Come Tenere Sotto Controllo il Riflesso Faringeo

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Che si inneschi quando stai spazzolando i molari posteriori o quando il dentista esamina il cavo orale alla ricerca di carie, il riflesso faringeo può trasformare il momento dell'igiene dentale in una situazione sgradevole. In internet puoi trovare un'infinità di suggerimenti per sopprimere il riflesso faringeo, ma ci sono alcune soluzioni che si dimostrano migliori di altre. Puoi mettere in pratica un rimedio immediato come intorpidire il palato oppure stimolare le papille gustative per tenere sotto controllo i conati. Con il tempo, puoi anche usare lo spazzolino da denti per desensibilizzare il riflesso del vomito o anche mettere in atto delle tecniche per rifocalizzare l'attenzione e superare velocemente il problema.

Metodo 1 di 3:
Rimedi Immediati

  1. 1
    Intorpidisci il palato molle. Quando un oggetto tocca questa parte della bocca può indurre il riflesso faringeo; per desensibilizzare quest'area puoi utilizzare uno spray da banco che intorpidisca la gola. In alternativa puoi applicare un analgesico topico contenente benzocaina utilizzando un cotton fioc; gli effetti dovrebbero durare circa un'ora e il palato dovrebbe diventare meno reattivo.[1]
    • Raramente questi prodotti provocano effetti collaterali; tuttavia devi interromperne l'uso se manifesti vomito, nausea, vertigini, sonnolenza e/o crampi allo stomaco.[2]
    • Utilizza i prodotti a base di benzocaina con moderazione; il cotton fioc potrebbe indurre il riflesso faringeo o della deglutizione. Tra gli altri effetti collaterali potresti riscontrare spossatezza, indebolimento, irritazione cutanea attorno alle orecchie, pelle bluastra attorno alle labbra e sulle punte delle dita, oltre a fiato corto.[3]
    • Se sei allergico a questa sostanza, devi evitare completamente i prodotti che la contengono; chiedi al medico o al farmacista se essa può interagire con altri farmaci da banco, integratori di vitamine o rimedi erboristici che stai già prendendo.[4]
  2. 2
    Schiacciati il pollice. Porta il pollice sinistro verso il palmo della stessa mano e stringi il pugno; schiaccia con forza senza però provocare troppo dolore. Questo "trucco" mette pressione sul punto del palmo che controlla il riflesso faringeo.[5]
  3. 3
    Metti un pizzico di sale sulla lingua. Bagna la punta di un dito, immergila nel sale e portala alla lingua. Questa sostanza attiva le papille gustative sul lato anteriore della lingua e innesca una reazione a catena che sopprime momentaneamente il riflesso del vomito.[6]
    • Un'altra maniera per ottenere lo stesso effetto consiste nel mettere un cucchiaino di sale in un bicchiere d'acqua e fare un risciacquo della bocca; non dimenticare però di sputarlo!
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Desensibilizzare il Riflesso Faringeo

  1. 1
    Trova il punto che innesca il conato. Puoi individuarlo utilizzando uno spazzolino da denti per raschiare la lingua; concentrati sulla zona che stimola il riflesso faringeo che si trova più vicina alla punta.[7]
    • Potresti essere più sensibile ai conati all'inizio della giornata; cerca quindi di programmare gli esercizi di desensibilizzazione nel tardo pomeriggio o alla sera.
    • Non infilare le dita in gola, altrimenti vomiti.
  2. 2
    Spazzola la zona della lingua che stimola il riflesso. Ovviamente, il corpo reagisce con uno spiacevole conato ma che non dura a lungo; dedica 10 secondi a trattare la zona (e a sopportare gli effetti del riflesso) e interrompi poi l'esercizio.[8]
    • Ripeti il procedimento per alcune sere stimolando sempre lo stesso punto; la reazione dell'organismo dovrebbe affievolirsi gradualmente ogni volta.
  3. 3
    Aumenta la superficie stimolata. Quando puoi toccare la prima zona con lo spazzolino senza provare un conato, puoi provare a spingere lo strumento un po' più in profondità; agisci su una porzione di lingua che si trova 5-10 mm più vicino alla gola e ripeti il medesimo esercizio.
  4. 4
    Continua a spostare lo spazzolino sempre più vicino alla gola. Fallo ogni volta che sei riuscito a desensibilizzare l'area anteriore; procedi in questa maniera finché non raggiungi il punto più profondo e visibile della lingua. Alla fine lo spazzolino entrerà in contatto con il palato molle, se già non l'ha fatto.
  5. 5
    Desensibilizza la gola ogni giorno. Sii costante, perché il procedimento dura circa un mese; successivamente dovresti riuscire a sottoporti a un tampone faringeo senza manifestare conati. È probabile che sia necessario ripetere gli esercizi di tanto in tanto, altrimenti la sensibilità potrebbe ripresentarsi.[9]
    • Spazzolare regolarmente la lingua è un buon metodo per essere meno suscettibile al riflesso faringeo; non solo tieni sotto controllo la reazione del corpo, ma hai un alito più fresco.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Rivolgere l'Attenzione Altrove

  1. 1
    Pratica una qualche forma di meditazione. Chiedi al dentista se puoi indossare degli auricolari per distogliere l'attenzione dal rumore dell'attrezzatura che usa durante la visita. In questo modo puoi concentrarti su pensieri tranquillizzanti e dimenticare che il medico sta lavorando in prossimità della gola; se temi di poterti addormentare, informa l'odontoiatra, affinché applichi un paradenti che mantenga aperta la mandibola.[10]
  2. 2
    Mormora qualcosa. In questa maniera continui a respirare, un dettaglio fondamentale per rilassarti; inoltre, è difficile avere un conato di vomito mentre canticchi a bocca chiusa. Prova questa tecnica durante la prossima visita dentistica, mentre ti sottoponi a una radiografia o viene rilevata l'impronta dentale.[11]
  3. 3
    Solleva leggermente una gamba. Se esegui questo movimento mentre sei sdraiato sulla poltrona del dentista, la concentrazione si sposta sull'arto inferiore; cambia gamba quando percepisci stanchezza muscolare. Questo trucco distoglie la mente da quello che avviene nella bocca e vicino al palato molle.[12]
    • Attenzione! Questa soluzione non è molto efficace se appoggi la gamba sollevata sull'altra.
  4. 4
    Ascolta della musica. Chiedi all'odontoiatra se puoi usare un lettore MP3 durante la procedura di pulizia o di otturazione. Prepara una playlist con brani che fanno vagare la mente o un podcast interessante che richieda la tua massima attenzione; in entrambi i casi sei troppo occupato per renderti conto del lavoro del dentista.[13]
    Advertisement

Consigli

  • Fai pratica mangiando alimenti che stimolano il conato; se però il riflesso faringeo persiste, evita quel cibo.
  • Non mangiare subito dopo aver svolto un'attività che tende a innescare i conati, in modo da minimizzare il rischio di vomitare.
Advertisement

Avvertenze

  • Quando cerchi di desensibilizzare il riflesso faringeo con lo spazzolino da denti, non iniziare troppo in profondità; è infatti possibile ridurre la sensibilità di un punto posteriore della lingua, pur mantenendo attivo quello anteriore, ma non è certo il risultato che vuoi ottenere.
  • Ricorda che questo riflesso è un meccanismo di difesa del corpo per proteggerti dal soffocamento; non cercare di desensibilizzare il palato molle in maniera irreversibile.
  • Una sensibilità eccessiva potrebbe essere sintomo di una grave malattia, come il reflusso gastroesofageo che riguarda lo stomaco e i suoi livelli di acidità; se soffri di questo disturbo e/o di bruciore/acidità di stomaco, rivolgiti al tuo medico.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Denti & Bocca

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement