Come Riscaldare i Pancake

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Al mattino (ma volendo anche a pranzo o a cena!) non c'è niente di meglio che una pila di pancake caldi e soffici! Sebbene i pancake vengano solitamente considerati un cibo speciale da concedersi nelle giornate più tranquille, per esempio nei weekend, in realtà possono essere usati anche per fare una colazione perfetta durante la settimana. Basta realizzare l'impasto quando si ha tempo, congelare i pancake e riscaldarli per preparare una colazione rapida e gustosa. Che tu decida di riscaldarli nel microonde, nel tostapane o nel forno, questa semplice soluzione ti permetterà di fare un pasto veloce, comodo e anche goloso!

Metodo 1 di 2:
Riscaldare i Pancake nel Forno a Microonde, nel Forno o nel Tostapane

  1. 1
    Riscalda i pancake nel forno a microonde calcolando 20 secondi ciascuno. Riscalda da uno a cinque pancake alla volta senza coprirli usando un piatto adatto al microonde. Sperimenta allo scopo di determinare qual è il tempo più indicato per la potenza del tuo forno. Potresti accorgerti che basta un solo minuto per riscaldare cinque pancake, ma potresti anche renderti conto che hanno bisogno di più tempo [1].
    • Se hai congelato i pancake, lasciali scongelare nel frigorifero per tutta la notte prima di metterli nel microonde il mattino dopo.
    • Questo è il metodo più veloce in assoluto ed è perfetto per le mattinate indaffarate. Dopo averli scaldati i pancake dovrebbero diventare morbidi, soffici, caldi e pronti per essere portati a tavola!
    • Se trovi che il microonde li renda leggermente mollicci, prova a riscaldarli per meno tempo. Fai diversi tentativi per determinare quali sono i tempi più indicati per i pancake e il microonde [2].
  2. 2
    Tosta pochi pancake alla volta per ottenere la consistenza perfetta. Seleziona un'impostazione di tostatura moderata e controlla i pancake alla fine della procedura. Prendine uno e fai un piccolo taglio per vedere se si è riscaldato bene. Se è diventato leggermente croccante e si è riscaldato a sufficienza, portalo pure a tavola! Se è ancora tiepido o freddo, lascialo tostare per qualche altro minuto [3].
    • Evita di tostare i pancake preparati con farina bianca. Usa questa procedura per frittelle realizzate con altre farine, come quella integrale. Diventeranno leggermente croccanti fuori, ma senza assumere una consistenza pastosa all'interno.
    • Puoi usare un fornetto elettrico o un tostapane.
    • Considerato che il tostapane o il fornetto elettrico ha dimensioni ridotte, questo metodo viene solitamente limitato ai casi in cui si hanno pochi pancake.
  3. 3
    Se hai più pancake, riscaldali nel forno per 10 minuti a una temperatura di 180 °C. Avvolgili con un foglio di carta stagnola prima di infornarli, in quanto aiuterà a mantenerli soffici e a non seccarsi troppo. Puoi impilare i pancake e avvolgerli con la carta stagnola o stenderli orizzontalmente su una teglia e coprirla bene con l'alluminio. Controllali dopo 10 minuti per determinare se sono pronti: dovrebbero diventare caldi e soffici, ma non bollenti o croccanti. Rimettili nel forno per qualche minuto se dovessero risultare ancora leggermente freddi [4].
    • Questa è un'ottima opzione nel caso in cui tu debba riscaldare un gran numero di pancake. Basta avvolgere con la carta stagnola tutti quelli che intendi mangiare e metterli nel forno!
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Congelare Correttamente i Pancake

  1. 1
    Lascia raffreddare i pancake a temperatura ambiente. Dopo aver finito di cuocerli, mettili a raffreddare su una griglia o un tagliere. Girali dopo circa 10 minuti, in modo che possano raffreddarsi su entrambi i lati [5].
    • I pancake caldi creerebbero condensa nel sacchetto a chiusura ermetica e quindi si attaccherebbero fra di loro una volta congelati.
  2. 2
    Attacca un'etichetta al sacchetto di plastica per indicare la data e altre informazioni. I pancake vanno conservati in un sacchetto di plastica a chiusura ermetica. Assicurati di annotare la data di preparazione e il tipo di pancake (per esempio al latticello) [6].
  3. 3
    Impila i pancake inserendo un foglio di carta da forno fra una frittella e l'altra. Verifica che non si tocchino fra di loro, in modo da evitare che si attacchino. Metti i pancake nel sacchetto di plastica etichettato [7].
    • Puoi separarli anche con la carta cerata.
  4. 4
    Congela i pancake su una teglia nel caso in cui tu non abbia carta da forno. Distribuiscili orizzontalmente sulla teglia assicurandoti che non si tocchino fra di loro. Lasciali congelare totalmente per circa 30 minuti, quindi rimuovili dal congelatore, mettili nel sacchetto di plastica e congelali fino a quando non avrai intenzione di mangiarli [8].
  5. 5
    Cerca di mangiarli entro una o due settimane. I pancake dovrebbero mantenersi freschi per qualche settimana. Se possibile, è tuttavia bene mangiarli entro una settimana, quando saranno più freschi e gustosi [9]!
  6. 6
    Lasciali scongelare prima di riscaldarli. Mettili in frigo per tutta la notte, quindi riscaldali usando il microonde, il tostapane o il forno quando hai intenzione di mangiarli [10].
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Dolci

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità