Come Salvare un Cellulare Bagnato

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Se il tuo smartphone è entrato inavvertitamente a contatto con una gran quantità di acqua (o di un liquido), non disperarti. Anche se è caduto nel lavandino, nel water o nella vasca da bagno potresti essere in grado di ripristinarne il normale funzionamento. La prima regola da rispettare è agire quanto più in fretta possibile: spegnilo immediatamente, rimuovi la batteria e scollega tutti gli accessori presenti. A quel punto cerca di eliminare la maggior quantità di acqua o liquido possibile utilizzando un asciugamano e l'aspirapolvere. Al termine della fase preliminare di asciugatura, inserisci il dispositivo all'interno di una zuppiera e ricoprilo con del riso o un altro materiale assorbente e lascialo riposare indisturbato per 48-72 ore prima di provare ad accenderlo. Se hai agito tempestivamente, con un pizzico di fortuna il tuo smartphone dovrebbe riprendere a funzionare normalmente senza dover sostenere altre riparazioni.

Metodo 1 di 2:
Agire Velocemente per Minimizzare i Danni Causati dall'Acqua

  1. 1
    Rimuovi lo smartphone dall'acqua quanto più in fretta possibile, a meno che non sia collegato al caricabatterie. Maggiore è il tempo che il dispositivo passa a contatto con l'acqua e maggiori saranno i danni che potrebbe accusare. Se il dispositivo è stato immerso nell'acqua per un lungo periodo, le probabilità di riuscire a ripristinarne il normale funzionamento saranno minime o addirittura nulle.[1]
  2. 2
    Se il telefono è immerso nell'acqua e collegato al caricabatterie, scollegalo dalla rete elettrica prima di compiere qualsiasi altra operazione. In questo caso è bene scollegare il caricabatterie dalla presa di corrente prima di cercare di estrarre lo smartphone dall'acqua. In caso contrario, correresti il rischio di ricevere una scarica elettrica.[2]
    • Il modo più sicuro per scollegare il dispositivo dalla rete elettrica consiste nell'utilizzare gli interruttori del quadro elettrico principale.
  3. 3
    Spegni lo smartphone immediatamente, anche se ti sembra che stia funzionando normalmente. Lasciandolo acceso aumentano le probabilità che si verifichi un cortocircuito interno. Se ti è caduto nell'acqua, devi dare per scontato che una quantità di liquido sia penetrata all'interno del dispositivo, indipendentemente dal fatto che funzioni ancora o meno.[3]
    • Non provare ad accendere il dispositivo per verificare se funziona ancora.
  4. 4
    Rimuovi la batteria e la custodia protettiva e appoggiale su della carta assorbente. Dopo aver rimosso il telefono dall'acqua, procurati velocemente della carta assorbente o dei panni morbidi puliti e asciutti. Sistema il dispositivo sulla carta assorbente o su un panno mentre rimuovi rapidamente sia la batteria sia la custodia protettiva (se presente). Per poter smontare la maggior parte degli smartphone ti servirà un piccolo cacciavite a croce. Se possiedi un iPhone dovrai usare un cacciavite Pentalobe o Torx.[4]
    • Leggi il manuale del tuo smartphone se non sai come disinstallare la batteria interna.
    • Questo è uno dei passaggi più importanti che occorre compiere per poter riuscire a salvare qualsiasi dispositivo elettronico che è entrato inavvertitamente a contatto con l'acqua. Molti dei delicati circuiti interni dello smartphone sono in grado di non subire danni quando entrano a contatto con dell'acqua, a patto però che non siano in funzione, quindi che non sia collegati a una fonte di energia (in questo caso la batteria del dispositivo).
    • Per verificare se lo smartphone è stato danneggiato dall'acqua, controlla uno degli angoli dell'alloggiamento della batteria, dovrebbe essere presente un cerchio o un quadrato di colore bianco. Se ha assunto una colorazione rosa o rossa, significa che è entrato a contatto con l'acqua e quindi lo smartphone potrebbe aver subito dei danni.[5]
    • Su molti modelli di iPhone l'indicatore del danno dell'acqua si trova su un lato del telefono (nello slot della SIM card) o nella parte inferiore, vicino al connettore del caricabatterie o del jack delle cuffie.[6]
  5. 5
    Estrai la scheda SIM dallo smartphone (se presente). Dopo aver estratto la SIM telefonica asciugala utilizzando la carta assorbente o un panno asciutto e mettila da parte finché non devi reinstallarla nel dispositivo. Se il telefono in esame non è dotato di scheda SIM (per esempio nel caso del cordless di casa), puoi saltare questo passaggio.[7]
    • Alcuni o tutti i dati importanti presenti nel telefono (per esempio i contatti e gli SMS) sono memorizzati sulla scheda SIM. In alcuni casi potrebbe essere molto più importante recuperare questa scheda piuttosto che cercare di ripristinare il normale funzionamento del dispositivo.
  6. 6
    Scollega qualsiasi accessorio attualmente presente sullo smartphone. Rimuovi la cover protettiva, gli auricolari, la scheda SD e qualsiasi altro accessorio collegato al dispositivo. Assicurati che tutte le porte di comunicazione e gli alloggiamenti del dispositivo siano esposti direttamente all'aria, in modo che si possano asciugare correttamente in autonomia.[8]
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Asciugare il Telefono

  1. 1
    Metti il dispositivo all'interno di una zuppiera e ricoprilo con del riso istantaneo crudo e lascialo riposare per 48-72 ore. Versa circa 1 kg di riso crudo all'interno di una zuppiera capiente, quindi posiziona lo smartphone e la batteria all'interno del contenitore in modo che siano completamente sommersi dai chicchi. Il riso assorbirà tutta l'umidità residua eventualmente presente all'interno del dispositivo.[9]
    • Ricorda di ruotare lo smartphone ogni 60 minuti per modificarne la posizione all'interno della zuppiera. Esegui questo passaggio finché non devi andare a dormire. In questo modo i residui di liquido eventualmente imprigionati all'interno del dispositivo avranno maggiori probabilità di trovare naturalmente una via di uscita.[10]
    • Il normale riso bianco o integrale crudo ha una capacità assorbente inferiore rispetto al riso istantaneo o precotto (dato che questi prodotti vengono disidratati prima della commercializzazione) quindi non possono essere utilizzati per questa procedura di asciugatura.
  2. 2
    Usa delle bustine di gel di silice in sostituzione del riso istantaneo. Posiziona le bustine di gel di silice, lo smartphone e la batteria all'interno di un contenitore, quindi lasciali riposare indisturbati per 48-72 ore in modo che la silice possa assorbire tutta l'umidità residua ancora presente nel dispositivo.[11]
    • Le bustine di gel di silice si trovano normalmente all'interno delle scatole di calzature, borse o accessori in pelle, di alimenti disidratati e, in generale, all'interno della confezione di tutti quei prodotti che devono essere protetti dall'umidità presente nell'aria.
    • La tempestività è l'elemento più importante da tenere in considerazione per poter salvare il tuo smartphone; se quindi non hai a disposizione delle bustine di gel di silice, usa il riso istantaneo o un altro materiale in grado di assorbire l'umidità.
    • Non è necessario aprire i pacchetti. Mettili semplicemente nel contenitore insieme al telefono.
  3. 3
    Ricopri lo smartphone con circa 1 kg di lettiera per gatti in cristalli di silicio. Se non hai a disposizione il riso istantaneo o le bustine di gel di silice, puoi utilizzare la lettiera per gatti in cristalli di silicio. Versane uno strato all'interno di un contenitore che abbia una capienza di 1-2 litri, quindi posiziona lo smartphone e la batteria sulla lettiera e ricoprili versando il resto dei cristalli.[12]
    • Puoi comprare la lettiera per gatti in cristalli di silicio nella maggior parte dei supermercati e dei negozi che vendono prodotti per animali da compagnia.
    • Non utilizzare le lettiere per gatti agglomeranti o create con altri materiali. In questo caso puoi utilizzare solo quelle a base di cristalli di silicio, dato che sono preparate con il gel di silice.
    • Altri prodotti disidratati come il cous cous precotto e la farina di avena istantanea possono essere utilizzati per eliminare l'umidità residua dall'interno dello smartphone.
  4. 4
    Risucchia l'acqua residua presente all'interno del telefono utilizzando l'aspirapolvere. Attacca l'apposito tubo flessibile all'aspirapolvere, imposta l'elettrodomestico alla massima potenza e usa l'estremità libera del tubo per aspirare l'umidità e l'acqua residua da tutte le aperture presenti sulla scocca dello smartphone.[13]
    • Se ne possiedi uno, puoi utilizzare un aspirapolvere progettato per aspirare sia residui secchi sia liquidi; è ideale per svolgere il compito richiesto da questo passaggio.
    • Questo è il metodo più rapido che puoi adottare per asciugare completamente lo smartphone e ripristinarne il normale funzionamento in soli 30 minuti. Tuttavia, a meno che il dispositivo non sia stato a contatto con l'acqua per un periodo di tempo estremamente breve, non dovresti provare ad accenderlo così presto.
  5. 5
    Usa un compressore d'aria per far fuoriuscire i residui di acqua e umidità dall'interno dello smartphone. Imposta l'uscita del compressore a un livello di pressione minimo, quindi orienta il getto d'aria su tutta la superficie del dispositivo e soprattutto all'interno di tutte le porte di collegamento.[14]
    • Se non possiedi un compressore d'aria, puoi utilizzare una bomboletta di aria compressa acquistabile presso qualsiasi negozio di elettronica.
    • Fai attenzione; se il livello di pressione dell'aria è troppo elevato, potresti danneggiare i componenti interni del dispositivo.
    • Non utilizzare il phon per cercare di asciugare rapidamente lo smartphone. L'aria molto calda potrebbe danneggiare i delicati componenti elettronici del telefono.
  6. 6
    Pulisci lo smartphone e la batteria utilizzando uno strofinaccio morbido o un asciugamano. Mentre stai asciugando il dispositivo con l'aria compressa o l'aspirapolvere, elimina delicatamente tutti i residui di acqua dalla superficie dello smartphone. Riuscire ad asciugare perfettamente l'interno del telefono è la priorità assoluta, ma devi essere certo che anche la superficie esterna sia completamente asciutta.[15]
    • Evita di muovere o scuotere eccessivamente lo smartphone per impedire che l'eventuale liquido presente all'interno del dispositivo possa entrare in contatto con elementi delicati e causare un danno maggiore di quello già esistente.
  7. 7
    Volendo, puoi lasciare lo smartphone all'aria puntandogli contro un ventilatore. Metti il dispositivo ad asciugare appoggiato su un asciugamano asciutto o su un altro materiale assorbente, quindi procurati un ventilatore e puntalo verso lo smartphone in modo che il getto d'aria possa asciugarlo naturalmente.[16]
  8. 8
    Attendi 48-72 ore, quindi prova ad accendere nuovamente lo smartphone. Prima di accenderlo assicurati che il dispositivo sia perfettamente pulito e asciutto. In caso contrario puliscilo e rimuovi qualsiasi residuo di polvere o detriti utilizzando un panno pulito o l'aspirapolvere. A questo punto reinstalla la batteria e prova ad accenderlo.[17]
    • Più a lungo riesci ad attendere prima di accenderlo e più alte saranno le probabilità che il dispositivo riprenda a funzionare normalmente.
    Pubblicità

Consigli

  • Se il telefono non riprendere a funzionare normalmente, rivolgiti a un centro di assistenza specializzato e certificato. Il personale saprà cosa fare e come risolvere il problema.
  • Fai molta attenzione quando immergi il dispositivo nella zuppiera piena di riso, i chicchi potrebbero incastrarsi all'interno delle porte di comunicazione del dispositivo (quella a cui colleghi gli auricolari e quella che usi per collegare il caricabatterie).
Pubblicità

Avvertenze

  • Non cercare di asciugare lo smartphone con una sorgente di calore per non correre il rischio di danneggiare ulteriormente il dispositivo.
  • Non cercare di estrarre lo smartphone dall'acqua se è ancora collegato a una sorgente di energia elettrica. Prima scollega il caricabatterie e solo dopo recupera il dispositivo. In questo modo non correrai il rischio di ricevere una scossa elettrica.
  • Non cercare di smontare lo smartphone a meno di non essere un esperto e sapere come agire.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Carta assorbente o panni puliti e asciutti
  • Aspirapolvere
  • Bomboletta di aria compressa (facoltativo)
  • Zuppiera di grandi dimensioni (con una capienza di 1-2 litri)
  • 1 kg di riso o di lettiera per gatti in cristalli di silicio
  • Bustine di gel di silice

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità