Come Sbarazzarsi del Mughetto nei Neonati

Se un neonato ha delle macchie bianche sulla lingua, all'interno delle guance o delle labbra, sembra essere particolarmente irritato o prova disagio durante l'allattamento, potrebbe avere il mughetto. Si tratta di un'infezione causata dal lievito candida e si manifesta solitamente a seguito di una cura antibiotica da parte del bimbo stesso o della madre, dato che il lievito tende a svilupparsi nell'organismo a seguito della distruzione della flora batterica. Se la madre e il bambino hanno contemporaneamente la micosi, è importante curare entrambi, in quanto durante l'allattamento il bimbo corre il rischio di un nuovo contagio. Nella maggior parte dei casi il mughetto non è considerato mortale, perché può essere facilmente curato a casa e spesso guarisce senza bisogno di farmaci. In casi gravi, però, può provocare disidratazione e febbre, rendendosi necessario un tempestivo intervento medico. Sapere come riconoscerne sintomi e segni, così come riuscire a trattare a casa le infezioni lievi, può aiutare il bambino a restare sano e felice.

Metodo 1 di 3:
Rimedi Naturali

  1. 1
    Consulta il tuo pediatra. Prima di usare qualsiasi rimedio casalingo, consulta il pediatra. Il dottore sarà in grado di confermare la diagnosi e darti il suo parere professionale in merito a quale trattamento sia più opportuno. Sebbene molti di questi rimedi siano sicuri, devi comunque tenere a mente che l'apparato digerente e il sistema immunitario del bimbo sono ancora in fase di sviluppo; il pediatra potrebbe consigliarti infatti di procedere con cautela.
  2. 2
    Dai l'acidophilus al neonato. Si tratta di un integratore, generalmente in polvere, costituito da batteri che di solito si trovano nel tratto gastrointestinale delle persone sane. Nel corpo umano i lieviti e i batteri intestinali sono in equilibrio tra loro, ma l'assunzione di antibiotici o lo sviluppo del mughetto incoraggiano la proliferazione dei funghi nell'organismo. L'acidophilus aiuta a ridurre la loro crescita e a trattare la causa di fondo del mughetto nel neonato.
    • Prepara un impasto mescolando l'acidophilus in polvere con l'acqua o il latte materno.
    • Strofina questa soluzione sulla bocca del neonato una volta al giorno finché il mughetto non scompare.
    • Se il bambino viene allattato con latte artificiale, puoi anche aggiungere un cucchiaino di integratore nella soluzione di latte in polvere. Anche in questo caso, dagli l'acidophilus una volta al giorno finché il problema non sparisce.
  3. 3
    Prova lo yogurt. Se il bimbo è in grado di ingerirlo, il pediatra potrebbe consigliarti questo alimento, purché sia senza zucchero e arricchito con lactobacillus acidophilus, in modo da ripristinare l'equilibrio tra lieviti e batteri nel tratto gastrointestinale.
    • Se tuo figlio non è ancora abbastanza cresciuto per riuscire a mangiare lo yogurt, prova ad applicarlo direttamente con un cotton fioc sulla zona colpita dal mughetto. Usane solo una piccola quantità e monitora attentamente il bambino per assicurarti che non soffochi con lo yogurt.
  4. 4
    Usa un estratto di semi di pompelmo. Si ritiene che questa sostanza, quando è miscelata con acqua distillata e somministrata ogni giorno, possa gestire i sintomi del mughetto in alcuni bambini.
    • Mescola 10 gocce di estratto in 30 ml di acqua distillata. Alcuni medici ritengono che il trattamento antibatterico a cui viene sottoposta l'acqua di rubinetto possa ridurre l'efficacia dell'estratto di pompelmo.
    • Prendi un batuffolo di cotone pulito per applicare la miscela sulla bocca del bambino una volta ogni ora, quando è sveglio.
    • Tamponagli la bocca con la miscela anche prima di allattarlo; in questo modo riduci il gusto amaro che il neonato affetto dal mughetto prova mentre beve il latte. Così facendo gli permetti di alimentarsi normalmente.
    • Se il mughetto non migliora in maniera significativa dal secondo giorno di trattamento, prova ad aumentare la concentrazione di estratto di semi di pompelmo, aggiungendone 15 o 20 gocce in 30 ml di acqua distillata, anziché le 10 originali.
  5. 5
    Usa l'olio di cocco puro e vergine. Questo elemento contiene l'acido caprilico, che può combattere efficacemente l'infezione da lievito che causa il mughetto.
    • Prendi un batuffolo di cotone pulito e applica l'olio sulla zona colpita.
    • Prima di usare l'olio consulta tuttavia il pediatra, perché alcuni bambini possono essere allergici.
  6. 6
    Prepara un impasto di bicarbonato di sodio. Questo prodotto è in grado di combattere l'infezione attraverso un'azione topica sia sulla bocca del bambino sia sui capezzoli della madre (in caso di allattamento al seno).
    • Mescola un cucchiaino di bicarbonato di sodio in 240 ml di acqua.
    • Applica l'impasto sulla bocca con un batuffolo di cotone pulito.
  7. 7
    Prova con un risciacquo con acqua e sale. Mescola mezzo cucchiaino di sale in 240 ml di acqua calda. Risciacqua la bocca del bimbo con la soluzione o cerca di applicarla direttamente sulla zona colpita usando un batuffolo di cotone pulito.
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Farmaci

  1. 1
    Somministragli il miconazolo. Questo, in genere, è il primo trattamento che viene scelto dai pediatri per curare il mughetto. È disponibile in forma di gel e un genitore o chi si prende cura del bimbo può applicarlo direttamente sulla bocca del neonato.
    • Lava le mani con un sapone antibatterico; devi essere certo che siano pulite prima di somministrare il farmaco al bimbo.
    • Applica ¼ di cucchiaino di miconazolo sulla zona interessata fino a 4 volte al giorno. Usa un dito pulito o un batuffolo di cotone per spalmare il gel sull'area infetta.
    • Non metterne troppo, altrimenti c'è il rischio che il bambino possa soffocare. Evita anche di mettere il gel nella parte posteriore della bocca, altrimenti potrebbe facilmente finire in gola.
    • Continua questo trattamento finché non sarà il pediatra a dirti di interromperlo.
    • Il miconazolo non è consigliato per i bambini sotto di 6 mesi d'età, in quanto il rischio di soffocamento è indubbiamente maggiore nei bimbi così piccoli.
  2. 2
    Prova la nistatina. Questo farmaco viene spesso prescritto al posto del miconazolo. È in forma liquida e viene applicato sull'area infetta della bocca usando indifferentemente un contagocce o un batuffolo di cotone imbevuto.
    • Agita il flacone prima di prelevare la dose. Il farmaco è in sospensione liquida, quindi è importante agitare il contenuto della bottiglietta in modo che il principio attivo sia ben disciolto nel liquido.
    • Il farmacista può fornirti il contagocce, una siringa o un cucchiaio con dosatore per somministrare la giusta quantità di farmaco. Se non è in grado di darti lo strumento adatto per definire il giusto dosaggio, segui le istruzioni riportate sulla confezione del farmaco.
    • Se il bambino è piccolo, il pediatra ti consiglierà probabilmente di dargli metà dose per ogni lato della lingua oppure di usare un batuffolo di cotone pulito per applicare il liquido ai lati della bocca.
    • Se invece il bimbo è grande abbastanza da riuscire a seguire le tue istruzioni, chiedigli di fare dei risciacqui con la nistatina in tutta la bocca, in modo da ricoprire completamente la superficie della lingua, le guance e le gengive.
    • Aspetta 5 o 10 minuti dopo avergli somministrato il farmaco prima di allattarlo, se il momento della poppata è imminente.
    • Dagli il farmaco fino a 4 volte al giorno. Continua la cura fino a 5 giorni dopo che il mughetto è sparito, in quanto il fungo potrebbe riapparire entro poco tempo al termine della terapia.
    • La nistatina può provocare diarrea, nausea, vomito, problemi di stomaco o anche delle reazioni allergie in alcuni bambini. Parla con il pediatra per conoscere i possibili effetti collaterali prima di decidere di dare il farmaco a tuo figlio.
  3. 3
    Prova il violetto di genziana. Se non riesci a ottenere risultati positivi con il miconazolo o la nistatina, il pediatra potrà raccomandarti questa soluzione antimicotica da applicare sulla zona colpita con un batuffolo di cotone. Si tratta di un prodotto facilmente disponibile in farmacia senza necessità di ricetta medica.
    • Leggi le istruzioni riportate sulla confezione per conoscere il giusto dosaggio o segui le indicazioni del pediatra.
    • Applica il violetto di genziana sull'area infetta con dell'ovatta pulita.
    • Ripeti la procedura due o tre volte al giorno per almeno tre giorni.
    • Tieni presente che questa tintura macchia pelle e indumenti. Inoltre, la pelle del bambino potrebbe apparire violacea durante il periodo di trattamento, ma tornerà del suo colore naturale non appena interromperai la cura.
    • Parla con il pediatra prima di somministrare questo prodotto antifungino al bambino, perché in alcuni casi si sono riscontrate reazioni allergiche al farmaco o ai coloranti e conservanti presenti nella miscela.
  4. 4
    Chiedi al pediatra informazioni sul fluconazolo. Se gli altri metodi non sono efficaci, il medico potrebbe prescrivere questo farmaco; si tratta di un antimicotico che va ingerito una volta al giorno per 7/14 giorni. Rallenta la crescita del fungo che causa l'infezione del bimbo.
    • Per quanto riguarda le dosi, segui le istruzioni del pediatra.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Informati sul mughetto. Sebbene questa infezione possa essere dolorosa per il bambino e difficile per te da gestire in qualità di genitore, sappi che nella maggior parte dei casi non è particolarmente pericolosa e quasi sempre è possibile curarla senza bisogno di trattamenti medici in una o due settimane. Nei casi più gravi possono essere necessarie otto settimane per guarire senza farmaci, mentre con le giuste cure di un pediatra può scomparire velocemente in soli quattro o cinque giorni. Tuttavia, a volte il mughetto può provocare delle complicazioni più gravi e in tal caso si tratta di un sintomo di un problema di maggiore entità. Contatta immediatamente il pediatra se il bambino:
    • Ha la febbre;
    • Presenta una qualunque forma di emorragia;
    • È disidratato o beve meno del solito;
    • Ha difficoltà a respirare o a deglutire;
    • Mostra qualche altra complicazione particolarmente preoccupante.
  2. 2
    Riduci il tempo dell'allattamento con il biberon. Una prolungata suzione dalla tettarella del biberon può irritare la bocca del neonato, facilitando la formazione della micosi. Limita il tempo di allattamento a 20 minuti per poppata. Nei casi gravi di mughetto, il bambino non è più in grado di bere il latte a causa del dolore alla bocca. Se ciò si verifica anche con tuo figlio, devi allattarlo con un cucchiaio o una siringa anziché con il biberon. Parla con il pediatra per trovare la soluzione migliore per evitare che la bocca si irriti ulteriormente.
  3. 3
    Limita l'uso del ciuccio. In genere è un'ottima soluzione per tranquillizzare e rasserenare il bimbo, ma la continua suzione può provocare irritazione alla bocca e rendere il bambino più soggetto all'infezione da lievito.
    • Se il bambino ha o ha avuto il mughetto, dagli il ciuccio solo quando non riesci a calmarlo in nessun altro modo.
  4. 4
    Sterilizza tettarelle, bottiglie e ciuccio se il bimbo ha questa infezione. Per prevenirne la diffusione, è importante tenere latte e bottigliette pronte nel frigorifero per impedire la prolificazione del fungo. Devi inoltre pulire tutta l'attrezzatura in maniera accurata in acqua calda o nella lavastoviglie.
  5. 5
    Parla con il medico per quanto riguarda l'interruzione della cura antibiotica. Se il bambino ha il mughetto perché contagiato dalla madre in terapia antibiotica o cortisonica, è opportuno valutare se è il caso di interrompere la cura o ridurre il dosaggio finché l'infezione micotica non scompare. Tuttavia, la cura va interrotta o ridotta solo se non comporta complicazioni di carattere medico per la mamma. Parla con il medico se temi che la causa del mughetto sia da attribuire ai tuoi farmaci.
    • Questo vale anche per i farmaci che il bambino sta assumendo.
    Advertisement

Avvertenze

  • I neonati affetti dal mughetto potrebbero sviluppare una infezione anche nella zona del pannolino. Questo causa irritazioni e talvolta degli sfoghi cutanei molto dolorosi. In questo caso, il dottore prescriverà una crema antimicotica per gli sfoghi causati dall'infezione.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Batuffolo di cotone
  • Nistatina
  • Violetto di genziana
  • Estratto di semi di pompelmo
  • Bicarbonato di sodio
  • Acqua distillata
  • Acidophilus
  • Probiotici

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement