Come Scrivere un Brano per Pianoforte

Per chi ha inclinazioni musicali scrivere un brano può essere un’esperienza positiva, emozionante ed entusiasmante. Comporre brani per pianoforte, però, richiede molto più della semplice forza di volontà, ma una buona dose di talento e studio. Questa vuole essere una semplice guida alla composizione di brani per pianoforte.

Passaggi

  1. 1
    Sii creativo e sperimenta. Usa accordi diversi e trova il ritmo giusto. Se non desideri comporre sul serio, allora puoi anche improvvisare senza badare troppo al ritmo, ma, se vuoi fare le cose seriamente, dovrai utilizzare un metronomo per aiutarti a mantenere il ritmo corretto. Se non ci riesci proprio, ascolta un brano e cerca di imitarlo, cambiando leggermente note, pulsazioni e ritmo. Ricordati di essere creativo!
  2. 2
    Crea un pentagramma utilizzando un semplice righello. Disegna cinque linee sopra e cinque linee sotto, rispettivamente per la mano destra e la mano sinistra. Puoi anche scaricare pentagrammi vuoti, altrimenti, cerca di disegnarli in maniera simile all’immagine d’esempio.
  3. 3
  4. 4
    Ogni nota ha un simbolo diverso a seconda della lunghezza, ci vorrà un po’ di concentrazione all’inizio, ma col tempo diventerà facile.
  5. 5
    Comincia con la melodia. La melodia è l’anima della canzone. Se ci sono le parole, il cantante le canterà secondo la melodia, che va suonata sul pianoforte con la mano destra. Trovando la melodia giusta, potrai cominciare a scrivere il pezzo. Fatti queste domande: Che pezzo voglio scrivere? Che atmosfera voglio dargli? Romantica, estiva, triste? Scrivi il brano con questi concetti in mente, perché saranno parte integrante di esso.
  6. 6
    Ripeti la melodia, variando. Dopo aver suonato un melodia nello stesso modo per due volte, la terza volta dovrebbe cambiare un po’, questa si chiama “variazione”. Suonando la melodia nella stessa maniera più e più volte, prima o poi diventerà noiosa. Prova a cambiare o aggiungere qualche nota o accento, cambiando i bassi o suonando un’ottava più alta o viceversa. Sperimenta.
  7. 7
    Aggiungi il basso. La linea di basso serve a mantenere il ritmo e supportare l’armonia o la melodia del brano. Fai partire la linea di basso due ottave più in basso dela melodia. Durante la canzone, puoi variare saltando un’ottava più in alto, ma sempre più in basso della melodia.
  8. 8
    Aggiungi un riempimento. Dove la melodia si ferma per un paio di battute, inserisci un assolo. A seconda dello stile musicale, potrebbe essere una buona idea inserire un assolo jazzato o un arpeggio. In questo modo, potrai deviare dalla melodia originale ed evitare che il pubblico si distragga.
  9. 9
    Crea la struttura del brano. Le seguenti sono le strutture più comuni.
    • Schema 1: Melodia -> Ritornello -> Ponte -> Melodia (un’ottava più bassa) - > Ritornello -> Ponte - > Ritorno all’ottava superiore -> Ritornello e Fine
    Pubblicità
  • Schema 2: Intro -> Melodia -> Ritornello -> Melodia (con abbellimenti) -> Ritornello -> Cambio di ottava -> Ritornello -> Melodia (un ottava più alta) e Fine
  1. 1
    Prova a usare il primo schema.
  2. 2
    Crea l’intro. Fai che sia semplice, corto e basato sugli accordi del brano.
  3. 3
    Aggiungi del testo. Se la tua canzone ha un’atmosfera impegnata o particolare, comincia in maniera “forte” e finisci nella stessa maniera. Aggiungi molte ripetizioni al di fuori dell’estensione media del cantante (alta o bassa). Se invece la canzone tratta di amore o sentimenti, dovresti mantenerti sul dolce, nell’estensione media del cantante ed aggiungere note alte per le parti più emozionanti. Se si tratta di una storia, aggiungi note ripetitive nell’estensione media del cantante. Puoi scrivere il testo prima o dopo aver scritto il brano, ciò non importa ai fini della composizione. Alternativamente, potresti comporre un brano strumentale, ovvero senza parole.
  4. 4
    Suona per la tua famiglia e amici e fatti dare critiche costruttive.
    Pubblicità

Consigli

  • Trova delle triadi (accordi) che suonano bene e suonali in ordine. Questa si chiama “progressione di accordi”. In questo modo, sembrerà che la musica stia andando da qualche parte. Un esempio di progressione di accordi è questo:
    • Scala di Do maggiore (Do Re Mi Fa Sol La Si Do). Ecco una lista di accordi in Do maggiore: Do Mi Sol – Do maggiore, Re Fa La – Re minore, Mi Sol Si – Mi minore, Fa La Do – Fa maggiore, Sol Si Re – Sol maggiore, La Do Mi – La minore, Si Re Fa – Si minore. Una progressione di accordi strutturata su questi accordi potrebbe essere: Do maggiore, La minore, Mi minore, Do maggiore, Sol maggiore, Do maggiore.
  • Usa i rivolti. Molti compositori usano i rivolti per sottolineare una nota (quella superiore). Il rivolto è un concetto molto semplice.
    • Prendiamo per esempio l’accordo di Do maggiore. Il rivolto della fondamentale è Do Mi Sol. Il primo rivolto è Mi Sol Do, il secondo rivolto è Sol Do Mi, per il terzo rivolto, bisogna tornare a Do Mi Sol. Come puoi vedere, basta invertire la nota fondamentale con l’ultima.
  • Crea una parte iniziale, poi una seconda parte diversa, mantenendo la stessa atmosfera, il ritornello e il ponte (che serve a creare l’atmosfera prima del ritornello), mantenendo ovviamente anche la struttura del brano. Alla fine del brano, dopo il ponte, a volte si usa ripetere due volte il ritornello
  • Se la tua canzone ha un testo, prova a non utilizzare note dissonanti, se, però, si tratta di un brano drammatico, potresti usare le note dissonanti per descrivere la tensione.
  • Se non sai come cominciare, ascolta una canzone che ti piace e usa uno o due accordi di questa canzone.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se basi la tua canzone su quella di qualcun altro, assicurati di chiedere il permesso o dare il credito dovuto all’autore.
  • Non utilizzare sempre la stessa progressione di accordi. Va bene se il ritornello e i versi mantengono la stessa struttura, ma per rendere il brano più interessante aggiungi almeno un intermezzo o un ponte con diverse progressioni di accordi.
  • Non scrivere canzoni su temi che non ti ispirano. Questo è il tuo momento creativo, sfruttalo nella maniera giusta.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 32 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Musica

Riferimenti

  1. Reference keyboard - In questo link troverai uno schema con le note sulla tastiera, a seconda delle dimensioni della tastiera.
  2. Data Dragon - Indica quali note hai suonato sul piano e suggerisce come continuare.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità