Come Rimuovere le Crosticine dalla Testa di un Neonato

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

La squamatura, anche chiamata in gergo medico “dermatite seborroica”, è una condizione comune fra i neonati, che causa piccole crosticine sul cuoio capelluto. Solitamente si risolve senza problemi dopo un paio di settimane, ma in alcuni casi persistenti occorre intervenire. Leggi come rimuoverle con metodi casalinghi e quando invece serve un trattamento medico.

Metodo 1 di 3:
A Casa

  1. 1
    Solleva le croste con le dita. Il bambino non sentirà dolore, in questo modo. È il metodo più semplice e uno dei più efficaci per rimuoverle.
    • Strofina le dita su ogni squama, poi gentilmente alzala e toglila.
    • Se non vuoi usare le dita, indossa un paio di guanti di lattice (purché il bambino non ne sia allergico). Anche della plastica va bene per proteggerti le mani. Ricorda però che la dermatite seborroica non è contagiosa, e rimuovere le croste farà stare meglio il tuo bambino.
    • Niente pinzette o altri strumenti affilati per sollevare la pelle morta, perché potresti scalfire la testa e far male al bimbo.
  2. 2
    Lava la testa del bimbo quotidianamente. Usa acqua tiepida e massaggiagli dolcemente la testa con le dita. L'acqua aiuterà la pelle morta ad ammorbidirsi e riuscirai a toglierla senza problemi.
    • Usa uno shampoo delicato per bambini a ogni lavaggio. Tieni a mente, però, che potresti seccare ulteriormente la pelle del piccolo.
    • Passa una spazzola morbida per ammorbidire le croste mentre la testa è ancora umida.
  3. 3
    Usa del baby olio. A volte le crosticine hanno bisogno di un po' di aiuto. Tampona un po' di olio sulle croste, e aspetta 15 minuti prima di provare ad alzarle.
    • Anche l'olio di oliva e quello vegetale vanno bene.
    • Usa shampoo e acqua tiepida per lavare via l'olio. Lasciarne tracce può peggiorare il problema.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Soluzioni Mediche

  1. 1
    Usa uno shampoo antiforfora.[1] Se dopo un paio di giorni le croste si riformano, passare a uno shampoo antiforfora una o due volte alla settimana può rivelarsi utile. Questi shampoo contengono catrame che riduce la squamatura e aiuta a prevenire la secchezza della pelle.
    • Gli shampoo con ketoconazolo o con l'1% di solfuro di selenio sono altrettanto validi.[2]
    • Gli shampoo con acido salicilico non vanno bene per i bambini, perché gli ingredienti potrebbero provocare loro dei danni venendo assorbiti dalla pelle.[3]
    • Parla con un pediatra prima di passare a uno shampoo medicinale. Ti raccomanderà una marca specifica per i bisogni del tuo piccolo.
  2. 2
    Si può usare anche una crema all'idrocortisone. Se il cuoio capelluto del tuo bambino è arrossato, infiammato o pruriginoso, la crema – usata anche per trattare eruzioni o punture d'insetti – può alleviare i sintomi. Controlla con il medico prima di usarla, però.[4]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Misure Preventive

  1. 1
    Mantieni umidificata la casa. I neonati con la dermatite seborroica spesso hanno altri sintomi legati alla pelle che si arrossa facilmente. Mantenendo l'aria umida, la pelle non si squamerà.[5]
  2. 2
    Dopo ogni bagnetto metti sempre la crema. Applicala sulla testa quando è ancora umida e calda dopo il bagno, così che venga assorbita bene dalla pelle, evitandole di seccarsi e squamarsi. Usa una lozione o dell'olio specifico per neonati con pelle delicata.
  3. 3
    Considera la dieta del piccolo. Le croste da dermatite sono causate spesso dal latte in polvere. Se il tuo bambino presenta anche puntini rossi sul viso, diarrea o ha allergie oltre alla dermatite, parla al pediatra per cambiare il latte con qualcosa di più leggero.[6]
    Pubblicità

Consigli

  • La spazzola per neonati è molto efficace. È di materiale morbido e si trova nel reparto bambini dei supermercati.
  • Se acqua e sapone non gli vanno negli occhi, l'esperienza sarà migliore per il bambino.
Pubblicità

Avvertenze

  • Attenzione a non premere troppo sulla fontanella al centro della testa.
  • Sii delicata con il bambino.
  • Accertati che l'acqua sia tiepida e non bollente. Puoi controllare con il gomito: se la senti troppo calda per il gomito allora lo è anche per il neonato.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Genitori

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità