Come Scavare un Pozzo

Un pozzo è un buco artificiale scavato nel terreno per arrivare a risorse liquide presenti sotto di esso; quella più cercata è l'acqua: circa il 97% dell'acqua dolce globale si trova in falde acquifere (o acquiferi) sotterranee e, a titolo di esempio, negli Stati Uniti qualcosa come 15 milioni di case hanno un pozzo. I pozzi d'acqua potrebbero essere scavati semplicemente per monitorare la qualità dell'acqua, o come fonte di riscaldamento o raffreddamento, così come per rifornire d'acqua potabile, quando trattata. La perforazione di un pozzo potrebbe essere eseguita in uno dei vari modi descritti di seguito, ma prima ci sono diversi elementi da considerare.

Metodo 1 di 2:
Progettare un Pozzo

  1. 1
    Considera i costi e i benefici della trivellazione di un pozzo, rispetto a un sistema di tubature o a una fornitura esterna. Scavare un pozzo prevede un costo iniziale superiore a quello necessario per collegarsi a una riserva idrica pubblica, insieme al rischio di non trovare abbastanza acqua, o di qualità sufficientemente buona, e a continue spese di pompaggio dell'acqua e manutenzione del pozzo. Tuttavia, a volte gli uffici adibiti alla gestione delle acque sotterranee potrebbero fare attendere i cittadini per anni prima di autorizzare il collegamento a una riserva pubblica, rendendo così lo scavo di un pozzo un'opzione praticabile nel caso in cui si abbia a disposizione una falda acquifera abbastanza ricca e a una profondità ragionevole.
  2. 2
    Raccogli informazioni sulla località specifica della proprietà in cui il pozzo sarà scavato. Avrai bisogno di conoscerne la regione, la circoscrizione, l'estensione e i quartieri per accedere agli archivi catastali e geologici.
  3. 3
    Scopri i pozzi che sono stati scavati nella proprietà in passato. Negli archivi geologici sarà riportata la profondità dei pozzi scavati precedentemente nell'area e se è stata trovata dell'acqua o meno. Si può accedere alla documentazione recandosi presso gli appositi uffici provinciali. Questa può aiutarti a determinare la profondità del livello freatico, così come la posizione di eventuali acquiferi limitrofi.
  4. 4
    Consulta le mappe geologiche e topografiche. Sebbene meno utili delle registrazioni delle perforazioni, le carte geologiche possono mostrare la posizione generica degli acquiferi, così come le formazioni rocciose nell'area. Le carte topografiche mostrano le caratteristiche della superficie e la loro altitudine; tali rilievi possono essere utilizzati per pianificare la posizione dei pozzi. Insieme, esse possono determinare se un'area ha acqua freatica a sufficienza, tale da rendere fattibile la perforazione di un pozzo.
    • Il livello freatico non è uniforme, ma segue in parte quello del terreno. Esso è più prossimo alla superficie nelle valli, in particolare in quelle scavate da fiumi o ruscelli, mentre è più difficile da raggiungere ad altitudini maggiori.
  5. 5
    Fai domande a chi vive vicino alla proprietà. Molti dei pozzi più antichi non sono documentati e, anche nel caso in cui siano registrati negli archivi, qualcuno che viveva nelle vicinanze già a quei tempi potrebbe ricordare quanta acqua quei pozzi producevano.
  6. 6
    Chiedi assistenza a un consulente. Il personale degli uffici competenti potrebbe essere in grado di rispondere a domande generiche e indirizzarti verso ulteriori risorse, in aggiunta a quelle ivi menzionate. Se hai bisogno di informazioni più dettagliate, potresti avere bisogno di un idrologo professionista.
    • Comincia con il contattare le aziende locali, specialmente quelle più riconosciute.
    • Potresti valutare di consultare un rabdomante per aiutarti nella scelta del posto migliore. Un rabdomante è una persona in grado di individuare la presenza di un corso d'acqua sotterraneo grazie all'uso di una verga di legno biforcuta.
  7. 7
    Ottieni tutti i permessi necessari alla perforazione. Consulta gli appositi enti municipali e regionali per capire di quali permessi hai bisogno prima d'iniziare la perforazione di un pozzo, e informati sulle norme che la regolano.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Scavare il Pozzo

  1. 1
    Trivella lontano da potenziali agenti inquinanti. Gli allevamenti di bestiame, le cisterne di combustibile sotterranee, i sistemi di smaltimento rifiuti e le fosse biologiche possono contaminare l'acqua freatica. Il pozzo dovrebbe essere perforato in un luogo facilmente raggiungibile per la sua manutenzione e situato ad almeno un metro e mezzo dal cantiere.
    • Ogni stato ha delle regolamentazioni specifiche da seguire e rispettare. Assicurati di avere tutto a norma.
  2. 2
    Scegli il metodo di costruzione più appropriato. La maggior parte dei pozzi viene perforata, ma questi possono anche essere scavati o ricavati conficcando un apposito strumento appuntito nel terreno, se ce ne sono le condizioni. I pozzi perforati possono essere trapanati mediante una trivella o un cavo rotante, scavati tramite un cavo a percussione o erosi per mezzo di getti d'acqua ad alta pressione.
  3. 3
    Completa il pozzo. Una volta trivellato il pozzo, viene inserita un'intercapedine per evitare che l'acqua eroda le pareti del pozzo e ne venga così contaminata. Essa ha solitamente un diametro più ridotto dell'apertura del pozzo e viene sigillata con un materiale stuccante, comunemente argilla o calcestruzzo. L'intercapedine di solito arriva a una profondità di almeno 5,5 metri e potrebbe coprire l'intero pozzo, quando scavato in terreni morbidi o sabbiosi. Nell'intercapedine vengono inserite delle barriere per filtrare sabbia e ghiaia, quindi il pozzo viene tappato con un sigillo sterilizzante e, a meno che l'acqua non sia già compressa, viene attaccata una pompa per portare l'acqua in superficie.
    • A volte, per l'intercapedine, viene inserito un attrezzo perforatore in maniera che estraendolo lentamente si riesca a determinare la profondità del corso d'acqua. Usando l'aria compressa della trivella a bassa intensità, riesce a tagliare diverse volte una "fetta" dell'intercapedine creando un'apertura in cui fluisce l'acqua.
    • Nei terreni sabbiosi potrebbe essere usato un perforatore di una lunghezza compresa tra 1 e 3 metri. Questo tipo particolare di sonda è dotato di una sezione provvista di una copertura di metallo intagliato a laser saldata sulla punta, a circa 3 metri. In caso di terreni estremamente sabbiosi, un tubo e una barriera in PVC vengono inseriti nell'intercapedine di metallo. Questo migliora il processo di filtrazione della sabbia.
    Pubblicità

Consigli

  • È più che probabile che vorrai assumere un impresario affidabile per compiere l'effettivo lavoro di perforazione. Controlla presso gli uffici competenti e le associazioni dedicate alle acque sotterranee per raccogliere informazioni riguardo alle imprese di perforazione.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Casa & Giardino

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità