Come Rimuovere la Muffa in Bagno

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Una piccola macchia di muffa può velocemente trasformarsi in un problema più serio fino a diventare un rischio per la salute. Rimuovere la muffa in aree limitate è relativamente semplice, ma quando si tratta di aree più estese il procedimento può rivelarsi abbastanza complesso. Rimuovere la muffa in bagno proteggerà tutta la famiglia da problemi di salute.

Metodo 1 di 5:
Bicarbonato e Candeggina

  1. 1
    Usa acqua calda, sapone e bicarbonato di sodio per rimuovere gran parte della muffa. Il bicarbonato di sodio è un eccellente detergente. Prova a creare un detergente fatto in casa usando:
    • Un cucchiaino di sapone liquido
    • Una tazza di bicarbonato in polvere
    • Alcune gocce di olii essenziali (limone, rosmarino, lavanda, menta, eucalipto, eccetera)
    • Acqua: quanto basta per formare una pasta.
  2. 2
    Mescola una soluzione composta da 1 parte di candeggina e 2 parti di acqua. Versa il tutto in un contenitore spray.
  3. 3
    Spruzza la soluzione alla candeggina sulla zona interessata e lasciala asciugare.
  4. 4
    Spruzza una seconda volta e poi gratta via lo sporco usando una spazzola.
  5. 5
    Risciacqua e ripeti se necessario finché la muffa non sarà scomparsa.
  6. 6
    Sostituisci la malta tra le piastrelle se non riesci a disfarti di tutta la muffa.
    Pubblicità

Metodo 2 di 5:
Aceto

  1. 1
    Versa dell'aceto bianco in un contenitore spray. L'aceto è un eccellente repellente della muffa grazie alla sua acidità. Non diluirlo quando lo versi nel contenitore spray; usato puro è molto più potente.
  2. 2
    Spruzza l'aceto direttamente sulle superfici ricoperte di muffa e lascia agire per un'ora. Meglio lasciare una finestra aperta in bagno durante questo lasso di tempo.
  3. 3
    Trascorsa un'ora, pulisci la superficie con acqua calda e poi asciuga un panno asciutto. La muffa ama l'umidità, quindi assicurati di asciugare bene l'area trattata. L'odore di aceto dovrebbe sparire una volta sciacquata e asciugata la superficie.
  4. 4
    Usa l'aceto per prevenire la formazione di muffa. Sembra che l'aceto possa eliminare l'82% dei diversi tipi di muffa[1], ed è per questo una soluzione particolarmente efficace per evitare che la muffa prenda il sopravvento nel tuo bagno. Inoltre, non emette esalazioni tossiche (al contrario della candeggina) ed è del tutto naturale.
    • Basta spruzzare un po' di aceto su una superficie soggetta a muffa e lasciarlo agire. Fatto regolarmente, la muffa troverà estremamente difficile crescere in quell'ambiente e tu non dovrai preoccuparti di toglierla.
    Pubblicità

Metodo 3 di 5:
Borace

  1. 1
    Mescola una tazza di borace con 4,5 litri di acqua. Il borace è un detergente che serve anche come insetticida naturale. Ha il vantaggio di essere economico e abbastanza efficace e relativamente facile da trovare (lo vendono alcune farmacie, oppure cercalo online) .
  2. 2
    Rimuovi le spore della muffa usando un aspirapolvere con un filtro HEPA prima di passare alla pulizia decisa in moda da che rimuovere del tutto le spore della muffa.
  3. 3
    Spazzola la parte interessata con la soluzione al borace.
  4. 4
    Fai attenzione a non trasferire le spore altrove mentre pulisci. Limitati a pulire la parte circoscritta. Non vorrai certo dover ricominciare da capo qualche giorno dopo.
  5. 5
    Rimuovi ogni traccia di soluzione sporca e lascia asciugare la superficie. Se la ricontaminazione ti preoccupa, spruzza un po' di aceto nell'area che hai appena pulito come prevenzione.
    Pubblicità

Metodo 4 di 5:
Ammoniaca

  1. 1
    Attenzione: non mescolare MAI ammoniaca e candeggina! Insieme possono creare esalazioni dannose alla salute che possono rivelarsi estremamente pericolose. Non usare entrambi i prodotti quando fai le pulizie.
  2. 2
    Assicurati di usare soltanto “ammoniaca senza additivi”. In commercio, si trova sia l'ammoniaca “pura” o contenere additivi come saponi e altri additivi.
  3. 3
    Versa l'ammoniaca in un contenitore spray e spruzzala sulla superficie ricoperta di muffa.
  4. 4
    Pulisci grattando l'area con una spazzola per assicurare la rimozione completa di muffa e spore. Lascia agire per un'ora o due. Lascia passare l'aria se possibile, dato che l'odore dell'ammoniaca è molto forte e sgradevole.
  5. 5
    Pulisci via dopo poche ore.
    Pubblicità

Metodo 5 di 5:
Perossido di Idrogeno

  1. 1
    Versa del perossido di idrogeno al 3% in un contenitore spray non trasparente. Dato che l'efficacia del perossido di idrogeno diminuisce quando esposto alla luce, assicurati di conservarlo in un contenitore non trasparente.
    • Se vuoi, puoi aggiungere un po' di aceto alla soluzione di perossido di idrogeno per aumentarne l'efficacia.
  2. 2
    Fai prima un prova. In questo modo riuscirai a capire se il perossido funziona e riesce a schiarire la superficie con la muffa.
  3. 3
    Spruzza completamente la superficie da trattare e lascia agire dai 10 ai 20 minuti mentre il perossido aggredisce la muffa.
  4. 4
    Lascia agire per un'ora o due. Lascia circolare l'aria se possibile, dato che l'odore dell'ammoniaca è molto forte e sgradevole.
  5. 5
    Pulisci la superficie.
    Pubblicità

Consigli

  • Usa una bottiglia spray per applicare la soluzione detergente invece che una spugna.
  • Se devi sostituire la malta o altre parti del tuo bagno, usa un prodotto resistente alla muffa per prevenire occorrenze future.
  • Puoi anche acquistare un detergente antimuffa specifico invece della candeggina.
  • Pulisci il bagno con l'aceto regolarmente per evitare occorrenze future.
Pubblicità

Avvertenze

  • Quando usi la candeggina ricorda di indossare guanti, occhiali protettivi e una mascherina per evitare di respirare la candeggina. Non indossare vestiti nuovi o ai quali tieni dato che gli schizzi di candeggina possono rovinarli.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Secchio di acqua calda
  • Candeggina
  • Spugne e stracci

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità