Come Riconoscere le Punture delle Cimici da Letto

Scritto in collaborazione con: Jurdy Dugdale, RN

Negli Stati Uniti le persone si augurano spesso la buonanotte con una filastrocca che è un invito a non farsi pungere dalle cimici da letto; tuttavia, non è così facile riconoscere la loro puntura. In realtà, è quasi impossibile diagnosticarle se non trovi prima le prove di un'infestazione. La maniera migliore per capire quando sei stato attaccato da una cimice è cercare i segni tipici delle punture o dei pomfi rossi sulla pelle. Se vuoi stabilire in maniera accurata se si tratta effettivamente di questi insetti, devi individuare i segnali che possano farti capire la loro reale presenza nell'area in cui dormi.[1]

Metodo 1 di 3:
Esaminare le Punture

  1. 1
    Osservale. Cerca dei puntini rossi in rilievo, simili a capocchie di spillo e leggermente scuri di circa 2-5 mm di diametro; potresti anche vedere dei segni di orticaria o pomfi notevolmente più arrossati rispetto alla pelle circostante. Se stai manifestando una reazione più rara, ma grave, potresti anche avere delle vesciche di dimensioni maggiori di 5 mm di diametro, che si sviluppano in genere con le punture delle cimici da letto.[2]
    • Puoi usare un righello che segnala i millimetri per valutare il diametro delle lesioni.
  2. 2
    Cerca nuove punture quando ti alzi. Se ti svegli con nuove ferite o pomfi pruriginosi, è probabile che questi insetti abbiano infestato il tuo letto. Presta attenzione se tali segni hanno il medesimo aspetto o generano la stessa sensazione di quelli delle zanzare o delle pulci – le punture delle cimici da letto sono spesso rosse e leggermente gonfie, pruriginose e irritanti come quelle di altri insetti. Guarda se ce ne sono diverse disposte in linea o in gruppi casuali sulla pelle, dato che le cimici tendono a pungere più volte durante la notte.[3]
    • Se noti nuove lesioni durante il giorno, è probabile che non si tratti di cimici.
  3. 3
    Osserva dove sei già stato punto. Cerca le punture nelle zone di pelle esposta oppure coperta da indumenti leggeri durante la notte. Tieni presente che questi insetti non pungono sotto le piante dei piedi, pertanto qualsiasi lesione in quest'area deve farti capire che non si tratta di cimici da letto.[4]
  4. 4
    Presta attenzione se manifesti segni di allergia. Se sei allergico a questi insetti, potrai sviluppare orticaria o sfoghi cutanei simili all'eczema o a infezioni micotiche; controlla inoltre se le punture sono più grandi, dolorosamente gonfie o se essudano pus, tutti segnali tipici di una forma allergica alle cimici.[5]
    • Sappi che possono essere necessarie due settimane prima che il corpo reagisca completamente a queste punture.
    • Consulta il medico se sviluppi una reazione grave.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Controllare il Letto

  1. 1
    Cerca cimici vive nel letto. Presta attenzione se vedi insetti piatti, di colore marrone-rossastro e senza ali della misura di circa 1-7 mm; osserva tra le pieghe del materasso e delle lenzuola. Guarda anche se hanno perso l'esoscheletro; cerca inoltre le uova o i gusci bianchi e sottili, che potrebbero avere il diametro di 1 mm, oppure le larve della stessa dimensione.[6]
    • Esegui un'ispezione accurata, raschiando le superfici con una tessera simile a una carta di credito per accumulare gli insetti e i loro residui.
  2. 2
    Esamina le lenzuola. Cerca delle macchie rossastre o di color ruggine; potrebbe trattarsi degli stessi insetti schiacciati o del loro materiale fecale. Prova a strofinare ogni puntino scuro o rosso che vedi; se la macchia si allarga o puzza, si tratta molto probabilmente di escremento di cimici.[7]
  3. 3
    Controlla la struttura del letto. Cerca eventuali segni dell'infestazione nel telaio e nello spazio tra la struttura e la parete, oltre che sulla testiera; presta attenzione a bordi, cuciture ed etichette del materasso, delle lenzuola e della rete. Assicurati inoltre di cercare all'interno della federa del guanciale e di tutti gli altri cuscini decorativi.[8]
  4. 4
    Valuta le condizioni del letto. Nei casi meno gravi le cimici da letto possono essere presenti anche se non le vedi a occhio nudo; tieni in considerazione l'età del materasso e della biancheria. Se ti trovi in una stanza d'albergo, controlla se il materasso è coperto da un telo di plastica; in caso contrario, ci sono molte più probabilità che possa essere infestato.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Trovare altri Segni della loro Presenza

  1. 1
    Controlla se c'è un'infestazione di cimici anche in altri mobili. Guarda sotto i cuscini delle sedie e controlla nelle cuciture di sedie e divani; esamina anche i giunti dei cassetti.
  2. 2
    Ispeziona altri spazi. Devi cercare la presenza di questi insetti anche sotto la carta da parati allentata e gli arazzi; esamina inoltre le prese elettriche e i punti di congiunzione tra le pareti e il soffitto o il pavimento. Non dimenticare di controllare nelle pieghe dei tendaggi.
  3. 3
    Annusa i luoghi in cui sospetti la loro presenza. Dovresti sentire un leggero odore dolciastro e muschiato; potresti anche sentire un odore di coriandolo o qualche altra traccia odorosa rilasciata da questi insetti. Se l'area sospetta ha l'odore delle zone umide di una vecchia casa o emana altre puzze, potrebbero effettivamente essere presenti le cimici da letto.[9]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Jurdy Dugdale, RN. Jurdy Dugdale lavora come Infermiera Registrata in Florida. Ha ricevuto la Licenza Infermieristica dal Florida Board Nursing nel 1989.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità