Come Setacciare la Farina Senza Setaccio

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Setacciare la farina serve ad aggiungerle aria per creare delle pastelle più leggere e uniformi con cui friggere in cucina.[1] Molte ricette indicano in modo esplicito che è necessario setacciare la farina prima di usarla come ingrediente, ma non sempre si ha un setaccio a portata di mano. Per quanto comodo, comunque, il setaccio non è l'unico strumento che consente di setacciare la farina. Un colino o una frusta da cucina possono rivelarsi degli utensili altrettanto utili, ma se non possiedi neanche quelli puoi usare una semplice forchetta. Spesso si tende a trascurare il consiglio di setacciare la farina per fare più in fretta, in alcuni casi il risultato non verrà compromesso, in altri però significherà saltare un passaggio fondamentale della ricetta. Le preparazioni che richiedono una consistenza delicata, per esempio, hanno bisogno che la farina venga setacciata.

Parte 1 di 3:
Usare un Colino

  1. 1
    Prepara tutto il necessario. Se non hai a disposizione un setaccio, puoi incorporare aria nella farina con un comune colino. Usane uno sufficiente a contenere l'intero quantitativo che hai bisogno di setacciare. Dovrai tenerlo su una zuppiera leggermente più ampia del setaccio.[2]
  2. 2
    Versa la farina nel colino. Versala con una mano mentre sorreggi il colino con l'altra. Assicurati che sia posizionato al centro della zuppiera sottostante, necessaria a raccogliere la farina setacciata.[3]
    • Dato che la farina è una sostanza polverosa, il processo potrebbe creare un po' di disordine in cucina. Cerca di versarla lentamente, altrimenti finirai per infarinarti i vestiti e la superficie di lavoro.
    • Indossa un grembiule o una vecchia maglietta mentre setacci la farina.
  3. 3
    Picchietta il colino sul lato fino a far cadere tutta la farina nella zuppiera. Dagli dei colpetti leggeri con una mano sola, mentre lo sostieni con l'altra. Picchiettandolo dovrai fare in modo che la farina cada piano piano nella zuppiera sottostante. Una volta accumulatasi nel recipiente dovrà risultare ariosa, omogenea e del tutto priva di grumi.[4]
    • Se rimangono dei grumi, significa che stai picchiettando il colino con troppa forza. Riempilo nuovamente con la farina, quindi ricomincia daccapo.
    • Potrebbe volerci un po' di tempo per setacciare tutta la farina attraverso il colino, quindi non avere fretta. Picchiettarlo con forza per velocizzare il processo non farebbe che costringerti a ricominciare dall'inizio. Se la farina passa troppo rapidamente dalle maglie del colino, non risulta sufficientemente setacciata.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Setacciare la Farina con una Frusta da Cucina o con una Forchetta

  1. 1
    Prepara tutto il necessario. Se non hai a disposizione un setaccio né un colino, puoi setacciare la farina usando una frusta da cucina. Oltre alla frusta ti servirà una zuppiera abbastanza capiente per contenere la farina che hai bisogno di setacciare.[5]
    • In mancanza d'altro, puoi utilizzare anche una comune forchetta. Se possibile, scegline una più grossa del normale, ti consentirà di setacciare la farina in modo più efficiente.
  2. 2
    Mescola la farina compiendo dei movimenti circolari. Per prima cosa versa nella zuppiera il quantitativo di farina indicato dalla ricetta. Prendi la frusta da cucina, o la forchetta, e immergila al centro della farina. Mescola compiendo dei movimenti rapidi e circolari. Lentamente, vedrai che la farina inizia ad assumere una consistenza più uniforme leggera e priva di grumi.[6]
    • Se non noti alcun miglioramento, significa che stai mescolando troppo piano. Muovi il braccio in modo più rapido.
  3. 3
    Sii paziente quando mescoli la farina. Per setacciare la farina con questo metodo potrebbe volerci un po' di tempo, in special modo se si tratta di un quantitativo abbondante. Non perdere la pazienza se il risultato non è immediato, continua a mescolare in modo rapido e circolare fino a quando la farina non appare leggera e uniforme.[7]
    • A lavoro ultimato, la farina dovrà essere totalmente priva di grumi. Nella zuppiera dovrà apparire leggera, omogenea e polverosa.
    • Se i muscoli del braccio cominciano a farti male, puoi fare una breve pausa per lasciarli riposare: il risultato finale non verrà compromesso.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Capire Quando è Necessario Setacciare la Farina

  1. 1
    Comprendi quando serve setacciare la farina. Presta attenzione alla punteggiatura e alle parole usate nella ricetta in merito alla farina. Le indicazioni fornite dall'autore servono proprio a farti capire come e quando è necessario setacciarla. C'è una grande differenza tra "100 g di farina, setacciata" e "100 g di farina setacciata".[8]
    • Se la ricetta richiede "100 g di farina, setacciata", la prima cosa che devi fare è pesare la farina. Solo dopo dovrai setacciarla e trasferirla nella zuppiera.
    • Se la ricetta richiede "100 g di farina setacciata", inizia setacciando una buona quantità di farina. Solo dopo averla setacciata potrai pesarla e trasferire in una zuppiera quella necessaria alla preparazione.
  2. 2
    Se la farina è rimasta nella sua confezione per un po', è consigliabile setacciarla. Non si tratta di un passaggio che è sempre obbligatorio. Talvolta, soprattutto se è stata impacchettata di recente, la farina è ancora sufficientemente soffice per essere usata così com'è. Al contrario, quando rimane a lungo costretta nella confezione, è meglio setacciarla perché potrebbe risultare troppo compatta.[9]
    • Se la confezione di farina è rimasta a lungo schiacciata nella dispensa o sullo scaffale del supermercato, magari con qualcosa di pesante appoggiato sopra, è invece importante setacciarla.
  3. 3
    Setacciala se intendi preparare un piatto dalla consistenza delicata. In base alla ricetta che intendi preparare, se una volta estratta dalla confezione non appare troppo compatta, potresti anche evitare di setacciarla. Ciò non è possibile tuttavia con le preparazioni che richiedono una struttura leggera e delicata, in questi casi è infatti obbligatorio setacciarla. Ricette come quella della torta paradiso, per esempio, hanno bisogno che la farina venga setacciata.[10]
  4. 4
    Setaccia la farina sul piano della cucina prima di iniziare a lavorare l'impasto. Infarinare la superficie di lavoro (per esempio un piano in legno o un foglio di carta da forno) eviterà che il composto vi si appiccichi mentre lo stendi o lo impasti. Generalmente, usare la farina setacciata consente di ottenere un risultato migliore perché essendo priva di grumi si distribuisce in modo più uniforme.[11]
    • Allo stesso modo, è consigliabile setacciare la farina prima di spolverarla sul fondo di una teglia in vista di cuocere una pizza, una torta o i biscotti.
    Pubblicità

Consigli

  • Se conservi la farina in un recipiente in plastica o in un qualunque tipo di contenitore ermetico, potrebbe bastare agitarlo rapidamente prima di aprirlo. Sarà sufficiente scuoterlo un paio di volte per renderla più ariosa e facile da lavorare.
  • Conserva la farina all'interno di un contenitore ermetico. Conservandola in modo appropriato, ci vorrà meno tempo per setacciarla al momento dell'uso. Trasferiscila in un recipiente ermetico subito dopo averla acquistata per consentirle di rimanere soffice.[12]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Cucina

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità