Come Rimuovere la Cera dal Vetro

Accendere delle candele poste in barattolini o altri contenitori di vetro può portare all'accumulo di residui di cera sul fondo e sui lati di questi ultimi, mano a mano che la candela si consuma. Riuscire a rimuovere tutta la cera ti permetterà di riutilizzare il barattolino, se di buona qualità, magari con nuove candele o per un qualsiasi altro impiego. Puoi rimuovere la cera residua congelandola, sciogliendola o anche grattandola via, nel caso di superfici piane. Continua a leggere per saperne di più.

Metodo 1 di 3:
Congelare La Cera

  1. 1
    Metti il barattolino – o qualunque oggetto sia – di vetro nel freezer. Il congelamento funziona meglio con contenitori per candele votive di piccole dimensioni o con candele contenute all'interno di appositi barattolini. Quando la tua candela si sarà raffreddata fino a raggiungere la temperatura ambiente, mettila nel freezer.
    • Se la mettessi nel freezer quando è ancora troppo calda, rischieresti di rompere il vetro a causa del cambio troppo repentino di temperatura. Assicurati che il vetro sia abbastanza freddo da poterlo maneggiare a mani nude, prima di congelarlo.
  2. 2
    Lascia che la cera si contragga per almeno un'ora. Quando il vetro e la cera inizieranno a congelare, la cera inizierà a contrarsi e quindi a separarsi dalla superficie in vetro, diventando molto più facile da rimuovere.[1]
  3. 3
    Usa un coltello da tavolo per rimuovere la cera dal contenitore in vetro. Togli il contenitore di vetro dal freezer dopo circa un'ora, e prova a far cadere la cera colpendone il fondo con il palmo della mano. Usa un dito o un coltello poco affilato per rimuovere tutti i residui di cera rimanenti.
  4. 4
    Tampona il vetro per rimuovere gli ultimi rimasugli. Rimuovi le ultime tracce di cera utilizzando dell'ovatta o un tampone in cotone imbevuto di olio per bambini o aceto.[2] Strofinare con della carta assorbente leggermente umida funzionerà altrettanto bene. Potrebbe volerci un po' di olio di gomito, ma dovresti farcela.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Sciogliere La Cera

  1. 1
    Fai bollire dell'acqua. Porta un pentolino d'acqua a ebollizione utilizzando il fornello o il microonde mentre prepari la cera. Non c'è bisogno che l'acqua bolla in maniera vigorosa, dev'essere solo abbastanza calda da sciogliere la cera. Immagina di stare scaldando l'acqua per una tazza di tè che hai intenzione di bere subito.
    • In alternativa, puoi scaldare il barattolino mentre lavi i piatti. Fai scorrere l'acqua calda fino ad arrivare alla temperatura massima che riesci a sopportare, e a quel punto tieni il barattolo per un po' sul fondo del lavandino ormai pieno d'acqua.
  2. 2
    Frammenta la cera per renderla più semplice da rimuovere. Usa un vecchio coltello per frantumare eventuali grossi accumuli di cera residua contenuti all'interno del vasetto che vuoi ripulire.[3]
    • In alternativa, puoi usare una forchetta per separare accumuli più piccoli di cera, o saltare del tutto questo passaggio nel caso in cui nel contenitore sia presente soltanto un sottile strato di cera residua.[4]
  3. 3
    Versa l'acqua bollente nel barattolino che contiene la cera. La cera dovrebbe iniziare immediatamente a liquefarsi e a galleggiare verso la superficie dell'acqua.
  4. 4
    Lascia che la cera si raffreddi. Lascia al mix di acqua e cera 15-20 minuti per raffreddarsi. Durante questo intervallo di tempo, la cera inizierà a solidificarsi leggermente, pur rimanendo sulla superficie dell'acqua, diventando quindi ancora più semplice da rimuovere.
  5. 5
    Rimuovi la cera dall'acqua usando le dita. Se qualche pezzo di cera è rimasto attaccato al vetro, usa un coltello per separarlo delicatamente da esso. La cera rimasta dovrebbe essere morbida e malleabile, rendendo l'operazione molto più semplice.
  6. 6
    Rimuovi eventuali ulteriori tracce di cera dal barattolino. Immergi una spugna per piatti in acqua calda e strizzala fino a quando non è semplicemente umida. A questo punto usala per pulire il barattolino, rimuovendo gli ultimi residui di cera. Volendo, puoi usare della carta assorbente umida al posto della spugna.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Grattare Via La Cera Dalle Superfici Piane

  1. 1
    Cerca lo strumento giusto. L'ideale sarebbe la lama affilata di un rasoio o un raschietto, ottimi per rimuovere delicatamente la cera da una superficie piana, come quella di un tavolo in vetro, ad esempio. Questi ultimi sono sicuramente più indicati di un coltellino tascabile o di altre lame curve che potrebbero graffiare il vetro. Dovrai essere davvero molto delicato, se vorrai provare a grattare via la cera da una superficie che non puoi riscaldare o strofinare.
  2. 2
    Ammorbidisci la cera con un po' di caldo umido. Immergi una spugna in acqua molto calda e prova a inumidire e ammorbidire la cera prima di raschiarla via. Nel caso migliore riuscirai perfino a rimuoverla strofinando con un panno, evitando quindi di dover utilizzare strumenti più aggressivi.
  3. 3
    Con molta attenzione, rimuovi la cera. Cerca di procedere con colpetti brevi e delicati in modo da evitare che la lama ti scivoli o che lasci dei graffi sulla superficie in vetro. Continua a raschiare fino a quando non avrai rimosso tutti i residui di cera.
  4. 4
    Strofina il vetro. Usa un panno umido e caldo per rimuovere eventuali piccoli residui di cera che potresti aver lasciato. È molto probabile che resti un alone ceroso, per questo motivo quest'ultima fase è particolarmente importante.
    • In alternativa, puoi usare uno spray pulivetri e un panno morbido o della carta assorbente. Potrebbero volerci diverse passate prima di rimuovere ogni traccia. Cerca di essere accurato!
    Pubblicità

Consigli

  • Metti un paio di cucchiai di acqua sul fondo dei barattolini per candele votive riutilizzabili in modo da prevenire che la cera si attacchi sul fondo.
  • Esegui tutti i passaggi sopra a un vecchio straccio o a della carta di giornale, in modo da evitare che i residui di cera finiscano proprio sul tuo tavolo o sul tuo piano di lavoro.
  • Usa i barattolini delle candele come piccoli vasi o come portapenne, o riempili con altri oggetti creativi e usali per decorare la casa, dopo che hai rimosso ogni residuo di cera.
  • Le candele più economiche potrebbero usare grandi quantità di cera a base di petrolio, che in genere è più difficile da rimuovere dal vetro. Cerca di comprare candele di alta qualità fabbricate da compagnie ben note, se vuoi rendere più facile la successiva rimozione della cera dal vetro.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non strofinare in lungo e in largo l'interno del vetro con una spugna o con della carta assorbente, o potresti spargere la cera ovunque. Assicurati di procedere con colpi brevi e movimenti delicati quando rimuovi residui di cera dal vetro.
  • Non lavorare nel lavandino della cucina o del bagno, visto che la cera potrebbe otturare lo scarico e le tubature. Assicurati di gettare tutta la cera in eccesso nella spazzatura.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Pulizia

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità