Come Riparare la Guarnizione della Testa del Motore con un Sigillante

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Una perdita dalla guarnizione della testa del motore è un inconveniente piuttosto serio. Se non vuoi portare la vettura in officina per una sostituzione professionale, puoi cercare di riparare il danno da solo usando del sigillante per motori. Questo prodotto fornisce una soluzione temporanea o definitiva al problema. Se la rottura è troppo grave, devi però provvedere a una sostituzione del pezzo da parte di un meccanico.

Parte 1 di 3:
Diagnosticare una Perdita dalla Guarnizione della Testa del Motore

  1. 1
    Controlla sotto il tappo del serbatoio dell'olio. Quando la guarnizione della testa del motore ha una perdita, il sintomo comune è la formazione di una sostanza viscosa, simile a maionese, sotto il tappo dell'olio.[1]
    • La sostanza è bianca, cremosa e si accumula sulla parte inferiore del tappo; si tratta di un indizio evidente di una perdita dalla guarnizione.
    • Tuttavia, l'assenza di questa "maionese" non esclude automaticamente che la guarnizione non perda.
  2. 2
    Osserva se il tubo di scappamento rilascia un fumo bianco. Quando la guarnizione è danneggiata, il refrigerante penetra nei cilindri e viene bruciato insieme all'aria e al carburante, producendo un fumo di scarico dal colore diverso dal solito; in genere, diventa grigio o bianco invece che della solita tonalità scura.[2]
    • Man mano che la perdita peggiora, il fumo diventa sempre più bianco.
  3. 3
    Drena l'olio dal motore e cerca delle tracce di refrigerante. Quando cambi l'olio, ispeziona quello vecchio per capire se è presente anche del liquido del radiatore. Una perdita a livello della guarnizione della testa del motore permette al refrigerante di filtrare nell'olio; dato che si tratta di due sostanze dalla consistenza diversa, i liquidi tendono a separarsi.[3]
    • Se vedi delle strisce circolari chiare dentro l'olio, probabilmente sono di refrigerante.
    • Se la quantità di liquido del radiatore è sufficiente per poterne vedere il colore, ricorda che in genere è verde, arancione o rosa.
  4. 4
    Presta attenzione se il motore si inceppa. Quando ha difficoltà ad avviarsi, puoi percepire e udire una forte vibrazione che risuona in tutto il veicolo. Potresti anche notare un sussulto nella lancetta del tachimetro e del contagiri in corrispondenza della vibrazione. Questa reazione è innescata dal liquido del radiatore che penetra nei cilindri e impedisce la combustione del carburante.[4]
    • Un problema di combustione fa spesso accendere la spia d'avaria del motore sul cruscotto.
    • Una perdita dalla guarnizione della testa del motore è uno dei problemi che innescano l'accensione di questa spia.
  5. 5
    Usa uno scanner OBDII. Se si accende la spia del motore, usa un palmare per la diagnostica a bordo per controllare il messaggio d'errore del computer del veicolo. Il codice d'errore può farti capire meglio qual è il problema della macchina.[5]
    • Se l'errore indica un problema di combustione, la responsabile potrebbe essere la guarnizione.
    • Molti negozi di autoricambi usano lo scanner OBDII per controllare gratuitamente i codici d'errore.
  6. 6
    Monitora l'indicatore della temperatura. Quando la guarnizione della testa del motore è malfunzionante, impedisce la corretta regolazione della temperatura. Se il motore raggiunge temperature superiori rispetto al normale o inizia a surriscaldarsi, potrebbe essere un sintomo della perdita dalla guarnizione.[6]
    • Se la macchina si surriscalda, accosta immediatamente e spegni il motore.
    • Guidare un veicolo surriscaldato causa gravi danni al motore e alla testata.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Drenare il Vecchio Refrigerante

  1. 1
    Solleva il veicolo. Per poter accedere al punto inferiore dell'impianto di raffreddamento, devi sollevare la macchina a un'altezza adeguata per poter lavorare sotto la scocca. Alzala con un cric inserendo quest'ultimo nelle apposite tacche e premendo o ruotando la leva.[7]
    • Quando la macchina è sollevata a sufficienza, inserisci sotto di essa dei martinetti per sostenerne il peso.
    • Se non sai dove trovare i punti per fare leva con il cric, consulta il manuale d'uso del veicolo.
    • Non lavorare mai sotto una vettura sorretta dal solo cric.
  2. 2
    Metti un contenitore sotto il radiatore. Hai bisogno di un recipiente abbastanza grande da contenere il doppio di tutto il fluido refrigerante che cola dall'impianto. Se non hai un contenitore sufficientemente grande, procurati un secchio della capienza pari a quella dell'impianto. Dopo aver effettuato il primo scarico di antigelo, dovrai travasare il contenuto del secchio in un altro recipiente sigillabile.[8]
    • Metti il recipiente sotto il radiatore in prossimità della valvola di drenaggio.
    • Consulta il manuale d'uso della macchina per conoscere la capacità del sistema refrigerante e, di conseguenza, quella del contenitore che devi usare.
  3. 3
    Apri la valvola di drenaggio. Usa una chiave inglese per svitare il dado che si trova sul fondo del radiatore; in questo modo, permetti al liquido di colare nel recipiente. Aspetta che il sistema si svuoti completamente prima di chiudere la valvola.[9]
    • Presta attenzione a non rovesciare il liquido a terra, perché è altamente inquinante.
    • Apri il tappo del radiatore per accelerare il processo.
  4. 4
    Chiudi la valvola e riempi il radiatore con acqua. Quando l'impianto è vuoto, usa la stessa chiave inglese per serrare il dado di drenaggio; a questo punto, puoi aprire il tappo del radiatore e versarci della semplice acqua per riempire il sistema.[10]
    • Se il tappo è gravemente usurato o danneggiato, dovresti sostituirlo con uno nuovo che puoi acquistare in un negozio di autoricambi.
    • Se non riesci a individuare il tappo del radiatore, leggi il manuale di manutenzione dell'auto.
  5. 5
    Scollega il termostato. Si tratta dell'elemento che mantiene costante la temperatura di esercizio aprendo il sistema di raffreddamento, in modo da consentire al liquido di attraversare il radiatore e dissipare calore grazie al flusso d'aria, quando diventa troppo caldo. Scollegando il termostato, eviti che si attivi mentre aggiungi il sigillante.[11]
    • Stacca il tubo che si unisce alla parte superiore del termostato.
    • Se hai dei dubbi, fai riferimento alle istruzioni del manuale di manutenzione per trovare il termostato con precisione.
  6. 6
    Avvia il motore e imposta il sistema di riscaldamento alla massima temperatura. Quando hai riempito l'impianto con acqua, accendi il veicolo per far circolare il liquido nel sistema e poter lavare via i residui di refrigerante quando aprirai nuovamente la valvola.[12]
    • Lascia il motore acceso per dieci minuti circa.
    • Controlla la temperatura e spegni il veicolo appena prima che inizi a surriscaldarsi.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Riempire l'Impianto di Raffreddamento con la Miscela Sigillante

  1. 1
    Apri la valvola per far uscire l'acqua. Quando l'hai fatta scorrere in tutto l'impianto di raffreddamento, svita nuovamente il dado di scarico per sbarazzarti anche dell'acqua; aspetta che dreni del tutto, prima di chiudere la valvola.[13]
    • Questo è lo stesso procedimento che dovresti seguire per drenare e lavare l'impianto di raffreddamento.
    • L'acqua porta via con sé i residui di liquido antigelo che erano rimasti nel sistema anche dopo il primo scarico.
    • Durante questo passaggio collega nuovamente il termostato.
  2. 2
    Riempi l'impianto del radiatore con acqua e liquido refrigerante. Usa una miscela composta da acqua e antigelo in parti uguali. Chiedi al commesso del negozio di autoricambi qual è il tipo di refrigerante giusto per il veicolo che possiedi.[14]
    • Puoi acquistare una miscela già pronta oppure prepararla tu stesso.
    • Versa il refrigerante attraverso l'apertura del radiatore e aspetta un minuto, per permettergli di raggiungere tutto l'impianto; in seguito, continua a rabboccare finché non hai travasato una quantità di fluido pari alla capienza del sistema.
  3. 3
    Versa il sigillante per la guarnizione della testa del motore. Mettilo nel sistema attraverso l'apertura del radiatore; leggi le istruzioni per il prodotto specifico che hai comprato, perché potrebbero variare in base alla marca.[15]
    • In genere, è sufficiente versare il sigillante nel radiatore insieme all'acqua e al refrigerante.
  4. 4
    Guida il veicolo per 15-20 minuti. Il sigillante deve percorrere tutto l'impianto di raffreddamento e raggiungere la guarnizione. Avvia il motore e lascialo girare al minimo o fai un giro di prova per 15-20 minuti per diffondere il sigillante.[16]
    • Anche in questo caso, fai attenzione che il motore non si surriscaldi ed eventualmente spegnilo subito.
    • Trascorsi 15-20 minuti, spegni il motore e lascialo riposare per alcune ore.
  5. 5
    Valuta nuovamente le condizioni della guarnizione della testa del motore. Usa gli stessi criteri descritti nella prima parte dell'articolo per capire innanzitutto se c'è un problema; in certi casi, il sigillante può fornire una soluzione definitiva, ma in altre situazioni può rivelarsi del tutto inutile.[17]
    • Monitora con attenzione la vettura alla ricerca di indizi che facciano supporre una perdita a livello della guarnizione.
    • Farla sostituire è l'unica soluzione davvero permanente.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement