Come Riparare la Plastica Danneggiata

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Quando un oggetto di plastica si rompe, potresti pensare che sia più facile liberarsene piuttosto che tentare di ripararlo, ma lavorare questo tipo di materiale è più facile di quanto tu possa credere. Il segreto per ottenere un buon risultato sta nel fondere le parti di contatto tra l'oggetto e il pezzo da riattaccare, in modo che esse possano formare di nuovo una superficie omogenea e solida. Se non riesci nell'intento usando una colla specifica per plastica, puoi tentare di fondere i bordi danneggiati con un saldatore. Anche un forte solvente chimico (come l'acetone) può sciogliere completamente alcuni tipi di plastica; il fluido colloso che ne deriva, all'occorrenza, potrà essere applicato con un pennello sull'oggetto da riparare.

Metodo 1 di 3:
Riparare Pezzi Piccoli con la Colla

  1. 1
    Procurati un tubo di colla ad alta resistenza, specifica per la plastica. Se devi riparare un bordo scheggiato o riattaccare il frammento di un oggetto, un adesivo tenace sarà sufficiente. Questo specifico tipo di colla è formulato per creare legami tra le superfici a livello molecolare. Cerca un prodotto adatto al tipo di plastica che stai cercando di aggiustare.[1]
    • Molte supercolle per usi standard possono dare ugualmente buoni risultati sulla plastica.
    • Puoi trovare una vasta gamma di colle per plastica, supercolle e altri adesivi simili per il bricolage nei negozi di ferramenta o di articoli per la casa.
    • Acquista un quantitativo di colla sufficiente per portare a termine l'intero lavoro.
  2. 2
    Distribuisci la colla sui bordi del pezzo rotto. Per assicurarti una presa sicura, applica l'adesivo in tutti i punti che andranno a contatto con l'oggetto danneggiato. Tieni il tubo con la tua mano dominante e premilo leggermente per far uscire una minima quantità di colla, così non ci sarà il rischio di metterne troppa ed eviterai di sporcare il piano di lavoro.[2]
    • Indossa un paio di guanti di gomma quando usi la colla, per evitare che parte di essa si possa attaccare sulla tua pelle.
  3. 3
    Posiziona il pezzo di plastica al suo posto premendo leggermente. Allinea i bordi con attenzione: la colla per plastica ha una presa molto rapida e una volta che ha fatto presa non potrai più sistemare il pezzo. Esercita una leggera pressione per circa 30-60 secondi, evitando così che i due pezzi si muovano prima che la colla indurisca.[3]
    • Puoi aiutarti mettendo del nastro adesivo per tenere unite le due parti, oppure posizionando un peso sopra l'oggetto per mantenerlo fermo.
    • Per gli oggetti di forma strana potrebbe essere utile un morsetto a C.
  4. 4
    Lascia indurire la colla. Ogni colla ha il proprio tempo di asciugatura, ma come regola generale basteranno 1-2 ore per poter maneggiare l'oggetto senza rischiare di far distaccare i pezzi di nuovo.[4]
    • Alcuni tipi di colla possono richiedere fino a 24 ore per indurire completamente.
    • Consulta le istruzioni specificate nella confezione del prodotto per assicurarti di seguire tutti i consigli d'uso.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Fondere la Plastica con un Saldatore

  1. 1
    Incolla il pezzo al suo posto. Comincia a ricongiungere i pezzi separati fissandoli con un resistente adesivo per plastica. Devi avere entrambe le mani libere per lavorare in sicurezza con gli utensili che stai per usare.[5]
    • Metti un quantitativo di colla appena sufficiente a tenere insieme le parti. Molti adesivi reagiscono al calore del saldatore causando decolorazione.
    • Quando devi riparare un'incrinatura, una fessura o una rottura netta, l'unico modo per ottenere un risultato è quello di fondere la plastica.
  2. 2
    Fai scaldare il saldatore. Accendi il saldatore e impostalo alla temperatura più bassa. Mentre aspetti che arrivi al richiesto livello di calore, prepara tutto il necessario per svolgere il lavoro che stai per fare. Il saldatore può richiedere diversi minuti per scaldarsi.[6]
    • Non impostare il tuo saldatore a una temperatura superiore a 200 °C. La plastica per fondere richiede temperature meno elevate rispetto ai metalli.
    • Prima di iniziare, pulisci la punta del saldatore con una spugna umida, così da eliminare eventuali residui di lavori precedenti.[7]
  3. 3
    Con il saldatore sciogli i bordi della plastica. Con la punta del saldatore cerca di lisciare il più possibile la giunzione tra le due superfici. Il calore intenso farà liquefare istantaneamente la plastica rendendola morbida su entrambi i lati, permettendo così una saldatura perfetta. Quando la plastica si raffredderà, diventerà di nuovo dura e resistente. La riparazione sarà quindi molto più duratura rispetto al semplice incollaggio.[8]
    • Quando è possibile, esegui la saldatura nella parte posteriore, in modo che risulti meno visibile.
    • Quando usi un saldatore indossa sempre occhiali protettivi per la tua incolumità. È consigliabile usare anche un respiratore o una maschera di sicurezza e lavorare in una zona ben areata, per evitare di inalare il fumo nocivo della plastica.[9]
  4. 4
    Rattoppa i buchi grandi con scarti di altra plastica. Se dall'oggetto che stai tentando di riparare manca un'intera sezione, potresti rimediare usando un pezzo sostitutivo di plastica, simile in colore, struttura e spessore. Salda la toppa come faresti con una normale rottura, passando la punta del saldatore lungo i bordi del nuovo pezzo finché non si fonde con la superficie più grande.[10]
    • L'ideale è usare un pezzo di plastica dello stesso tipo dell'oggetto da riparare, tuttavia in molti casi il lavoro potrà riuscire bene anche se la plastica non è proprio identica.[11]
  5. 5
    Leviga la saldatura ottenuta per uniformarla. Passa sui bordi della giunzione della carta abrasiva a grana grossa (circa 120) fino a quando le asperità più evidenti non saranno scomparse. Poi con un panno umido pulisci l'oggetto per eliminare le tracce di polvere causate dalla carteggiatura.
    • Per ottenere una finitura ancora più levigata puoi usare la carta abrasiva a grana più grossa per eliminare le imperfezioni più evidenti (come protuberanze e asperità), poi termina il lavoro con una carta a grana più sottile (grana 300 o maggiore) per pareggiare la superficie.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Saldare la Plastica con l'Acetone

  1. 1
    Versa l'acetone in un contenitore di vetro. Prendi un bicchiere, un barattolo o una tazza abbastanza profonda e con un'apertura larga e versaci 7-10 cm di acetone puro. Il recipiente dovrà essere abbastanza pieno da ricoprire diversi pezzi di plastica. A lavoro finito, nel contenitore potrebbero rimanere residui di difficili da togliere, quindi usane uno a cui non tieni molto .[12]
    • È importante che il recipiente usato sia in vetro o ceramica altrimenti, oltre alla plastica che stai usando, scioglierai anche il contenitore.
    • L'acetone è un liquido pericoloso perché emana fumi potenzialmente dannosi, quindi lavora in un ambiente ben ventilato.[13]
  2. 2
    Metti alcuni pezzi di plastica di scarto nell'acetone. Aiutati con uno stuzzicadenti per farli immergere bene, fino in fondo al contenitore. Se necessario aggiungi ancora una spruzzata di acetone per ricoprire le sommità dei pezzi di dimensioni irregolari.[14]
    • Per ottenere una saldatura meno evidente, cerca di trovare della plastica dello stesso colore dell'oggetto che devi riparare.
    • Non toccare l'acetone. Il contatto con la pelle può causare lievi irritazioni.[15]
  3. 3
    Lascia la plastica nel solvente per una notte intera. Impregnandosi di acetone si scioglierà in un liquame denso e appiccicoso. Il tempo necessario dipenderà dal tipo di plastica che stai usando e dal suo quantitativo. Per sicurezza lasciala immersa per 8-12 ore.[16]
    • Per accelerare il processo, taglia o rompi la plastica in pezzi più piccoli. L'acetone potrà agire più velocemente se avrà maggiori punti di accesso.[17]
    • Il liquame dovrebbe avere una consistenza liscia e cremosa, esente da grumi o parti non disciolte, per consentire la saldatura di altri pezzi.
  4. 4
    Quando la plastica si sarà sciolta, essendo più pesante si separerà dall'acetone, posandosi sul fondo del recipiente. Non gettare il solvente residuo in un lavandino o nel water: dovrai smaltirlo come rifiuto chimico. Versalo in un contenitore con chiusura ermetica e portalo in un sito di smaltimento di rifiuti speciali. Filtra il liquido in un barattolo di vetro, in modo che rimanga solo il liquame plastico che userai come sigillante per le tue riparazioni.[18]
    • Non importa se resteranno residui di acetone nel contenitore: evaporeranno presto.
  5. 5
    Usando un pennello, applica la sostanza ottenuta sulla superficie danneggiata. Immergi un pennello sottile o un cotton fioc nella plastica liquefatta e tampona l'interstizio tra i due pezzi rotti. Cerca di andare più a fondo possibile. Continua a lavorare con il pennello fino a quando non avrai riempito bene fessure e crepe.[19]
    • Se possibile, cerca di applicare il materiale nella parte più nascosta dell'oggetto che stai riparando, in modo che la riparazione non si noti.
    • Usa tutta la plastica necessaria per ottenere una sigillatura perfetta sull'oggetto danneggiato (probabilmente avrai delle rimanenze).
  6. 6
    Lascia alla plastica il tempo di indurire. Nel giro di pochi minuti le ultime tracce di acetone evaporeranno e il fluido formerà un legame chimico con la superficie circostante; nel frattempo evita di toccare i pezzi saldati. Non appena la nuova plastica sarà solidificata, l'oggetto sarà quasi come nuovo.[20]
    • La nuova sigillatura avrà una resistenza pari al 95% rispetto alla plastica originale.[21]
    Pubblicità

Consigli

  • Prima di investire tempo e fatica in una saldatura complicata, valuta se ne valga la pena. Se l'oggetto in plastica è modesto potrà essere rimpiazzato facilmente senza il fastidio di incollaggi e saldature.
  • Per quanto possibile, usa incollaggi e rappezzi dello stesso tipo della plastica che devi riparare.
  • Per progetti più complicati potrai utilizzare delle fascette di plastica come materiale di risorsa. Se ne possono trovare di vari colori, quindi non sarà difficile trovare l'accostamento perfetto.
Pubblicità

Avvertenze

  • Segui sempre tutte le misure di sicurezza quando usi un saldatore. Se non hai familiarità con l'attrezzo, chiedi l'aiuto di qualcuno più esperto.
  • Non fumare e non usare fiamme libere quando usi l'acetone. Sia il liquido che i suoi vapori sono estremamente infiammabili.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Colla per plastica o supercolla
  • Saldatore a basso voltaggio
  • Acetone puro
  • Recipiente di vetro
  • Pennello o cotton fioc
  • Maschera di sicurezza o respiratore
  • Guanti di gomma
  • Carta abrasiva a grana grossa
  • Spugna
  • Nastro adesivo
  • Stuzzicadenti
  • Morsetto a C (facoltativo)

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Hobby & Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità