Come Smettere di Avere Troppo Bisogno delle Altre Persone

Scritto in collaborazione con: Jessica Engle, MFT, RDT

Sei mai stato dipinto come una persona appiccicosa o bisognosa di tanto affetto? Sei così entusiasta di una nuova amicizia o una relazione d'amore da bombardare l'altra persona di attenzioni che alla lunga vi fanno allontanare? Il tuo desiderio di chiamarla o inviarle messaggi ed e-mail è molto più forte del suo? In questi casi, forse ti stai rendendo conto che la tua richiesta eccessiva di attenzioni può stancare le persone. Continua a leggere l'articolo per capire da dove nasce questa esigenza e acquisire fiducia in te stesso in modo da tenerla sotto controllo.

Parte 1 di 2:
Trovare un Equilibrio

  1. 1
    Vai piano. Ogni relazione si evolve in base ai suoi tempi. Solo perché va tutto a gonfie vele, non c'è nessun bisogno di premere sull'acceleratore convincendosi di aver trovato l'anima gemella o l'eterno amico del cuore.[1] Goditi le novità che stanno capitando nella tua vita e l'entusiasmo di conoscere una nuova persona perché non durerà molto. Può essere snervante non sapere in che modo andrà avanti la storia, ma è anche esaltante. Sii paziente e impara ad assaporare questa sensazione. Non bruciare le tappe se nessuno dei due non si sente pronto, altrimenti ti perderai tutto il divertimento e creerai una situazione stressante per entrambi.
    • Ad esempio, se venerdì sera ti sei divertito da morire, probabilmente non vedrai l'ora di ripetere la serata. Tuttavia, invece di chiamare il tuo amico la mattina successiva con l'intenzione di programmare un'altra uscita, aspetta un paio di giorni. Pensa ai bei momenti trascorsi insieme e dai anche a lui questa opportunità. Quando vi rivedrete, ognuno avrà sentito la mancanza dell'altro e il tempo passato insieme sarà qualitativamente migliore.
  2. 2
    Non pensare che il mondo sia tutto rosa. Il motivo per cui ci esaltiamo anche più del dovuto sta nel fatto che tendiamo a "idealizzare" le persone all'inizio di una relazione. Quando conosci qualcuno con cui capisci di avere una bella intesa, immagini continuamente quanto possa essere eccezionale l'amicizia o la relazione che state costruendo, ma queste fantasie alimentano aspettative troppo grandi e spesso poco realistiche! In questo momento sei convinto che vorrai stare sempre con l'altra persona, ma ti stai preparando a una delusione.
    • Ricorda che hai a che fare con un essere umano, ovvero intrinsecamente imperfetto. Commetterà degli errori, dovrai essere pronto ad affrontarli e perdonare anziché agitarti perché ha osato mostrare le sue mancanze.
  3. 3
    Pratica il "do ut des". Immagina il rapporto con l'altra persona come una partita di tennis o pallavolo. Ogni volta che la contatti è come se tirassi la palla nel suo campo. A quel punto, devi aspettare che la rimandi nel tuo. Per assicurarti che sia ancora disposta a giocare, non devi lanciare troppe palle. Se sei desideroso di attenzioni, l'attesa potrebbe generare nervosismo e preoccupazione. In questo caso, fai un respiro profondo. Se sei stato tu a contattarla (le hai mandato un'e-mail, le hai scritto un messaggio, le hai telefonato o le hai lasciato un messaggio vocale), non c'è ragione di insistere. Se ne senti il bisogno, ricorda che il suo silenzio si può spiegare nei seguenti modi:
    • Non ha la possibilità di risponderti.
    • È troppo impegnata o ha altri pensieri per la testa per risponderti. Se ti fidi di lei, devi darle il beneficio del dubbio e supporre che la ragione del suo silenzio sia questa.
    • Al momento non è interessata a vederti.
  4. 4
    Non essere soffocante. A prescindere da quanto sia profondo il vostro legame, se trascorri con lei tutto il tuo tempo, si sentirà soffocata. Anche se ti ama, non è detto che voglia svegliarsi con te tutte le mattine. Se senti molto la sua mancanza anche per pochi minuti, vuol dire che si sta creando una situazione ingestibile e pericolosa. Per quanto sia difficile, cerca di fare marcia indietro e darle un po' di spazio. Prenditi un periodo di tregua uscendo la sera per conto tuo, dedicati alle tue attività preferite ed evita di chiamarla o inviarle messaggi per qualche tempo. Il vostro rapporto migliorerà decisamente perché la lontananza accresce il desiderio. Non dimenticarlo!
  5. 5
    Riconosci i segnali di un'eventuale mancanza di interesse. Può accadere per svariate ragioni, ma una cosa è certa: coprire una persona di attenzioni non la porterà a cambiare idea. L'insistenza non è la soluzione giusta! Prendere le distanze potrebbe essere il suo modo di chiudere la relazione senza confrontarsi con te. Qualunque slancio da parte tua non cambierà quello che prova, e sotto sotto lo sai. Se qualcuno non ha la decenza di risponderti, non ti merita, ma tu meriti di più.
    • Cerca di capire se è una persona volubile. Alcuni non riescono a mantenere una relazione o un'amicizia e talvolta sono pigri o distratti. Più spesso, però, se non sembrano ricettivi, non è perché si dimenticano di richiamare, ma perché scelgono di non farlo.
    • È possibile che abbia solo bisogno di tempo per concentrarsi su altre cose. Questo comportamento non vuol dire necessariamente che intende chiudere il vostro rapporto.
    Jessica Engle, MFT, RDT

    Jessica Engle, MFT, RDT

    Esperta di Relazioni Interpersonali e di Coppia
    Jessica Engle è una coach relazionale e una psicoterapeuta che vive nella San Francisco Bay Area. Ha fondato il centro Bay Area Dating Coach nel 2009 dopo aver conseguito la Laurea Magistrale in Psicologia del Consuling. Jessica è inoltre una Consulente Matrimoniale e Familiare Matricolata e una Drammaterapeuta Registrata con oltre 10 anni di esperienza alle spalle.
    Jessica Engle, MFT, RDT
    Jessica Engle, MFT, RDT
    Esperta di Relazioni Interpersonali e di Coppia

    Chiediti se è la persona giusta. Jessica Engle, consulente di coppia e psicoterapeuta, afferma: "Non penso che esistano individui oggettivamente appiccicosi o bisognosi di attenzioni. Dipende molto dalla persona con cui si sta insieme. Per qualcuno, le nostre necessità possono sembrare esagerate, ma a qualcun altro potrebbero piacere e interpretarle come richieste di affetto".

  6. 6
    Rispetta i suoi desideri. Sentirsi ignorati o esclusi equivale a un rifiuto ed è molto doloroso. Tuttavia, quando qualcuno decide di allontanarsi, non c'è niente che tu possa fare per farlo tornare indietro. Cerca di andare avanti e resistere alla tentazione di essere invadente. Se reagisci con attacchi e mortificazioni, rischi che si allontani ulteriormente.
  7. 7
    Nota se viene incontro alle tue esigenze. Se non ti rifiuta apertamente, ma sembra tentennare, chiediti se vuoi che faccia parte della tua vita. Solo perché cerchi la sua compagnia non significa necessariamente che sei un tipo "appiccicoso". Qualunque relazione ha bisogno di tempo e impegno per crescere. Se l'altra persona ti fa sentire come se stessi chiedendo troppo, ma sai di comportarti in maniera equilibrata, allora forse il problema sta dall'altra parte.
    • Decidi quanto tempo e quanta attenzione vuoi dedicare a questo rapporto e cerca di capire quanto ti aspetti in cambio.[2] Se le tue aspettative sono ragionevoli, ma ti senti sempre deluso o trascurato, forse è arrivato il momento di trovarti un amico o un partner che ti faccia sentire più apprezzato e coccolato.
    • Le relazioni non sono mai perfettamente equilibrate e spesso sembra che una persona ci metta più impegno dell'altra. È normale che esistano fasi in cui uno è occupato e l'altro sembra telefonare o mettersi in contatto più spesso. Tuttavia, se è una costante del rapporto e non ti sembra che la situazione sia destinata a cambiare, cerca di mettere fine a questa storia prima che la tua autostima subisca un duro colpo.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Accrescere la Fiducia in Te Stesso

  1. 1
    Tieniti occupato dedicandoti ad altre attività. Detto semplicemente, le persone impegnate non hanno tempo per essere appiccicose. Hanno la mente occupata da altre cose, e indovina? Queste cose le rendono spesso molto più interessanti agli occhi degli altri. Se non hai niente di meglio da fare che aspettare che qualcuno ti chiami o ti scriva, probabilmente sei annoiato (e sai come si dice: chi è annoiato, probabilmente è anche noioso). Perciò che cosa aspetti?
    • Amplia il tuo orizzonte mentale. Fai volontariato, impara a ballare, vai a correre, impara a dipingere. Iscriviti a un'associazione. Mettiti in gioco, impegnati e divertiti! Tutte le tue preoccupazioni svaniranno. Se e quando l'altra persona ti contatterà, sarà una bella sorpresa, non un sollievo!
  2. 2
    Mettiti in contatto con altre persone. Concentrare la propria vita attorno a un unico individuo non è utile né per la salute mentale né per l'autostima. Chiama altri amici invece di riversare tutte le tue energie su un'unica persona! Organizzati per andare con loro al cinema o mangiare fuori e non passare tutto il tempo a pensare a quella persona. Goditi la compagnia di tutti coloro che arricchiscono la tua vita. C'è spazio per più di un amico.
  3. 3
    Sappi che non c'è niente di male a essere single. Molte persone lo sono e riescono a godersi pienamente la vita. Sono libere e si divertono, in molti casi sono felici tanto quanto chi ha un rapporto di coppia. Una relazione deve essere voluta, non può ridursi a una semplice necessità. Il problema inizia nel momento in cui non si riesce a sopravvivere al di fuori di questa condizione.
    • Prova questo esercizio: quando dentro di te cresce un bisogno ossessivo, ripeti una frase incoraggiante. Puoi dire: "Sono forte" oppure "Ho tutto quello che mi serve". Ripetila in mente affinché ti aiuti a sentirti una persona completa, in grado di vivere autonomamente.
    • Potrebbe essere utile ascoltare musica e guardare film che parlano di libertà e forza d'animo.
  4. 4
    Lavora sulla tua autostima. Probabilmente, se sei sempre in cerca di affetto, hai una scarsa autostima.[3] Potresti cercare qualcuno che ti faccia sentire meglio, ma la verità è che l'unica persona che può farlo sei tu. Non dovresti basare la tua felicità sugli altri. Certo, non è sbagliato avere accanto una persona ti rende felice, ma se rappresenta l'unica fonte di felicità, potresti innervosirti o soffrire quando è lontana e diventare molto esigente ai suoi occhi! Tenderà a sentirsi in colpa, in obbligo e alla fine proverà risentimento nei tuoi confronti.
    • Un modo per liberarsi del bisogno degli altri è dimostrare a se stessi di non avere bisogno di nessuno. Prova a rimanere single per un lungo periodo di tempo, finché non ti senti più sicuro. Comportati come se desiderassi un amico del cuore o un partner, ma in fondo sai di non averne bisogno.
    • Non buttarti in una nuova relazione se temi di ricadere in vecchi schemi comportamentali.
  5. 5
    Impara a fidarti. Quando hai capito che cosa accade dentro di te, puoi affrontare tutti i problemi che si presentano nelle relazioni con gli altri. Il bisogno di attenzioni è spesso associato a una mancanza di fiducia e, in alcuni casi, alla paura dell'abbandono.[4] Quando dubiti dei sentimenti che qualcuno prova per te o della sua lealtà, chiediti perché non ti fidi. È perché in qualche occasione si è comportato in maniera discutibile? O perché qualcuno ti ha ferito in passato e adesso pensi che questa nuova persona farà altrettanto?
    • Nel secondo caso, ricordati che non è corretto giudicare qualcuno in base al comportamento di un altro.
    • Se tieni veramente a questa persona e ha conquistato la tua fiducia, non essere sospettoso.
  6. 6
    Raccogli i vantaggi della tua indipendenza. Dimostrarti sicuro e non bisognoso di attenzioni ti rende più attraente. È un trucco efficace: più sei sicuro e autonomo, più risulti interessante. Quando sarai davvero indipendente, lo percepirai. Sarai abbastanza sicuro da gestire le tue relazioni senza preoccuparti eccessivamente di quello che pensano gli altri. Riuscirai a ritagliare del tempo per te stesso, non solo per la persona che ami.
  7. 7
    Considera che la mente umana è intrinsecamente dipendente. La nostra mente è iperattiva perché vuole sempre fare o ottenere qualcosa, ma quando non la teniamo impegnata, ci sentiamo bisognosi di attenzioni, annoiati o frustrati. Quindi, una soluzione pratica consiste nell'incanalare il bisogno di affetto o l'iperattività mentale in qualcosa di piacevole, come mettersi alla prova in nuove sfide, coltivare una passione, socializzare e così via. In questo modo puoi gestire la mancanza di attenzioni, ma solo momentaneamente. Le persone che non sembrano dipendere da nessuno gestiscono in modo costruttivo e/o creativo le energie mentali impiegandole in vari ambiti della vita, pur considerando che anche loro hanno bisogni e desideri da soddisfare nell'interazione con gli altri. Di conseguenza, quando le vedi, sembrano indipendenti e interessanti.
    • Ad esempio: chi è circondato da veri amici non sembra bramoso di affetto, specialmente quando stringe nuove amicizie, perché ha già appagato questo desiderio. Un altro esempio è rappresentato dalle persone che amano il loro lavoro: sono autosufficienti soprattutto quando lavorano perché incanalano le energie mentali nel lavoro. Allo stesso modo, se un uomo ha una relazione appagante, non va in cerca di altre donne perché il "desiderio" di affetto è colmato da un'unica persona. Di conseguenza, non smania per conquistare le attenzioni altrui ed è il motivo per cui risulta molto interessante. È noto che i ragazzi fidanzati sono molto attraenti.[5]
    • Quali sono gli elementi che uniscono tutti punti analizzati finora? Si tratta di fattori esterni di natura temporanea. Vuol dire che, se elimini un "fattore esterno" (ad esempio, allontanarsi dagli amici per trasferirsi in un'altra città, perdere il lavoro, chiudere una relazione, ecc.), la mente diventerà nuovamente bisognosa di attenzioni, almeno nei limiti di determinate circostanze.
    • Detto ciò, non pensare che non valga la pena uscire con gli amici, avere una relazione d'amore e così via. In realtà, sono soluzioni concrete che ti permettono di incanalare le energie mentali o il bisogno di attenzioni e, a lungo andare, ti aiutano a emanciparti dalla dipendenza affettiva. Alla fine, ogni persona segue il proprio percorso.
    • Il vero affrancamento dalla dipendenza affettiva si concretizza quando smetti di cercare soddisfazioni provenienti dall'esterno perché ti rendi conto che sono effimere e incapaci di appagarti realmente. Puoi continuare a seguire le tue passioni, uscire con gli amici, avere relazioni ecc., solo perché ti piace, ma non cerchi appagamento personale in questo. Diventi semplice e umile, come il mare: "Tutti i corsi d'acqua confluiscono verso il mare perché è più basso di loro. L'umiltà gli dà il potere" (Tao Te Ching).
    • Se non hai certezze, congratulazioni.
    Pubblicità


Consigli

  • Accetta l'idea di stare solo. A quel punto, il tempo che dedichi a te stesso sarà più prezioso e potrai valutare le relazioni con maggiore obiettività.
  • L'irruenza è un grosso deterrente nella fase iniziale di un rapporto. Nel primo periodo non essere precipitoso e vai avanti a piccoli passi.
  • Se sei troppo appiccicoso, ti stai destinando a un rifiuto. Di conseguenza, la tua autostima subirà un duro colpo e ti sentirai più solo.
  • Cerca di essere te stesso. Non adeguarti alle aspettative degli altri. In questo modo, riuscirai a conquistare una certa libertà.
  • Se ami qualcuno, dimostraglielo, ma senza esagerare e forzare le cose perché potrebbe allontanarsi.
  • Se cerchi insistentemente le attenzioni altrui, sprechi tempo prezioso. Impara l'autocontrollo.
  • Fai tutto quello che ti rende felice. Non stare troppo tempo da solo. Esci di casa, passa una serata con gli amici. Più interessi coltivi, più sarai una persona interessante.
  • Ricorda che non hai bisogno dell'amore della vita per sentirti completo quando torni a casa. L'importante è stare bene con se stessi, essere indipendenti e autosufficienti.
  • Dai spazio all'altra persona e rispetta i suoi limiti.[6]
Pubblicità

Avvertenze

  • Il bisogno di affetto può essere un circolo vizioso. Cerchi attenzioni con insistenza, allontani l'altra persona, ti senti solo e ferito, quindi cerchi ancora più attenzioni nella relazione successiva. Riconosci e interrompi questo schema.
  • Se non sei paziente, inizierai a pensare cose che non sono vere. Mantieni la calma e concentrati su tutto ciò che ami.
  • Un eccessivo bisogno di attenzioni può favorire la depressione con conseguenze molto spiacevoli. Perciò, la migliore via d'uscita è coltivare vari interessi in grado di tenere la mente occupata.
  • La terapia cognitivo-comportamentale può servire a riconoscere e modificare gli schemi mentali negativi, responsabili della dipendenza affettiva e della scarsa autostima.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Esperta di Relazioni Interpersonali e di Coppia
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Jessica Engle, MFT, RDT. Jessica Engle è una coach relazionale e una psicoterapeuta che vive nella San Francisco Bay Area. Ha fondato il centro Bay Area Dating Coach nel 2009 dopo aver conseguito la Laurea Magistrale in Psicologia del Consuling. Jessica è inoltre una Consulente Matrimoniale e Familiare Matricolata e una Drammaterapeuta Registrata con oltre 10 anni di esperienza alle spalle.
Categorie: Interazioni Sociali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità