. Ispezionarne i sintomi e le funzioni corporee può servire a prevenire che insorgano delle conseguenze più gravi o la morte; inoltre, ti darà modo di fornire delle indicazioni precise al personale medico.[14]
  3. 3
    Rimani accanto alla persona incosciente. Se qualcuno ha perso i sensi dopo aver abusato di bevande alcoliche, rimanigli sempre accanto. In questo modo potrai assicurarti che non rischi di soffocare vomitando o accorgerti se ha difficoltà a respirare.[15]
  4. 4
    Aiutala in caso di vomito. Se la persona che potrebbe avere un'intossicazione da alcool dovesse vomitare, è importante cercare di farla stare seduta. In questo modo si ridurrà il rischio che possa morire per soffocamento.[18]
    • Se non riesce a stare seduta, girala su un fianco, nella posizione laterale di sicurezza, in modo che non rischi di soffocare.[19]
    • Cerca di tenerla sveglia per minimizzare il rischio che perda i sensi.[20]
    • Falle bere dell'acqua per ridurre il rischio di disidratazione dell'organismo.[21]
  5. 5
    Cerca di tenerla al caldo. Coprila con una coperta, con un cappotto o con qualunque cosa che possa aiutarla a stare al caldo. Fare ciò serve a mantenerla in condizioni confortevoli e a ridurre al minimo il rischio che possa perdere coscienza o entrare in stato di shock.[22]
  6. 6
    Evita i "rimedi" inadeguati. Esistono delle pratiche di uso comune utilizzate per aiutare una persona a stare meglio dopo che ha bevuto troppo, ma oltre a essere inefficaci possono risultare addirittura dannose. I seguenti rimedi non attenueranno i sintomi e potrebbero perfino peggiorare la situazione:[23][24]
    • Bere caffè;
    • Fare una doccia fredda;
    • Camminare;
    • Bere dell'altro alcool.
  7. 7
    Ricevere le cure necessarie in ospedale. Una volta raggiunto il pronto soccorso, il personale medico valuterà quali sono le condizioni e gli interventi necessari per trattare l'intossicazione da alcool.[25] I medici gestiranno i sintomi e manterranno il paziente costantemente monitorato.[26] Le possibili cure per l'intossicazione da alcool includono:[27][28][29]
    • Inserimento di un tubo nella trachea (intubazione) attraverso il quale è possibile ossigenare i polmoni del paziente e rimuovere eventuali ostruzioni.
    • Inserimento di una flebo in vena per regolare il livello di idratazione dell'organismo e di vitamine e zuccheri nel sangue.
    • Inserimento di un catetere nella vescica.
    • Lavanda gastrica attraverso un tubo inserito in bocca o nel naso (lo stomaco viene prima svuotato e poi "lavato" per eliminare le sostanze tossiche).
    • Ossigenoterapia.
    • Emodialisi, ovvero la "pulizia" del sangue attraverso un sistema di filtraggio volto a eliminare le tossine dal corpo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Bere Responsabilmente

  1. 1
    Comprendi quali sono le conseguenze del bere alcolici. Con il tempo, l'organismo aumenta il proprio livello di tolleranza all'alcool e corre il rischio di diventarne dipendente. Bere in modo assennato e in quantità moderate ti consente di apprezzare gli alcolici senza rischiare di sviluppare una dipendenza.[30][31]
    • La tolleranza all'alcool si sviluppa di solito nel corso degli anni; in pratica, il corpo si adatta a bere specifiche quantità di alcool, per esempio una birra o un bicchiere di vino.[32]
    • La dipendenza è caratterizzata da un consumo regolare e compulsivo di alcool, che finisce per diventare l'unico interesse della persona.[33][34]
  2. 2
    Valuta il tuo livello di tolleranza. Scopri quanto alcool può sopportare il tuo organismo. Sapere quali sono tuoi limiti potrebbe aiutarti a non esagerare, prevenendo il rischio di intossicazione da alcool.
    • Basati sulla quantità di alcolici che consumi attualmente. Per esempio, se sei astemio o hai l'abitudine di bere solo un paio di drink alla settimana, significa che il tuo grado di tolleranza è relativamente basso. Se bevi di più, la tua tolleranza varia proporzionalmente.
  3. 3
    Usa il buonsenso. Cerca di attenerti scrupolosamente alle linee guida raccomandate dagli esperti della salute per non correre il rischio di sviluppare una dipendenza o di soffrire di un'intossicazione da alcool.[35]
    • Le donne dovrebbero consumare al massimo 2-3 unità alcoliche al giorno.[36]
    • Gli uomini non dovrebbero superare il limite di 3-4 unità alcoliche al giorno.[37]
    • Un’unità alcolica corrisponde a circa 12 g di etanolo, pertanto le quantità concesse variano in base alla percentuale di alcool di ogni bevanda.[38] Per fare un esempio pratico, una bottiglia di vino corrisponde a circa 9-10 unità alcoliche.[39]
    • Sii cauto nelle occasioni in cui decidi di concederti uno o due drink in più rispetto al solito. In ogni caso, non superare mai i limiti dettati dalle linee guida. Se sei astemio, concediti un unico drink, meglio se in dose dimezzata. In generale, se vuoi bere del vino o un liquore, cerca di non superare la dose di un bicchiere e mezzo o due.
    • Tra un drink e l'altro bevi dell'acqua per mantenere il corpo correttamente idratato. Dato che quando siamo in gruppo tendiamo a imitare gli altri, avere qualcosa da bere ti aiuterà anche a non sentirti escluso.
  4. 4
    Non continuare a bere a lungo. Tieni il conto di quanti drink assumi e fermati subito se non sei certo di quanto hai bevuto. È importante cercare di evitare di ubriacarti, o peggio di sviluppare un'intossicazione da alcool. Potrebbe essere utile fissare un orario entro il quale smetterai di bere. Per esempio, se intendi trascorrere una serata con gli amici, puoi decidere di non bere più alcolici dopo la mezzanotte.
  5. 5
    Programma delle giornate senza alcool. Valuta di astenerti dal bere alcolici almeno due giorni alla settimana. Questa pratica può aiutarti a minimizzare il rischio di sviluppare una dipendenza, consentendo inoltre al corpo di smaltire quello che hai bevuto nei giorni precedenti.[40]
    • Non riuscire a evitare di bere alcool per un giorno potrebbe indicare che sei già dipendente.[41][42] Se senti di non poter rinunciare a bere, chiedi aiuto al tuo medico o a una persona fidata.
  6. 6
    Scopri quali sono i rischi e i pericoli legati all'alcool. Ogni volta che assumi una bevanda alcolica, rischi di nuocere alla tua salute. L'unico modo per evitare qualunque conseguenza negativa è non bere affatto: più bevi, maggiori sono i rischi che fai correre al tuo corpo.[43][44]
    • La tolleranza all'alcool non ti protegge affatto dai danni causati da questa sostanza.[45]
    • Gli effetti negativi causati dall'alcool sono numerosi, tra cui per esempio aumento di peso, depressione, problemi cutanei e perdita della memoria a breve termine.[46]
    • A lungo termine, il consumo di alcool potrebbe causare ipertensione, malattie croniche del fegato e cancro al seno.[47]
    Pubblicità

Consigli

  • Se temi che tu o qualcun altro possiate avere un'intossicazione da alcool, chiama subito il servizio di emergenza medica.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non lasciare mai una persona da sola mentre è incosciente con l'intento di lasciarle "smaltire la sbornia".
  • Fai attenzione a non assumere molte bevande alcoliche in un arco di tempo limitato e, se ti sembra che qualcuno stia esagerando, cerca di fermarlo prima che raggiunga un livello di intossicazione da alcool.
  • Non cercare di trattare l'intossicazione da alcool da solo, è indispensabile rivolgersi a un medico.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Tecnico di Emergenza Sanitaria
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Anthony Stark, EMR. Anthony Stark è un Tecnico di Emergenza Sanitaria nella Columbia Britannica. Lavora attualmente per il British Columbia Ambulance Service.
Categorie: Dipendenza
  1. http://pubs.niaaa.nih.gov/publications/AlcoholOverdoseFactsheet/Overdosefact.htm
  2. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  3. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  5. http://www.nhs.uk/Conditions/alcohol-poisoning/Pages/Treatment.aspx
  6. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  7. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  8. http://www.nhs.uk/Conditions/alcohol-poisoning/Pages/Treatment.aspx
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  10. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  11. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/symptoms/con-20029020
  12. http://www.nhs.uk/Conditions/alcohol-poisoning/Pages/Treatment.aspx
  13. http://www.nhs.uk/Conditions/alcohol-poisoning/Pages/Treatment.aspx
  14. http://www.nhs.uk/Conditions/alcohol-poisoning/Pages/Treatment.aspx
  15. http://pubs.niaaa.nih.gov/publications/AlcoholOverdoseFactsheet/Overdosefact.htm
  16. http://pubs.niaaa.nih.gov/publications/AlcoholOverdoseFactsheet/Overdosefact.htm
  17. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/treatment/con-20029020
  18. http://www.nhs.uk/Conditions/alcohol-poisoning/Pages/Treatment.aspx
  19. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/treatment/con-20029020
  20. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/alcohol-poisoning/basics/treatment/con-20029020
  21. http://www.dependency.net/learn/drug-and-alcohol-tolerance-vs-dependence/
  22. http://oade.nd.edu/educate-yourself-alcohol/alcohol-problem-vs-alcohol-dependency/
  23. http://www.dependency.net/learn/drug-and-alcohol-tolerance-vs-dependence/
  24. http://www.dependency.net/learn/drug-and-alcohol-tolerance-vs-dependence/
  25. http://oade.nd.edu/educate-yourself-alcohol/alcohol-problem-vs-alcohol-dependency/
  26. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking
  27. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking
  28. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking
  29. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking/understanding-units
  30. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking/it-all-adds-up
  31. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking/sensible-drinking-guidelines
  32. http://www.dependency.net/learn/drug-and-alcohol-tolerance-vs-dependence/
  33. http://oade.nd.edu/educate-yourself-alcohol/alcohol-problem-vs-alcohol-dependency/
  34. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking
  35. http://www.nhs.uk/Tools/Documents/Alcohol%20myth%20buster.htm
  36. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking
  37. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking
  38. http://www.drinksmarter.org/what-is-sensible-drinking

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità