Come Rimuovere un Catetere Venoso PICC

Un PICC (catetere venoso centrale inserito perifericamente) è un tipo di catetere che normalmente viene inserito nell'avambraccio. Al termine del trattamento farmacologico, il medico decide quando è opportuno togliere il PICC. La rimozione è una procedura rapida che può essere fatta solo da un medico qualificato o dall'infermiere.

Parte 1 di 2:
Rimuovere il Catetere

  1. 1
    Sappi che solo gli infermieri qualificati e i medici possono togliere il PICC. Solo loro sono abilitati per prendersi cura del paziente e autorizzati a rimuovere un catetere venoso centrale inserito perifericamente (PICC). In caso contrario, potrebbero sorgere gravi complicazioni o infezioni.
    • Pertanto, puoi procedere con questi passaggi solo se sei un medico o un infermiere professionale. I pazienti possono usare questo articolo solo a scopo informativo.
  2. 2
    Lavati le mani. Prima di iniziare la procedura o toccare i materiali necessari per la rimozione del PICC, lavale accuratamente con sapone antibatterico e metti un nuovo paio di guanti sterili. Questo riduce le possibilità per il paziente di sviluppare un'infezione.
  3. 3
    Prepara i materiali necessari. Prima di togliere il PICC, devi avere pronti tutti gli strumenti che dovrai usare, in modo da averli facilmente a portata di mano.
    • Questi materiali comprendono un paio di forbici sterili, un bendaggio occlusivo, un taglierino per i punti, una confezione di medicazioni sterili e batuffoli di cotone imbevuti di betadine.
    • Organizza sistematicamente tutti questi materiali vicino al letto del paziente prima della procedura, in modo che siano facili da afferrare.
  4. 4
    Spiega al malato come si svolgerà la rimozione del PICC. In questo modo stabilisci un rapporto di fiducia e collaborazione con il paziente. Sii pronto a rispondere a eventuali domande che potrà farti.
  5. 5
    Metti il soggetto in una posizione corretta. Prima di avviare il processo, chiedigli di mettersi in modo adeguato. Dovrebbe essere sdraiato sulla schiena, rivolto verso l'alto e tenendo braccia e gambe a contatto con il letto. Questa è la classica posizione supina.
    • Assicurati che il letto sia pulito, con lenzuola fresche, per permettere al paziente di sentirsi maggiormente a suo agio ed evitare infezioni.
  6. 6
    Pulisci la pelle intorno al catetere. Prendi un batuffolo di cotone imbevuto di betadine e pulisci accuratamente l'area attorno alla linea del PICC, cominciando dalla zona vicina al catetere e muovendoti verso l’esterno.
    • Questo è un passaggio importante, devi eliminare tutti i batteri dalla superficie della pelle, riducendo così le possibilità di infezione.
    • Una volta disinfettata la zona, spegni il set infusionale e prepara gli strumenti per la fasciatura, in modo da applicarla immediatamente dopo la procedura.
  7. 7
    Rimuovi il catetere. Con la taglierina per sutura taglia con cura e togli i punti che tengono la linea PICC in posizione. Chiedi al paziente di trattenere il respiro, poi, con la mano dominante, tira lentamente il catetere nella direzione opposta di inserimento. Non applicare nessuna pressione diretta sul sito.
    • Quando hai tolto il catetere, copri immediatamente la zona con una garza sterile e tienila premuta leggermente.
    • Chiedi al soggetto di continuare a trattenere il fiato mentre copri l'area con una medicazione occlusiva. Una volta fatto questo, permettigli di tornare a respirare normalmente e di rimettersi in una posizione comoda.
  8. 8
    Monitora le condizioni del paziente nelle successive 24 - 48 ore. È importante osservare il suo stato di salute nell’arco di questo tempo per rilevare eventuali segni di infezione, come la febbre. Inoltre, devi controllare se il sito sanguina e verificare se il soggetto riscontra delle difficoltà di respirazione.
    • La medicazione deve rimanere in posizione per 24-72 ore, a seconda della permanenza del PICC nel suo corpo.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Aiutare il Processo di Recupero

  1. 1
    Informa il malato in merito alle possibili diverse complicazioni che possono sorgere a seguito della rimozione del PICC. È importante che il paziente ne sia informato prima di svolgere la procedura. Tra queste ci possono essere:
    • Rottura della linea PICC. Questa è la complicanza più comune in questo tipo di intervento. Per evitare che si rompa, la linea deve essere tolta delicatamente senza esercitare troppa forza.
    • Infezione. È un'altra complicanza che può sperimentare il malato. L'infezione può presentarsi in qualsiasi momento. È importante quindi controllare regolarmente la linea PICC e assicurarne la sterilità, per quanto possibile.
    • Embolia e rottura del catetere. Questo caso, che può verificarsi durante la rimozione del PICC, è potenzialmente grave perché può portare il paziente alla perdita di coscienza, se il coagulo di sangue raggiunge il cervello.
    • Gonfiore e arrossamento. Si tratta di altri sintomi che si possono manifestare e che si sviluppano generalmente nell’area del sito dell'inserimento del catetere.
  2. 2
    Informa il paziente sui dosaggi adeguati degli antidolorifici. Una volta tolto il catetere, il paziente può avvertire dolore nella parte superiore del braccio. Quindi a volte il medico può prescrivere dei farmaci contro il dolore o consigliare degli antidolorifici da banco affinché il paziente possa riprendere le sue normali attività quotidiane.
    • Uno degli antidolorifici più comuni che non richiede prescrizione è l’ibuprofene. È un farmaco non steroideo antinfiammatorio, che ha proprietà sia antipiretiche che analgesiche.
    • La dose raccomandata è 200-400 mg, assunta per via orale ogni 4-6 ore. È importante che il farmaco venga assunto con cibo o latte per evitare problemi di stomaco.
  3. 3
    Informa il paziente su quale tipo di esercizi dovrebbe evitare. Assicurati che sappia di non praticare attività faticose o sollevare qualsiasi carico pesante per un minimo di 24 ore dopo la rimozione del PICC. Questo include anche lo spostamento di mobili, il sollevamento di scatole pesanti o lo svolgere qualsiasi attività che coinvolga con movimenti ripetitivi il braccio o la mano.
  4. 4
    Educa il paziente a seguire una corretta alimentazione. Una dieta sana è essenziale per guarire bene, quindi è una buona idea fargli conoscere i cibi adeguati che dovrebbe mangiare a seguito dell’intervento di rimozione subìto.
    • Dovrebbe mangiare molti alimenti ricchi di ferro per aumentare l’apporto di sangue e rafforzare il corpo. Tra questi i principali sono la carne rossa, il pollo, spinaci, broccoli, frutti di mare, zucca e semi di sesamo, frutti a guscio come le arachidi, le noci pecan, i pistacchi e le mandorle.
    • Se il soggetto ha perso peso, invitalo a mangiare frullati e frappè ricchi di calorie, che sono pieni di sostanze nutritive, vitamine e zuccheri naturali che aiutano ad aumentare di peso in modo sano.
    • Invece di mangiare tre pasti abbondanti al giorno, incoraggialo a fare piccoli pasti più spesso durante l'arco della giornata. Ciò contribuirà a mantenere alti i livelli di energia.
    Pubblicità

Consigli

  • Se temi che possa esserci un'infezione, assicurati che la punta del catetere venga portata al laboratorio per l’analisi, al fine di accertare la presenza di infezione sulla linea PICC.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità