Come Smettere di Ruttare

Scritto in collaborazione con: Luba Lee, FNP-BC

L'emissione dei gas dello stomaco attraverso la bocca, chiamata eruttazione, è una manifestazione comune in tutte le persone, spesso involontaria. Anche se in alcuni casi è normale, quando è frequente, potrebbe indicare alcune patologie, tra cui la malattia da reflusso gastro-esofageo, la sindrome da contaminazione batterica dell'intestino tenue e la sindrome dell'intestino permeabile. Per smettere di eruttare, assicurati di trattare tutte le cause sottostanti. Evita di bere bevande gassate e assumere troppo alcol e caffeina, preferendo acqua e tisane. Cerca di eliminare dalla tua alimentazione i cibi che favoriscono l'accumulo di gas, come i fagioli e le pietanze ricche di grassi e spezie. Anche mangiare piccole porzioni può essere d'aiuto. Se le eruttazioni sono accompagnate da dolore o si verificano frequentemente, consulta il medico.

Parte 1 di 3:
Diminuire l'Ingestione di Aria

  1. 1
    Mastica con la bocca chiusa. Chiudi le labbra a ogni sorso o boccone. Non aprire la bocca finché non hai inghiottito tutto. In questo modo, eviterai di ingerire aria per sbaglio.[1]
    • Allo stesso modo, non parlare mentre stai masticando. Non solo sarai più educato, ma ridurrai il rischio di inghiottire l'aria.
    • Puoi anche chiedere a un amico stretto o un familiare di guardarti ogni tanto quando mangi e avvisarti se apri la bocca mentre mastichi.
  2. 2
    Conta fino a 5 dopo ogni morso o sorso. Se ingurgiti qualsiasi cosa (cibo o bevande), nell'apparato digerente potrebbe entrare una quantità eccessiva di aria, che causa eruttazione. Quindi, cerca di mangiare più lentamente fermandoti e contando dopo boccone. Così facendo, riuscirai a rilassarti durante i pasti e limiterai il rischio che si accumuli gas nello stomaco.[2]
  3. 3
    Sorseggia usando il bicchiere al posto della cannuccia. Quando aspiri le bevande con la cannuccia, tendi a deglutire l'aria spingendola nelle vie digestive. Invece, sorseggiando dal bicchiere, potrai tenere sotto controllo quanto stai bevendo.[3]
  4. 4
    Evita le gomme da masticare o le caramelle dure. Può essere un'abitudine difficile da perdere, ma potrebbe valerne la pena. Tieni conto che quando rompi una caramella in bocca tendi ad aprire leggermente le labbra, introducendo aria. L'aerofagia può favorire l'eruttazione o una rapida comparsa del singhiozzo.[4]
    • Se non riesci a resistere alle gomme da masticare, avrai più difficoltà a perdere questa abitudine. Perciò, quando desideri una gomma o una caramella, bevi un bicchiere d'acqua. Contribuirà a ridurre la voglia.
  5. 5
    Tratta subito i sintomi connessi al raffreddore o un'allergia. Se hai il naso otturato o la gola congestionata, corri il rischio di deglutire una quantità eccessiva di aria nelle vie digestive mentre prendi fiato. Se non ti senti bene, usa un decongestionante nasale per ridurre i sintomi e aprire le vie aeree. Respirando più facilmente, ridurrai anche le eruttazioni.
    • Anche applicando i cerottini nasali puoi facilitare la respirazione in caso di naso chiuso.
  6. 6
    Aggiusta la dentiera se non aderisce bene. Se devi correggerla o regolarla perché ti impedisce di masticare correttamente o ti dà problemi durante il giorno, probabilmente favorisce anche la deglutizione di aria nelle vie digestive. Non esitare a consultare il dentista affinché la sistemi in modo che non si muova durante l'uso.[5]
    • Se è solo leggermente lenta, il dentista sarà in grado di apportare le dovute correzioni in poco tempo. Se comporta problemi di occlusione, probabilmente avrai bisogno di una nuova dentiera.
  7. 7
    Smetti di fumare. Quando aspiri la sigaretta, introduci aria nei polmoni, ma una parte potrebbe penetrare nello stomaco e, successivamente, nell'intestino. Se sei un accanito fumatore, sappi che l'aerofagia tende a peggiorare. Il vizio del fumo può irritare talmente l'apparato digerente da favorire una regolare eruttazione.[6]
    • Anche la sigaretta elettronica può causare un eccesso di gas nelle vie digestive.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Apportare Cambiamenti nell'Alimentazione

  1. 1
    Consuma bevande non gassate. Opta per l'acqua, le tisane, il caffè o anche i succhi di frutta. Le bevande gassate, come l'aranciata e la birra, contengono gas che rischiano di accumularsi nell'apparato digerente e causare eruttazione. Se devi bere una bibita gassata, sorseggiala lentamente in modo che nel frattempo si sfiati.[7]
    • Allo stesso modo, scegli l'acqua liscia per evitare di ingerire troppa aria.
  2. 2
    Modifica il tuo regime alimentare riducendo i cibi che favoriscono la produzione di gas. I fagioli, le lenticchie, i broccoli, i cavolini di Bruxelles, il cavolo, il cavolfiore, la lattuga, le cipolle e il cioccolato possono produrre gas durante la digestione. Anche alcuni tipi di frutta, tra cui mele, pesche e pere, possono provocare gonfiore e irritazione durante il processo digestivo. Individua gli alimenti che ti causano problemi ed eliminali dalla tua dieta uno alla volta.[8]
    • Evita inoltre le pietanze che contengono molta aria, come la mousse, il soufflé e la panna montata. Più aria ingerisci, più aria tenderà a risalire dallo stomaco.
    • Alcune persone ritengono che anche l'eliminazione del glutine dal regime alimentare aiuti a ridurre l'eruttazione.
  3. 3
    Fai 4-6 pasti al giorno. Diminuisci le porzioni e mangia ogni 3-4 ore in modo da assumere sempre abbastanza energie. Cerca di includere le proteine, come quelle del pollo, per sentirti sazio più a lungo. È un ottimo modo per non mangiare in maniera abbondante ed evitare gonfiore, disturbi allo stomaco ed eruttazione.[9]
    • Ad esempio, un piatto sano potrebbe contenere un uovo strapazzato accompagnato da qualche fetta di pane integrale.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Evitare i Sintomi del Bruciore di Stomaco

  1. 1
    Evita di stenderti appena hai finito di mangiare. La sensazione di bruciore che sale dallo stomaco fino ad arrivare in gola dopo o durante i pasti è dovuta all'acidità di stomaco. Se fai un pasto abbondante o ti sdrai subito dopo aver mangiato, rischi di favorirla. Quando è accompagnata da eruttazione, molto probabilmente indica un problema di digestione.[10]
  2. 2
    Prendi un antiacido a base di simeticone. Mylicon Gas e Simecrin sono i due farmaci più usati. Aiutano a disgregare le bolle di gas che si formano nell'apparato digerente. Anche altri prodotti, come Beano, sono formulati per eliminare l'aria procurata da particolari alimenti.[11]
    • La gran parte di questi farmaci agisce anche sulla flatulenza.
  3. 3
    Rivolgiti al medico se i sintomi peggiorano. Se cominci a sentire un dolore forte o ricorrente allo stomaco o all'addome, potrebbe dipendere da un problema digestivo di una certa gravità. Anche le feci liquide o contenenti tracce di sangue possono indicare la stessa cosa. Se inizi a dimagrire velocemente, l'eruttazione potrebbe essere una spia del fatto che l'organismo non sta assimilando correttamente il cibo.[12]
    • Allo stesso modo, il bruciore allo stomaco potrebbe causare un leggero dolore nella regione toracica. Tuttavia, non è insopportabile né tende a irradiarsi in altre parti del corpo.
  4. 4
    Sottoponiti a un'endoscopia per escludere la malattia da reflusso gastroesofageo. Si tratta di una patologia che infiamma le pareti dell'intestino causando un'eccessiva eruttazione. Per diagnosticarla, il medico potrebbe prescriverti un esame durante il quale si introduce in gola una sonda piccola e flessibile, munita di fotocamera, che offre una visione diretta degli organi dell'apparato digerente.[13]
    • La malattia da reflusso gastroesofageo provoca bruciori di stomaco e ulcere intestinali.
    Pubblicità

Consigli

  • Se senti il bisogno di sbadigliare, prova a controllarlo. Aprendo la bocca troppo spesso, rischi di inghiottire molta aria.
Pubblicità

Avvertenze

  • L'eccesso di peso corporeo può esercitare ulteriore pressione sullo stomaco, provocando eruttazione. Praticando attività fisica e seguendo una dieta per perdere i chili di troppo, hai la possibilità di ridurre l'emissione di gas provenienti dallo stomaco.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Luba Lee, FNP-BC. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006.
Categorie: Apparato Digerente

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità