Come Rimuovere il Catrame dalla Pelle

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Ritrovarsi un pezzo di catrame sulla pelle può essere letteralmente doloroso. Probabilmente penserai che si attacca soltanto durante i lavori di costruzione o ristrutturazione edilizia, ma in effetti potrebbe appiccicarsi anche mentre cammini sulla spiaggia.[1] Il catrame è una sostanza molto viscosa, difficile da rimuovere. In alcuni casi, può ustionare la pelle o causare altre lesioni che richiedono cure mediche. Puoi rimuoverlo effettuando un intervento di primo soccorso, applicando il ghiaccio ed eliminando i residui e le macchie presenti sulla zona interessata.

Parte 1 di 4:
Effettuare un Intervento di Primo Soccorso

  1. 1
    Apri immediatamente il rubinetto dell'acqua fredda. Metti la pelle coperta dal catrame sotto l'acqua fredda. Se si tratta di un'area più estesa, fai una doccia.[2] Raffreddala per almeno 20 minuti.[3] In questo modo, eviterai che il catrame ustioni la pelle mentre cerchi di capire se hai bisogno dell'intervento di un medico o sei puoi risolvere il problema da solo.[4]
    • Evita di utilizzare l'acqua molto fredda o il ghiaccio finché non decidi il modo migliore di agire.[5]
  2. 2
    Rivolgiti immediatamente al medico. Sebbene sia raro, il catrame potrebbe ustionare la pelle e danneggiare gli strati cutanei sottostanti.[6] Quindi, consultando il medico, ti assicurerai un trattamento adeguato contro le ustioni o altri danni, potrai alleviare il dolore e il malessere e permetterai alla ferita di guarire correttamente. Non esitare a rivolgerti al medico se:
    • Il catrame è ancora caldo anche se hai provato ad applicare l'acqua fredda;
    • Il catrame sembra bruciare la pelle;
    • Il catrame copre una porzione di pelle piuttosto ampia o una parte estesa del corpo;
    • Il catrame si trova in prossimità degli occhi.[7]
  3. 3
    Togli i gioielli e i vestiti. Rimuovi qualsiasi indumento o tessuto attorno alla pelle ricoperta di catrame. In questo modo, attenuerai il calore e ridurrai il rischio di bruciature, danni o altre conseguenze. Evita di togliere gli abiti o gli oggetti attaccati all'epidermide per evitare ulteriori danni. Se non riesci a toglierli da solo, cerca immediatamente assistenza medica.[8]
  4. 4
    Non staccare il catrame. Non cedere alla tentazione di rimuoverlo con le dita finché non si è raffreddato completamente. Quindi, aspetta in modo da diminuire il rischio di danneggiare ulteriormente gli strati di pelle sottostanti e assicurarti che la ferita guarisca correttamente.[9]
    Advertisement

Parte 2 di 4:
Applicare il Ghiaccio

  1. 1
    Indurisci il catrame col ghiaccio. Strofina la pelle con un cubetto o un impacco di ghiaccio. Continua finché il catrame non si indurisce o si spacca. Così facendo, riuscirai a staccarlo più facilmente dalla pelle, curare le ferite o rimuovere le macchie.[10]
    • Se la pelle si raffredda troppo, togli il ghiaccio per qualche minuto in modo da prevenire la formazione di geloni o ustioni da freddo.[11]
  2. 2
    Solleva il catrame una volta che si è indurito e spaccato. Quando si è raffreddato, staccalo delicatamente dalla pelle. Se si rompe, continua ad alzarlo a piccoli pezzi fino a rimuoverli tutti. Tieni conto che durante questa operazione potresti procurarti ferite o sentire dolore mentre strappi i peli intrappolati nel catrame. Se è insopportabile, consulta un medico per ridurre il rischio di lesioni cutanee.[12]
    • Applica di nuovo il ghiaccio se il catrame si ammorbidisce per il calore sprigionato dal corpo.
  3. 3
    Pulisci la pelle. Se sei riuscito a sbarazzarti del catrame, pulisci la zona interessata con un detergente delicato. Distribuiscilo delicatamente con movimenti circolari. Quindi, sciacqua con acqua tiepida. In questo modo, potrai rimuovere i frammenti e i residui, ma anche eliminare i batteri o i germi che potrebbero causare infezioni sull'area interessata.[13]
    Advertisement

Parte 3 di 4:
Utilizzare Prodotti per la Casa

  1. 1
    Applica una crema cicatrizzante. Usa lo Streptosil o un'altra pomata a base di polisorbato sulla zona invasa dal catrame e lasciala agire per qualche minuto prima di asportarla delicatamente con un panno pulito o risciacquarla con acqua tiepida. È il modo più efficace e sicuro per rimuovere il catrame. Le creme a base di polisorbato riescono a decomporre il catrame, non sono tossiche e permettono di alleviare il dolore e le lesioni cutanee.[14]
  2. 2
    Spalma la maionese. Una volta che il catrame si è raffreddato, applica uno strato compatto di maionese. Lasciala agire per almeno 30 minuti in modo che possa decomporlo. Quindi, con un panno pulito o una spazzola morbida toglila delicatamente asportando nel contempo il catrame. Termina pulendo la zona interessata da eventuali residui, macchie o batteri.[15]
  3. 3
    Usa l'olio. Apri la tua dispensa e prendi l'olio che usi per cucinare. Applicalo versandone una quantità generosa sulla pozione di pelle ricoperta dal catrame e su quella circostante. Lascialo agire per 20 minuti. Quindi, stacca o gratta delicatamente. Infine, elimina tutto con un detergente delicato, acqua pulita e un panno morbido.[16] Esistono numerosi ingredienti da cucina che puoi utilizzare per rimuovere il catrame:
    • Olio di semi di girasole (è molto efficace);
    • Burro;
    • Olio per bambini;
    • Olio di canola;[17]
    • Olio di cocco;[18]
    • Olio di oliva.[19]
  4. 4
    Applica la vaselina. Stendi uno strato di vaselina sull'area interessata e sulla pelle circostante. Aspetta cinque minuti in modo che penetri nel catrame. Dopodiché asporta delicatamente l'eccesso che non è stato assorbito assieme al resto. Termina detergendo e risciacquando fino a eliminare gli ultimi residui o le macchie più persistenti.[20]
    • Applica nuovamente la vaselina se vedi altre tracce di catrame o macchie sulla pelle.
  5. 5
    Evita le sostanze chimiche tossiche. Qualcuno potrebbe suggerirti di utilizzare prodotti di uso domestico, come il solvente per unghie. Tuttavia, evita qualsiasi sostanza potenzialmente tossica perché potrebbe penetrare nella pelle e nuocere alla salute. Quindi, astieniti da:[21]
    • Alcol denaturato;
    • Acetone;
    • Solvente per unghie;
    • Cherosene;
    • Etere;
    • Benzina;
    • Aldeidi.
    Advertisement

Parte 4 di 4:
Togliere i Residui di Catrame e Macchie Esfoliando la Pelle

  1. 1
    Rimuovi le macchie con una spazzola. Il catrame può macchiare la pelle anche dopo che lo hai eliminato. Strofinando delicatamente la pelle, potrai rimuovere qualsiasi traccia o alone. Quindi, sfrega delicatamente un panno pulito o una spazzola per esfoliare in modo da togliere le macchie o i pezzi di catrame più ostinati. Quindi, pulisci e risciacqua con acqua tiepida.[22]
    • Ripeti l'operazione, se necessario.
  2. 2
    Elimina le macchie con la pietra pomice. Passala con movimenti circolari leggeri su qualsiasi macchia o residuo di catrame. Se vuoi, aggiungi un detergente delicato. Quindi, sciacqua la zona con acqua tiepida e asciugala con un panno pulito. Riuscirai a rimuovere in modo facile ed efficace qualsiasi pezzo di catrame o macchia più ostinata.[23]
  3. 3
    Applica un prodotto esfoliante. Se i residui o le macchie sono piuttosto difficili da rimuovere, usa un esfoliante. Puoi comprarlo o prepararne uno tu stesso. Stendine uno strato sull'area interessata. Strofinalo delicatamente sulla pelle finché non tornerà pulita.[24] Ecco alcuni ingredienti per prepararlo in casa:[25]
    • Bicarbonato di sodio;
    • Pasta a base di zucchero e olio d'oliva o di olio di cocco;
    • Pasta a base di sale e olio di mandorle;
    • Pasta a base di miele e farina d'avena finemente macinata.
  4. 4
    Consulta il medico. Talvolta, non è possibile eliminare il catrame dalla pelle oppure può verificarsi un estrema sensibilità cutanea dopo la rimozione. In questi casi, recati dal medico. Potrebbe individuare un problema, togliere il catrame o le macchie più persistenti e prescriverti un trattamento adeguato alle esigenze della tua pelle. Fatti visitare se:
    • Non sei in grado di togliere il catrame;
    • Hai macchie ostinate;
    • Senti dolore o fastidio che non scompare;
    • Noti lesioni o danni sulla zona precedentemente ricoperta dal catrame.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Cura della Pelle

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement