Come Sgridare i Tuoi Figli per Aver Fumato

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

Siamo tutti consapevoli dei rischi per la salute derivanti dal consumo di nicotina, ma il fumo esercita ancora oggi un'attrattiva irresistibile sui più giovani. Molti di loro sono indotti a sperimentare le sigarette perché sono sottoposti a costanti pressioni da parte dei propri coetanei, come un atto di ribellione contro la famiglia e la società o perché sono a stretto contatto con adulti che fumano.[1] Se scopri che tua figlia fuma, potresti perdere le staffe, ma i rimproveri e le urla probabilmente non si rivelerebbero efficaci per dissuaderla dal fumare ancora. Al contrario, dovresti cercare di illustrarle le conseguenze negative del fumo e fare in modo che non riesca a procurarsi le sigarette. Dovresti anche instaurare un dialogo aperto con tua figlia, affinché capisca che può rivolgersi a te prima di decidere di provare a fumare nuovamente.

Parte 1 di 3:
Parlare delle Conseguenze Negative del Fumo

  1. 1
    Parla dei problemi di salute derivanti dal fumo. Molti adolescenti pensano di essere immortali e non riflettono abbastanza sui problemi di salute associati al consumo di tabacco. Potrebbe essere utile iniziare la discussione facendo riferimento ai danni gravi provocati dal fumo, come il cancro e le patologie cardiache e polmonari. Molti fumatori adulti hanno iniziato a fumare da giovani e sono rimasti “intrappolati” nella dipendenza dalle sigarette. Puoi dire a tua figlia che il fumo rappresenta la causa principale di morti evitabili nel mondo.
    • Spesso i ragazzi non si preoccupano dei rischi a lungo termine del fumo e credono di poter smettere quando vogliono. Tuttavia è utile parlare dei danni provocati dal consumo di tabacco, perché potrebbe aiutare tua figlia a capire la gravità della dipendenza da nicotina quando è ancora molto giovane.
  2. 2
    Parla di come il fumo possa influire negativamente sul suo rendimento scolastico. Tua figlia potrebbe recepire maggiormente alcune conseguenze più immediate, come dei risultati scolastici meno soddisfacenti. Il fumo potrebbe compromettere la sua capacità di concentrazione durante le lezioni. Inoltre è probabile che tua figlia inizi a saltare delle lezioni, perché non riesce a fare a meno di fumare durante l’orario scolastico. In tal modo metterebbe a rischio il proprio rendimento scolastico.[2]
    • Potresti anche dirle come il fumo possa influire negativamente sulla sua capacità di svolgere le attività extrascolastiche, come lo sport. Potrebbe avere difficoltà di respirazione quando partecipa alle gare di atletica oppure durante le lezioni di danza. Potrebbe anche non riuscire a svolgere le normali attività fisiche con amici e familiari a causa del respiro affannoso causato dal fumo.
  3. 3
    Metti in evidenza come il fumo possa avere conseguenze negative sul suo aspetto. Puoi anche far leva sulla sua particolare attenzione al proprio aspetto fisico e all’immagine del proprio corpo per convincerla a non fumare. Potresti farle notare che la nicotina è responsabile dell’ingiallimento dei denti e dell’invecchiamento precoce della pelle, perché accelera la formazione delle rughe. Essa è anche causa dell’alitosi e impregna gli abiti di un cattivo odore. Tua figlia potrebbe essere più ricettiva ai problemi di natura estetica, perché sono più concreti e immediati.
    • Dovresti dirle anche che il fumo compromette le prestazioni fisiche perché rende il respiro breve e affannoso. Ciò, di conseguenza potrebbe avere delle ripercussioni sul suo aspetto fisico e sul suo peso.
  4. 4
    Sfrutta alcuni esempi di vita reale se nella tua famiglia ci sono dei fumatori. Un altro sistema per comunicare a tua figlia le conseguenze negative del fumo è quello di portare come esempio un familiare o un amico che fuma. Gli esempi concreti possono aiutarla a guardare il problema da una prospettiva diversa e indurla a concentrarsi sui danni oggettivi del fumo.
    • Per esempio, se lo zio di tua figlia fuma un pacchetto di sigarette al giorno, potresti farle notare che soffre di insufficienza respiratoria e condizioni di salute non ottimali a causa del fumo. Puoi anche mettere in evidenza che sperpera molti soldi per questa sua cattiva abitudine e che ha cercato invano di smettere per anni, sebbene sia consapevole dei rischi per la sua salute.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Impedire o Ridurre il Suo Accesso alle Sigarette

  1. 1
    Negale la paghetta, se la utilizza per comprare le sigarette. Urlarle contro e dirle che non deve fumare forse non è la soluzione migliore, perché potrebbe soltanto indurla a un’ulteriore ribellione e a continuare a fumare. Al contrario, escogita alcuni sistemi attraverso i quali impedire o limitare l’accesso di tua figlia alle sigarette. Ciò potrebbe significare anche non darle la paghetta, affinché non possa usare i tuoi soldi per acquistarle. In tal modo non potrà comprarsi neanche gli altri oggetti di cui ha bisogno e finirà per sentirsi frustrata a tal punto da accettare di non comprare più le sigarette, pur di continuare ad avere la sua paghetta.[3]
    • Potresti anche controllare le spese di tua figlia per cercare di dissuaderla dal comprare le sigarette. Per esempio, se ti chiede dei soldi per acquistare dei libri di testo, accompagnala a fare shopping e presta attenzione a come spende i soldi; assicurati che li usi per abitudini sane e oggetti utili, anziché per le sigarette.
  2. 2
    Non permetterle di fumare in casa. Sebbene tu non voglia usare le maniere forti con tua figlia per non rischiare di indurla a fumare di più, puoi imporre dei divieti per dissuaderla dal fumare.[4]
    • Potresti dirle che in casa tua, sotto il tuo tetto, è assolutamente vietato fumare. Puoi anche comunicarle che se la becchi a fumare in camera sua o in casa le sequestrerai le sigarette e modificherai il suo orario di rientro a casa, affinché sia costretta a rincasare prima durante i weekend. L’imposizione di alcune regole potrebbe spaventarla, ma rappresenta un sistema efficace per imporre la tua autorità e mantenere il controllo della situazione.
    • Se fumi, dovresti dare il buon esempio e mettere in pratica ciò che dici. Abbandona il vizio del fumo o cerca di smettere. Tua figlia noterà se infrangi le tue stesse regole, pertanto cerca di rispettarle e dai il buon esempio.
  3. 3
    Suggerisci a tua figlia di trascorrere meno tempo con i suoi amici che fumano. Gli adolescenti spesso sono indotti a “sperimentare” la sigaretta perché frequentano alcuni amici fumatori. Potresti vietarle di uscire con loro, ma ciò potrebbe sortire l’effetto contrario e spingerla a frequentarli ancora di più. Al contrario, devi suggerirle di passare del tempo con persone che non fumano oppure di frequentare altri gruppi. In tal modo puoi proporle questa alternativa e lasciarle la libertà di decidere, anziché cercare di imporle la tua volontà.[5]
    • Potresti spronarla a trascorrere del tempo con gruppi di amici migliori, suggerendole di invitarli a casa e permettere loro di intrattenersi a casa tua. Potresti organizzare una grigliata o una cena con loro e metterli a proprio agio. Ciò servirebbe a dimostrare a tua figlia che apprezzi il suo comportamento e sei disposta ad aiutarla quando frequenta compagnie che approvi.
    • Puoi usare un tono più severo e impedire che i suoi amici che fumano vengano a casa tua. Questo forse rappresenta un altro sistema per allontanarla da determinati amici, ma potrebbe anche indurla a incontrarli per strada e di conseguenza a passare più tempo fuori casa.
  4. 4
    Sprona tua figlia a concentrarsi maggiormente sullo studio e sulle attività extrascolastiche. Puoi cercare di distogliere la sua attenzione dal fumo incoraggiandola a dedicarsi ad attività più sane. Se intende ottenere risultati soddisfacenti nello studio, puoi suggerirle di impiegare le sue energie per ottenere buoni voti, anziché per fumare. Cerca di ricordarle ciò che conta nella vita e come il fumo possa essere di ostacolo alla realizzazione dei suoi obiettivi.[6]
    • Puoi anche spronarla a concentrarsi maggiormente sulle attività extrascolastiche che ama, come lo sport, la danza o la recitazione. Incoraggiala a iscriversi a un corso di recitazione oppure a cimentarsi in uno sport di squadra: le consentirà di rivolgere la sua attenzione ad altre attività da cui potrebbe trarre maggiori benefici, anziché al fumo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Instaurare un Rapporto Aperto e Sincero

  1. 1
    Chiedi a tua figlia il motivo per cui sta fumando. Un sistema per comprendere meglio il problema è quello di discutere delle ragioni alla base del suo gesto. Siediti accanto a lei e chiedile di riflettere. Ciò potrebbe aiutare entrambe a risalire alla radice del problema. Individuare la motivazione principale potrebbe permetterti di aiutarla a risolvere la questione ed evitare che fumi nuovamente.[7]
    • Falle mettere per iscritto le ragioni per cui fuma e come ha iniziato a fumare. Per dare l’imbeccata domandale: “Secondo te perché stai fumando?”. Successivamente chiedile di condividere con te le sue riflessioni e parlatene insieme.
  2. 2
    Se fumi, cerca di smettere. Alcuni adolescenti sono spinti a fumare vedendo i propri genitori o altre figure di riferimento accendersi una sigaretta dietro l’altra; pertanto iniziano a fumare per spirito di curiosità o per emulare gli adulti. Se tu, in qualità di genitore, hai il vizio del fumo, dovresti pensare di smettere. Ciò ti consentirà di mettere in pratica ciò che dici e di essere di buon esempio per tua figlia.[8]
    • Smettere di fumare potrebbe essere difficile, ma lascia che tua figlia sappia che vuoi provare, affinché rinunci anche lei. Puoi chiederle di aiutarti condividendo la tua scelta; in questo modo potete sostenervi a vicenda mentre entrambi cercate di smettere.
  3. 3
    Rivolgiti a un professionista per aiutare tua figlia. Se non riesce a smettere o se temi che diventi dipendente dal fumo, puoi chiedere l’aiuto di un professionista. Può essere difficile smettere poco dopo aver iniziato, specialmente per i giovani. Dovresti cercare di sostenere e aiutare tua figlia consultando un professionista che la guidi in questo percorso.[9]
    • Puoi contattare uno dei centri per il trattamento del tabagismo presenti in Italia oppure consultare il tuo medico curante per farti consigliare un analista esperto nella cura di dipendenze patologiche che abbia maturato una lunga esperienza nel trattamento psicoterapeutico dei giovani.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laurea Magistrale in Assistente Sociale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.
Categorie: Genitori

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità