Come Scegliere la Giusta Acqua Imbottigliata

Scritto in collaborazione con: Claudia Carberry, RD

Non è sempre facile capire quale acqua imbottigliata acquistare, soprattutto se si hanno dei dubbi sul significato dei termini commerciali presenti sulle confezioni o sulle bottiglie stesse. Molte aziende pubblicizzano i propri prodotti affermando che sono più naturali, più salutari o migliori rispetto all'acqua di rubinetto.[1] Tuttavia, qualche piccola ricerca può aiutarti quando ti trovi di fronte a un'ampia varietà di acque in bottiglia. Alcune informazioni di base possono guidarti verso la scelta della marca o il tipo migliore per le tue esigenze.

Parte 1 di 2:
Acquistare l'Acqua in Bottiglia

  1. 1
    Compra il prodotto che proviene da fonti naturali. Le aziende offrono un'ampia scelta di tipi di acqua; tuttavia, dovresti prendere quella di origine naturale, ad esempio quella di fonte o dei pozzi artesiani. Prova ad acquistare:
    • Acqua di pozzo artesiano: proviene da un pozzo che contiene sia sabbia sia rocce e che agisce come una falda acquifera.[2] Queste falde sono importanti perché sono dei filtri naturali per l'acqua sotterranea.[3]
    • Acqua minerale: non contiene più di 250 ppm di solidi disciolti, presenta sia minerali sia elementi traccia. Durante la fase di lavorazione e imbottigliamento non si possono aggiungere altri minerali o elementi che non siano già presenti;[4] i minerali comuni che si trovano in questo prodotto sono: calcio, magnesio e potassio.[5]
    • Acqua di sorgente: deve essere raccolta da una fonte sotterranea che zampilla all'esterno in maniera naturale. Deve essere presa solo alla fonte o attraverso un sistema di tubazioni direttamente collegato ad essa.[6]
    • Acqua frizzante: contiene per natura anidride carbonica e dopo il trattamento molte aziende ne aggiungono dell'altra.[7]
  2. 2
    Evita l'acqua imbottigliata che proviene da fonti municipali. Alcune aziende vendono acqua in bottiglia che è considerata "di rubinetto" o che proviene dai Comuni. Se stai cercando un prodotto completamente naturale o che esce dai pozzi artesiani, non dovresti comprare l'acqua di rubinetto in bottiglia.
    • L'acqua purificata deve soddisfare gli standard stabiliti dal Ministero della Salute. Deve essere sottoposta a distillazione, osmosi inversa o depurazione a scambio ionico prima di essere imbottigliata.[8] Tuttavia, viene raccolta dalle stesse fonti municipali ed è in genere la stessa che esce dal rubinetto.
    • Questi prodotti potrebbero essere etichettati come "acqua distillata" o "acqua potabile purificata".
    • L'acqua purificata in bottiglia non viene in genere considerata di qualità inferiore rispetto alle altre tipologie; tuttavia, dovrebbe essere ben chiaro che non proviene da una fonte naturale e che non è stata estratta da un pozzo artesiano.
  3. 3
    Leggi l'etichetta sulla bottiglia. Se osservi il fondo o il retro della confezione, dovresti trovare un'etichetta che fa riferimento al tipo di plastica di cui è fatta quella particolare bottiglia. In genere, si tratta di PET (polietilene tereftalato) che viene usato per molti tipi di confezioni e imballaggi ed è considerato sicuro dall'Unione Europea. [9]
    • Il prodotto chimico bisfenolo A (noto anche come BPA) è stato sottoposto a molti controlli in un secondo tempo. Proprio come accade per il PET, puoi leggere la sigla BPA sulle bottiglie composte da tale materiale.[10] L'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare dichiara che gli attuali livelli di esposizione al bisfenolo A sono sicuri per la salute, ma allo stesso tempo ritiene necessari ulteriori studi in merito.[11]
  4. 4
    Calcola il budget che puoi dedicare all'acqua in bottiglia. Alcune sono piuttosto costose – soprattutto quelle che hanno una confezione particolare o che provengono dai pozzi artesiani.
    • Quando valuti di comprare questo prodotto, devi considerare quante bottiglie consumi al giorno o che prevedi di bere; da questo calcolo puoi capire quante bottiglie a settimana devi procurarti.
    • Da un punto di vista economico, potrebbe essere più efficace comprarla in grandi quantità, dato che molti negozi offrono uno sconto sugli acquisti di questo tipo.
    • Potresti anche valutare un servizio di consegna a domicilio. Alcune aziende consegnano direttamente a casa grandi boccioni con erogatore, che puoi usare a casa per riempire le bottiglie riutilizzabili.
  5. 5
    Conserva l'acqua in maniera appropriata. Questo prodotto, proprio come molti altri alimenti e bevande, dovrebbe essere riposto in maniera corretta, per garantirne la sicurezza e la qualità.[12]
    • Tieni l'acqua al riparo dalla luce e dal calore. L'ideale sarebbe conservarla in un luogo fresco e buio.
    • In teoria, quella imbottigliata non scade, se viene conservata sigillata in un ambiente fresco e buio. Tuttavia, sulla confezione è indicata una data di scadenza per ottemperare alle norme di sicurezza imposte dalla Comunità Europea.[13]
    • Tieni in considerazione come vengono manipolate o conservate le bottiglie. Dovresti lavare il tappo o il coperchio, soprattutto se non è dotato di pellicola protettiva. Questa parte del contenitore potrebbe essere ricoperta di batteri o altri contaminanti derivati dal processo di imbottigliamento, trasporto e vendita.[14]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Valutare altre Fonti d'Acqua

  1. 1
    Acquista un sistema domestico di purificazione dell'acqua. Questi dispositivi sono più convenienti economicamente nel lungo periodo e riducono la quantità di rifiuti generati dalle bottiglie di plastica. Esistono due tipi di purificatori: per l'intera casa (trattano tutta l'acqua che entra nell'impianto dell'abitazione e sono in genere più costosi) e quelli per un solo punto di erogazione (filtrano l'acqua da un solo rubinetto, come la doccia o il lavandino della cucina).[15] Molte persone scelgono il secondo tipo, perché è più economico ed è disponibile in diversi modelli:
    • Borracce personali dotate di filtro integrato. Sono perfette per le persone che non hanno sempre accesso all'acqua purificata.
    • Brocche con filtro incorporato che purifica l'acqua che vi scorre attraverso.
    • Purificatori al rubinetto che si collegano direttamente al lavello della cucina. Tuttavia, i rubinetti speciali spesso non sono compatibili con questi sistemi.[16]
    • Purificatori da frigorifero/congelatore. Sono dispositivi incorporati all'elettrodomestico che forniscono acqua purificata liquida e sotto forma di cubetti di ghiaccio.
  2. 2
    Acquista delle bottiglie riutilizzabili prive di BPA. Se decidi di usare o consumare l'acqua del rubinetto o hai accesso a un erogatore di acqua purificata, puoi valutare di comprare bottiglie riutilizzabili per rispettare l'ambiente.
    • In questo modo, riduci notevolmente la quantità di immondizia e di bottiglie di plastica che getti.
  3. 3
    Bevi l'acqua di rubinetto. Sebbene quella che proviene dall'acquedotto municipale non abbia lo stesso "fascino" di quella imbottigliata, rappresenta un'alternativa sana e poco costosa. La maggior parte delle acque che escono dai rubinetti domestici è perfettamente sicura da bere; se nutri qualche dubbio, puoi acquistare una brocca con filtro da tenere in frigorifero, per garantirti una maggiore purezza.
    • L'acqua di rubinetto viene sottoposta con maggior frequenza ai test che prendono in considerazione anche una gamma più ampia di batteri e altre sostanze rispetto a quella in bottiglia;[17] inoltre, è necessario che venga disinfettata prima del consumo.[18]
    • Fino al 25% delle acque imbottigliate è in realtà semplice acqua di rubinetto, questo è il motivo per cui è importante leggere e comprendere l'etichetta e il linguaggio commerciale.[19]
    Pubblicità

Consigli

  • Se non puoi permetterti l'acqua in bottiglia o non trovi una marca che soddisfi la qualità che desideri, puoi valutare l'idea di comprare un filtro.
  • Alcune aziende che imbottigliano l'acqua possono aggiungere delle dichiarazioni false sulle proprie etichette o negli spot pubblicitari in merito alla fonte che utilizzano. Assicurati che le tue informazioni provengano da organismi e istituzioni imparziali.
  • L'acqua in bottiglia può rivelarsi piuttosto costosa anche se acquisti i marchi più economici. Ricorda di calcolare il budget mensile da dedicare all'acqua potabile e di rispettarlo.
  • Diffida delle frasi commerciali come "acqua naturale glaciale" oppure "acqua pura di sorgente", perché non hanno alcun significato e non indicano niente di più che acqua di rubinetto purificata.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Dietista Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Claudia Carberry, RD. Claudia Carberry lavora come Dietista Ambulatoriale presso la University of Arkansas for Medical Sciences. Ha conseguito un Master in Alimentazione presso la University of Tennessee Knoxville nel 2010.
Categorie: Altro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità