Come Sostenere un Buon Colloquio di Lavoro

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Se vuoi ottenere risultati migliori dai tuoi colloqui di lavoro, preparati a dare il massimo. Dimostra al tuo datore di lavoro perché sei un candidato ideale per l'impiego e ottienilo in fretta. Preparati alla tua nuova carriera: poi, segui questi passaggi per sostenere il miglior colloquio possibile.

Parte 1 di 3:
Essere Preparato

  1. 1
    Inizia a prepararti il prima possibile. Le compagnie più grandi ti contatteranno per fissare un colloquio circa un mese prima della data. Dovresti passare tutto il mese a prepararti, in modo da sentirti a tuo agio e sapere ciò che ti serve prima di sostenere il colloquio. Dovrai essere pronto a fare le domande giuste – e anche a rispondere bene a tutte le domande che ti verranno poste.[1]
    • Fai delle ricerche. Raccogli informazioni sulla società e nello specifico sulla descrizione dell'impiego, e di come questo si colloca nella particolare unità o dipartimento dove lavorerai. Trova più informazioni possibili, per mostrare le capacità che ti permetteranno di svolgere la tua mansione, secondo le responsabilità e i doveri previsti: così non rimarrai senza parole se ti sarà chiesto di spiegare come lavori e come gestisci i colleghi, i contatti con i clienti e i problemi disciplinari.
    • Usa i motori di ricerca per trovare informazioni sulle persone che potrebbero farti le domande al colloquio. Se non riesci a trovare nulla, prova a usare Linkedin. Sfruttalo per creare dei rapporti di lavoro.
  2. 2
    Fatti aiutare. Non prepararti a un colloquio da solo. Esistono preziose risorse che puoi sfruttare:
    • Cerca l'aiuto di esperti. Trova un mentore o un ex studente della tua università che lavora nel tuo settore. Parla con loro e chiedi il loro consiglio.
    • Trova un amico che si stia preparando per un colloquio di lavoro. Esaminatevi l'un l'altro in modo da sentirvi a vostro agio con gli aspetti verbali e sociali del colloquio. Potrete anche raccontarvi i vostri aneddoti e gli esempi che illustrano i vostri punti di forza che volete proporre al colloquio. Chiedigli cosa è stato in grado di capire da ogni storia e sfrutta i suoi commenti per scegliere quelle che ti rappresentano meglio.
  3. 3
    Scrivi ed esercitati in almeno tre domande da porre all'esaminatore, per dimostrare quanto tieni a quel lavoro. Non fare domande su cose che puoi scoprire facilmente con una semplice ricerca (dovresti conoscere da tempo il compenso e i benefit offerti dalla società, ecc.). Pensa a cosa vuoi sapere su quella specifica compagnia e a quali saranno le tue responsabilità e opportunità una volta lì. Ricorda che un colloquio è bidirezionale, dovrai dimostrare vero interesse nella società; di’ subito: "Apprezzo moltissimo questa opportunità". Poi, fai capire all'esaminatore che ci tieni davvero, con delle ottime domande. Poni 3-4 domande serie che includano gli argomenti seguenti:
    • Chiedi se all'interno della compagnia c'è "spazio per la crescita personale", per dimostrare fedeltà. Certo, ti stai candidando per una posizione specifica, ma dimostrerai di essere disposto a far parte della società per lungo tempo.
    • Chiedi cortesemente "con chi lavorerò più a stretto contatto", per mettere in mostra le tue abilità sociali e la tua disponibilità. "Sono molto interessato alle persone con cui interagirò più spesso nella compagnia". Con queste parole puoi far capire di essere adatto all'impiego. Potresti scoprire che passerai molto tempo con uno degli esaminatori o con una persona che potresti incontrare il giorno del colloquio, e potrai far capire loro che ti apprezzeranno e tu apprezzerai loro. Sii cortese e dimostra di essere gentile e felice di incontrarli.
      • Di’: "Ottimo. Sono piacevolmente impressionato. Amo davvero questa società o questo dipartimento", se hai la possibilità di incontrare il personale negli uffici, in negozio o nel reparto vendite. Dimostra gratitudine e felicità per l'opportunità che ti è concessa – non imbarazzo o timidezza. Cerca di conoscere nuove persone e trovare amici, ma non esagerare o sembrerai sdolcinato!
    • Chiedere più informazioni sulle parti più complesse e importanti dell'impiego dimostrerà che hai letto attentamente la descrizione del lavoro. Ora dovrai far capire all'esaminatore come sarà la tua vita quotidiana e quale sarà il tuo contributo alla società.
  4. 4
    Scrivi le risposte alle domande più semplici che ti aspetti di ricevere. Anche se un esaminatore può sempre sorprenderti, ci sono una serie di domande di base che ti saranno poste in un colloquio, perciò è meglio prepararti a rispondere a esse in modo onesto ed esaustivo. Non dare l'impressione di essere colto impreparato o di non aver dedicato del tempo a pensare alle responsabilità dell'impiego. Trova buone risposte alle domande più importanti che ti saranno poste:
    • Quali sono i tuoi punti di forza? Puoi raccontare un esempio concreto che li illustri?
    • Quali sono le tue debolezze?
    • Perché vuoi lavorare per questa società? Pensi di essere il candidato adatto?
    • Quali sono gli obiettivi a lungo termine per la tua carriera?
    • Qual è la più grande sfida professionale che hai affrontato e risolto? Come hai agito?
    • Sei bravo a lavorare in un gruppo e a condividere le tue idee migliori? Puoi descrivere un esempio di buon lavoro di squadra?
    • Perché hai deciso di lasciare la società dove lavoravi?
  5. 5
    Assicurati di essere vestito in modo appropriato. Il tuo guardaroba è un segno di professionalità, e in alcuni casi è studiato per valutare il tuo livello di esperienza e competenza. Quando colleghi e clienti ti guardano, dovrebbero sentirsi subito a proprio agio. Perciò, vestiti in modo casual o formale, secondo le abitudini della società e del settore. Un abito nero e una cravatta sobria per gli uomini e una giacca e una gonna poco vistosa per le donne sono buone scelte, anche se lavorerai con un’uniforme o in jeans. Mostrerai a tutti che puoi avere un bell'aspetto quando dovresti.
    • Presentati in anticipo (30 minuti vanno bene) con tutto quello che ti serve, e mai in ritardo, di corsa, senza fiato, trasandato e trafelato. Porta con te una bella cartellina che contenga dei fogli bianchi e delle copie del tuo curriculum. Assicurati di avere anche delle penne e delle matite per prendere appunti.
  6. 6
    Lascia la calcolatrice e le gomme da masticare a casa. Se devi portare per forza il cellulare, assicurati che sia spento prima del colloquio.
    • Non portare nessuno con te al colloquio, e se devi farti accompagnare, chiedi che la persona ti aspetti in un bar vicino.
    • Non presentarti al colloquio con una tazza di caffè. Dimostreresti un approccio troppo informale o mancanza di esperienza.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Essere Professionale

  1. 1
    Dimostrati rispettoso, calmo, professionale, sicuro di te e al contempo entusiasta, sorridendo leggermente (in maniera non forzata). Non sembrare nervoso, non battere le dita, non muovere le gambe e non giocherellare con le mani (incrociare le gambe e le braccia è considerata una posizione di difesa). Non rimanere seduto rigido come una statua, ma non stravaccarti come se fossi pigro. Se ti viene fatta una domanda su un caso, parla del procedimento che useresti. Non aver paura di chiedere se ti sei espresso in modo esaustivo – sarai valutato in base alla tua abilità di strutturare il pensiero e comunicare bene le tue idee, non sul numero di domande che porrai. In effetti, parlare del tuo procedimento è un ottimo modo per coinvolgere l'esaminatore e farlo partecipare di più alla discussione. Puoi trarre consigli preziosi dalla conversazione e capire cosa vuole sapere.[2]
    • Se hai bisogno di chiarimenti, non aver paura di chiedere. Risponderai meglio, se saprai esattamente cosa ti viene richiesto. Non fare continuamente domande, o sembrerai confuso.
  2. 2
    Vendi te stesso. Quali sono le tue capacità uniche che rispondono ai desideri della compagnia? Assicurati di elencare molti esempi come prova delle tue abilità. Dimostra agli esaminatori che riesci a trovare i lati positivi delle tue esperienze passate – non è il momento di lamentarsi degli impieghi precedenti (e darti la zappa sui piedi). Spiega piuttosto perché il nuovo lavoro è molto più adatto a te.
    • Ricordi gli esempi di qualità che hai scritto in precedenza? Ora è il momento di usarli.
    • C'è differenza tra essere sicuro di te e vantarti. Assicurati di far capire che dipendente capace e intelligente saresti, senza però elogiarti troppo.
  3. 3
    Non dimenticare di porre delle domande. Fai attenzione alle risposte dell'esaminatore – potresti addirittura prendere degli appunti. Servirà a provare che stai ascoltando e avrai qualcosa su cui riflettere se dovrai prendere una decisione tra lavori diversi.
    • Non fare le stesse domande a ogni colloquio. Trova domande specifiche per la società per cui ti stai candidando, per dimostrare che hai fatto delle buone ricerche.
  4. 4
    Sii educato. Ascolta ogni domanda fino in fondo prima di iniziare a rispondere. Non presumere mai che il tuo esaminatore abbia letto il tuo curriculum, ma non trattarlo neppure come se non lo avesse fatto. Dopo il colloquio, non dimenticare di spedire un'email di ringraziamento. Sono generalmente preferibili ai biglietti scritti a mano, perché arrivano prima della posta ordinaria. Dovresti, però, assicurarti che sia priva di errori e destinata alla persona giusta, e che sia chiaro chi sia il mittente e quale lo scopo della comunicazione.
    • Per essere educato, dopo il colloquio ricorda di ringraziare l'esaminatore per averti incontrato. Dimostragli che hai davvero apprezzato il tempo e l'impegno che ti ha dedicato.
  5. 5
    Insisti. Continua a sostenere colloqui. Più colloqui farai, più diventerai bravo. Non scoraggiarti. Raramente il tuo primo colloquio ti permetterà di ottenere il lavoro dei tuoi sogni, ma questo non significa che dovresti abbassare i tuoi standard dopo il terzo. Continua a cercare impieghi realistici per i tuoi obiettivi e per il tuo background e alla fine troverai quello che cerchi.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Sostenere Colloqui via Telefono o Skype

  1. 1
    Preparati bene ai colloqui al telefono. Se devi sostenere un colloquio al telefono, probabilmente il tuo esaminatore sarà un impiegato delle risorse umane che conoscerà molto poco la posizione e i termini tecnici relativi al lavoro specifico. Assicurati di usare parole chiave ed espressioni a effetto quando risponderai alle domande, perché dovrai disegnare un ritratto per il tuo esaminatore, che non ti può vedere. Se riuscirai a farlo, supererai il colloquio telefonico.
    • Considera il colloquio telefonico come un vero colloquio professionale. Trova un luogo tranquillo, non distrarti e non fare nient'altro che parlare, in molto lento e chiaro.
    • Tieni gli appunti davanti a te, ma sii pronto a improvvisare. Avere davanti degli appunti ti darà più sicurezza, ma non farvi completo affidamento.
    • Vestiti come se dovessi presentarti di persona. Vestirti in modo professionale ti farà sentire più preparato che se indossassi un pigiama.
  2. 2
    Preparati bene ai colloqui via Skype. I colloqui via Skype sono sempre più popolari e sono un ottimo strumento per i datori di lavoro per scremare i candidati inadatti dopo il primo o il secondo giro di colloqui. Trova, perciò, un luogo con buona illuminazione e un semplice sfondo professionale, vestiti bene, cura il tuo aspetto e prova telecamera e microfono per tempo, per assicurarti di essere pronto al colloquio.
    • Considera il colloquio come se avvenisse di persona. Non pensare che sia meno serio o professionale solo perché avviene via computer.
    Advertisement

Consigli

  • Molti esaminatori ti faranno una domanda simile a "Quali sono i tre aggettivi che ti descrivono meglio?". Preparati una risposta.
  • Se ti viene fatta una domanda su un argomento che conosci poco o ignori quasi completamente, è meglio dire la verità ed essere onesto: “Non è il mio forte, ma sono disposto a imparare”.
  • Se ti viene comunicato per telefono che non hai ottenuto il lavoro, sii educato e ringraziali per averti preso in considerazione. Chi lo sa, la persona che hanno scelto potrebbe non essere adatta. Se ciò accade, potrebbero richiamarti.
  • Arriva in anticipo al colloquio. Cerca di presentarti 15-20 minuti prima. Approfitta dell'attesa per rivedere gli appunti. Essere in ritardo o appena puntuale può aumentare lo stress, e la tensione emergerà durante l'incontro.
  • Dopo un colloquio, fai una valutazione generale. Una volta uscito dall'ufficio, cerca di ripassare mentalmente ogni singolo passaggio dell'incontro, come se fossi uno spettatore esterno. Sii obiettivo: chiediti in cosa hai sbagliato, cosa hai fatto bene, cosa migliorare, come avresti potuto fare una figura migliore, quali domande ti hanno messo in difficoltà, ecc. Scrivi velocemente tutto quello che ti viene in mente. Fai una ricerca e rifletti sugli aspetti da ottimizzare per dare risposte più efficaci. Rivedi gli appunti prima del colloquio successivo. Ti sorprenderai nello scoprire che andrà sempre meglio.
  • Durante il colloquio, usa saggiamente ed efficacemente il tempo che hai a disposizione. Evita di partire per la tangente e sprecare minuti preziosi. Un incontro di un'ora può volare. Cerca di esprimere efficientemente i tuoi pensieri. Prova a lasciare 10-15 minuti alla fine per le domande che farai. In questo modo, potrai valutare diplomaticamente quello che chiederai. Indossa un orologio da polso per fare un calcolo approssimativo.
  • Trova un equilibrio tra far risaltare le tue qualità e non sembrare una persona piena di boria.
  • Non prendere sul personale un rifiuto. Il motivo per cui non vieni scelto per un impiego? Solitamente viene preferito un candidato più qualificato. Non mollare la presa, continua a partecipare. Ogni singolo colloquio ti fa avvicinare sempre di più al traguardo.
  • Può capitare che ti sia richiesto un test antidroga. Può essere realizzato mediante un'analisi delle urine o tagliando una piccola ciocca di capelli e mandandola in laboratorio per l'esame. Grazie alla struttura molecolare dei capelli, questo secondo approccio può rilevare un consumo di droghe risalente a mesi prima. Se hai assunto stupefacenti, tienilo bene a mente, valuta le tue opzioni per chiedere aiuto e smettere. Prendi farmaci che ti sono stati prescritti? Scrivilo nel modulo che verrà consegnato al laboratorio, così capiranno la situazione. Questo foglio generalmente ha dello spazio dedicato proprio a questa informazione.
  • Per ogni colloquio, prepara una breve lista di argomenti che vuoi trattare. Impara la lista a memoria. Cerca di illustrare questi punti durante le tue risposte. Se, ad esempio, hai una certificazione in un campo inerente al lavoro, assicurati di menzionarlo. Se sei un ascoltatore o un comunicatore eccellente, menzionalo. Usa questi argomenti solo se potrai parlarne in modo naturale, senza esagerare.
  • Se ti viene posta una domanda che richiede molto tempo, esponi in modo efficiente gli aspetti più importanti della risposta. Poi aggiungi: "Posso scendere molto di più nei dettagli su questo argomento, se desidera". In molti casi l'esaminatore risponderà: "No, va bene così, la risposta era esauriente". Anche loro hanno orari da rispettare e saranno attenti a non sprecare il tempo del colloquio.
  • Considera il tempo necessario a trovare parcheggio nella tua tabella di marcia. In alcuni casi può essere difficile trovare parcheggio in un luogo che non conosci.
  • Controlla le previsioni del tempo. Un tempo poco clemente può provocare ritardi durante il viaggio, perciò aggiusta i programmi di conseguenza. Non vorrai arrivare zuppo.
Advertisement

Avvertenze

  • Un trucco usato degli esaminatori sono le pause nella conversazione. Molte persone si sentono in imbarazzo nei momenti di silenzio e faranno di tutto per riempirli. Potresti dire o rivelare qualcosa di cui ti pentirai, se non farai attenzione.
  • Un altro trucco usato dagli esaminatori è interrompere spesso il colloquio. Le interruzioni possono essere accidentali o programmate, ma se perdi il filo o ti irriti, rimani educato e sorridi.
  • I colloqui con una commissione, durante i quali molte persone ti esamineranno contemporaneamente, sono comuni per le posizioni importanti. Riconosci i diversi ruoli che saranno adottati da ogni membro della commissione. È molto comune che almeno un membro della commissione adotti il ruolo del "poliziotto cattivo" – ponendo domande brusche o addirittura scortesi. Si tratta di una tattica deliberata per valutare la tua reazione. Cerca di rimanere calmo e non scaldarti. Se parlano interrompendoti, smetti di parlare e lascia che ti pongano la prossima domanda.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Cercare Lavoro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement