Come Scrivere un'Elegia

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Pronunciare un’elegia è un atto lodevole e un importantissimo contributo al servizio funebre. Una cosa del genere verrà ricordata da famigliari e amici per un lungo periodo di tempo, quindi sentiti onorato di partecipare a questo difficile momento. Tuttavia, non lasciarti intimidire dall’idea: scrivere un’elegia commovente non è una cosa difficile da fare.

Scrivere un’Elegia

  1. 1
    Sii sicuro di te e ottimista. Ricordati che tu puoi scrivere e pronunciare una grande elegia. Non preoccuparti di fornire l’elegia perfetta: la cosa più importante che tu possa fare è dare il meglio di te in un periodo di tempo così breve e in uno stato d’animo così fragile. Non tormentarti con domande del tipo “Cosa dico?”, “Piacerà alle persone?”, “Quanto dovrà durare?” “Da dove comincio?”
  2. 2
    Trova l’ispirazione in cose che ti riportino alla mente vecchi ricordi, storie o sentimenti per la persona scomparsa. Puoi dare un’occhiata a vecchi album di foto, guardare vecchi filmini o guardare album di vecchi ritagli. Chiedi ad amici e famigliari quali sono le storie e i ricordi a loro più cari.
  3. 3
    Decidi quale sarà il tuo tono. Può essere triste, serio, ragionato o anche divertente. Tu meglio di tutti puoi decidere quale sarà adatto all’occasione.
  4. 4
    Crea una lista dei punti essenziali dell’elegia. Una lista dei punti essenziali ti aiuterà a organizzare i tuoi pensieri, a concentrarti e organizzare le idee primarie e i temi, rendendo così il processo di scrittura più semplice. Dopo un elenco delle idee principali, ognuna di esse può essere suddivisa in più idee, così da non dimenticare i dettagli. Più dettagli includerai in questo momento, più facile sarà scrivere una prima stesura.
    • Puoi creare una lista dei punti essenziali dell’elegia usando qualunque metodo con cui ti senti più a tuo agio. Ci sono liste tradizionali in verticale, con numeri romani e lettere. Oppure, potresti fare una prima lista per libera associazione: ciò stimola il pensiero creativo poiché sei libero di saltare da un’idea all’altra, a prescindere dalla relazione che potrebbe esserci o meno tra le cose. Scrivi il nome della persona in alto. Mentre le idee ti vengono in mente, qualsiasi idea, scrivile o scrivi una breve frase che le riassuma. Per esempio, “opere di carità”.
  5. 5
    Espandi i pensieri che hai appena scritto. Continua a scrivere tutto quello che ti viene in mente. Dopo aver buttato giù molte idee, torna indietro e numera i vari punti nell’ordine in cui dovrebbero essere affrontati.
  6. 6
    Scrivi una prima stesura e ricorda che questa non sarà perfetta. Stai provando emozioni difficili. Se incontri dei problemi nello scrivere, non farti prendere dal panico e gettare la spugna. Prenditi un momento per tornare in te. Rivedi la tua lista dei punti essenziali. È anche importante ricordare che la revisione è una grossa parte del processo di scrittura e lavorandoci sopra migliorerai la tua prima stesura. Inizia lentamente, senza sapere con esattezza cosa stai per dire. Attieniti ai punti essenziali e lascia che le tue idee si riversino sul foglio. Prova a scrivere una lettera al tuo caro per fare uscire fuori più idee (la lettera potrebbero anche essere il formato che adotterai nella tua elegia). Scrivi il più velocemente possibile. Avrai tempo per tornare indietro e controllare errori di grammatica o parole da sostituire.
  7. 7
    Iniziare l’elegia. Trovare le parole giuste per catturare l’attenzione dei presenti può rappresentare la parte più difficile del processo. Se non riesci a pensare al giusto modo per iniziare l’elegia, saltala e continua a scrivere. Puoi sempre tornare indietro. Vuoi dire qualcosa di divertente? Commovente? Che stimoli a riflettere? Ognuno di questi inizi è accettabile. Ad ogni modo, vorrai attirare l’attenzione del pubblico: qualunque esso sia, dovrebbe essere d’effetto. Qui di seguito ci sono alcuni modi differente nei quali puoi iniziare la tua elegia:
    • Le citazioni possono essere un modo divertente, inspiratore, spirituale o religioso per iniziare la tua elegia. La citazione può essere presa da qualcuno di famoso, la persona che non c’è più, un amico, la Bibbia o un qualsiasi altro libro. Ricorda che queste citazioni possono essere utilizzate in ogni momento dell’elegia.
      • Johann W. von Goethe una volta disse “Una vita inutile è una morte prematura”. Fortunatamente per Jennifer, questo non è stato il suo caso.”
      • “Mi ricordo che Bill era solito dire “Dio deve proprio avere senso dell’umorismo, perché se così non fosse, non avrei sposato tua madre”. Ero solito sorridere ogni qual volta lui ridicolizzava il suo fantastico matrimonio. Bill e Molly erano decisamente anime gemelle.”
    • Domande. Inizia la tua elegia con una domanda e poi dai una risposta.
      • “Una volta mio padre mi chiese “Michael, quale credi sarà il tuo ultimo desiderio sul letto di morte?” Io lo guardavo sorpreso. Lui rispondeva “Io posso dirti cosa non direi. Dio, avrei tanto voluto lavorare di più e fare più soldi. Io direi, avrei voluto passare più tempo con la mia famiglia”. Era questo a rendere mio padre così grande. Il suo immenso e incondizionato amore per la sua famiglia.
    • Un poema. Un poema è un gran modo per iniziare la tua elegia. Può essere una scritta da te o la poesia preferita della persona che non c’è più.
      • "That we may mark with wonder and chaste dread. At hour of noon, when, with our limbs outspread lazily in the whispering grass, we lie to gaze out fully upon the windy sky-Far, far away, and kindly, friend with friend to talk the old, old talk that has no end, roaming-without a name-without a chart the unknown garden of another’s heart." --C.S. Lewis
    • Continuare l’elegia: il corpo dell’elegia dovrebbe seguire l’incipit della tua prima stesura o dei tuoi punti essenziali il più strettamente possibile. Quando hai finito di scrivere di un argomento, passa a quello successivo della tua lista. Più la tua lista sarà dettagliata, più velocemente potrai scrivere. Quando esaurisci le idee su un argomento, passa a quello successivo e completa gli altri.
  8. 8
    Ricordati di includere coloro che ascoltano. Fai in modo che si sentano partecipi. Raccontagli storie che li faranno ridere o piangere. Vuoi che ricordino la persona che conoscevano o amavano.
    • Completare l’elegia: vorrai che la chiusura sia un paio di frasi che leghino insieme tutto quello che hai detto. Vuoi che i tuoi ascoltatori abbiano la sensazione che tutto sia concluso e legato insieme. Puoi ribadire un punto importante o un tema che hai trovato nel corso della tua elegia o puoi riassumere il modo in cui la persona che non c’è più ha toccato la tua vita. Una citazione o un poema sono un modo eccellente per chiudere.
  9. 9
    Modifica la tua elegia. Le probabilità che la tua prima stesura sia perfetta sono poche. Correggi ogni errore che potresti incontrare, cambia idee o argomenti. Altri consigli sono:
    • Scrivi in tono conversazionale. Scrivi come se si trattasse di una lettera ad un caro amico. Non vuoi che appaia superficiale e noiosa. Non preoccuparti di frasi spezzettate o troppo lunghe.
    • Cambia il nome della persona morta. Non limitarti a usare solo lui, lei, mamma, papà, Kevin e Sarah. Al contrario, alternali. Passa da “lui era questo” a “Kevin era quello” e così via. Questo rafforza molto come suona un’elegia e cattura l’attenzione del pubblico.
    • Sii conciso. Di’ tutto quello che vuoi dire ma ricorda che mantenere viva l’attenzione del pubblico è importante. Dai 3 ai 5 minuti è il miglior tempo; a seconda della tua velocità, generalmente da 1 a 3 pagine interlinea singola.
  10. 10
    Fai pratica con la tua elegia. Più pratica farai, più diventerai sicuro di te e più efficace sarà la tua elegia. Fai pratica in ogni momento possibile. Falla di fronte a uno specchio o a persone; nel secondo caso, ciò ti aiuterà a superare ogni ansia che potresti avere nel parlare in pubblico. La tua sicurezza ti permetterà di parlare naturalmente e in maniera più rilassata. Inizierai così a memorizzare il tuo discorso e ciò ti darà la sicurezza necessaria per guardare negli occhi il tuo pubblico.
  11. 11
    Pronuncia l’elegia. Questa potrebbe essere la parte più difficile di tutto il processo. Ricorda, comunque, che ognuna delle persone presenti sarà dalla tua al 1000%. Nessuno sarà contrariato se la tua elegia non avrà la profondità del Sermone del monte e nessuno giudicherà la tua presenza su palcoscenico o criticherà le tue doti oratorie. Tutti quanti saranno molto emozionati. Ciò include te: va bene fare delle pause durante l’elegia. Cerca di mantenere la calma e prenditi il tuo tempo.
    Pubblicità

Consigli

  • Se non ti senti a tuo agio nello scrivere, un altro modo utile per completare la tua prima stesura è parlare al registratore o video camera. Per alcuni, questo metodo aiuta a tirare fuori le idee più velocemente e senza riserve.
  • Porta con te fazzoletti e un bicchiere d’acqua quando pronuncerai il discorso. Ti aiuteranno immensamente. Stai lontano da ciò che potrebbe innervosirti, come per esempio caffeina o altri stimolanti.
  • Quando stai scrivendo la tua elegia, adotta caratteri grandi, facili da vedere e leggere. Metti tre o quattro spazi tra righe e argomenti. Ti aiuterà a tenere tutto sott’occhio e ad avere quindi padronanza di te.
  • Nessuno al mondo è perfetto: potrebbe succedere che la persona morta avesse delle qualità negative. L’onestà è una buona cosa: va benissimo menzionare queste cose. Ad ogni modo, sii cortese e rispettoso nel farlo e contestualizzale a paragone con le qualità positive.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Scrittura

Riferimenti

  1. Eulogy Speech Outline - Original source of this page. Shared with permission

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità