Come Sapere se un Rubino è Autentico

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Se si considera il suo prezzo al carato, il rubino può essere ritenuto la gemma colorata più preziosa.[1] Tuttavia, in commercio si trovano molti falsi e può essere difficile riconoscerne uno vero. In definitiva, il modo più sicuro è quello di portare la pietra da un gioielliere qualificato e competente. A casa puoi valutare l'autenticità del gioiello osservandone il colore e la durezza. Usa una lente d'ingrandimento 10x, se possibile, per analizzarlo scrupolosamente.

Metodo 1 di 3:
Esaminare il Rubino a Casa

  1. 1
    Osserva il colore e la brillantezza. I rubini veri hanno un colore rosso profondo, vivido e molto simile a quello della luce del semaforo. Quelli falsi, invece, sono spesso opachi: sono luminosi, ma non brillanti. Se la gemma è di colore rosso scuro, potrebbe essere granato, anziché un vero rubino.[2] Tuttavia, se si tratta di una pietra vera, sappi che quando è più scura in genere ha un valore maggiore di quelle chiare.[3]
    • Controlla se il colore è costante e uniforme su tutta la pietra. Quelle false solitamente presentano dei difetti e delle zone di impurità. Detto questo, tieni comunque presente che anche i rubini veri hanno delle imperfezioni.
    • Come riferimento, considera sempre la luce rossa del semaforo, ma non aspettarti di trovare un rubino vero così brillante. Se lo è, probabilmente si tratta di un falso. Tuttavia, una gemma originale ha un colore molto più simile al rosso del semaforo, piuttosto che a una pietra opaca.[4]
  2. 2
    Confronta la pietra con un pezzo di vetro rosso. Spesso i falsi rubini e altre varietà di zaffiri vengono creati con il vetro. Se i due elementi ti sembrano simili, hai sicuramente in mano due pezzi di vetro rosso![5] È abbastanza frequente che i falsificatori usino un vetro composito.[6]
  3. 3
    Prova a grattare la superficie. I rubini veri sono delle pietre molto dure. Strofina un'unghia o una moneta sulla pietra per capire se riesci a scalfirla un po'. Se noti qualche graffio, ci sono buone probabilità che non sia un vero rubino. Solo i diamanti possono graffiare questa gemma.[7]
    • I rubini compositi non sono così durevoli come quelli veri. C'è la possibilità che non si tratti di una pietra davvero "falsa", ma che sia un rubino sintetico.[8]
  4. 4
    Verifica se riesci a graffiare un'altra superficie con il rubino. Prova a strofinarlo delicatamente su un'altra superficie dura e liscia, come una piastrella di porcellana o un pezzo di vetro trasparente. La pietra dovrebbe riuscire a incidere l'altra superficie a prescindere che si tratti di una gemma vera o meno. L'aspetto che però permette di capire se si tratta di vero rubino è la presenza di un segno rosso sulla superficie graffiata.[9]
    • Se rimane un segno evidente di colore rosso significa che la pietra è stata dipinta artificialmente. In questo caso, puoi affermare che la "gemma" in realtà è stata realizzata con un materiale molto più debole.
  5. 5
    Riconosci i tipi di falsi. Le pietre che vengono usate generalmente per imitare il rubino sono il granato, la tormalina, il vetro e le gemme composite.[10]
    • Il granato è un minerale silicato di colore rosso scuro piuttosto opaco; è molto meno duro rispetto a rubino.
    • La tormalina è un minerale silicato di colore rosa-rossastro. È un po' più dura del granato, ma molto più morbida del rubino.
    • I pezzi di vetro colorato sono delle imitazioni estremamente economiche e per nulla resistenti. Non è affatto difficile riconoscerli dai veri rubini.
    • I rubini di materiale composito sono vere gemme che sono state fuse con il vetro. In questo modo, il rubino è più grande e il gioielliere può ricavarne un guadagno maggiore. Presta molta attenzione, perché si tratta di pezzi che vengono commercializzati come rubini "veri" e allo stesso prezzo.[11]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Consultare un Gioielliere

  1. 1
    Porta la gemma da un gioielliere professionista. Alla fine, il metodo più sicuro per distinguere un rubino vero da un falso è quello di affidarsi alla perizia di un professionista. Egli sarà in grado di dirti se hai tra le mani una gemma originale.
    • Cerca un gioielliere rispettabile che operi nella tua città. Valuta di leggere alcune recensioni online prima di recarti nel suo negozio. Accertati che i clienti precedenti siano stati soddisfatti della precisione delle sue perizie.
  2. 2
    Richiedi una valutazione. Il gioielliere può analizzare il gioiello e dirti il suo valore. I vari rivenditori di pietre preziose possono offrirti più o meno denaro, ma la valutazione di un professionista in genere è una stima approssimativa del valore di mercato del rubino.[12]
  3. 3
    Ottieni una certificazione. Un perito gemmologo è in grado di rilasciare una certificazione ufficiale dell'autenticità del rubino. Questo documento è una prova legittima che garantisce la gemma nel caso volessi venderla in futuro. Fai una copia del certificato e riponi l'originale in un luogo sicuro e segreto.[13]
    • Il certificato ha valore anche presso una compagnia di assicurazione. Se dovessi perdere la gemma per un incidente domestico o un altro disguido, avrai maggiori probabilità di ricevere un rimborso assicurativo, se hai la prova dell'autenticità del rubino.
    • Se hai deciso di tenere la pietra preziosa, conserva il documento come cimelio di famiglia. Quando un parente o un amico, un giorno, erediterà il rubino, il valore della gemma sarà ben più alto grazie al certificato. Inoltre, risparmierai al successore la fatica di rivolgersi a un gemmologo per la perizia.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Controllare la Pietra con una Lente di Ingrandimento

  1. 1
    Ispeziona la gemma con una lente di ingrandimento 10x. Puoi usare un monocolo da gioielliere oppure un normale microscopio ottico. Se non possiedi nessuno strumento che abbia questo potere ingrandente, chiedi a un amico di prestartene uno o recati in un laboratorio della zona. In alternativa, vai da un gioielliere.
  2. 2
    Aspettati di notare delle imperfezioni microscopiche. Cerca dei piccoli difetti, invisibili a occhio nudo. Se il rubino è autentico, è normale che ci siano queste piccole anomalie. Le gemme false e quelle sintetiche sono in genere perfette, dato che i difetti naturali sono così piccoli da essere impossibili da replicare.
    • Se noti qualunque tipo di bolla, si tratta di una gemma falsa. I veri rubini hanno piccole imperfezioni, ma non le bolle.
    • Le imperfezioni esterne sono graffi, scalfitture, incrinature e piccole incisioni. I difetti interni (o inclusioni) sono categorizzati come: crepe (nervature), cristalli, cristalli negativi, fili, impronte, aloni, cavità, scheggiature e zone di colore.[14]
  3. 3
    Osserva il taglio e le sfaccettature del rubino. La complessità della superficie di questa pietra preziosa è apprezzabile solo con un ingrandimento 10x (al microscopio). Se il rubino è tondo, laminato e troppo liscio, è probabile che sia un falso. La pietra vera ha una superficie pulita, pura e con tagli netti.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Un monocolo da gioielliere con ingrandimento di 10x
  • Una superficie piatta di porcellana o vetro
  • Una moneta

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità