Come Sbarazzarsi dell'Acidità di Stomaco con Rimedi Naturali

Scritto in collaborazione con: Zora Degrandpre, ND

Esistono molti prodotti in libera vendita per trattare il bruciore di stomaco, ma ci sono anche ottime soluzioni naturali. Puoi liberartene in maniera naturale usando dei trattamenti erboristici, modificando l'alimentazione o apportando dei cambiamenti nello stile di vita. Se il disturbo non migliora entro un paio di settimane o il dolore si aggrava, devi farti visitare dal medico.

Parte 1 di 3:
Rimedi Erboristici

  1. 1
    Bevi il succo di aloe vera. Stimola la produzione di muco nello stomaco, aiutandoti a tenere sotto controllo il bruciore.[1] Tieni presente che questo succo ha anche effetti lassativi, bevine quindi piccole quantità all'inizio; per esempio, prova a non superare la dose di 60 ml e valuta gli effetti.
    • Se questo si dimostra efficace e non provoca alcun sintomo di diarrea, può essere un ottimo rimedio da usare in base al bisogno; se invece ti causa disagio intestinale, non è il trattamento giusto per te.
  2. 2
    Sorseggia una tazza di camomilla. Questa pianta viene usata fin dall'antichità per trattare i disturbi di stomaco, come le ulcere e le coliti ulcerose, può quindi essere di aiuto anche contro l'acidità.[2] Puoi acquistarla in bustine nei supermercati o usare il prodotto vegetale essiccato.
    • Se opti per la pianta essiccata, mettine un cucchiaino nel filtro della teiera e poi versa 250 ml di acqua bollente;
    • Lascia in infusione per circa cinque minuti e poi togli il filtro;
    • Aspetta che la camomilla si raffreddi un po' prima di berla;
    • Per lenire il bruciore di stomaco, sorseggiane una tazza al termine di ogni pasto.
  3. 3
    Mastica delle compresse di radice di liquirizia deglicirrizinata (DGL). Queste capsule forniscono sollievo rivestendo e lenendo le pareti dello stomaco; cerca quelle che sono formulate specificamente per l'indigestione e l'acidità di stomaco.[3] Puoi trovarle nei negozi di prodotti naturali e nelle erboristerie.
    • Chiedi conferma al medico prima di assumere tali compresse, soprattutto se stai già prendendo altri farmaci su prescrizione; questa liquirizia può infatti interagire con alcuni medicinali, tra cui la digossina, gli ACE-inibitori, i corticosteroidi, l'insulina, i contraccettivi orali, i fluidificanti del sangue e i diuretici.[4]
    • Per alcune persone è sconsigliato l'uso della DGL, comprese le donne incinte o coloro che soffrono di malattie cardiache, renali, epatiche o disfunzioni erettili.
    • Segui le indicazioni riportate sulla confezione per quanto riguarda il dosaggio e la modalità d'uso.
  4. 4
    Prendi l'olmo rosso. Questa pianta contribuisce a lenire il tuo disturbo, aumentando la produzione di muco nello stomaco. Prendi una capsula da 500 mg con un bicchiere d'acqua tre o quattro volte al giorno fino a otto settimane.[5]
    • Non dimenticare di chiedere sempre al medico se l'olmo rosso è sicuro per te, soprattutto se stai assumendo altri farmaci su prescrizione; sebbene non si siano riscontrate interazioni negative, può però rallentarne l'assorbimento.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Cambiare l'Alimentazione

  1. 1
    Inizia a tenere un diario di tutti gli alimenti e le bevande. Prendi nota di ogni cosa che mangi e bevi per definire quali innescano il tuo problema. Annota ogni volta che provi bruciore dopo aver mangiato o bevuto qualcosa di particolare; con il tempo impari a riconoscere i fattori scatenanti e quali sostanze dovresti evitare.
    • Per esempio, puoi notare che tendi a soffrirne un'ora dopo aver bevuto la tua tazza mattutina di caffè; in questo caso, puoi decidere di sostituirla con il tè o il caffellatte.
  2. 2
    Riduci gli alimenti che provocano acidità. Alcuni sono fattori scatenanti noti e dovresti evitarli o almeno limitarli per quanto possibile. Tra questi considera:[6]
    • Agrumi;
    • Bevande caffeinate;
    • Cioccolato;
    • Pomodori;
    • Aglio;
    • Cipolle;
    • Alcol;
    • Alimenti grassi;
    • Cibi piccanti.
  3. 3
    Fai pasti piccoli ma frequenti. Mangiare in abbondanza può "risvegliare" il tuo malessere, è meglio quindi ridurre le porzioni e mettersi a tavola più spesso; per esempio, invece di fare tre grandi pasti quotidiani, fanne sei piccoli distribuiti nell'arco dell'intera giornata.[7]
  4. 4
    Prova l'aceto di mele. Questo rimedio può contribuire a liberarti del tuo disturbo; riduce infatti le secrezioni acide dello stomaco perché sostanzialmente lo "inganna" facendogli credere che l'acido è già stato secreto; in questo modo, lo stomaco "pensa" che il suo lavoro sia già stato svolto e limita di conseguenza la produzione di acido. Mescola un cucchiaio di aceto di mele in 180 ml d'acqua e bevi la miscela.[8]
  5. 5
    Mastica una gomma dopo ogni pasto. Si è riscontrato che è in grado di ridurre i sintomi; puoi masticarne una classica o sceglierne un tipo formulato specificamente per chi soffre del tuo stesso problema. Si è rilevato che queste gomme specifiche offrono maggiori benefici sul disagio rispetto a quelle standard, sebbene anche queste ultime siano efficaci.[9]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Cambiare lo Stile di Vita

  1. 1
    Indossa abiti più comodi. Quelli troppo stretti esercitano una pressione eccessiva sulla stomaco, inducendo il disturbo; scegli invece indumenti larghi e confortevoli per evitare di stare male. Per esempio, metti quelli che hanno un elastico in vita o altri vestiti che lascino un po' più di spazio nella zona dei fianchi.[10]
  2. 2
    Solleva la parte anteriore del letto. Alzala di circa 20 cm per ridurre il disagio allo stomaco, ma non limitarti a mettere solo qualche cuscino in più, devi agire su tutta la testiera. Metti un paio di mattoni o pezzi di legno sotto le gambe del letto nella parte della testa.[11]
  3. 3
    Gestisci lo stress. Una forte tensione emotiva può aggravare il bruciore di stomaco in alcune persone, è quindi importante trovare dei modi per tenerla sotto controllo.[12] Esistono molte tecniche positive per affrontare lo stress; alcune tra le più efficaci sono:
    • Fare più attività fisica. Svolgere regolarmente l'esercizio fisico può essere di aiuto e dona altri benefici per la salute. Dedica mezz'ora al giorno per camminare, andare in bicicletta o partecipare a qualche corso; trova un'attività che ti piace e integrala nella routine quotidiana.
    • Contattare qualcuno. Parlare con un amico o un familiare aiuta ad alleviare le tensioni; la prossima volta che ti senti stressato, chiama una persona cara o incontrati con qualcuno con cui parlare.
    • Prenderti del tempo per te stesso ogni giorno. Un altro metodo per alleggerire la tensione è quello di ritagliarti dei momenti della giornata per fare quello che vuoi; per esempio, puoi leggere un libro, fare un bagno rilassante o guardare un film divertente.[13]
  4. 4
    Smetti di fumare. Il fumo può aggravare i sintomi dell'acidità, oltre a provocare altri problemi di salute; se sei un fumatore, dovresti impegnarti per smettere. Chiedi al medico maggiori dettagli circa alcuni farmaci e/o programmi per abbandonare questo vizio.[14]
  5. 5
    Mantieni un peso nella norma. Essere in sovrappeso può aggravare i sintomi, soprattutto se la maggior parte dell'adipe in eccesso si trova nella zona addominale. Se sei obeso o in sovrappeso, dovresti dimagrire e mantenere una corporatura normale per gestire il tuo disturbo.[15]
  6. 6
    Dormi di più. La carenza di sonno può contribuire al bruciore di stomaco; cerca di riposare di più e vedi se la situazione migliora. Se il dolore interferisce con la capacità di appisolarti o di restare addormentato, parlane con il medico; potresti aver bisogno di un antiacido da prendere la sera.[16]
  7. 7
    Chiedi al dottore se il tuo problema può derivare da qualche medicinale che stai assumendo. Se sei in terapia farmacologica, devi sapere se può essere la causa del disagio. L'acidità di stomaco potrebbe essere un effetto collaterale; in questo caso, il medico dovrebbe cambiare il dosaggio o prescriverti un altro tipo di medicina e vedere se trai beneficio.
    • Se stai assumendo dei farmaci da banco, come i FANS (antinfiammatori non steroidei), sappi che potrebbero essere la causa del tuo malessere; prova a non prenderli per qualche giorno e vedi se trovi sollievo.
    • Tra gli altri farmaci che possono provocare bruciore di stomaco ci sono gli antibiotici, i bifosfonati, gli integratori di ferro e di potassio, oltre alla chinidina.[17]
    • Non interrompere la cura farmacologica senza prima parlarne con il medico.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Se lamenti frequenti bruciori di stomaco, potresti soffrire di MRGE (malattia da reflusso gastroesofageo), una patologia che danneggia l'esofago; in questo caso, è fondamentale cercare cure mediche quanto prima.[18]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico Naturopata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zora Degrandpre, ND. La Dottoressa Degrandpre lavora come Medico Naturopata Registrato a Washington. Ha conseguito la Laurea in Naturopatia presso il National College of Natural Medicine nel 2007.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità