Come Rimuovere un Topo ancora Vivo da una Trappola Adesiva

Il lato positivo delle trappole per catturare i topi è che questi aggeggi non uccidono i piccoli roditori. Tuttavia, le trappole non sono progettate per rimuovere i topi, una volta che gli animali si siano incollati. Con un po' di impegno e di preparazione, puoi rimuovere il topo e lasciarlo nell'ambiente naturale, senza ferirlo o correre il rischio che si perda di nuovo in casa o in ufficio. Si vendono molte trappole per catturare i topi e poi liberarli. Compra queste se puoi. Se non puoi o non funzionano bene, prova questo metodo.

Passaggi

  1. 1
    Non provare mai a tirare via il topo dalla trappola senza seguire uno dei metodi descritti in questo articolo. La colla su queste trappole può effettivamente strappare i peli e volte anche la pelle, e quindi rischi letteralmente di scuoiare il topolino intrappolato.
    Advertisement

Metodo 1 di 2:
con l'Olio

  1. 1
    Metti l'intera trappola, il topo, l'esca, tutto in un contenitore di plastica che abbia la superficie di dimensioni leggermente maggiori della trappola stessa e che sia profondo almeno 10 cm.
    • Indossa dei guanti di gomma se ti è possibile e tieni le mani lontane dal topo. Sebbene siano piccoli e carini, i topi hanno denti molto appuntiti. Possono trasmettere malattie e provocare ferite con un morso. Possono fare seri danni con i loro denti, quindi anche se usi i guanti, non dare all'animale impaurito l'opportunità di mordere.
  2. 2
    Versa un po' di olio vegetale sul topo, coprendolo leggermente lui e l'area intorno alla trappola. Utilizza l'olio con moderazione, magari un cucchiaio o al massimo due. Va bene qualsiasi olio da cucina, ma gli oli vegetali funzionano meglio e sono di solito meno costosi.
    • Non usare mai qualsiasi altro tipo di olio. In particolare, non usare quelli sintetici, lubrificanti o a base di petrolio in quanto ucciderebbero il topo.
    • Assicurati che bocca e naso del topo non siano sommersi dall'olio. Ancora una volta, basta una piccola quantità.
    • Lo spray da cucina è una valida alternativa all'olio vegetale perché può concentrare l'olio solo sulle parte incollate senza dover coprire aree in cui non è necessario. Tra l'altro, mirando lo spray verso queste aree per inumidirle, causa una quasi immediata rimozione del topo senza logorarlo ancora o ferirlo ulteriormente.
  3. 3
    Metti il coperchio sul contenitore di plastica e chiudilo. Aspetta e guarda. Il topo dovrebbe riuscire a liberarsi in pochi minuti. Ciò accade quasi istantaneamente se il roditore non è particolarmente appiccicato, quindi cerca di mettere il coperchio il più velocemente possibile. Se il topo si stacca quando il coperchio non è ancora su, uscirà subito dal contenitore per tornare in casa.
  4. 4
    Raramente il topo ha bisogno di un piccolo aiuto. Se sono rimasti appiccicati alla carta per un lungo periodo di tempo, possono indebolirsi e disidratarsi. Inoltre, la versione in plastica della trappola può essere estremamente appiccicosa, e il topo può avere grandi problemi nel liberarsi, soprattutto se le zampe posteriori sono entrambi incollate o la coda è completamente immersa nella colla.
    • Se ciò accade, utilizza un panno ovattato, come una vecchia presina, per aiutare il topo a liberarsi. Il panno deve essere spesso abbastanza da proteggerti dai morsi, ma flessibile abbastanza da poter afferrare il roditore.
    • Quando l'animale è quasi libero, metti la trappola nel contenitore e piazza il coperchio, poi lascia che il topo completi il lavoro. Ci vorrà qualche minuto.
    • Controlla anche che non ci sia colla a coprire il naso del topo. Se ne trovi un po', toglila dolcemente con un panno. Non dovrebbe esserci abbastanza colla sulle trappole di carta perché questo possa essere un problema reale, ma è un aspetto problematico per le più profonde trappole di plastica.
  5. 5
    Guarda attraverso il contenitore per verificare che il topo sia libero. Deve essere capace di muoversi, senza zampe o coda incollate insieme. Una volta che è libero e può muoversi, è arrivato il momento di lasciarlo nella natura. Non essere troppo precipitoso, può respirare nel contenitore per un'ora, ma non di più. Quindi preparati in anticipo a liberare il topo in quel lasso di tempo. Inoltre, se lasci il topo nel contenitore troppo a lungo, potrebbe provare a morderlo per uscire, danneggiandolo.
  6. 6
    Liberalo in un ambiente a lui favorevole, come un grande campo o un'area boschiva, ad almeno un chilometro e mezzo dalla tua abitazione e lontano da altri edifici. Alcune specie di roditori riescono a muoversi nel raggio di 1 km e mezzo ogni giorno, quindi lascia libero il topo più lontano, se non vuoi che ritorni.
  7. 7
    Piazza il contenitore a terra, preferibilmente vicino a una copertura, in modo che il topo possa scappare e proteggersi subito dai predatori. Rimuovi il coperchio e fai qualche passo indietro. Il topo dovrebbe riuscire a saltare via dal contenitore. Puoi provare a inclinare un po' il contenitore da un lato per incoraggiare il topo a liberarsi.
  8. 8
    Pulisci accuratamente tutto, prepara la trappola e innescala in una lattina sigillata per l'immondizia, all'esterno. L'esca e la trappola possono ancora attrarre topi e insetti, ma sono adesso solo una fonte di cibo. Sebbene generalmente puliscano l'ambiente da tanti animali, i topi possono trasmettere una grande varietà di malattie e mettere a rischio persone e altri animali (soprattutto roditori domestici), quindi è molto importante lavare e disinfettare il contenitore e ogni altra cosa utilizzata per liberare il topo. Disinfetta e pulisci le aree nelle quali il topo è vissuto.
  9. 9
    Lava le mani per bene.
  10. 10
    Ripeti il procedimento. Dove c'è un topo, di solito ce ne sono altri. Lascia quindi altre trappole nella stessa area per un paio di settimane. Ripeti il procedimento fino a che non sarà passato un mese senza aver catturato altri topi. Controlla indizi di nuove infestazioni e piazza altre trappole appena possibile. I topi procreano molto molto molto velocemente, dalle 7 alle 10 figliate in un anno.
    Advertisement

Metodo 2 di 2:
Con la Polvere

  1. 1
    Procurati della polvere atossica, ad esempio di amido di mais.
  2. 2
    Applicala come faresti con l'olio. L'amido di mais non può nuocere al topo, anche se, comunque, non devi mai utilizzare una quantità di olio che lo farebbe affogare.
  3. 3
    Assisti il topo. Il topo richiede assistenza in questo caso rispetto al metodo dell'olio. Utilizza un panno ovattato o guanti spessi, perché il topo cercherà di morderti quasi sicuramente. Prova a liberare quasi completamente il topo, come descritto in precedenza, e lasciagli terminare il lavoro.
  4. 4
    Segui i punti descritti nel Metodo dell'Olio per lasciare libero il topo.
    Advertisement

Consigli

  • Rendi la vita più semplice per te e per il topo! Compra solo un cubetto per topi, una scatola in plastica con porta inclinata, in modo che il topo possa entrare ma non uscire. Quando devi lasciarlo libero nella natura, capovolgi il cubo. La porta si aprirà ed il topo potrà uscire. Nessun tocco, niente colla, solo trappola e libertà!
  • Non provare a tirare il topo dalla trappola senza olio. La colla di queste trappole può tirare via peli e a volte pelle. Rischi di attaccare al guanto il topo o la sua coda con la stessa colla della trappola.
  • Un gatto, un cane o un animale selvatico possono assumere della colla che resta attaccata alla bocca, alla gola o al resto dell'apparato digerente se mangiano un topo che ha ancora della colla addosso. Questo procedimento dovrebbe lasciare il topo privo di colla, ma se vedi un eccesso di colla sull'animale, prendilo con un guanto o con un panno per non essere morso e usa un foglio di carta pulente, un asciugamano da viso o usa e getta per rimuovere ogni eccesso di colla prima di liberare il topo.
  • Sbarazzati della tana dei roditori. Topi e ratti fanno una tana in un luogo in cui c'è cibo e materiale per dormire. Se mantieni quel cibo e quel materiale in casa, rischi di subire un'altra infestazione.
  • Puoi usare olio vegetale per togliere la trappola dagli animali, dai vestiti, dai bambini. C'è bisogno di più attenzione quando pulisci i vestiti, in modo che l'olio non causi macchie (inizia con un piccolo punto invisibile per verificare).
  • Se non puoi rendere casa tua a prova di topo, puoi sigillare ogni possibile punto d'entrata. Il comune topo da campo può passare attraverso una buca un po' più grande di una matita e può masticare la schiuma sigillante. Utilizza una combinazione di materiale sigillante o di composto per rattoppare con rete di fili o cuscinetti in metallo per sigillare le buche nelle quali possono entrare i topi. Verifica soprattutto i canali in cui scorrono tubi e fili per l'abitazione.
  • Controlla le leggi locali prima di lasciar libero il topo. Può essere illegale lasciare l'animale in una proprietà altrui senza il permesso del proprietario. Puoi lasciare libero il topo anche nel bosco di un parco e non preoccuparti di proprietà private. In tal caso sta attento a non lasciarlo libero in un luogo erboso del parco, magari concepito per le persone, per evitare che un bambino venga morso per colpa tua!
Advertisement

Avvertenze

  • Piazza le trappole dove cani e gatti non possono trovarla. Altrimenti, invece di catturare il topo, corri il rischio di prendere il tuo animale domestico. Inoltre, un topo catturato è un facile obiettivo per cani e gatti. In tal modo rischi di esporre il tuo animale domestico a malattie.
  • Controlla regolarmente le trappole. Un topo in trappola si disidrata facilmente in un giorno o meno. Gli animali morti rappresentano un ulteriore rischio per la salute ed emettono cattivi odori. Se il topo muore, prendi la precauzione di disinfettare l'area.
  • Se le trappole adesive non uccidono i topi immediatamente, possono comunque causare loro ferite. Usale solo se le trappole semplici non sono disponibili o non funzionano.
  • Assicurati che il coperchio sul contenitore da trasporto sia sigillato e bloccato, altrimenti corri il rischio che il topo finisca in auto.
  • Utilizza solo olio per cucina. gli oli derivanti dal petrolio possono essere tossici, dannosi per l'ambiente, per il topo e per casa tua. E', inoltre, molto difficoltoso rimuoverli.
  • Controlla sempre le trappole, più volte al giorno per ridurre le possibilità che il topo si ferisca o si disidrati.
  • I topi e i ratti mordono. Non sono cattivi, semplicemente si difendono. Tieni le mani lontano da essi e proteggiti con guanti o un panno ovattato se hai il topo tra le mani.
  • I topi possono provare ad uscire dalla trappola in qualsiasi modo, lottando e lasciando andare peli o altre parti del corpo. Se lasciarli liberi è ciò che vuoi, considera metodi alternativi, o cerca trappole meno dannose su internet, nei negozi, nei centri per gli animali e nei grandi magazzini.
  • Assicurati che l'animale possa sopravvivere nell'ambiente in cui viene liberato. Se vivi in un clima estremo ed inospitale nel quale l'animale non potrebbe sopravvivere, non ha senso catturarlo per liberarlo.
  1. Puoi creare tu stesso un habitat con materiale da utilizzare come rifugio: gli asciugamani rotti sono perfetti, un po' di cibo come noci, formaggio a pezzetti e acqua, così puoi lasciare il topo lì. Puoi prendere una scatola per carte o per le scarpe con un foro da cui il topo uscirà quando sarà pronto. In questo modo, se ti trovi in un ambiente freddo, i topi avranno cibo e protezione finché non saranno forti abbastanza da trovare un'altra sistemazione.
  • Tutti i roditori portano malattie, compresa la rabbia,[1] la polmonite virale,[2] la febbre emorragica,[3] la febbre di Lassa,[4] la leptospirosi,[5] la coriomeningite linfocitaria,[6] la peste,[7] la febbre da morso di ratto,[8] la salmonellosi,[9] la tularemia,[10] e tutte possono far ammalare persone e animali, soprattutto i roditori, fino a causare la morte. Pulisci tutto e metti via tutto ciò che è contaminato dai fluidi dei roditori e non può essere sterilizzato. Lava bene le mani dopo aver lasciato libero il topo. A volte lavare le mani non basta ad evitare le infezioni, perché molte di esse possono penetrare la pelle o essere trasmesse dalle particelle d'aria che respiriamo. Recati da un medico immediatamente se ti ammali dopo aver toccato dei topi.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Trappole per topi adesive. Quelle in cartone sono migliori di quelle in plastica.
  • Esca, non formaggio o burro d'arachidi. Le barrette di frutta funzionano meglio.
  • Un contenitore in plastica pulito più grande della trappola, profondo almeno 10 cm con un coperchio che possa essere chiuso.
  • Olio da cucina.
  • Guanti.
  • Panno spesso o vecchia presina.
  • Disinfettante.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 45 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Animali | Casa & Giardino

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement