Come Riconoscere la Cervicite

La cervicite è un disturbo piuttosto comune caratterizzato dall'infiammazione della cervice (un tessuto spesso che connette l'utero alla vagina). Più della metà delle donne ne soffre almeno una volta nella propria vita. Se dovesse succederti, è importante riconoscerla e trattarla, altrimenti potrebbe causare infezioni nell'utero, nelle tube di Falloppio o nelle ovaie e, con il passare del tempo, condurre alla malattia infiammatoria pelvica (PID) e all'infertilità.

Parte 1 di 4:
Riconoscere i Sintomi della Cervicite

  1. 1
    Presta attenzione alle perdite vaginali. Le donne che godono di una buona salute hanno secrezioni vaginali, le quali possono variare nel colore, nella quantità e nella consistenza nel corso del mese. Le perdite anomale possono però essere indice di cervicite o di un altro problema, dunque fissa un appuntamento con il ginecologo.
    • Siccome le perdite vaginali sono caratterizzate da un'ampia varietà, quelle anomale possono essere indice di diversi disturbi e possono essere definite diversamente a seconda della paziente. Detto ciò, presta particolare attenzione a quelle che hanno un odore, un colore o un aspetto inusuale.
  2. 2
    Osserva le perdite di sangue tra una mestruazione e l'altra. I sanguinamenti che si verificano tra un ciclo e l'altro potrebbero essere sintomo di cervicite. Siccome il tessuto è molto delicato, una cervice infiammata sanguina con più facilità rispetto a una normale. Rivolgiti al tuo ginecologo se dovesse capitarti.
    • Potresti notare, in particolare, dei sanguinamenti dopo i rapporti sessuali. Anche questo potrebbe essere segno di cervicite.
  3. 3
    Non sottovalutare il dolore che avverti durante i rapporti sessuali. Questo disturbo (noto anche con il nome di “dispaurenia”) è un sintomo comune e può essere indice di vari problemi, cervicite inclusa. Prendi appuntamento con il ginecologo per discuterne (informalo anche degli altri sintomi che si sono manifestati). Non c'è motivo per credere che il dolore sentito durante un rapporto sessuale sia normale o inevitabile.
  4. 4
    Osserva se avverti una sensazione di pesantezza nel basso addome. Alcune donne affette da cervicite hanno una fastidiosa sensazione di gonfiore, pressione o pesantezza in questa zona. Prendi appuntamento con il tuo medico se hai questo problema.
  5. 5
    Riconosci i sintomi che caratterizzano le coinfezioni. Le donne affette da cervicite a volte presentano un'infiammazione nella vagina correlata a questo disturbo (che causa prurito, secchezza e fastidio durante i rapporti sessuali) o nel tratto urinario (provoca frequentemente lo stimolo di urinare, problemi con la minzione e tracce di sangue nelle urine). Tecnicamente, questi sintomi non sono indice di cervicite in sé e per sé, ma suggeriscono coinfezioni, dunque consulta il medico, in ogni caso.
  6. 6
    Riconosci i sintomi meno comuni della cervicite. Oltre a quelli descritti prima, ci sono altri segnali che si manifestano piuttosto raramente, solitamente solo in quei pochi casi in cui l'infezione viene provocata dalla cervicite e poi si propaga nel resto del corpo. Eccone alcuni:
    • Nausea
    • Vomito
    • Diarrea
    • Una sensazione di malessere generalizzata
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Capire le Cause della Cervicite

  1. 1
    Riconosci i diversi tipi di cervicite. Ne esistono due categorie di base: infettiva e non infettiva. La prima è molto più comune della seconda.
    • Il tuo ginecologo potrebbe anche distinguere tra cervicite acuta o cronica; in linea di massima, la prima è infettiva, la seconda non infettiva.
  2. 2
    Comprendi le cause della cervicite infettiva. In generale, si sviluppa a causa della presenza di un'infezione sessualmente trasmissibile (IST), come la gonorrea o la clamidia. L'associazione tra queste malattie e la cervicite infettiva è talmente forte che, in effetti, il ginecologo potrebbe cominciare a trattarti immediatamente, persino prima che venga confermata una diagnosi specifica.
    • In buona sostanza, le malattie sessualmente trasmissibili causano la cervicite prima infiltrandosi nella vagina, poi raggiungendo la cervice. Il corpo reagisce sviluppando leucociti e macrofagi (cellule immunitarie) nell'area interessata, causando un'infiammazione.
  3. 3
    Comprendi le cause della cervicite non infettiva. È molto meno comune, ma può capitare. Le cause includono la presenza di oggetti estranei, come dispositivi intrauterini (IUD) e cappucci cervicali, le reazioni allergiche al lattice, che possono svilupparsi dopo aver usato un preservativo prodotto con questo materiale, e le lavande vaginali, che possono irritare il rivestimento vaginale e cervicale causando, occasionalmente, la cervicite.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Diagnosticare la Cervicite

  1. 1
    Prendi appuntamento con il ginecologo. Non provare a diagnosticartela da sola. I sintomi vengono facilmente confusi con quelli di altri disturbi, come la candida e, soprattutto, può darsi che la cervicite si sia sviluppata a causa di una grave infezione, come una malattia sessualmente trasmissibile, la quale richiede un trattamento medico.
  2. 2
    Sottoponiti a un esame pelvico. Sarà questa la prima cosa che farà il ginecologo per diagnosticare la cervicite. Inserirà uno speculum e osserverà la cervice, valutando la presenza di eventuali rossori, ulcerazioni, infiammazioni, gonfiori o secrezioni anomale.
  3. 3
    Prendi appuntamento per sottoporti ai test di laboratorio. Se l'esame pelvico rivela segnali di cervicite, il medico ti prescriverà dei test di laboratorio, inclusa una coltura delle secrezioni cervicali e delle stesse cellule della cervice; se sei sessualmente attiva, eseguiranno esami anche per la gonorrea, la clamidia e le altre infezioni di questo tipo.
    • A seconda dei risultati di questi test, il medico potrebbe prescrivertene altri, inclusa una possibile biopsia o colposcopia (un esame che si realizza con un apposito dispositivo ingrandente) della cervice.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Trattare la Cervicite

  1. 1
    Prendi i farmaci che ti vengono prescritti. Per quanto riguarda la cervicite infettiva, il ginecologo probabilmente ti prescriverà degli antibiotici per trattare infezioni come la clamidia o dei medicinali antivirali per curare disturbi come l'herpes genitale. Potrebbe inoltre raccomandare l'assunzione di ormoni come il progesterone e gli estrogeni o, in casi rari, i glucocorticosteroidi, per guarire dall'infiammazione.
  2. 2
    Considera l'elettrocauterizzazione. Per quanto riguarda la cervicite non infettiva, i farmaci antibiotici o antivirali non elimineranno il problema. Di conseguenza, il tuo medico potrebbe suggerirti tre soluzioni chirurgiche. La prima è l'elettrocauterizzazione, una procedura per rimuovere per mezzo dell'elettricità il tessuto indesiderato.
  3. 3
    Considera la criochirurgia. Il medico potrebbe raccomandarti anche questo intervento nel caso si trattasse di cervicite non infettiva. La criochirurgia (la parola “crio” deriva dal greco e significa “freddo”) implica l'utilizzo di una scarica di freddo estremo per “congelare” o eliminare i tessuti anomali.
  4. 4
    Considera la laser terapia. Il ginecologo potrebbe raccomandarti anche questo trattamento in caso di cervicite non infettiva. La laser terapia prevede l'utilizzo di raggi di luce intensi per bruciare, distruggere o tagliare con precisione il tessuto indesiderato.
  5. 5
    Minimizza il fastidio. Discutendo dei possibili trattamenti con il tuo ginecologo, puoi anche intervenire per minimizzare il disagio. Evita tutto quello che potrebbe irritare la vagina o la cervice: lavande vaginali, saponi aggressivi e rapporti sessuali.
  6. 6
    Informa i tuoi partner sessuali. Se la cervicite è infettiva, anche il tuo partner dovrebbe sottoporsi a un trattamento. Ricorda che, pur non manifestando sintomi, potrebbe essere stato contagiato e, dunque, trasmetterti nuovamente il disturbo, anche dopo che avrai seguito alla lettera il trattamento raccomandato dal ginecologo.
    Pubblicità

Consigli

  • I sintomi della cervicite possono essere fastidiosi, stressanti o imbarazzanti, ma cerca di non preoccuparti. È un disturbo molto comune ed è trattabile.
  • Potresti prevenire alcuni tipi di cervicite usando il preservativo maschile o femminile, specialmente se non sei monogama.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute Donna

Riferimenti

  1. http://www.webmd.com/women/picture-of-the-cervix
  2. http://emedicine.medscape.com/article/253402-overview
  3. http://www.uptodate.com/contents/acute-cervicitis
  4. http://www.allinahealth.org/mdex/ND0281G.HTM
  5. http://www.webmd.com/cancer/cervical-cancer/colposcopy-and-cervical-biopsy
  6. Alibek, Kenneth, Nargis Karatayeva, and Ildar Bekniyazov. "The role of infectious agents in urogenital cancers." Infect Agent Cancer 7.1 (2012): 35.
  7. Brunham, Robert C., et al. "Mucopurulent cervicitis—the ignored counterpart in women of urethritis in men." New England journal of medicine 311.1 (1984): 1-6.
  8. Centers for Disease Control and Prevention. Sexually Transmitted Diseases Treatment Guidelines, 2010. MMWR 2010; 59 (No. RR-12)

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità