Come Riconoscere i Segni della Dislessia

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

La dislessia è un disturbo caratterizzato principalmente da una difficoltà di apprendimento della capacità di lettura. Colpisce circa il 4% dei bambini, sebbene ci siano milioni di casi non diagnosticati, e dipende da una diversità neurobiologica del cervello, pertanto non è determinata da scarsa scolarizzazione, quoziente intellettivo basso o disturbi della vista.[1] Le persone affette da dislessia spesso hanno difficoltà nello scomporre le parole in unità più piccole, così come nel convertire in forma grafemica le informazioni verbali. In altri termini, i dislessici non riescono a trasformare il linguaggio in pensiero (nell’ascolto o nella lettura) e il pensiero in linguaggio (nella scrittura o nella comunicazione orale).[2] Per questo motivo spesso non leggono con la precisione, scioltezza o velocità dei soggetti non dislessici.[3] L’aspetto positivo è che, sebbene la dislessia sia un disturbo permanente, può essere trattata grazie a interventi riabilitativi mirati. Nonostante il segnale principale sia il ritardo o la difficoltà dell’abilità di lettura, in realtà ci sono numerosi sistemi per riconoscere la dislessia nei bambini in età prescolare e scolare e negli adulti.

Parte 1 di 3:
Riconoscere la Dislessia nei Bambini in Età Prescolare (3-6 Anni)

  1. 1
    Presta attenzione alle difficoltà nel parlare e nell’ascoltare. La dislessia è caratterizzata da problemi nella decodifica e nell’elaborazione del linguaggio, pertanto i sintomi si manifestano in diverse aree, oltre che nella lettura.[4] Uno o due sintomi non sono necessariamente indicativi della dislessia, ma se tuo figlio ne manifesta molti, dovresti parlarne con il pediatra.
    • Ritardo nella produzione del linguaggio (sebbene questo possa dipendere da molte altre cause). Consulta il tuo pediatra se questo aspetto ti preoccupa. [5]
    • Problemi di articolazione delle parole, compresa l’inversione di lettere e sillabe (come "al" al posto di "la").”[6]
    • Difficoltà nel segmentare le parole in suoni e viceversa, e nel comporre i suoni per formare le parole nella comunicazione verbale.[7]
    • Difficoltà nel riconoscere le parole che rimano.[8]
  2. 2
    Presta attenzione alle difficoltà di apprendimento. Siccome i bambini dislessici manifestano problemi nel processo fonologico (manipolazione dei suoni) e nella visualizzazione di pattern di lettere, potrebbero presentare alcune difficoltà nell’apprendimento di base, come: [9]
    • Ritardo del linguaggio. Di solito i bambini dislessici hanno un lessico limitato.[10]
    • Difficoltà nel ricordare i nomi delle lettere, dei numeri e dei colori. Potrebbero anche essere lenti nel ricordare i nomi di oggetti familiari.[11]
    • Difficoltà nel riconoscere il proprio nome.[12][13]
    • Difficoltà nel formulare rime o recitare filastrocche.
    • Difficoltà nel ricordare il contenuto, perfino di uno dei suoi video preferiti.
    • Nota che gli errori di ortografia non sono necessariamente indicativi di dislessia nei bambini in età prescolare. Molti bambini che frequentano la scuola materna o i primi anni di scuola elementare invertono i numeri e le lettere semplicemente perché stanno ancora imparando a scrivere. Tuttavia, questo potrebbe rappresentare un segnale di dislessia nei bambini più grandi, pertanto se il problema dell’inversione di lettere e numeri persiste, sarebbe opportuno sottoporre tuo figlio ai test di valutazione della dislessia.[14]
  3. 3
    Valuta le difficoltà fisiche. Poiché la dislessia comporta un’alterazione dell'organizzazione spazio-temporale e difficoltà nella motricità fine, nei bambini piccoli potrebbe manifestarsi anche a livello fisico, per esempio:[15]
    • Ritardo nello sviluppo di abilità motorie fini, come tenere una matita o un libro, usare i bottoni e le cerniere o spazzolarsi i denti.[16][17]
    • Difficoltà nel distinguere la sinistra dalla destra.[18]
    • Difficoltà nel muoversi a ritmo di musica.[19]
  4. 4
    Consulta il pediatra del tuo bambino. Se temi che tuo figlio possa essere dislessico, è preferibile che ne parli con il suo pediatra. Una diagnosi precoce è essenziale per aiutare i bambini ad affrontare efficacemente la dislessia.
    • Gli specialisti dispongono di una serie di test che consente loro di diagnosticare la dislessia perfino nei bambini di appena 5 anni.[20]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Riconoscere la Dislessia nei Bambini in Età Scolare (6-18 anni)

  1. 1
    Presta attenzione alle difficoltà nella lettura. La dislessia nei bambini e negli adolescenti solitamente si riconosce quando essi sono più lenti rispetto ai compagni nell’apprendere a leggere o la loro abilità di lettura è al di sotto del livello atteso in base alla propria età. Questo è il segnale primario della dislessia.[21] Le difficoltà nella lettura possono includere:[22]
    • Ritardo nell’imparare a collegare le lettere ai suoni.[23]
    • Confusione dell’ordine delle lettere in parole brevi, come “ra” per “ar” o “la” per “al”.
    • Errori caratteristici nella lettura e nella scrittura, anche dopo le correzioni.[24] Gli errori più comuni includono l’inversione di lettere, sillabe o parole; la sostituzione di lettere con altre di suono affine (m/n, d/b, v/f); l’omissione di vocali. [25]
    • Necessità di leggere molteplici volte lo stesso paragrafo per comprenderne il significato.[26][27]
    • Difficoltà nel comprendere concetti adeguati alla propria età.[28]
    • Difficoltà nel prendere appunti e nel prevedere la sequenza successiva di una storia.[29]
  2. 2
    Osserva i problemi di ascolto e di linguaggio. La causa di fondo della dislessia è un deficit della componente fonologica del linguaggio, la capacità di vedere o sentire una parola, scomporla in suoni e successivamente associare ciascun suono alle lettere che compongono la parola.[30] Sebbene tale deficit renda la lettura particolarmente difficile, spesso si ripercuote anche sulla capacità di ascoltare e parlare chiaramente e correttamente.[31] I segnali includono:
    • Problemi nel comprendere rapide istruzioni o nel ricordare sequenze di comandi.
    • Difficoltà nel ricordare ciò che hanno ascoltato.
    • Difficoltà nell’esprimere i propri pensieri.[32] Il bambino potrebbe anche formulare frasi incerte o incomplete.[33]
    • Problemi nell'elaborazione veloce del linguaggio: uso di parole errate o di parole simili per esprimere i propri concetti.
    • Difficoltà nel formulare le rime e comprenderle.[34]
  3. 3
    Osserva i sintomi fisici. Poiché la dislessia comporta problemi di organizzazione spaziale, i bambini dislessici potrebbero anche manifestare delle difficoltà a livello motorio. Alcuni segnali di scarsa coordinazione motoria includono:[35]
    • Difficoltà nello scrivere o nel copiare. La loro scrittura potrebbe essere illeggibile.
    • Frequente confusione di alcuni riferimenti spaziali: destra e sinistra, sopra e sotto.
  4. 4
    Presta attenzione ai segnali emotivi e comportamentali. I bambini dislessici spesso si sforzano enormemente a scuola, particolarmente quando diventano consapevoli che i loro coetanei sono in grado di leggere e scrivere con relativa facilità. Ne risulta che potrebbero sentirsi meno intelligenti o pensare di aver in qualche modo fallito.[36] Ci sono molti segnali emotivi e comportamentali che potrebbero indicare che tuo figlio necessita di una diagnosi accurata e di un intervento terapeutico adeguato:
    • Il bambino manifesta una scarsa autostima.[37][38]
    • Tende a isolarsi e a deprimersi e si rifiuta di socializzare o di stare insieme ai propri compagni.[39]
    • È ansioso. Alcuni esperti ritengono che l’ansia sia uno dei segnali emotivi più frequenti che si manifesta nei bambini dislessici.[40]
    • Il bambino vive un profondo senso di frustrazione che spesso manifesta attraverso scatti d'ira.[41] Potrebbe anche assumere un comportamento preoccupante, per esempio fare i capricci, per distogliere l’attenzione dalla sua difficoltà di apprendimento.[42]
    • Il bambino potrebbe non riuscire a mantenere la concentrazione e dare l’impressione di essere iperattivo o che sogni a occhi aperti.[43]
  5. 5
    Nota i comportamenti di evitamento. I bambini e gli adolescenti dislessici potrebbero deliberatamente cercare di evitare le situazioni in cui devono leggere, scrivere o parlare in pubblico davanti ai propri coetanei, insegnanti e genitori. Sappi che soprattutto gli adolescenti adottano strategie di coping ed evitamento. Ciò che sembrerebbe mancanza di organizzazione o perfino pigrizia potrebbe essere un sistema per evitare le difficoltà associate alla dislessia.[44]
    • I bambini e gli adolescenti potrebbero fingersi malati per evitare di leggere a voce alta o di parlare in pubblico, per timore di imbarazzarsi.
    • Potrebbero anche posticipare i compiti di lettura e scrittura per rimandare il problema il più a lungo possibile.
  6. 6
    Confrontati con l’insegnante e il medico di tuo figlio. Se pensi che possa essere dislessico sulla base di alcuni dei segnali sopracitati, è fondamentale che consulti coloro che sono coinvolti nella sua formazione, come gli insegnanti e il pediatra. Queste persone possono indirizzarti allo specialista giusto, affinché tuo figlio sia valutato da un esperto. La diagnosi precoce è importante per aiutare i bambini a imparare ad affrontare la dislessia.
    • I bisogni non soddisfatti nei bambini dislessici possono avere conseguenze negative in età adulta.[45] Alcune ricerche hanno dimostrato che più di un terzo degli studenti affetti da dislessia si ritira dalla scuola superiore, incidendo in maniera significativa sul fenomeno dell’abbandono scolastico.[46]
    • Per diagnosticare la dislessia non è sufficiente un unico test. La serie standardizzata di test include fino a sedici valutazioni separate, che esaminano il processo di lettura per individuare eventuali difficoltà, confrontano il livello di lettura acquisito con il potenziale di apprendimento in base all’intelligenza e valutano lo stile di apprendimento (uditivo, visivo o cinetico) con cui gli studenti riescono ad assimilare e a riprodurre meglio le informazioni.[47]
    • I test solitamente sono somministrati durante il percorso scolastico, ma per un ulteriore aiuto puoi trovare un elenco dei centri che si occupano di dislessia sul sito SOS Dislessia [1].
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Riconoscere la Dislessia negli Adulti

  1. 1
    Valuta i problemi relativi alla lettura e alla scrittura. Gli adulti che hanno convissuto a lungo con il disturbo della dislessia spesso incontrano le stesse difficoltà dei bambini. I segnali più comuni negli adulti includono:[48]
    • Lettura lenta e caratterizzata da molte imprecisioni.
    • Ortografia carente. I dislessici possono anche scrivere la stessa parola in maniera differente all’interno dello stesso testo.
    • Lessico inadeguato.
    • Difficoltà nella pianificazione e nell’organizzazione, per esempio nell’estrapolare e sintetizzare le informazioni.
    • Memoria carente e difficoltà nel memorizzare le informazioni dopo averle lette.
  2. 2
    Individua le strategie di coping. Molti adulti avranno sviluppato dei meccanismi di difesa per compensare i problemi derivanti dal disturbo.[49][50] Questi includono:[51]
    • Evitare di leggere e scrivere.
    • Affidare ad altre persone il compito di scrivere.
    • Procrastinare i compiti in cui sono richieste la lettura e la scrittura.
    • Fare affidamento sulla memoria anziché sulla lettura.
  3. 3
    Individua la presenza di alcune abilità al di sopra della media. Sebbene i dislessici possano avere difficoltà nella lettura, non significa che siano meno intelligenti. [52] In realtà spesso riescono ad avere ottimi rapporti interpersonali e sono molto intuitivi e bravi nel comprendere gli altri. Tendono anche ad avere eccellenti capacità di pensiero spaziale e riescono a emergere in campi come l’architettura e l’ingegneria, in cui sono richieste queste abilità.[53]
  4. 4
    Sottoponiti al test di valutazione. In seguito alla diagnosi di dislessia, gli adulti possono apprendere le strategie per leggere e scrivere meglio, aumentando di conseguenza la propria autostima.[54][55] Parla con un medico per trovare uno specialista (solitamente uno psicologo o un logopedista) che ti somministri i test adeguati.
    Pubblicità

Consigli

  • Molte persone dislessiche sono riuscite a ottenere un successo straordinario nelle proprie vite in svariati campi. Thomas Edison, Albert Einstein, George Washington, Charles Schwab, Andrew Jackson e Alexander Graham Bell sono i cima alla lista di politici, uomini di affari, leader militari e scienziati che si sono distinti e che hanno apportato un notevole contribuito all’umanità. Steven Spielberg, Orlando Bloom, Jay Leno, Tommy Hilfiger, Leonardo da Vinci e Ansel Adams sono artisti o stilisti famosi affetti da dislessia.[56]
  • Se tu o una persona a te cara siete dislessici, potete contare su interventi terapeutici mirati e probabilmente avere un futuro di successo.
Pubblicità

Avvertenze

  • Ci sono numerosi preconcetti a proposito della dislessia e di coloro che ne sono affetti. Per esempio, la dislessia non ha nulla a che vedere con l’intelligenza e le difficoltà che i dislessici incontrano nella lettura non dipendono da mancanza di intelligenza o di impegno. Alcuni studi hanno dimostrato che sia i bambini con quoziente intellettivo alto che quelli con quoziente intellettivo basso possono avere problemi di decodificazione fonologica – scomporre le parole in lettere e viceversa, mettere insieme i suoni per scrivere e pronunciare determinate parole.[57] Pertanto è importante che tu conosca la dislessia per cercare di capire se tu o qualcuno che conosci ne sia affetto.
  • Riconoscere la dislessia potrebbe essere difficile, perché i suoi sintomi e il livello di deficit si manifestano diversamente da soggetto a soggetto.[58] Inoltre, la presenza di altri disturbi potrebbe generare confusione, impedendo di segnare un confine chiaro tra deficit di natura diversa e tra causa ed effetto.[59]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.
Categorie: Comunicazione
  1. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  2. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  3. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  4. Annual Research Review: The Nature and Classification of Reading Disorders--A Commentary on Proposals for DSM-5 (Margaret J Snowling & Charles Hulme) in Journal of Child Psychology and Psychiatry 53(5), May 2012, pp. 593-607.
  5. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  6. http://www.adhd.com.au/Visual_Processing_Disorders.htm
  7. http://www.webmd.com/children/tc/dyslexia-symptoms
  8. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  9. http://www.medicinenet.com/dyslexia/page2.htm#what_are_the_signs_and_symptoms_of_dyslexia
  10. http://www.medicinenet.com/dyslexia/page2.htm#what_are_the_signs_and_symptoms_of_dyslexia
  11. http://www.thelearningsolutionswf.com/misconceptions.aspx
  12. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  13. http://www.medicinenet.com/dyslexia/page2.htm#what_are_the_signs_and_symptoms_of_dyslexia
  14. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  15. http://www.webmd.com/children/tc/dyslexia-symptoms
  16. http://www.dyslexia.com/library/symptoms.htm
  17. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  18. http://www.dyslexia.com/library/symptoms.htm
  19. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  20. http://www.dyslexiavictoriaonline.com/inofdy.html#.VVzNXOcZfBI
  21. http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1467-9817.1995.tb00079.x/abstract
  22. http://www.medicinenet.com/dyslexia/page2.htm#what_are_the_signs_and_symptoms_of_dyslexia
  23. http://www.dyslexia.com/library/symptoms.htm
  24. http://www.dyslexia.com/library/symptoms.htm
  25. http://www.nih.gov/news/health/nov2011/nichd-03.htm
  26. http://www.dyslexia.com/library/symptoms.htm
  27. http://www.ldonline.org/article/19296/
  28. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  29. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  30. http://www.ldonline.org/article/19296/
  31. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  32. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  33. http://www.medicinenet.com/dyslexia/page2.htm#what_are_the_signs_and_symptoms_of_dyslexia
  34. http://www.dyslexia.com/library/symptoms.htm
  35. http://www.webmd.com/children/tc/dyslexia-symptoms?page=2
  36. http://www.thelearningsolutionswf.com/misconceptions.aspx
  37. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  38. http://www.medicinenet.com/dyslexia/page4.htm
  39. http://www.webmd.com/children/tc/dyslexia-symptoms?page=2
  40. Annual Research Review: The Nature and Classification of Reading Disorders--A Commentary on Proposals for DSM-5 (Margaret J Snowling & Charles Hulme) in Journal of Child Psychology and Psychiatry 53(5), May 2012, pp. 593-607.
  41. A New Self-Report Inventory of Dyslexia For Students: Criterion and Construct Validity (P. Tamboer, H.S. Vorst) in Dyslexia 21(1), February 2015, pp. 1-34.
  42. http://www.webmd.com/children/tc/dyslexia-symptoms?page=2
  43. http://www.yalescientific.org/2011/04/the-paradox-of-dyslexia-slow-reading-fast-thinking/
  44. http://www.webmd.com/children/tc/dyslexia-symptoms?page=2
  45. http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/dyslexia.htm
  46. http://www.thelearningsolutionswf.com/misconceptions.aspx
  47. http://www.dyslexia.com/famous.htm
  48. http://www.nih.gov/news/health/nov2011/nichd-03.htm
  49. Dyslexia: Its Impact of the Individual, Parents and Society (Lamk Al-Lamki) in Sultan Qaboos University Medical Journal 12(3), August 2012, pp. 269-272.
  50. Annual Research Review: The Nature and Classification of Reading Disorders--A Commentary on Proposals for DSM-5 (Margaret J Snowling & Charles Hulme) in Journal of Child Psychology and Psychiatry 53(5), May 2012, pp. 593-607.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità