Come Ridurre gli Sfoghi dell’Eczema

Scritto in collaborazione con: Shari Forschen, NP

L'eczema, o dermatite atopica, è un'infiammazione della pelle che può colpire chiunque, soprattutto i bambini. Può avere una base genetico-ereditaria, ma anche un'origine allergica o essere causato da un difetto di funzione della barriera cutanea. Il corpo è in grado di combatterlo, ma esiste anche la possibilità che peggiori o duri più a lungo. Esistono molti modi per prevenire lo sviluppo di complicazioni. Se adotti delle misure per ridurre i sintomi, stare un po' meglio e mantenere la pelle sana, l'eczema sparirà in pochissimo tempo. In genere, il trattamento consiste nell'idratare la pelle e alleviare l'infiammazione applicando una crema a base di corticosteroidi.

Parte 1 di 3:
Individuare le Cause dell'Eczema

  1. 1
    Determina i sintomi. Includono pelle secca, prurito, arrossamento, eruzioni cutanee, desquamazioni, presenza di vescicole, formazione di croste, gonfiore e/o macchie scure.[1] Recati dal medico per assicurarti di non avere complicazioni o soffrire di altre patologie correlate. Potrebbe anche prescriverti un trattamento per ciascun sintomo. Nel frattempo, però, puoi prendere alcune misure per alleviare gli sfoghi.
  2. 2
    Prova a risalire alle cause. Stai usando un bagnoschiuma diverso? Il tuo nuovo impiego ti costringe a lavare le mani più spesso del solito? Se l'origine dell'eczema non è connessa a una variazione delle abitudini, è probabile che siano cambiati alcuni ingredienti contenuti nei prodotti che adoperi quotidianamente.
    • Considera attentamente tutti i prodotti che hai in casa e vedi se almeno uno potrebbe causare o aggravare il problema. La situazione migliora o peggiora se elimini qualcosa, come la crema o il detergente per il viso?
  3. 3
    Controlla gli indumenti che indossi. Se l'eczema è localizzato su una parte del corpo coperta dai vestiti, c'è una buona possibilità che sia questa la causa. Se pensi che il problema dipenda dal modo in cui lavi l'abbigliamento, devi solo cambiare il detersivo per il bucato. Se è dovuto a un particolare tessuto, ti conviene sbarazzarti del capo che lo compone.
    • La prossima volta che lavi i vestiti, assicurati che siano sciacquati per bene. Se il problema non scompare, potrebbe dipendere da un determinato indumento.[2]
    • Bottoni e gancetti potrebbero favorire l'insorgere di un eczema. Controlla se i vestiti che indossi portano bottoni che potrebbero contenere nichel.
    • La tua pelle potrebbe essere sensibile o allergica a qualche mescola di filati. Se non è servito a niente cambiare detersivo, forse dovresti smettere di indossare un determinato capo di abbigliamento.
  4. 4
    Considera altri fattori ambientali. Sei stato esposto a un forte inquinamento atmosferico, batteri e virus, calore e umidità, sostanze chimiche, polvere e polline? Hai sudato o sei più stressato del solito? Stai attraversando un cambio di stagione? In ognuno di questi casi, è possibile che l'eczema si attenui non appena riprendi il tuo normale stile di vita.[3]
  5. 5
    Rifletti sulle allergie alimentari diagnosticate e sconosciute. L'eczema è sintomo di alcune allergie alimentari, come quella ai latticini, alle noci e ai frutti di mare. Se soffri di un eczema persistente e non riesci a identificare nessun fattore di rischio ambientale, consulta il medico. Ti prescriverà un test per le allergie alimentari in modo da determinare la causa.[4]
  6. 6
    Consulta uno specialista. Non esitare a prendere appuntamento presso un allergologo o un dermatologo se l'eczema influisce negativamente sulla tua vita. Sarà in grado di aiutarti a stabilire la causa e il trattamento.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Alleviare e Prevenire l'Eczema

  1. 1
    Segui un'alimentazione sana. Anche se i medici e gli studiosi non credono che una dieta povera di nutrienti possa causare l'eczema, tieni conto che un sano regime alimentare contribuisce a mantenerti in salute sotto diversi aspetti.[5] Opta per i cibi ricchi di vitamine e sostanze nutritive al posto di quelli che contengono conservanti e calorie vuote. In questo modo, migliorerai notevolmente la salute della pelle.
    • Prova a prendere le capsule di olio di pesce. Controlla se sei sensibile al maiale e ai coloranti alimentari. Anche i frutti di mare possono provocare reazioni allergiche.
  2. 2
    Usa detersivi per pelli sensibili. I prodotti di bassa qualità contengono spesso sostanze chimiche aggressive che danneggiano lo strato protettivo di sebo presente sulla pelle. Utilizza solo la quantità raccomandata per essere sicuro che la lavatrice sia in grado di risciacquare per bene il bucato. Prova a comprare vestiti senza ornamenti e assicurati di lavarli prima di indossarli.[6]
  3. 3
    Adopera bagnoschiuma e shampoo per pelli sensibili. Durante il trattamento dell'eczema probabilmente ti conviene cambiare i prodotti per la pulizia del corpo. Una volta che lo sfogo si sarà alleviato, compra un bagnoschiuma e uno shampoo formulato appositamente per favorire l'idratazione della pelle. Evita i prodotti contenenti coloranti e profumi.[7]
  4. 4
    Usa creme idratanti per pelli sensibili. Quando curi un eczema, compra un prodotto idratante che sia concepito per tenere a bada il prurito e l'infiammazione, riparare la pelle e combattere le infezioni. Quando lo sfogo si attenua, utilizza nuovamente una crema per pelli sensibili per uso quotidiano. Consulta questo articolo per sceglierne una adatta alle tue esigenze.[8]
  5. 5
    Evita di grattarti. Evita inoltre di umettare le labbra, se l'eczema è localizzato in questa zona. Esistono diversi modi per calmare il prurito. Assicurati che la pelle sia ben idratata mantenendo la casa umida e applicando la crema idratante durante il giorno. Porta le unghie corte e ben limate in modo da non farti male se dovessi grattarti per sbaglio – ma tieni a posto le mani![9]
  6. 6
    Evita di esporti alla luce diretta del sole. In circostanze normali, prendere un po' di sole fa bene alla pelle perché favorisce la produzione di vitamina D. In effetti, molti pazienti che soffrono di eczema riferiscono che il sole allevia i sintomi. Tuttavia, un'esposizione prolungata può peggiorare le eruzioni cutanee. Se devi stare fuori casa per molto tempo, copri le zone interessate con vestiti appropriati, se possibile, in modo da ridurre i danni causati dai raggi solari.
    • Sii prudente soprattutto se stai applicando una crema a base di corticosteroidi. In questo caso, la pelle è più soggetta al rischio di scottature, quindi evita di esporre la zona affetta da eczema alla luce diretta del sole.
  7. 7
    Mantieni la pelle idratata durante il giorno. Ricordati di applicare la crema idratante seguendo le istruzioni riportate nella confezione. Assicurati di spalmarla prima di coricarti in modo da preparare l'epidermide per il giorno successivo. Dovresti applicarla anche dopo la doccia, perché lavandoti rimuovi lo strato di sebo che ha funzione idratante. Per ulteriori informazioni, consulta questo articolo.
  8. 8
    Impara a ridurre e gestire lo stress. Anche se non è la causa principale dell'eczema, lo stress può contribuire al suo peggioramento e renderlo persino più persistente. Cerca di ridurre le tensioni quotidiane. Impara a meditare o praticare esercizi di rilassamento. Circondati di persone in grado di aiutarti a gestirlo.[10]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Trattare gli Sfoghi dell'Eczema

  1. 1
    Fai un bagno d'avena. Si tratta di un metodo conosciuto fin dall'antichità. Versa i fiocchi d'avena nella vasca e immergiti per 10-15 minuti al giorno in modo da ridurre le eruzioni cutanee causate dall'eczema. Puoi comprare l'avena già confezionata in sacchetti in farmacia. Segui le istruzioni e le indicazioni relative alle quantità.[11]
  2. 2
    Considera metodi alternativi per fare il bagno. Sebbene il bagno d'avena sia il metodo più diffuso e praticato per alleviare il prurito, alcuni esperti consigliano altre tecniche. Non sottovalutare i rischi annessi e consulta il medico se non sei sicuro. Alcuni rimedi sono più efficaci di altri a seconda del tipo di pelle e di altri fattori.
    • I bagni con la candeggina sono tra i metodi più dibattuti per curare l'eczema a causa delle proprietà corrosive sprigionate da questa sostanza chimica. Assicurati di usare una concentrazione al 6%. Aggiungine 120 ml in una vasca piena d'acqua e 60 ml se la riempi per metà.[12]
    • Aggiungi nella vasca l'aceto (250-500 ml), il sale (300 g) o il bicarbonato di sodio (massimo 40 g). L'aceto uccide i batteri, il sale allevia il dolore e il bicarbonato può calmare il prurito.[13]
    • Anche gli oli da bagno formulati appositamente per questo problema contribuiscono a ridurre i sintomi dell'eczema. Segui le istruzioni contenute nella confezione.
  3. 3
    Prendi un farmaco per uso orale o applica una crema. Entrambi ti permettono di alleviare i sintomi dell'eczema e guarire correttamente. Cerca un farmaco orale da banco che contenga un antistaminico per ridurre il prurito. Tuttavia, fai attenzione alla sonnolenza tra gli effetti collaterali. Anche le creme a base di idrocortisone possono calmare il prurito. Assicurati che siano idratanti perché non sempre hanno questa azione.[14]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Se hai grattato l'eczema e ha cominciato a emanare un cattivo odore, sembra purulento o sanguina molto, fatti visitare immediatamente. Questi sintomi indicano un'infezione che necessita di cure mediche.
  • Tieni conto delle possibili reazioni allergiche ad alcuni trattamenti. Interrompili immediatamente se manifesti orticaria, gonfiore, eruzioni cutanee e difficoltà nella respirazione o nella deglutizione.
  • Gli steroidi per uso topico, come l'idrocortisone, sono solo una soluzione temporanea. Non prevengono le recidive, ma le rendono più sopportabili. Sii prudente quando utilizzi una crema a base di steroidi perché può assottigliare la pelle e renderla più sensibile alle infezioni, aggravando l'eczema. Usala solo sotto consiglio del dermatologo e, in linea di massima, ricorri agli steroidi solo in quantità limitate e per brevi periodi di tempo.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Infermiera Specialista Clinica
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Shari Forschen, NP. Shari Forschen lavora come Infermiera Registrata al centro Sanford Health, nel Dakota del Nord. Ha conseguito la Laurea in Scienze Infermieristiche Generali e Cliniche presso la University of North Dakota e lavora come infermiera dal 2003.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità