Come Ricostruire un Motore

Ricostruire il motore di un'auto è un lavoro duro, ma se progetti la ricostruzione in maniera intelligente eviterai di commettere errori dispendiosi, inoltre risparmierai tempo, energia e frustrazioni. Impara a rimuovere e a reinstallare il blocco motore, a smontare e ad esaminarne le varie componenti, a personalizzarlo per ottenere le prestazioni migliori. Leggi questo articolo per imparare come fare.

Parte 1 di 5:
Rimuovere il Motore

  1. 1
    Prima di cominciare, pulisci bene il motore. L'accumulo di sporco e grasso renderà complicato rimuovere i bulloni e scollegare le varie parti.
  2. 2
    Posiziona il veicolo vicino all'elevatore. Avrai bisogno di lavorare su di una superficie piana e ben illuminata, con uno spazio adatto per posizionare un elevatore e muovercisi attorno. Meglio avere un garage molto spazioso.
    • Fotografa il maggior numero possibile di componenti del motore, anche da diverse angolazioni. Man mano che lavori, ti saranno estremamente utili. Potresti anche stampare le foto ed etichettarle per tenerle come riferimento.
  3. 3
    Organizza la tua area di lavoro prima di iniziare. Rendi il tuo lavoro più agevole preparando delle vaschette per contenere viti e pinze, un piano di lavoro o un tavolo per appoggiare gli attrezzi, un secchio per lavare e pulire i vari pezzi.
  4. 4
    Rimuovi il cofano. Segna l'esatta posizione dei bulloni nelle cerniere così riuscirai a ritrovarla in seguito. Allenta i bulloni con cura e rimuovi il cofano facendoti aiutare da qualcuno. Ricorda che alcuni cofani hanno dei collegamenti elettrici per eventuali luci di cortesia, fari, luci di segnalazione o fendinebbia che possono esservi montati. Questi collegamenti vanno staccati.
  5. 5
    Inizia a scollegare i componenti esterni del motore. È importante scollegare il cavo di massa della batteria prima di qualunque altra cosa, in seguito svuota i manicotti del radiatore e del liquido refrigerante. Attento a non danneggiare le fascette metalliche, più difficili da sostituire rispetto a quelle in gomma.[1]
    • Rimuovi il radiatore e la ventola. Fai piano, le parti di alluminio sono delicate e si rompono facilmente.
    • In seguito togli alternatore, regolatore di tensione, ventole e cinghie. Scollega il collettore d'aspirazione e i tubi del carburante. Alcuni veicoli hanno un sistema di alimentazione che rimane pressurizzato anche quando il motore non è acceso, preparati dunque a dover drenare il carburante lasciando scaricare la pressione prima di scollegare i tubi. Quando sviti la pompa del servosterzo e il compressore per l'aria condizionata, fallo senza staccarli dai rispettivi tubi per risparmiare del tempo in fase di rimontaggio.
    • Fai delle foto ravvicinate ai vari componenti, etichetta manicotti e fili con nastro ed evidenziatore. Non andare a memoria. Alcuni cavi e tubi possono essere inseriti solo in un verso, per altri invece non è così ovvio. Avrai probabilmente bisogno di illustrazioni, tabelle e foto per facilitare le operazioni di riassemblaggio.
  6. 6
    Rimuovi tutti i collegamenti elettrici del motore. Per ora puoi lasciare i cavi delle candele, ma inizia a scollegare il collettore di scarico e svita tutte i collegamenti elettrici visibili prima di staccare la trasmissione.
  7. 7
    Rimuovi i bulloni che fissano il motore alla campana del cambio. Solleva la macchina e poggiala su dei cric, poi con degli altri cavalletti sostieni da sotto il sistema di trasmissione. È molto importante usare un cric o altri tipi di sostegni al di sotto della trasmissione prima di svitare i bulloni. Una volta allentati, la trasmissione non avrà alcun supporto e, se non è tenuta su da qualcosa, cadrà. Veicoli provvisti di traversa intermedia non presentano questo tipo di problema.
    • Nella maggior parte dei casi, non è necessario che il sistema di trasmissione venga rimosso dal veicolo, visto che può essere estratto con sicurezza al momento della rimozione del motore.
  8. 8
    Usa l'elevatore per rimuovere il motore. Collega l'elevatore ai punti di aggancio posti sulle testate dei cilindri, o ai bulloni più grandi sulla cima del motore, e sistema lentamente la pedana per iniziare a sollevare la parte anteriore dell'auto.
    • Fai estremamente attenzione durante questa fase. Posa il motore sulla superficie di lavoro o per terra per iniziare lo smontaggio e il controllo.
    Advertisement

Parte 2 di 5:
Esaminare e Smontare il Blocco Motore

  1. 1
    Recupera il manuale di assistenza del veicolo. Nessuna panoramica generale potrà mai illustrare in maniera esauriente le specifiche utili a ricostruire ogni tipo di motore quanto il proprio manuale di assistenza. Leggilo e tienilo sempre sotto mano.
    • È possibile trovare manuali anche per i modelli più vecchi; li trovi in vendita a un prezzo relativamente economico su eBay e, spesso, si trovano gratuitamente anche nelle biblioteche pubbliche. Se hai intenzione di investire molto in questo progetto, è essenziale procurarsi il manuale per conoscere caratteristiche e particolarità del motore con cui avrai a che fare.
  2. 2
    Effettua un controllo visivo del motore. Controlla che i vari fluidi siano stati drenati, esamina i collegamenti dell'unità di trasmissione e le giunture fra i vari componenti. Verifica che il bilanciatore armonico sia intatto, altrimenti andrà sostituito. Guarda se trovi eventuali segni di surriscaldamento o rottura sul blocco motore e se è rimasto del sigillante per guarnizioni in eccesso da lavori precedenti.
    • Controlla il codice identificativo del motore per assicurarti che il modello su cui pensi di lavorare sia effettivamente quello su cui stai lavorando. Gli scambi di motore non sono rari, tuttavia ogni motore ha, ovviamente, caratteristiche diverse.
  3. 3
    Esamina i componenti esterni del motore. Controlla sul distributore la presenza di eventuali tracce di allentamento, applicando una leggera pressione. Controlla se sulla cinghia dell'alternatore ci sono segni di usura girando la puleggia e fai caso a eventuali rumori insoliti. Verifica anche il livello di usura della frizione.
  4. 4
    Se non l'hai ancora fatto, rimuovi il collettore di scarico per facilitare l'estrazione del motore. I bulloni o perni del collettore di scarico possono essere particolarmente consumati, assicurati dunque di staccarli senza fare danni. Aiutati utilizzando degli speciali lubrificanti (i bulloni che invece non accennano a staccarsi potrebbero avere bisogno di calore per allentarsi).
  5. 5
    Inizia a smontare il resto del motore. Comincia rimuovendo la coppa dell'olio e i coprivalvole, poi le testate dei cilindri. Assicurati di proteggere le bielle quando sollevi le testate, poiché se vengono piegate o danneggiate dovranno essere sostituite.
  6. 6
    Controlla l'alesaggio dei cilindri. Utilizza un micrometro per determinare il diametro della sezione interna dei cilindri. Cilindri particolarmente consumati non assicurano un'ottima ricostruzione del motore. Se sai che il motore non è mai stato ricostruito prima, puoi farti un'idea dell'usura delle pareti del cilindro esaminandone la cima. La superficie al di sotto della cima tende infatti a consumarsi a causa del contatto fra cilindro e pistone, ma per conoscere il diametro originario puoi guardare la cima, che non si usura. Generalmente, se l'usura è inferiore a circa mezzo millimetro, i pistoni originali possono essere riutilizzati, altrimenti dovrai sostituirli con alcuni più grandi.
  7. 7
    Rimuovi le testate dei cilindri con un alesatore. La testata è il punto dove il metallo del cilindro non si consuma perché gli anelli non si alzano lungo la canna. L'usura si trova al di sotto di questo punto, ma la testata va alesata prima dell'estrazione per permettere ai pistoni di essere rimossi senza danni.
  8. 8
    Rimuovi il gruppo bielle-pistoni. Dopo aver rimosso i cappelli delle bielle, sistema sulle teste le coperture protettive onde evitare che i bulloni possano danneggiare, graffiare o segnare il blocco motore, o che le filettature possano rovinarsi durante il lavoro. Il tubo del carburante, fatto di gomma, in questo caso può essere tagliato così da scivolare sopra le filettature dei bulloni. Svolte queste operazioni, riponi i cappelli sulle rispettive bielle, mantenendo il corretto ordine. Segnati le varie componenti così da rimetterle in corrispondenza dello stesso cilindro da cui sono state prima separate. Serve per assicurare equilibrio e stabilità.
  9. 9
    Rimuovi e controlla l'albero motore. Una volta rimosso mettilo in un luogo sicuro, preferibilmente su delle piastre di montaggio così da poterlo analizzare con cura. Tieni in ordine i vecchi cuscinetti e verificane usura e sporco. Rimetti i coperchi al proprio posto sul blocco motore.
    • Rimuovi l'albero a camme, l'albero d'equilibratura e i comandi ausiliari. Fai attenzione a spessori e distanziali di gioco assiale, tienili in ordine poiché dovrai reinserirli nella maniera corretta. Rimuovi i cuscinetti dell'albero a camme, sempre facendo attenzione alla loro posizione.
  10. 10
    Fai un'analisi visiva dell'albero motore. Verifica la presenza di eventuali crepe o di segni di surriscaldamento. Misura le diverse dimensioni dell'albero, inclusi il diametro del perno, i coni e lo scarico. Confronta i valori trovati con quelli indicati sul manuale d'uso.
    • Se una delle manovelle non è conforme alle specifiche, portala da un meccanico e falla riparare in maniera che torni a essere come nuova. Se invece è ritorta, prendi nota del punto di rottura. Avrai bisogno di ordinare nuovi cuscinetti che si adattino al diametro dei perni.
    • Una volta sistemato l'albero motore, puoi usare una spazzolina per rimuovere detriti in eccesso dovuti al passaggio dell'olio. Prendi di nuovo le misure così da rimettere i cuscinetti affinché ci sia un certo gioco, come da specifiche.
  11. 11
    Concludi lo smontaggio. Rimuovi le prese d'aria, i perni guida, i supporti e qualunque altra cosa sia ancora rimasta attaccata all'esterno del blocco motore. Fai un'analisi visiva del blocco motore stesso per verificare la presenza di eventuali crepe.
    • Su motori in ghisa, potrebbe essere una buona idea fare un'ispezione magnetica per rilevare la presenza di perdite. Su un blocco motore in alluminio usa dei liquidi penetranti. Molti meccanici svolgono questi controlli, e possono anche misurare la pressione delle testate dei cilindri e del blocco motore stesso. Inoltre, già che ci sei puoi anche chiedere di pulire a fondo i vari componenti.
  12. 12
    Misura le specifiche. Probabilmente è meglio chiederlo in negozio, ma se hai gli attrezzi necessari (un righello e un set di spessimetri) puoi trovare i valori che ti servono, sia diagonalmente che orizzontalmente. Se la superficie del blocco motore supera la misura delle specifiche, fai sistemare l'intero blocco. Fai attenzione a non rimuovere troppo materiale, o i pistoni entreranno in collisione con le valvole.
    • Con l'alesametro misura la sezione interna ed esterna di ogni cilindro. Controlla ogni segno di usura dei cilindri. Controlla anche i fori dei cuscinetti.
    Advertisement

Parte 3 di 5:
Smontare ed Esaminare la Testata del Cilindro

  1. 1
    Usa un compressore di valvole a molla per comprimere le valvole. Una volta compressa la valvola, rimuovi il supporto e rilascia la compressione. Quando puoi rimuovere il compressore, togli valvole e spessori. Tieni in ordine questi componenti.
  2. 2
    Rimuovi la valvola dalla testa. Non forzare troppo, o graffierai le guide. Per ogni valvola devi eliminare ogni eventuale accumulo di carbone o sporcizia.[2]
  3. 3
    Controlla che la superficie di ogni testa della valvola sia piatta. Se uno di questi componenti è diverso dalle specifiche dell'auto avrai bisogno di farlo sistemare da un carrozziere. Controlla anche che le guide non siano troppo usurate. Verifica inoltre:
    • Otturatori usurati. Usa un micrometro e sostituisci le valvole i cui otturatori eccedono le specifiche.
    • Scanalature consumate. Sostituisci ogni supporto usuratosi.
    • Margini sottili. I margini dovrebbero essere più sottili nelle valvole di aspirazione rispetto alle valvole di scarico. Sostituisci le valvole i cui margini sono eccessivamente sottili.
    • Lunghezza, tensione e quadratura. Sostituisci le molle che si sono usurate oltre le specifiche.
  4. 4
    Revisiona i guidavalvole consumati. Sostituisci le sedi delle valvole che si sono incavate ed elimina le valvole che non andrai a sostituire. Lubrifica gli otturatori con olio per motori. Installa le guarnizioni per valvole.
    • Le guarnizioni per le valvole possono essere di tre tipi diversi: a farfalla, a sfera o in PTFE. Attento all'ordine di montaggio. Monta le testate delle valvole. Verifica la presenza di perdite tramite test del vuoto o liquidi penetranti.
    Advertisement

Parte 4 di 5:
Riassemblare il Blocco Motore

  1. 1
    Ricontrolla le dimensioni di tutti i componenti del motore. Anche i carrozzieri commettono degli errori, ma è tuo compito fare un controllo approfondito. Verifica che i canali dell'olio e le aperture del sistema di lubrificazione all'interno del blocco motore siano liberi dallo sporco e privi di trucioli metallici.[3]
    • Lava il blocco motore utilizzando acqua calda e sapone, poi lascia asciugare bene così da rimuovere tutta l'umidità dal motore. Asciuga anche i fori dove inserire i bulloni per rimuovere eventuali detriti prima di installare i fissaggi.
  2. 2
    Lubrifica accuratamente i vari componenti. Installa i condotti dell'olio fissandoli con della colla aderente. Non utilizzare il silicone in queste zone, che può sciogliersi e lasciare dei residui gommosi nel sistema di lubrificazione.
    • Preparati a lubrificare i cuscinetti principali pulendo e asciugando anche i fori presenti al loro interno e il retro. Utilizza un olio/grasso OEM. In seguito installa cuscinetti e guarnizioni principali, assicurandoti di rispettare la giusta posizione.
  3. 3
    Installa l'albero motore e le coperture principali. Lubrifica con del grasso per alta pressione i cuscinetti dell'albero a camme, poi montalo. Poiché le coperture sono sensibili a posizione e direzione, assicurale applicando un momento torcente sul blocco motore a partire dal centro verso l'esterno.
    • Ruota la manovella per vedere se in questo modo si stringe. Se la manovella ruota dolcemente, controlla il gioco assiale.
  4. 4
    Installa la catena di distribuzione o la cinghia secondo le specifiche. Assicurati di allineare i segni di fasatura correttamente durante il rimontaggio.
    • Per misurare la camma e sincronizzare i rapporti, allinea i segni di fasatura al punto morto superiore e imposta correttamente il livello della ruota sulla camma, con il rapporto albero motore/pistone e la giusta sequenza di fasatura delle valvole per aspirazione, compressione, potenza e colpi di scarico del motore.
  5. 5
    Installa pistoni, anelli, guarnizioni e fissaggi nuovi. Controlla che gli spazi alla fine degli anelli dei pistoni corrispondano alle specifiche indicate dal produttore. Potresti aver bisogno di anelli della misura più grande. Se gli anelli sono troppo piccoli, ci sarà uno spazio troppo grande all'estremità, ma se sono troppo grandi possono arrivare persino a rompersi quando il motore si scalda.
    • Durante l'installazione, dovresti sfalsare gli anelli sui pistoni. Gli anelli più grandi sono spostati di 180° attorno al pistone, rispetto al successivo. Assicurati che l'anello sia della misura giusta e inserito correttamente.
  6. 6
    Installa il gruppo bielle-pistoni. Usa dei protettori per le aste e lubrifica gli inserti delle bielle, poi monta e avvita le chiusure. Quando monti le bielle, in un primo momento falle aderire, poi fai tre giri assicurandoti che si fissino tutte in maniera uniforme e corretta.
    • Fai ruotare l'albero motore dopo aver montato ogni pistone e aver apposto i cappelli alle bielle, verificando che sia ancora in grado di ruotare liberamente. Se noti che fa fatica, sai che l'ultimo pistone nel cilindro o gli inserimenti delle bielle fanno ostruzione (le due metà dell'inserimento devono aderire senza che l'estremità di uno scivoli sotto l'altra metà). Esegui questa verifica dopo aver montato ogni singolo cuscinetto.
  7. 7
    Monta la guarnizione della testata. La guarnizione può essere direzionale, assicurati quindi di montarla nel verso giusto. Ricordati di mettere la testata per bloccare i bulloni, altrimenti il funzionamento della cinghia dell'albero a camme verrà compromesso e rischierà di strapparsi. Usa solo guarnizioni di cemento, se la casa produttrice lo specifica.
  8. 8
    Monta nuove testate delle valvole. Lubrifica le filettature dei bulloni e le rondelle con lubrificanti OEM, poi avvita i bulloni seguendo lo schema specificato dai produttori. Fai molta attenzione sia alla lunghezza che al posizionamento dei bulloni.
  9. 9
    Installa un nuovo treno-valvole. Mentre effettui il montaggio, assicurati di lubrificare i vari componenti e di disporli nella maniera giusta. Applica un leggero movimento “sali e scendi”, poi avvita facendo 3 o 4 giri.
    Advertisement

Parte 5 di 5:
Rimontare il Motore

  1. 1
    Porta a termine altri progetti che possono essere necessari nella fase di ricostruzione. Se stai facendo una riparazione completa, probabilmente vorrai effettuare altri lavori già che ne hai l'occasione. Infatti, generalmente è sconsigliabile collegare un motore appena messo a nuovo a una trasmissione utilizzata per più di 200.000 km. Potresti aver bisogno di:
    • Montare un nuovo sistema di trasmissione
    • Sostituire il condizionatore d'aria
    • Cambiare il radiatore
    • Procurare un nuovo impianto di avviamento
  2. 2
    Prepara il motore. Prima di iniziare a montare, riempi di olio il nuovo filtro dell'olio; usa un prodotto adatto al rodaggio e raccomandato dalla casa produttrice. Innesca il sistema di lubrificazione azionando manualmente la pompa dell'olio. Riempi il sistema di raffreddamento con una miscela composta per metà da acqua distillata e per metà di nuovo refrigerante antigelo[4]. Probabilmente avrai anche bisogno di installare:
    • Candele OEM
    • Calotta dello spinterogeno, rotore e cavi delle candele nuovi
    • Filtro dell'aria, filtro del carburante, filtro carter e valvola PCV nuovi
  3. 3
    Abbassa il motore con l'elevatore. È importante tenere controllato il livello del motore mentre lo si riporta alla posizione di partenza. Stai attento e fatti aiutare. Fissalo ai supporti di montaggio e ricollega manicotti, tubi e cavi, assicurandoti che siano compatibili con i componenti appena montati. Riattacca il radiatore e il cofano, tenendo tutto ciò che si può fondere lontano dai collettori di scarico.
  4. 4
    Inizia una prima e accurata fase di avvio. Metti il freno a mano e blocca le ruote prima di avviare l'iniezione. Accendi il motore. Se il motore non si avvia, controlla il sistema di erogazione del carburante.
    • Controlla il manometro dell'olio e quello della temperatura. Se riscontri una pressione dell'olio alta, spegni subito il motore e guarda che non vi siano perdite di fluido. Se noti qualcos'altro di insolito, ferma subito il motore.
  5. 5
    Scalda il motore. Una volta che il motore inizia a girare regolarmente, portalo a 2000 giri per rimuovere ogni traccia di olio dall'albero a camme. Dovrai far girare il motore a velocità comprese fra i 1800 e i 2500 giri per almeno 20 minuti. [5]
    • Prima che diventi troppo caldo, togli il tappo del radiatore per controllare se il flusso è regolare o se ci sono perdite. Verifica anche che la batteria si ricarichi.
  6. 6
    Dopo i primi 150 km, cambia l'olio e il suo filtro. È importante per agevolare la vita del motore e, soprattutto durante i primi tre mesi di utilizzo, cambiare l'olio ogni 150-300 km è una pratica molto comune.
    Advertisement

Avvertenze

  • Non tentare di ricostruire un motore senza la conoscenza e gli strumenti adeguati. Qui non vengono indicate specifiche di alcun tipo, perché ogni produttore progetta il proprio motore diversamente, con specifiche differenti. È essenziale avere il manuale d'officina del tuo veicolo, se hai intenzione di ricostruire il motore.
  • Un vero professionista usa micrometri e alesametri, e sa fare bene i calcoli. Non tralasciare questi dettagli.
  • Non assemblare mai un motore senza usare almeno un manometro di plastica durante il rimontaggio per vedere se ci sono degli errori.
  • Se necessiti di nuovi cuscinetti, comprane delle dimensioni adatte al tuo motore invece di quelli standard, altrimenti farai grippare l'albero motore. Se un cuscinetto liscio non va bene, è meglio riaffilare la manovella e mettere dei tipici cuscinetti da 0,25 cm da una parte all'altra.
  • Non metterei mai un cuscinetto economico su di un motore. La maggior parte dei motori ha cuscinetti e pistoni che si distinguono per colore, oltre a pistoni e semicuscinetti di diverse dimensioni. Consulta il manuale d'assistenza per ulteriori dettagli.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Alesametro
  • Spazzola (da fucile)
  • Magnetoscopia
  • Liquidi penetranti
  • Righello
  • Spessimetro
  • Pietra dura per affilare
  • Righello circolare
  • Strumento per la compressione delle valvole
  • Solvente
  • Comparatore
  • Micrometro
  • Compressore per molle
  • Righello a 90°
  • Pietre o tagliacavi
  • Olio per motori
  • Spazzola per pulire
  • Sigillante indurente
  • Leva
  • Compressore per fasce elastiche
  • Coperture delle bielle

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 16 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement