Come Scegliere l'Olio d'Oliva

L'olio d'oliva è venerato in tutto il mondo per il suo gusto delizioso e le sue qualità benefiche per la salute, perchè protegge dalle malattie cardiache. Ci sono molti oli di oliva presenti sul mercato, allora come fai a selezionarne uno adatto alle tue esigenze?

Passaggi

  1. 1
    Sii consapevole delle differenze fra i tipi di olio di oliva:
    • Olio extra-vergine di oliva (a volte chiamato OEVO). Proviene dalla prima spremitura delle olive, contiene non più dello 0,8% di acidità, ed è considerato con un gusto superiore. Non ci può essere olio raffinato in quello extra vergine di oliva. Questo è il più sano, il migliore della gamma degli oli di oliva e dovrebbe essere l'olio che condisce le tue insalate.
    • Olio vergine di oliva. Il nome indica che quest'olio non ha subito alcun raffinamento; tuttavia, ha un tenore di acidità superiore (1-4%) rispetto a quello extra vergine, quindi conserva solo alcuni dei suoi aromi e sapori naturali.
    • Olio d'oliva. Questo è l'olio che si trova in abbondanza sugli scaffali dei supermercati. Di solito è un olio misto, composto di olio vergine di oliva mescolato con olio d'oliva raffinato, di qualità inferiore. La qualità e il prezzo dipendono molto dalla marca e dalla miscela. Adatto per la cottura.
    • Olio di sansa. Questo è l'olio di oliva molto raffinato, cioè il residuo che rimane una volta che si spreme l'oliva. È di bassa qualità e molto economico. Dovrebbe essere usato per prodotti di pulizia, piuttosto che per la cottura e il consumo alimentare.
  2. 2
    Decidi il motivo per cui vuoi l'olio d'oliva. Se è per le insalate, scegli oli vergini o extra vergini. È spesso una buona idea acquistare una piccola quantità di olio vergine o extra vergine di oliva e tenerlo da parte solo per le insalate. Per cucinare, dei semplici oli di oliva sono la scelta migliore. Se stai creando un prodotto per la pulizia, come la cera per i mobili, utilizza l'olio di sansa di olive.
  3. 3
    Scegli l'olio d'oliva confezionato in bottiglie scure. Il colore scuro aiuta a prevenire l'ossidazione dell'olio, che può portare rapidamente al suo deterioramento e all'irrancidimento.
  4. 4
    Scegli l'olio per la qualità, non per il colore. Gli oli d'oliva variano notevolmente per colore, dal verde scuro a al dorato chiaro. I colori non sono indicativi della qualità, bensì la classificazione descritta in precedenza.
  5. 5
    Finito.
    Pubblicità

Consigli

  • È meglio consumare l'olio di oliva entro 12-18 mesi. Assicurati che la data di scadenza vada oltre il tempo in cui lo userai per cucinare.
  • Scegli sempre l'extra vergine anche per friggere (il punto di fumo è oltre 200° C, la temperatura di frittura è 160-190° C).
Pubblicità

Avvertenze

  • Controlla se si tratta di oli "misti". I prodotti misti di "olio d'oliva" possono includere oli non di oliva a basso costo, che spesso costituiscono più della metà del prodotto. Questi non sono necessariamente un male, ma significa che non stai comprando olio d'oliva puro. Distingui tra diverse miscele di oli extra vergini di oliva quelli che vanno bene da consumare e gusta la singola varietà di oli extra vergini di oliva.
  • Quelli spremuti a freddo o di prima spremitura hanno livelli più elevati di polifenoli (potenti antiossidanti) a causa del fatto che non sono stati utilizzati calore o solventi durante la lavorazione delle olive.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cucina

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità