Come Trattare i Calcoli Biliari nel Micio

I calcoli biliari o più correttamente "uroliti", sono concrezioni di minerali che si formano nella vescica. Possono presentarsi in modo vario: uno solo grosso oppure tanti piccoli, non più grandi di un pisello o un granellino di sabbia.

Passaggi

  1. 1
    Cerca i sintomi. È importante accertarti se il tuo gatto ha gli uroliti. Per far ciò, meglio ricorrere al veterinario: mentre visita il micio, gli farà una radiografia o altro esame come ad esempio la compressione dell'addome, il test delle urine o un'ecografia. Se il gatto ha uno o più calcoli nella vescica, saranno visibili nel tratto urinario o in altri organi della minzione come reni, uretere e uretra.[1] In alternativa, il gatto potrebbe non presentare alcun sintomo e il calcolo venire scoperto quando un'infezione biliare non guarisce nemmeno dopo una cura di antibiotici. Ecco alcuni sintomi classici della cistite causata nel 20% dei casi dai calcoli biliari:[2][3]
    • Minzione frequente
    • Sforzo o distress durante la minzione
    • Sangue nelle urine
    • Minzione in luoghi insoliti
    • Leccarsi i genitali
  2. 2
    Agisci in fretta. La crescita degli uroliti dipenderà dalla quantità di materiale cristallino che si è depositato e dal grado di infezione presente. Anche se ci possono volere mesi perché un calcolo si ingrossi, ci sono prove di alcune crescite notevoli anche nell'arco di due settimane.[4] Mentre quelli piccoli tendono a non interferire, quelli grandi possono complicare la minzione causando molto dolore, vomito e depressione.[5]
    • Se il blocco dell'uretere non viene diagnosticato velocemente, il rene sarà danneggiato irreparabilmente.[6]
  3. 3
    Considera le opzioni. Dopo aver discusso la gravità dei calcoli e i trattamenti con il veterinario, ti ritroverai con le seguenti opzioni:
    • Chirugia. Rimuovere gli uroliti chirurgicamente richiede un'operazione complessa nella quale vengono aperti addome, vescica e altre zone del tratto urinario. Dopo due-quattro giorni di degenza, il gatto non proverà più dolore né soffrirà di disuria (minzione dolorosa). L'ematuria (cellule ematiche nelle urine) proseguirà per qualche giorno ancora poi si fermerà. La chirurgia non è la scelta migliore per ogni gatto, ma per quelli con un'ostruzione uretrale e un'infezione batterica associata ai calcoli sì, a meno che altre patologie fisiche rendano l'operazione pericolosa.
    • Dieta. Questa opzione cerca di sciogliere i calcoli mettendo il micio a dieta stretta. Evita la chirurgia e può essere un'ottima scelta per alcuni gatti. Presenta tre svantaggi: Primo, non funziona per tutti i tipi di calcoli. A meno che non si possano raccogliere nelle urine per essere analizzati, non è possibile saperne la composizione e quindi se possono venire sciolti. I calcoli di calcio ossalato ad esempio non vengono rimossi dalla dieta ma solo dalla chirurgia.[7] Secondo, è un metodo lento. Ci possono volere settimane se non mesi per sciogliere un grosso calcolo e nel frattempo il gatto continuerà ad avere l'ematuria e la disuria. Terzo, non tutti i gatti mangiano a regime. La dieta non è saporita come quella a cui solitamente sono abituati. Se non viene osservata scrupolosamente, non funzionerà.
  4. 4
    Fornisci le cure post-malattia. Il tuo veterinario ti spiegherà come prenderti cura del gatto dopo l'operazione se ci sarà. Dovrai quindi somministrargli le sue medicine regolarmente e portarlo ai controlli di frequente.
    • Una volta chiarito che il tuo gatto è portato a soffrire di calcolosi biliare, è importante controllare i suoi progressi più da vicino e consultare regolarmente il veterinario.
  5. 5
    Cerca di prevenire future formazioni. Ci sono vari motivi perché si formano i calcoli biliari. Mentre i ricercatori veterinari non sono ancora del tutto sicuri perché si formino gli uroliti, si è notato un aumento di alcuni tipi di calcoli (calcio ossalato) negli utili anni.[8][9] Secondo alcuni veterinari è colpa della dieta del micio. Ciò che dai da mangiare al tuo è molto importante. Se gli dai cibi ad alto contenuto di sale, le possibilità che il minerale si cristallizzi in una concrezione sono molto alte. Ma la dieta non è l'unico motivo. L'infezione causata da alcuni batteri può innescare i calcoli allo stesso modo. Anche un'anomalia nel sistema immunitario del micio può portare ad un'iper produzione di minerali, che si solidificano nella vescica creando i calcoli. La prevenzione è dura da praticare quanto lo è capire i motivi, ma dare al gatto una dieta bilanciata non farà comunque male.
    • Se non lo hai già fatto, domanda al veterinario di analizzare i calcoli. Conoscendo il contenuto minerale esatto, potrà fornirti metodi preventivi appropriati, incluso il prescriverti medicinali adatti per impedire che si riformino in futuro.[10]
    • Dai al tuo gatto una dieta approvata dal veterinario, ricca di nutrienti adatti ai felini e povera di sale e carboidrati, ed evita di somministrargli trattamenti inadatti.
    Pubblicità

Consigli

  • Controlla la lettiera regolarmente per assicurarti che tutto sia normale.
  • L'acqua del rubinetto potrebbe essere dura. Questo vuol dire che potrebbe avere minerali che non si sciolgono accumulandosi nella cistifellea del micio. In questo caso ti servirà dell'acqua filtrata per te e per il gatto. Di solito si compra al supermercato.
  • Non dare al gatto roba troppo salata.
  • Ci sono gatti predisposti ai calcoli biliari, ad esempio il Burmese e l'Himalaiano sembrano più portati di altre razze.[11]
  • I calcoli si sviluppano nei gratti fra i 5 e i 14 anni.[12]
Pubblicità

Avvertenze

  • È un dato di fatto che se il micio non riesce a urinare, il suo addome farà male. Il gatto potrebbe lamentarsi e fare smorfie di dolore quando fa pipì. Una leggera pressione applicata all'addome potrebbe indurre una reazione violenta se il micio sta molto male. Sii attenta e non cercare di sollevarlo, specie prendendolo sotto alla pancia.
  • Se sospetti che stia male, prenditi subito cura del tuo gatto portandolo dal veterinario.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Trasportino
  • Cibo adatto come raccomandato dal veterinario
  • Medicine come da prescrizione
  • Acqua

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Gatti

Riferimenti

  1. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Urinary Stones (Uroliths, Calcili)', p. 524, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  2. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Feline Idiopathic Cystitis and Feline Interstitial Cystitis, p. 521, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  3. Feline Idiopathic Cystitis, http://www.marvistavet.com/html/feline_idiopathic_cystitis.html
  4. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Urinary Stones (Uroliths, Calcili), p. 525, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  5. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Urinary Stones (Uroliths, Calcili), p. 524, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  6. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Urinary Stones (Uroliths, Calcili), p. 525, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  7. Feline Oxalate Bladder Stones, http://www.marvistavet.com/html/feline_oxalate_bladder_stones.html
  8. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Urinary Stones (Uroliths, Calcili), p. 524, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  9. Feline Oxalate Bladder Stones, http://www.marvistavet.com/html/feline_oxalate_bladder_stones.html
  1. The Merck/Merial Manual for Pet Health, Urinary Stones (Uroliths, Calcili), p. 524, (2007), ISBN 978-0-911910-99-5
  2. Feline Oxalate Bladder Stones, http://www.marvistavet.com/html/feline_oxalate_bladder_stones.html
  3. Feline Oxalate Bladder Stones, http://www.marvistavet.com/html/feline_oxalate_bladder_stones.html

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità