Come Scrivere un Diario Naturalistico

John Muir, ambientalista, scienziato, avventuriere e fondatore del Sierra Club, scrisse "La maggior parte delle persone si trova sul pianeta, non al suo interno; esse non hanno un'empatia consapevole o una relazione con quello che le circonda". Purtroppo, la sua affermazione oggi è più vera che ai suoi tempi. Nella società attuale, come possiamo connetterci con il nostro ambiente? Come possiamo incrementare la nostra gratitudine nei confronti della natura? Una risposta è seguire l'esempio di Muir, e quello di John James Audubon e di altri notevoli scrittori e artisti, di tenere un diario naturalistico.

Come un diario personale, quello naturalistico è un posto per raccogliere le nostre osservazioni e rifletterci, ma, al contrario di un diario normale, questo viene specificamente usato per registrare le nostre esplorazioni e i nostri pensieri sulla natura. Inizia a scriverne uno e potrai scoprire molte più cose sul nostro pianeta e su te stesso.

Passaggi

  1. 1
    Decidi che tipo di diario naturalistico ti piacerebbe scrivere. Puoi usare questo testo in molte maniere differenti in base alle tue preferenze personali e alla natura che ti circonda. Ed è una buona idea pensare un po' al tipo di diario che hai intenzione di creare, in modo da scegliere un supporto cartaceo dalle dimensioni appropriate e tutti gli strumenti dei quali avrai bisogno. Alcune idee su come avviare il tuo diario naturalistico includono le seguenti:
    • Registra semplicemente tutte le tue escursioni all'aperto. Scrivi quello che vedi, senti e noti; aggiungi anche delle foto se ti va.
    • Crea un diario naturalistico che si focalizzi solo su un certo luogo (come un fiume, un parco o il tuo giardino) o sugli esseri viventi (come le sequoie, le scimmie e gli scarafaggi).
    • Realizza un diario naturalistico per raccontare un particolare viaggio.
    • Esistono pure diversi tipi di diari che vengono generalmente usati per degli scopi scientifici più specifici, come quelli di Grinnell e quelli di fenologia (leggi la sezione dei “Consigli” qui in basso).
  2. 2
    Crea o compra un diario appropriato. La maggior parte dei diari naturalistici viene compilata utilizzando quaderni o libri caratterizzati da fogli bianchi. La carta a righe generalmente interferisce con i disegni, ma potrebbe essere adatta per i tuoi scopi ed è possibile trovare alcuni libri che presentano sia delle pagine lisce che delle pagine rigate. Oppure, puoi inserire dei fogli singoli in un raccoglitore o acquistare un quaderno o un diario vero o proprio, che è già rilegato. Poiché te lo porterai dietro durante le tue avventure naturali, assicurati che sia robusto e protetto. Mentre alcuni tipi di carta sono impermeabilizzati, la maggior parte dei diari avrà bisogno di essere protetta con una copertina per libri o una busta di plastica.
    • Se puoi permettertelo, scegli della carta robusta e di alta qualità. Anche se non puoi investire in una buona carta, accertati che le pagine siano ben attaccate al libro o al raccoglitore ad anelli.
    • Cerca un diario che abbia una copertina interessante e di alta qualità, o creane una tu per proteggere i contenuti.
    • Considera le eventuali esigenze speciali. Forse ti basterà un vecchio quaderno mai usato per i tuoi obiettivi, ma pensaci bene.
    • Se vuoi fare dei disegni molto grandi, per esempio, assicurati di avere un diario appropriato, ma, se lo spazio nello zaino è scarso, scegline uno più piccolo.
    • Se vuoi includere dei dipinti fatti con gli acquerelli, procurati la carta giusta e, se attaccherai foto o souvenir nel diario, considera la possibilità di acquistare della carta per archivi.
    • Andrai in un posto molto umido? Ti conviene optare per un quaderno impermeabile.
  3. 3
    Procurati tutti gli strumenti necessari. Non hai bisogno di un grande equipaggiamento per tenere un diario naturalistico. Un diario e una matita andranno più che bene se vuoi semplicemente scrivere e fare degli schizzi. Se vuoi creare dei disegni più colorati, portati dietro dei pastelli a cera o comuni o un set di acquerelli. Se vuoi incollare le foto o gli oggetti trovati, non dimenticare la colla o le graffette. Se hai tanti strumenti, potresti aver bisogno di un astuccio speciale o di una cartellina per tenerli tutti insieme. Lo ripetiamo, pensa unicamente alle tue necessità e al tuo budget e personalizza il tuo set.
  4. 4
    Dedica del tempo alla stesura del diario. Ritagliare degli spazi per tenere un diario di qualsiasi tipo può essere difficile, e i diari naturalistici non fanno eccezione. In base al piano per il tuo diario, puoi essere flessibile. Magari vuoi uscire solo una volta durante il weekend o forse vuoi soltanto tenere il diario mentre sei in campeggio. Se svolgi un lavoro di ricerca, naturalmente, è probabile che tu debba scrivere almeno una volta al giorno. Qualsiasi cosa tu faccia, assicurati di usare davvero il diario.
    • Tieni il diario in un posto facilmente accessibile. Questo ti incoraggerà a usarlo più spesso, specialmente se ce l'hai a portata di mano.
  5. 5
    Osserva il mondo intorno a te. Realizzare un diario naturalistico comprende la scrittura e il disegno di quello che esplori. Non importa dove vivi, puoi scrutare la natura in qualche forma. Esci e guarda. Siediti in silenzio o fai una passeggiata tranquilla mentre contempli il tuo ambiente o il soggetto scelto. Non preoccuparti di scrivere o di disegnare subito, presta solo attenzione.
  6. 6
    Scrivi sul posto. Un diario naturalistico ha più valore se lo usi sul campo allo scopo di registrare le tue osservazioni proprio mentre le vedi. Se ti affidi alla tua memoria per redigerlo in un secondo momento, esistono buone probabilità che il tuo diario sia meno accurato e potresti non sentirti tanto incoraggiato a concentrarti sul tuo ambiente mentre lo studi.
    • Aggiungi il diario naturalistico alle liste delle cose da portarsi dietro per le escursioni, in campeggio, in vacanza, ecc. In questo modo, avrai meno probabilità di dimenticare di metterlo in valigia quando parti.
  7. 7
    Inizia ogni nota con il posto, la data e l'ora. Come in ogni diario, vorrai essere in grado di rileggere quello che hai scritto un giorno e di sapere esattamente quando e dove eri al momento della stesura del testo. Se il tuo diario ha fini scientifici, avrai bisogno di essere molto specifico e di inserire altre informazioni di base, come il tempo atmosferico.
  8. 8
    Registra le tue osservazioni mediante disegni o dipinti. Molti si considerano pessimi artisti, magari anche tu lo pensi. Qualsiasi sia la tua abilità artistica corrente, dovresti almeno provare a fare qualche schizzo delle piante, degli animali o delle scene che osservi. Infatti, disegnare (o provarci) in maniera precisa un soggetto ti aiuta a concentrarti più profondamente su di esso di come avresti altrimenti fatto. Disegna una pianta, per esempio, e sarai naturalmente obbligato a prestare attenzione alla forma delle foglie, alle differenze tra una foglia e l'altra, ai molti colori differenti e ad altri dettagli che ti saresti perso. Tuttavia, non è particolarmente importante saper disegnare: farlo ti rende semplicemente un miglior osservatore. Naturalmente, se registri le tue esplorazioni per ragioni scientifiche o per aiutarti a identificare una pianta una volta che sarai tornato a casa, la qualità dei disegni conta. Per fortuna, i tuoi disegni miglioreranno con il tempo e la pratica, quindi non arrenderti.
    • Scatta fotografie. Se non puoi portarti dietro le scorte per disegnare, fotografa il tuo soggetto. Pur essendo un grande artista, magari ogni tanto hai voglia di aggiungere degli scatti al tuo diario. Le foto possono essere utili, creative e talvolta assolutamente necessarie, ma assicurati di fare almeno qualche disegno. Se scatterai delle foto, lascia dello spazio nel diario per poi incollarle.
  9. 9
    Scrivi di quello che osservi. Quello che scrivi e il modo in cui lo fai dovrebbero essere due fattori personalizzati per lo scopo del tuo diario, ma, se i tuoi testi sono generali, puoi parlare di qualsiasi argomento.
    • Sii descrittivo. Prova a ignorare quello che sai sulle cose che vedi e scrivi di loro come se fosse la prima volta che le osservi. Sii il più descrittivo possibile, in modo che un'altra persona possa aprire il tuo diario tra 100 anni ed essere capace di immaginare l'uccello del quale hai parlato e scoprire se si è addirittura estinto. Sebbene questo sembri sciocco, ricorda che gli antichi diari naturali hanno fornito molte delle conoscenze che abbiamo oggi su tanti animali che sono scomparsi negli ultimi due secoli. Potresti entrare nel dettaglio raccontando di una certa pianta o scrivere solo delle caratteristiche dell'intero ambiente. Prova a inserire le basi, come il clima e l'ambiente in cui ti trovi, e poi scrivi di qualsiasi tema che richiami la tua attenzione.
    • Parla di come ti senti. Se ti senti sbalordito di fronte a una montagna o calmo grazie alla vista di un'ape su un fiore, scrivilo subito. Un diario naturalistico ti dà l'opportunità di rispondere al mondo che ti circonda e scrivere la tua risposta può aiutarti a capire chi sei, e forse anche qual è il tuo posto nell'universo.
    • Non censurarti; non correggerlo mentre scrivi. Lascia fluire liberamente i pensieri sulla carta.
    • Scegli il tuo stile. Potresti sviluppare uno stile coeso per ogni testo scritto sul diario o potresti solo scrivere e fare schizzi in qualsiasi maniera ti sembri giusta in un dato momento. Il modo in cui scrivi e quello in cui dai una struttura al tuo diario sono scelte che compi da solo (a meno che non stia svolgendo un compito per la scuola o per il lavoro). Ad alcune persone piace scrivere il diario come se fosse una raccolta di lettere a un amico o a se stesse, ad altre piace includere poesie o storie brevi. Scrivi come meglio credi.
  10. 10
    Impara di più su quello che hai visto. Un diario può essere un catalizzatore per l'apprendimento. Dopo essere uscito e aver osservato la natura, torna a casa o vai in biblioteca e leggi su quello che hai esaminato, soprattutto se qualcosa in particolare ti ha interessato o ti ha lasciato con delle domande prive di risposta. Per esempio, magari hai visto una pianta che non conosci. Armandoti dei tuoi schizzi e delle tue descrizioni, puoi fare una ricerca più approfondita una volta che sarai tornato alla "civiltà". Usa il tuo diario per scrivere i tuoi eventuali quesiti: cosa stava facendo quell'uccello quando continuava a muovere la sua testa verso l'alto e il basso? Perché l'erba è molto più corta su una parte della collina? Prova a rispondere a queste domande.
    • Se il tuo diario è incentrato su un certo organismo o ecosistema, probabilmente ti trarrà beneficio fare varie ricerche prima di recarti sul campo.
  11. 11
    Rivisita i testi che hai scritto in passato. Ogni tanto, consulta le parti redatte in un momento anteriore per una ragione specifica. Magari ti piacerebbe rivisitare un particolare momento della tua vita o hai bisogno di paragonare le tue osservazioni per un saggio scientifico. A ogni modo, leggere il tuo diario naturalistico può essere un'ottima esperienza di studio e può anche essere divertente. Puoi rivivere i giorni passati solo sfogliando le pagine o puoi vedere come le tue attitudini e i tuoi stili di scrittura sono cambiati nel corso del tempo.
    Pubblicità

Consigli

  • Alcuni diaristi naturalistici scrivono "diari virtuali", ovvero compilati su un dispositivo elettronico. Però, c'è qualcosa di strano nel cercare di connettersi con la natura portandosi un computer dietro e fissando lo schermo. Detto ciò, c'è anche qualcosa di strano, per esempio, nella speranza di accrescere il proprio apprezzamento degli alberi scrivendo sulla carta. Con la portabilità avanzata dei computer al giorno d'oggi e tutti gli strumenti di condivisione, non si hanno praticamente barriere tecniche per scrivere un diario naturalistico su un gadget. Se vuoi fare degli schizzi, poi dovrai trasferirli al diario con lo scanner, ma, se non ti piace disegnare, è abbastanza facile caricare le tue foto digitali. Tuttavia, le pagine virtuali in qualche modo hanno più limiti. Non puoi inserire una foglia caduta, tanto per fare un esempio, e potresti renderti conto che, dovendo formattare le pagine, la tua spontaneità non sarà quella che potrebbe esprimersi su un foglio bianco. La scelta spetta a te e non c'è sicuramente niente di sbagliato nello scrivere su un computer, soprattutto se hai una pessima grafia e non ti piace disegnare.
  • I diari naturalistici sono un mezzo fantastico per incoraggiare i bambini a sviluppare il proprio apprendimento e il senso della meraviglia. Risvegliare un interesse nei confronti della scienza e dell'arte, far espandere le abilità di scrittura descrittiva e infondere la gratitudine verso la natura sono azioni che aiuteranno tuo figlio a creare il suo diario naturalistico o che insegneranno ai bimbi della tua scuola a tenere un diario.
  • Considera con attenzione le dimensioni del tuo diario. Innanzitutto, deve essere sufficientemente grande per i tuoi scopi. Dopotutto vuoi accertarti di non restare senza carta nel bel mezzo della natura selvaggia. In secondo luogo, deve essere abbastanza piccolo per i tuoi fini. Se farai un'escursione considerevole, non portarti dietro più peso di quello che necessiti. Se vuoi raccontare solo quello che succede nel tuo cortile, non avrai problemi in questo senso, ma, più ti allontani da casa, più devi prendere in considerazione questo fattore.
  • Se da una parte i diari naturalistici rappresentano un ottimo modo per entrare in contatto con la natura, essi possono anche essere usati dagli scienziati e dai ricercatori per obiettivi più "pratici". I ricercatori hanno dei "diari sul campo" per tenere traccia delle loro osservazioni e molti studenti di biologia vengono formati per scrivere dei diari rigorosi, come quelli di "Grinnell", per aderire a una certa forma. I diari di fenologia, che registrano i cambiamenti quotidiani e stagionali e i loro effetti sulla flora e sulla fauna, sono ampiamente usati dagli scienziati che operano sul campo, ma anche dagli orticoltori e dai curatori dei giardini botanici.
  • Il tuo diario non deve essere "perfetto". Se il tuo diario ha delle parole sbarrate o dei disegni imperfetti, questo non è un problema. In effetti, se il tuo diario non avesse delle mancanze, questo significherebbe che autocensuri troppo la tua scrittura e i tuoi disegni. I diari ti danno l'opportunità di essere spontaneo, di lasciare scorrere con naturalezza i tuoi pensieri mentre ti perdi nel tuo soggetto. Certo, vorrai essere in grado di leggere quasi tutto quello che hai scritto, ma non lasciare che l'ordine si intrometta in questa esperienza.
  • Un diario naturalistico è uno strumento molto personale, ma può anche essere un bel regalo di Natale per i tuoi figli o per i tuoi nipoti, che possono saperne di più sul tuo conto o sull'ambiente che ti circondava prima della loro nascita. Alcuni diaristi naturalistici sono riusciti a pubblicare delle versioni dei loro diari con grande successo.
  • Alcuni diaristi naturalistici incollano gli oggetti trovati, come le foglie e le piume, sui loro diari. Altri raccolgono quello che permette loro di ricordare le loro esplorazioni. Questi elementi possono far respirare la vita vissuta nel tuo diario, ma non rubare la vita staccando pezzi dalle piante o disturbando la vegetazione o gli animali.
  • Se stai avendo dei problemi nel decidere come creare il diario, dai un'occhiata ad alcuni dei più famosi diari naturalistici. Puoi fare una ricerca su internet o visitare la biblioteca per trovare estratti e diari completi compilati da persone ormai famose, come John Muir, John James Audubon, William Healey Dall o Meriwether Lewis.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Diario
  • Pennarelli
  • Copertina per il diario

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Scrittura

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità