Come Scegliere Correttamente gli Integratori di Mirtillo Rosso

Scritto in collaborazione con: Patricia Somers, RD

Gli integratori di mirtillo rosso sono formulati per alleviare vari problemi di salute. Le persone li assumono per prevenire le infezioni del tratto urinario e le ulcere allo stomaco, abbassare i valori lipidici e persino prevenire il cancro.[1] Le ricerche più avanzate dimostrano che impediscono l'insorgere di infezioni alle vie urinarie. Tuttavia, la scelta di questi e altri integratori può essere difficile. Esistono diverse marche, modalità d'uso e posologie. Pertanto, devi assicurarti di procurarti quelli adatti alle tue esigenze di salute.

Parte 1 di 3:
Scegliere l'Integratore a Base di Mirtillo Rosso

  1. 1
    Scegli una fonte affidabile da cui acquistare i tuoi integratori. Vari e tanti sono i negozi in cui puoi trovare integratori contenenti vitamine, minerali ed estratti di origine vegetale (puoi persino comprarli tramite Internet). Tuttavia, poiché (come altri integratori) si tratta di prodotti alimentari destinati ad integrare in forme predosate la normale alimentazione,[2] devi stare attento a dove li compri.[3]
    • Evita di acquistarli online. Probabilmente non conoscerai l'azienda che li produce o li fornisce né avrai la possibilità di sceglierli materialmente e controllare tutte le informazioni presenti sulla confezione. Molti siti web possono fornire informazioni ingannevoli, quindi è preferibile comprarli in negozio.
    • Puoi sceglierli in farmacia e presso le erboristerie, ma anche in un negozio di alimenti biologici che ha scaffali dedicati a prodotti fitoterapici. Puoi anche chiedere al farmacista se un determinato integratore è adatto alle tue condizioni di salute e non interagisce con i medicinali che stai assumendo.
    • Cerca prodotti sicuri. Per effetto dell'articolo 10 del decreto legislativo 21 maggio 2004 n. 169, il Ministero della Salute pubblica e aggiorna periodicamente un elenco di integratori alimentari, una volta conclusa favorevolmente la procedura di notifica da parte dell'impresa interessata. L'elenco è consultabile presso il sito del Ministero della Salute.
  2. 2
    Leggi l'etichetta. Che si tratti di un farmaco o un integratore, è essenziale consultare le informazioni riportate sulla confezione o nel foglietto illustrativo. Troverai scritti gli ingredienti, le dosi e le modalità d'uso.
    • Dai prima un'occhiata agli ingredienti. È davvero un integratore di mirtilli o contiene altri ingredienti?
    • Cerca un integratore fatto con succo, non con la buccia di mirtillo. In questo modo, conterrà una quantità maggiore di antiossidanti (noti come proantocianidine), necessari per prevenire la crescita dei batteri.[4]
    • La dose giornaliera raccomandata varia in base allo scopo dell'assunzione. Assicurati di acquistare un integratore di mirtillo rosso con un dosaggio adeguato alle tue esigenze.
    • Rivedi la posologia e le modalità d'uso. Probabilmente dovrai prendere una o più compresse per raggiungere la dose raccomandata. Inoltre, controlla se devi assumerle a stomaco vuoto o pieno.
  3. 3
    Prendi integratori sotto forma di compresse. Di solito, gli integratori di mirtillo rosso si vendono sotto forma di compresse[5] nelle farmacie e nei negozi di erboristeria.
    • Molti esperti nel campo della salute consigliano le compresse perché non contengono una quantità di zuccheri e calorie più alta di quella contenuta nel succo di mirtillo o negli integratori in polvere. Pertanto, sono preferibili se devi fare attenzione all'apporto calorico o glicemico.
    • Assicurati di leggere il foglietto illustrativo per capire se un determinato integratore contiene l'estratto della buccia o succo di mirtillo.
    • Una compressa da 1 g di succo concentrato di mirtillo può aiutare a prevenire le infezioni del tratto urinario, mentre 240 mg possono aiutare a ridurre i valori lipidici e prevenire l'helicobacter pylori.
  4. 4
    Mescola il mirtillo in polvere nelle bevande. Oltre alle compresse, gli integratori di mirtillo rosso vengono prodotti sotto forma di polvere. Puoi aggiungerla facilmente nelle bevande e, quindi, insaporirle leggermente.[6]
    • La polvere offre gli stessi benefici delle compresse. Può essere persino più utile in quanto, mischiata con le bevande, incoraggia ad aumentare l'assunzione di liquidi.
    • Ancora una volta, assicurati che l'integratore sia composto con l'estratto del succo, non della buccia.
    • In alcuni casi, gli integratori in polveri possono contenere zuccheri aggiunti. Leggi sulla confezione per assicurarti che il prodotto che hai scelto sia adatto al tuo regime dietetico.
  5. 5
    Bevi il succo di mirtillo rosso. Anche se non è necessariamente un integratore (come quello venduto sotto forma di compresse o polvere), può essere usato come valida alternativa. In genere, comporta benefici simili a quelli degli integratori.[7]
    • Per prevenire le infezioni delle vie urinarie, bevi ogni giorno circa 90-170 ml di succo di mirtillo puro o 290 ml di miscela composta da succo di mirtillo e altre bevande. Se vuoi prevenire altri problemi di salute, come l'helicobacter pylori, o abbassare il colesterolo, ti bastano circa 60 ml di succo di mirtillo al giorno, ma è accettabile anche una quantità maggiore, come 170 ml.
    • Fai attenzione ai succhi di mirtillo. Il 100% di succo di mirtillo è piuttosto aspro, quindi molte aziende alimentari aggiungono dei dolcificanti (come il saccarosio) andando ad aumentare il contenuto di zuccheri e calorie. Quindi, opta per i succhi di mirtillo puri al 100% di succo o dietetici che contengono edulcoranti ipocalorici al posto del saccarosio.
    • Il succo è anche più economico e facile da trovare rispetto agli integratori di mirtillo rosso.
  6. 6
    Evita gli integratori prodotti all'estero. Quando acquisti un integratore di mirtillo rosso, molto probabilmente noterai che in commercio esistono varie marche. Oltre a controllare il dosaggio e gli ingredienti, devi anche individuare dove viene effettivamente prodotto.
    • Secondo alcuni studi, gli integratori prodotti all'estero possono contenere ingredienti tossici o dannosi per la salute. I Paesi al di fuori dell'Unione Europea non hanno le stesse leggi e gli stessi regolamenti previsti all'interno dei membri aderenti e, pertanto, rischi di ingerire qualcosa di proibito in Italia.[8][9]
    • Cerca la dicitura "Paese di origine" o "Prodotto in". In questo modo, saprai esattamente da dove proviene l'integratore che intendi assumere. È meglio evitare se è importato dalla Cina o dal Messico. Tuttavia, se viene prodotto in Canada, negli Stati Uniti o in un Paese dell'UE potrebbe essere indicato.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Assumere Correttamente gli Integratori di Mirtillo Rosso

  1. 1
    Consulta il medico. Ogni volta che hai intenzione di prendere un integratore alimentare, non esitare a consultare prima il tuo medico curante. Devi informarti su quello che stai prendendo e assicurarti che non abbia controindicazioni per le tue condizioni di salute.
    • Chiedigli se non corri rischi aggiungendo nella tua alimentazione un integratore a base di mirtillo rosso. Ti conviene portarlo con te in modo che possa controllare le dosi, la modalità di assunzione e gli altri ingredienti presenti nella composizione.
    • Mettilo al corrente del motivo per cui intendi prenderlo. Ad esempio, se vuoi prevenire un'infezione del tratto urinario, potrebbe offrirti ulteriori consigli in merito.
    • Assicurati di ricordargli gli altri farmaci che stai assumendo o le tue condizioni di salute. Il succo e gli integratori di mirtillo rosso possono interagire con alcuni farmaci.
  2. 2
    Determina i benefici che può darti il mirtillo rosso. Esistono molte ricerche condotte sugli integratori contenenti succo di mirtillo rosso applicati a vari problemi di salute. La posologia e il tipo di integratore c possono variare in base ai beneficio che vorresti riscontrare.
    • Gli integratori e il succo vengono usati frequentemente per prevenire o curare le infezioni delle vie urinarie. Esistono prove valide a sostegno della prevenzione di questo genere di affezione, mentre poche sono quelle a sostegno del "trattamento" a base di integratori.
    • Solitamente, gli integratori di mirtillo rosso vengono assunti per abbassare i valori lipidici o il colesterolo. Tuttavia, esistono prove molto limitate che suffragano questa convinzione.
    • Puoi anche considerare l'uso degli integratori per prevenire la formazione di ulcere a carico dello stomaco dovute all'helicobacter pylori, ma tieni presente che non sono molte le prove a sostegno della loro efficacia in questi casi.
    • Inoltre, esistono poche prove a sostegno dell'uso di integratori a base di mirtillo rosso per le seguenti problematiche: gestione del diabete, cura della salute orale, prevenzione della sindrome metabolica e salute della prostata.
  3. 3
    Segui le istruzioni riguardo alle dosi giornaliere raccomandate. Ogni tipo di integratore contiene le sue indicazioni per l'uso. È importante leggere attentamente il foglietto illustrativo e capire le quantità da assumere.
    • Sul foglietto illustrativo che si trova nel flacone o nella scatola troverai le informazioni riguardo alle dosi. Se si tratta di una capsula o un compressa, potrebbe indicare "1 compressa al giorno" o "2 capsule al giorno".
    • Assicurati di assumere le quantità raccomandate per prevenire un'infezione delle vie urinarie, ridurre il rischio di contrarre un'infezione causata dall'helicobacter pylori o abbassare i valori del colesterolo.
    • Non aumentare la dose giornaliera raccomandata. Se è più alta, non vuol dire necessariamente che incrementi i benefici. Può anche causare ulteriori effetti collaterali o interferire con i farmaci che stai assumendo.
  4. 4
    Fai attenzione agli effetti collaterali. Potenzialmente tutti gli integratori causano effetti collaterali indesiderati. Pertanto, potresti avvertire nausea o un lieve mal di testa. Spesso, possono anche interagire con farmaci e produrre effetti collaterali. Quindi, controlla eventuali alterazioni durante l'assunzione.
    • La maggior parte dei professionisti del settore sanitario ritiene che gli integratori di mirtillo rosso non abbiano controindicazioni nei soggetti adulti in buona salute. Inoltre, molti studi hanno dimostrato pochi effetti collaterali associati agli integratori.[10]
    • A causa della presenza di ossalati, esiste una stretta connessione tra alte dosi di integratori o succo di mirtillo e l'aumento del rischio di sviluppare calcoli renali.
    • Se consumato in grosse quantità, il succo di mirtillo, soprattutto puro al 100%, causa occasionalmente diarrea e disturbi allo stomaco.
    • Se noti uno di questi sintomi, interrompi l'assunzione degli integratori e consulta il medico.
  5. 5
    Non prendere gli integratori se sei affetto da un'infezione alle vie urinarie o da altra infezione. Sebbene gli integratori di mirtillo rosso aiutino a prevenire le infezioni del tratto urinario, non andrebbero assunti per trattare quelle già in corso. Non prenderli se sospetti di averla.
    • Gli integratori di mirtillo rosso acidificano le urine e, di conseguenza, prevengono l'insorgere di infezioni nel tratto urinario. Tuttavia, recenti ricerche dimostrano che le sostanze contenute nel succo impediscono ai batteri di aderire alla superficie delle cellule e causare un'infezione.[11]
    • Non esistono ricerche né prove a sostegno del fatto che gli integratori di mirtillo rosso aiutino nel trattamento di un'infezione a carico delle vie urinarie. Quindi, se ti è già stata diagnosticata, evita di assumerli.
    • Se pensi di avere un'infezione del tratto urinario, consulta immediatamente il medico e sottoponiti all'esame delle urine. Se risulta positivo, l'unico trattamento è una cura antibiotica.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura della Salute dell'Apparato Urinario

  1. 1
    Aumenta il consumo di liquidi. L'assunzione degli integratori di mirtillo rosso può contribuire a prevenire le infezioni del tratto urinario, ma anche incoraggiare altre abitudini alimentari, tra cui quella di avere un apporto di liquidi adeguato. Quindi, assicurati di bere costantemente durante il giorno se sei sensibile a un'infezione delle vie urinarie.
    • La maggior parte dei professionisti del settore sanitario consiglia di bere ogni giorno almeno 2 litri di liquidi chiari e idratanti. Tuttavia, se sei sensibile alle infezioni del tratto urinario, puoi considerare la possibilità di aumentarne il consumo giornaliero (2,5-3 l).
    • Più acqua bevi, più diluita saranno le tue urine. Inoltre, svuotando più frequentemente la vescica, potrai liberarti dei batteri presenti nell'apparto urinario.[12]
    • Non bere bevande zuccherate o edulcorate. Limitati a quelle chiare e senza calorie, come l'acqua liscia, l'acqua frizzante, l'acqua aromatizzata, il caffè decaffeinato e il tè deteinato.
  2. 2
    Inserisci i mirtilli rossi nella tua alimentazione. Oltre a prendere gli integratori di mirtillo rosso o bere il succo estratto da questi frutti, puoi ricevere gli stessi benefici mangiandoli direttamente. Prova ad incorporarli nella tua dieta come ulteriore fonte di antiossidanti per il benessere della tua salute.
    • Puoi acquistarli freschi, surgelati o essiccati. In qualsiasi modo li assumi, manterranno le loro proprietà salutari e tutti gli antiossidanti e le vitamine utili a prevenire le infezioni del tratto urinario.
    • Se opti per i mirtilli secchi, compra quelli che non contengono zuccheri aggiunti. Puoi aggiungerli nello yogurt, nei fiocchi d'avena o nelle insalate, oppure mischiarli in una macedonia di frutta secca fatta in casa.
    • I mirtilli freschi e congelati possono essere consumati indifferentemente. Puoi mangiarli crudi, anche se sono piuttosto aspri. Usali in cucina e aggiungili ai tuoi dessert oppure adoperali per preparare una salsa.
  3. 3
    Considera di prendere i probiotici. Altre sostanze che ti permettono di prevenire le infezioni delle vie urinarie sono i probiotici. È stato dimostrato che questi "batteri buoni" non solo contribuiscono ad alleviare i problemi di stomaco, ma possono anche essere salutari per l'apparato urinario.[13]
    • I professionisti della salute fanno notare che i batteri presenti nel tratto urinario (ad esempio, nell'uretra) sono, in genere, batteri "buoni". Tuttavia, queste aree possono anche contenere batteri "cattivi", che sono all'origine di infezioni a carico delle vie urinarie.
    • Aumentando la quantità di batteri sani o buoni, è possibile prevenire una crescita eccessiva dei batteri che causano infezioni.
    • Puoi prendere i probiotici sotto forma di integratori o mangiare lo yogurt e il kefir, in quanto sono alimenti ricchi di probiotici.
  4. 4
    Adotta delle precauzioni per prevenire le infezioni del tratto urinario. Oltre all'alimentazione e agli integratori, esistono ottime abitudini che aiutano a prevenire questo genere di problemi. Non trascurare la tua igiene personale se non vuoi andare incontro a infezioni ricorrenti all'apparato urinario.
    • Abbi cura dell'igiene intima. Il materiale fecale può contaminare facilmente l'uretra, che è piuttosto vicina all'intestino. Le donne devono badare a pulire le parti intime procedendo sempre dal davanti verso il dietro. Inoltre, è possibile evitare la contaminazione delle feci prevenendo l'insorgere di episodi di costipazione o diarrea.[14]
    • Non usare prodotti per l'igiene femminile potenzialmente irritanti. Le donne devono anche evitare l'uso di prodotti nocivi o irritanti, come deodoranti spray, lavande, detergenti o polveri aggressive. Possono facilmente irritare l'uretra e causare infezioni del tratto urinario.[15]
    Advertisement


Consigli

  • Anche se esistono prove a sostegno del fatto che gli integratori di mirtillo rosso siano utili nella prevenzione delle infezioni a carico delle vie urinarie, non hanno nessuna efficacia terapeutica in caso siano già conclamate.
  • Cerca di prevenire fin da subito l'insorgere di un'infezione del tratto urinario.
  • Se sospetti un'infezione alle vie urinarie, consulta immediatamente il medico.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Dietista Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Patricia Somers, RD. Patricia Somers lavora come Dietista Registrata nell'Arkansas. Ha ottenuto il titolo di Dietista Registrata presso la Academy of Nutrition and Dietetics nel 1979.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement