Come Santificare le Feste

Le Sacre Scritture dei cristiani recitano “Ricordati del giorno di sabato per santificarlo” (Esodo 20:08).[1] Purtroppo, però, questo comandamento non sempre viene seguito, per questo può essere difficile capire come santificare le feste, se non sai ancora come fare.

Metodo 1 di 3:
Prima Parte: Cosa Fare

  1. 1
    Vai in chiesa. Andare a messa è una delle cose più importanti da fare per ricordare e santificare le feste. Anche se hai la possibilità e il dovere di adorare il Signore giorno per giorno, la domenica è il giorno un cui puoi farlo insieme agli altri confratelli.[2]
    • Pregare con altri credenti aiuta a soddisfare i propri bisogni spirituali. Unirsi nella fede arricchisce la nostra relazione con Dio e con i nostri fratelli e sorelle cristiani.
    • La chiesa, inoltre, permette al cristiano medio di imparare e fare conoscenza di Dio grazie agli insegnamenti delle autorità religiose, il pastore, il parroco, il vescovo e tutte di tutte le altre gerarchie ecclesiastiche.
    • Per alcune denominazioni, come per i cattolici romani, andare a messa permette ai fedeli di poter anche ricevere i sacramenti.
  2. 2
    Riposa. Proprio come ha fatto Dio, che si è riposato il settimo giorno, anche tu devi riposare nel giorno di festa. Prenditi del tempo per rilassarti e ristorarti dopo una settimana di duro stress e lavoro.
    • Durante il riposo i cristiani hanno il tempo di rivolgersi a Dio senza essere distratti dalle preoccupazioni di tutti i giorni. In sostanza il ripoo che ti godi durante il giorno di festa dovrebbe aiutarti a rivolgerti a Dio.[3]
    • Il concetto di “riposo” varia da persona a persona. Per alcuni, un lunga passeggiata nella foresta può sembrare riposante, mentre altri potrebbero trovarla impegnativa. Per alcuni, il modo migliore per riposare è fare un lungo bagno schiumoso, anche se altri la potrebbero considerare un’attività tediosa e sciocca. Trova un’attività che ti permetta di riposare spiritualmente e perseguila.
  3. 3
    Trova del tempo per la famiglia e gli amici. Le feste sono il momento in cui ci si incontra con Dio, ma sono anche un modo per coltivare le relazioni coi propri cari. Le attività che non sono collegate direttamente all’adorazione del Signore dovrebbero concentrarsi sulle relazioni con le persone che amiamo e che ci amano.
    • Il giorno di festa è perfetto per fare una scampagnata con la famiglia e gli amici o per condividere un pasto insieme. Si possono organizzare dei giochi, vedere un film, o svolgere delle attività per consolidare il vostro rapporto.
  4. 4
    Fai un dono di servizio al tuo prossimo nella tua famiglia allargata. Gli anziani, i poveri e i malati sono tra le persone che più hanno bisogno di assistenza e di servizio. Andare in contro ai bisogni degli ultimi è un modo eccellente di santificare le feste.
    • Svolgere un servizio non significa necessariamente fare qualcosa di stancante o di stressante. Puoi svolgere un servizio verso il tuo anziano vicino che vive da solo semplicemente andandole a trovare. Passa un po’ di tempo con lui e allevia la sua solitudine. In alternativa puoi chiamare un amico che di recente ha avuto un periodo difficile, o puoi andarlo a trovare per farti raccontare i suoi dispiaceri.
  5. 5
    Dedica del tempo a Dio. Anche se l’adorazione collettiva di Dio è importante, dovresti provare a passare un po’ di tempo da solo con Dio, durante le feste. Non importa quanto tempo impieghi, ma come lo impieghi.
    • Prega, medita, canta inni o canzoni rivolte al Signore, e leggi la Bibbia. A prescindere da ciò che fai, prova a connetterti con Dio nel modo che preferisci.
  6. 6
    Fai ciò che dona gioia a te e al Signore. Una linea guida da usare per capire cosa si dovrebbe fare o non fare durante le feste è chiedersi se l’attività che hai scelto glorifica dio o arricchisce la tua vita spirituale. Se la risposta è affermativa, l’attività che hai scelto è perfetta.
  7. 7
    Fai ciò che devi fare. Di questi tempi è molto complicato evitare di svolgere delle attività e dei lavori che tradizionalmente non si svolgono durante i giorni di festa. Se ti capita di avere degli impegni durante le feste, puoi comunque adempirli.
    • Per esempio, se un tuo caro si ammala durante le feste, dovresti correre in farmacia per comprargli le medicine, o andare al suo capezzale per assisterlo. Anche se non è un’attività riposante, è importante, mostra l’amore per Dio, che si riflette nell’amore per i tuoi cari.
    • Allo stesso modo, se il tuo lavoro ti obbliga a svolgere dei compiti durante i giorni di festa, non sentirti in colpa. Quando provvedi alla tua famiglia, compi un atto d’amore che, ancora una volta, riflette il tuo amore per Dio.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Seconda Parte: Cosa Non Fare

  1. 1
    Prova a non lavorare. I giorni di festa sono fatti per riposare. Cerca di organizzare il tuo orario in modo da non dover lavorare durante i giorni di festa.
    • Se sei uno studente, per lavoro si intendono anche i compiti a casa, o i lavoretti part-time.
    • Puoi lavorare, se il tuo orario di lavoro ti obbliga a farlo e non lo puoi modificare. Se puoi modificarlo, però, fai qualunque cosa per evitare di lavorare durante il giorno di festa. Fai i compiti il venerdì sera, anziché aspettare domenica, per esempio.
  2. 2
    Evita di cucinare tanto o di fare altri lavori di casa. I pranzi abbondanti dovrebbero essere preparati la sera prima. Riserva un altro giorno alle pulizie.
    • Puoi preparare dei pasti veloci e semplici durante il giorno di festa, ma evita di stare tutto il giorno in cucina. La stessa cosa vale per tutte le altre faccende di casa.
  3. 3
    Evita i conflitti. Il giorno di festa serve a riconciliarsi.[4] I conflitti e perfino le discussioni giustificate possono causare sofferenza alle parti coinvolte, lavora sodo per non arrabbiarti e rimanere calmo durante i giorni di festa, così come dovresti fare per tutti i giorni della tua vita.
  4. 4
    Non usare il giorno di festa per rimetterti al passo coi lavoretti. Molti cristiani credono di poter usare il giorno di festa per svolgere tutti quei piccoli lavoretti che non sono riusciti a completare durante la settimana. Cerca di svolgere la maggior parte di questi lavoretti prima del giorno di festa, in modo da poterlo santificare con gioia, adorazione e riposo.
  5. 5
    Evita di svolgere attività che non glorificano il Signore. Di norma le attività che incoraggiano il vizio dovrebbero essere evitate, soprattutto durante i giorni di festa. Anche quelle attività che non sono necessariamente peccaminose in se.
    • Se fare compere ti provoca sentimenti di avidità o di gelosia, evita di farlo durante i giorni di festa. Se non ti fa nessun effetto, invece, puoi benissimo farle.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Terza Parte: Controversie e Considerazioni

  1. 1
    Scegli il giorno della settimana da consacrare. Anche se la maggior parte dei cristiani osserva il giorno di festa la domenica, la tradizione ebraica da cui discende la cristianità celebra invece il sabato. Per entrambe le giornate ci sono ottime argomentazioni.[5]
    • In origine, il giorno di festa è stato istituito per ricordare la benedizione della creazione e il patto originale tra Dio e l’uomo ai tempi di Mosè.
    • Le scritture recitano che Dio si riposò il settimo giorno, che sarebbe sabato, e che il giorno in questione era sacro per un motivo: “poiché in sei giorni l’Eterno fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò ch’è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò l’Eterno ha benedetto il giorno del riposo e l’ha santificato.” (Esodo 20:11)
    • Le scritture spiegano bene perché bisogna santificare il giorno di festa come segno del patto di alleanza tra Dio e il suo popolo durante la cattività egizia: “E ricordati che sei stato schiavo nel paese d’Egitto, e che l’Eterno, l’Iddio tuo, ti tratto di là con mano potente e con braccio steso; perciò l’Eterno, il tuo Dio, ti ordina d’osservare il giorno del riposo.” (Deuteronomio 5:15).[6]
    • Cristo è risorto dalla morte il giorno di domenica, per questo motivo i cristiani la identificano nel giorno di festa. Quando Cristo è risorto dalla morte, è stato stipulato una nuova alleanza con l’uomo, e il giorno che riveste maggiore importanza è diventato la domenica.
  2. 2
    Trova l’esigenza di santificare le feste. Un’altra grossa controversia che investe il giorno di festa è se i cristiani siano ancora tenuti o meno a rispettarlo e santificarlo. Mentre alcuni ne sentono la necessità, altri insistono che non ce ne sia più l’esigenza.
    • Anche se ci sono molte controversie su questo argomento, la maggior parte si basa su capire se questa parte del vecchio patto di alleanza è stato abolito col nuovo patto siglato da Cristo.[7][8][9][10][11]
    • Quelli contro il giorno di festa affermano che questo giorno particolare appartiene alla tradizione Mosaica e quindi è stata insieme ad altre pratiche non più necessarie dopo l’avvento del cristianesimo, come evidenziano le argomentazioni di Paolo in Galatini 5 riguardo la circoncisione.
    • Chi è favorevole alla santificazione del giorno di desta adduce come argomentazione che essendo uno dei dieci comandamenti, l’esigenza di rispettare il giorno di festa rimane. Questo credo si basa sul fato che i comandamenti sono leggi che devono essere rispettate, mentre altre leggi sono state sorpassate e possono essere reinterpretate.
  3. 3
    Chiedi a te stesso se vuoi supportare le istituzioni che forzano le persone a lavorare durante i giorni di festa. C’è stato un tempo in cui in Italia tutte le attività rimanevano chiuse la domenica. Oggigiorno non è più così, ma alcuni cristiani credono ancora che sia così e preferiscono non spendere soldi in luoghi che rimangono aperti anche la domenica.
    • Chi sceglie di supportare negozi e istituzioni che permettono ai dipendenti di lavorare la domenica di solito afferma che la scelta di santificare le feste è personale, e che nessuno può schifare un negozio solo perché ha scelto di rimanere aperto.
    • Chi non supporta questo genere di negozi di solito afferma che la santificazione dei giorni di festa è una legge, e si applica a tutta l’umanità, anche a chi non crede.
  4. 4
    Tieni in considerazione le differenze di denominazione. Ricorda che ciascuna denominazione può decidere autonomamente se e come santificare il giorno di festa. Se non vuoi infrangere le regole della comunità a cui appartieni, dovresti parlare con un’autorità religiosa per sapere cosa afferma ufficialmente la tua denominazione.
    Pubblicità

Consigli

  • Nota, questo articolo si riferisce al concetto cristiano di festa, ma molte altre religioni importanti hanno le proprie idee sul giorno di riposo. Gli ebrei celebrano il Shabbat, che ha dei rituali molto rigidi.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità