Come Sciogliere un Nodo nei Capelli

Al risveglio ti sei accorta di avere un brutto nodo nei capelli? Hai fatto un giro in macchina con il finestrino aperto durante una giornata ventosa o sei stata sulle montagne russe e ora hai i capelli tutti arruffati? Non importa come si è formato il nodo: ora, quello che ti preme è scioglierlo. Con gli strumenti giusti e un po' di pazienza, puoi districare anche il più ostinato dei nodi.

Metodo 1 di 3:
Prepararsi a Scioglierlo

  1. 1
    Calmati e assicurati di avere tutto il tempo necessario per sciogliere il nodo. Se provi ad affrettarti per fare questa operazione, probabilmente il nodo diventerà ancora più intricato, con il risultato che ti arrabbierai e ti scoraggerai. Questa procedura generalmente richiede tempo e molta pazienza, dunque dovresti affrontarla nel modo più tranquillo possibile. Respira profondamente, scegli della musica gradevole da tenere come sottofondo e mettiti al lavoro.
    • Se un'amica, tua sorella o tua madre è disposta a darti una mano, è possibile accelerare il processo. Può essere necessario l'aiuto di qualcuno nel caso in cui il nodo sia in un punto difficile da raggiungere [1].
    • Ricorda di fare delle pause. Probabilmente avrai bisogno di fermarti e riposare le braccia.
    • Se non hai tempo per sciogliere il nodo, raccogli i capelli in uno chignon e rimanda questo lavoro a un momento più favorevole [2].
  2. 2
    Procurati tutto l'occorrente. Per sciogliere un nodo, gli strumenti usati possono fare la differenza. Devi assolutamente avere a portata di mano uno spray districante, un balsamo o un altro prodotto lubrificante (come l'olio di cocco). Non usare spazzole, perché rischi di peggiorare la situazione. Invece, puoi servirti di un pettine resistente a denti medi o larghi. Siediti davanti a uno specchio: dal momento che non è una procedura immediata, dovresti stare comoda.
    • Esiste un ampio assortimento di prodotti districanti per i capelli ricci. Cerca spray da applicare dopo la doccia, ma anche shampoo e balsami che ti aiuteranno al momento del lavaggio.
    • Preferisci i prodotti delicati e che non irritano gli occhi (come quelli per bambini) o per capelli molto sottili.
    • Se hai capelli secchi e danneggiati, cerca un prodotto che li idrati e li districhi.
    • Per sciogliere i nodi, puoi anche usare un gel a base di siliconi appositamente pensato per combattere l'effetto crespo [3].
    • Prepara uno spray districante mescolando balsamo e acqua in un flacone spray pulito.
  3. 3
    Decidi se scioglierai il nodo prima o dopo la doccia. Molti esperti raccomandano di farlo subito dopo la doccia, ma la scelta dipende dalla salute dei capelli. Da bagnati, sono elastici ed estremamente fragili, quindi possono spezzarsi con molta facilità [4]. D'altro canto, sono anche più lubrificati, dunque può essere più semplice sciogliere il nodo. In caso di capelli molto danneggiati o sfibrati, sarebbe meglio fare la procedura quando sono asciutti [5].
    • Lo spray o il balsamo renderà più lubrificati e lavorabili i capelli asciutti, il che spesso basta per sciogliere un nodo.
    • Alcuni esperti raccomandano di sciogliere il nodo poco prima della doccia, così sarà più facile applicare shampoo e balsamo, ma anche pettinare i capelli dopo il lavaggio [6].
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Sciogliere il Nodo

  1. 1
    Dividi i capelli per isolare il nodo. Separali con delle pinzette. Cerca di fissare con le pinzette tutti i capelli che non appartengono al nodo, in modo da poter lavorare solo la ciocca interessata. Il nodo dovrebbe essere libero e completamente isolato dal resto dei capelli.
    • Se hai molti nodi, sarà decisamente più facile procedere per ciocche [7]. Prova a suddividere i capelli in circa sei sezioni e sciogli un nodo alla volta.
    • Se i nodi si trovano su diversi punti della testa, assicurati di separare le sezioni che hai districato da quelle che ancora sono annodate. Per evitare che una ciocca si annodi di nuovo, ti conviene intrecciarla subito dopo averla districata [8].
  2. 2
    Spruzza un prodotto districante sulla ciocca da sciogliere. Dopo averlo applicato, lascialo agire per qualche minuto, in modo che possa impregnare i capelli. Segui le istruzioni riportate sulla confezione, ma ricorda che puoi usarlo abbondantemente. Se i capelli sono ben lubrificati, quasi scivolosi, sarà più facile sciogliere il nodo.
    • Se utilizzi un olio o un gel, massaggiane una piccola quantità sul nodo con i polpastrelli.
  3. 3
    Inizia a districare il nodo con le dita. Partendo dal fondo della ciocca, fai scorrere delicatamente le dita attraverso i capelli. Quando incontri un nodo, non strattonarlo: saltalo e continua a pettinare la parte inferiore della ciocca [9]. A questo punto, continua a districare i capelli gradualmente e delicatamente dal basso verso l'alto. Questo metodo è sorprendentemente efficace per cominciare a sciogliere i nodi [10].
    • Toccare il nodo con le dita ti permette di valutare meglio la situazione. Per esempio, puoi capirne le dimensioni e la gravità [11].
    • Pettinare i capelli con le dita ti consente anche di distribuire il prodotto districante [12].
  4. 4
    Pettina la parte inferiore del nodo. Devi sempre cominciare dal fondo. Provare a districarlo dall'alto verso il basso non farebbe che peggiorare la situazione [13]. Con un pettine a denti larghi, districa il nodo dalla parte inferiore alle punte. Se non riesci a farlo senza intoppi, avvicina ulteriormente il pettine alle punte e districa da questa parte in giù [14].
    • Quando pettini un nodo, cerca di essere estremamente delicata. Se tiri e spezzi i capelli, le ciocche danneggiate non faranno che annodarsi in futuro [15].
    • Se non riesci a passare il pettine attraverso il nodo, cerca di applicare più prodotto districante.
    • Se ti stanchi o ti scoraggi, ricorda di fare una pausa. Il procedimento può richiedere un bel po' di tempo.
  5. 5
    Continua a lavorare la ciocca verso l'alto per sciogliere il nodo. Una volta che riuscirai a pettinare con facilità la parte inferiore della ciocca, inizia a lavorare la zona immediatamente superiore e pettinala con delicatezza verso il basso; se necessario, applica più prodotto.
    • Con la mano libera, assicurati di afferrare saldamente i capelli dalle radici. Districare sarà così meno doloroso e questa posizione può aiutare a prevenire rotture [16].
    • Se non riesci a pettinare tranquillamente i capelli senza intoppi o strappi, procedi verso l'alto districando gradualmente sezioni minuscole del nodo [17].
  6. 6
    Se possibile, sciogli i nodi più piccoli con le dita. Dopo essere riuscita a districare il nodo più grande, possono rimanere dei nodi minuscoli estremamente fitti. Prova ad allentarli sfilando alcuni capelli dalla parte superiore del nodo e stai a vedere se si sciolgono. Se oppongono resistenza, smetti e prova a sfilare capelli da una parte diversa della ciocca [18].
    • Se hai sfilato qualche capello dal nodo minuscolo ma comunque non si scioglie, serviti di un paio di forbici apposite per tagliarlo alla base. Mai strapparlo con un pettine [19].
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Prevenire Nodi Futuri

  1. 1
    Fai una treccia o una coda ad ananas prima di andare a dormire. Legare delicatamente i capelli facendo una treccia o un raccolto ad ananas ti impedirà di dormirci sopra, quindi l'attrito diminuirà. Puoi anche provare a usare una cuffia da notte, una federa di raso o seta oppure una retina per capelli, in modo da evitare che si formino nodi di notte [20].
    • Per legare i capelli, utilizza elastici morbidi, non di gomma.
    • Togli le forcine che hai usato per metterli in piega o legarli.
  2. 2
    Spunta regolarmente i capelli. Molte donne non taglierebbero nemmeno un centimetro di capelli perché hanno dedicato tempo e cure per farli crescere. Evitare di tagliarli li renderebbe però spenti, secchi e pieni di doppie punte. Tutto questo non farebbe che provocare la comparsa di nodi [21]. Dovresti spuntarli almeno una volta ogni tre mesi: spiega al parrucchiere che vuoi eliminare le punte danneggiate [22].
    • Le doppie punte possono interessare l'intero fusto nel tempo, danneggiare i capelli sani e causare nodi piuttosto intricati [23].
    • Certo, ami ogni singolo centimetro dei tuoi capelli, ma in fondo quelli danneggiati e secchi non sono belli da vedere. Se li spunti all'inizio di ogni stagione, ricorda che non solo continueranno a crescere, ma sembreranno anche più sani e forti [24].
  3. 3
    Lava i capelli come se fossi l'attrice di una pubblicità di shampoo. Non raccoglierli sulla sommità della testa per poi strofinarli vigorosamente. Ripensa al modo in cui le protagoniste degli spot si fanno lo shampoo: concentrati sul cuoio capelluto, massaggialo con le dita e lascia che il prodotto scorra sulle lunghezze [25].
  4. 4
    Se hai i capelli lunghi, non usare collane dalla catena sottile e capi di abbigliamento con il colletto elaborato. I capelli molto lunghi sono predisposti ad annodarsi. È facile che vengano tirati da una catenina o dal colletto di una blusa. Se non vuoi rinunciare a questi dettagli o accessori, assicurati che la collana rimanga sotto il colletto della maglia e cerca di non indossarne più di una [26].
    • Controlla spesso le collane e i colletti per essere certa che i capelli non si impiglino e formino nodi [27].
    Pubblicità

Consigli

  • Dopo aver lavato i capelli, applica il balsamo e raccoglili in uno chignon. Lascialo agire per cinque minuti o più tempo in proporzione alle dimensioni del nodo. Finito il tempo di posa, sciogli lo chignon, pettina i capelli e risciacqua il balsamo.
  • Le spazzole arricciacapelli hanno la fama di causare brutti nodi. Usa invece strumenti adeguati per il tuo tipo di capello e le tue abilità nella messa in piega.
  • Se i capelli si annodano perché hai ricci grossi e folti, ogni tanto puoi provare a piastrarli, così sarà anche meno probabile che si intrichino mentre dormi.
  • Di giorno, lega i capelli in una coda di cavallo o fai una treccia per evitare che si annodino.
  • Prova a pettinare i capelli nella vasca da bagno dopo aver applicato il balsamo.
  • In alcuni casi può essere necessario tagliare i capelli, ma non in maniera drastica, non preoccuparti! Forse puoi tagliare il nodo e non si noterà nemmeno (questo dipende dal punto in cui si trova). Ricorda che poi ricrescono.
Pubblicità

Avvertenze

  • Spazzolali lentamente, altrimenti ti farai male e il nodo potrebbe intricarsi ancora di più.
  • Non spazzolare i capelli bagnati, perché sono più soggetti a spezzarsi.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pettine a denti larghi
  • Pinzette per capelli
  • Balsamo o prodotto districante
  • Forbici

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 43 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cura dei Capelli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità